User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 13
  1. #1
    Forumista
    Data Registrazione
    04 Jan 2008
    Località
    Roma
    Messaggi
    371
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Porta Pia: Cosa ne pensate della proposta di Andreotti e di Avvenire?

    Adnkronos) - STORIA: 'AVVENIRE', FARE DELLA BRECCIA DI PORTA PIA FESTA RISORGIMENTO
    IL GIORNALE DELLA CEI RILANCIA LA PROPOSTA DELLA RIVISTA DI ANDREOTTI

    ''E' cosa giusta che, per sano amor di patria, senza trionfalismi da una parte e con sincera letizia dall'altra, il 20 settembre venga proclamata festa nazionale del Risorgimento unitario''. Il quotidiano della Conferenza episcopale italiana, ''Avvenire'', rilancia la proposta del mensile ''30Giorni'', diretto da Giulio Andreotti, di fare dell'anniversario della breccia di Porta Pia nel 1870 la giornata dell'Unità d'Italia. ''Per molto tempo la ferita fu più grande di quella "breccia" aperta dai bersaglieri nelle Mure Aureliane presso Porta Pia'', commenta il giornale cattolico. Con la conquista militare di Roma, il 20 settembre 1870, il governo nazionale completò l'unità d'Italia e pose fine al potere temporale del Papa. Ma si aprì subito una lacerante frattura tra Chiesa e Stato. L'allora pontefice, Pio IX, si dichiarò prigioniero dell'Italia e vietò ai cattolici di partecipare alla vita politica del Paese con il ''Non expedit''. Soltanto nel 1929 i Patti Lateranensi risolsero la tormentata «questione romana».
    A sostegno della proposta, ''Avvenire'' ha raccolto autorevoli pareri. Agostino Giovagno, ordinario di storia contemporanea all'Università Cattolica di Milano, afferma, ad esempio, che ''l'iniziativa ha se non altro il merito di provare a superare le recenti interpretazioni polemiche tra cattolici e Risorgimento con divaricazioni spesso ingiustificate''. Secondo Danilo Veneruso, docente di storia contemporanea all'Università di Genova, la proposta e' comprensibile: ''C'è la volontà di togliere ogni strumentalizzazione politica ad un evento storico. Se l'iniziativa serve ad una maggiore integrazione del Paese ben venga. Non dimentichiamo però che la breccia di Porta Pia fu sin dall'inizio accettata anche da molti cattolici, i quali avevano compreso che l'unificazione dell'Italia non poteva essere più rimandata. Bisogna però riconoscere che dietro la conquista di Roma si nascondeva il proposito degli anticlericali di cancellare il tessuto sociale cristiano del nostro Paese''

    Sull'iniziativa, ovviamente, non tutti sono d'accordo tra gli intellettuali cattolici. La storica Angela Pellicciari è addirittura allibita: ''Ritengo questa proposta scandalosa. Porta Pia è stata una pagina nera della storia della Chiesa e del popolo italiano in larghissima maggioranza cattolico. Fu la vittoria di una politica anticlericale che buttò per strada 57 mila membri degli ordini religiosi, soppressi in barba alla Costituzione "liberale". Un manipolo di sedicenti liberali, non più dell'un per cento della popolazione italiana, ha fatto di tutto per distruggere la Chiesa''.
    Il giornalista e scrittore Vittorio Messori taglia corto: ''E' stata una di quelle occasioni in cui il Dio cristiano sa scrivere dritto su righe storte. Perché guardandolo in una prospettiva storica quell'evento si può definire provvidenziale, come riconobbe Paolo VI. Ma per una questione di principio fecero bene ad opporsi Pio IX e gli altri pontefici fino al 1929: c'era da salvaguardare l'indipendenza della Chiesa se pur su un territorio piccolo''.
    ''La libertà politica è condizione indispensabile della libertà religiosa: il Pontefice non può essere un prigioniero dello Stato, un suddito. E il suo magistero - afferma Messori - non può essere condizionato dalla politica come per esempio lo fu ad Avignone. Il 20 settembre è una data importante, se pur dolorosa per la cristianità. Ma io abolirei il 25 aprile, una festa di parte, di liberazione dal totalitarismo nero, ma d'inizio del pericolo rosso. E proporrei come festa nazionale dell'unità italiana il 18 aprile 1948: la vittoria democristiana alle elezioni politiche ci salvò dall'incubo di Stalin, come riconoscono anche oggi i comunisti''.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Forumista
    Data Registrazione
    21 Dec 2007
    Messaggi
    148
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    la Pellicciari e' quella che scrive per il foglio, assurta agli onori delle cronache per il suo rifiuto della testimonianza di un ex deportato nei campi di concentramento?
    o sbaglio?
    Se fosse cosi', la sua presa di posizione non mi meraviglia.

    trovo interessante il giudizio di Messori.

  3. #3
    Forumista
    Data Registrazione
    04 Jan 2008
    Località
    Roma
    Messaggi
    371
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    La follia di questa donna è dimostrata dai fatti... Cmq a me quella di riconoscere Porta Pia come un momento storico epocale anche per la stessa Chiesa mi sembra interessante

  4. #4
    Conservatore
    Data Registrazione
    30 Apr 2004
    Località
    Sponda bresciana benacense
    Messaggi
    20,197
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    4

    Predefinito

    Comunque vada, Porta Pia non sarà mai la mia festa. Dovrei davvero festeggiare il sopruso e la violenza anticlericale???
    Stavolta a mio parere Avvenire ha torto. Concordo sullo "stendere un velo pietoso" su ciò che fu, al limite, per guardare avanti. Ma la storia è storia, e le abominevoli idiozie garibaldin-cavouriane meritano di essere indagate.

  5. #5
    Forumista
    Data Registrazione
    23 Feb 2010
    Messaggi
    484
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Il 20 settembre 1870, il 20 enne Luigi Cadorna, al seguito del 2°reggimento comandato dal padre Raffaele Cadorna, era intento a bombardare con i cannoni le mura papaline.

    Divenuto generale, Luigi fu dissuaso dal suicidio, nel 1917, dopo la disfatta di Caporetto, da un frate comparsogli misteriosamente davanti, il quale gli disse di metter giù la pistola con la quale voleva farla finita. Quel frate era Padre Pio e quella era una delle sue bilocazioni. Lo riconobbe lo stesso Cadorna quando a guerra finita andò a S.Giovanni Rotondo, in incognito, alcuni anni dopo.

    Il 20 settembre 1918 Padre Pio riceveva le stigmate.
    Un pertugio aperto nelle mura della Chiesa, un pertugio aperto nelle mani di un Santo.
    Sì, il 20 settembre, la festa delle stigmate di Padre Pio. Mi piace. Forse piacerà anche a Andreotti.

  6. #6
    Forumista senior
    Data Registrazione
    26 Jul 2009
    Località
    Firenze, ma vorrei tornare in Svizzera
    Messaggi
    3,049
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Così a prima vista la proposta mi pare un tantinello bislacca, ma forse merita di essere approfondita. Poi a settembre mancano festività particolari e qualche "ponte" quando la stagione è ancora buona non farebbe male.
    Sarebbe altrettanto interessante spostare la festività del 25 aprile all'8 di maggio come viene fatto in tutto il resto d'Europa.

  7. #7
    Vita super terram militia est
    Data Registrazione
    17 Oct 2006
    Località
    Roma
    Messaggi
    287
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Porta Pia non può e non potrà mai essere festa, una triste data in cui venenro prese a cannonate le mura della Città Santa, stato all'epoca libero, leggittimo e indipendente;
    ONORE AI CADUTI PONTIFICI! Beato Pio IX, ora pro nobis!

  8. #8
    Forumista
    Data Registrazione
    04 Jan 2008
    Località
    Roma
    Messaggi
    371
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Militiano Visualizza Messaggio
    Porta Pia non può e non potrà mai essere festa, una triste data in cui venenro prese a cannonate le mura della Città Santa, stato all'epoca libero, leggittimo e indipendente;
    ONORE AI CADUTI PONTIFICI! Beato Pio IX, ora pro nobis!

    Beh quando si dimostrerà la veridicità della donazione di Costantino, si potrà dire legittimo.

  9. #9
    Forumista senior
    Data Registrazione
    26 Jul 2009
    Località
    Firenze, ma vorrei tornare in Svizzera
    Messaggi
    3,049
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da ernesto_nathan Visualizza Messaggio
    Beh quando si dimostrerà la veridicità della donazione di Costantino, si potrà dire legittimo.
    Su cosa si fonda la legittimità di uno stato? Molti stati oggi pienamente legittimi non vantano l'esistenza millenaria dello Stato della Chiesa. Su cosa si fonda la legittimità della Francia ad esempio? I romani legittimavano la loro origine da Enea, che questo sia vero o falso ciò pone in dubbio la legittimità di Roma?
    Se l'esito della riunificazione di Roma all'Italia penso fosse inevitabile si può discutere se fosse altrettanto inevitabile il metodo utilizzato.
    Del resto si potrebbe obiettare che anche il Regno delle Due Sicilie era uno stato perfettamente legittimo senza alcuna donazione di Costantino e tuttavia ha anticipato di solo dieci anni la stessa sorte dei territori della Chiesa. Il Concordato non ha dato legittimità al Vaticano, ma ha solo regolato i rapporti fra Italia e Vaticano tanto è vero che, a quanto mi risulta, non ha in nulla mutato i rapporti che il Vaticano intratteneva con gli altri stati del mondo.

  10. #10
    Forumista
    Data Registrazione
    04 Jan 2008
    Località
    Roma
    Messaggi
    371
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Mappo Tappo Visualizza Messaggio
    Su cosa si fonda la legittimità di uno stato? Molti stati oggi pienamente legittimi non vantano l'esistenza millenaria dello Stato della Chiesa. Su cosa si fonda la legittimità della Francia ad esempio? I romani legittimavano la loro origine da Enea, che questo sia vero o falso ciò pone in dubbio la legittimità di Roma?
    Se l'esito della riunificazione di Roma all'Italia penso fosse inevitabile si può discutere se fosse altrettanto inevitabile il metodo utilizzato.
    Del resto si potrebbe obiettare che anche il Regno delle Due Sicilie era uno stato perfettamente legittimo senza alcuna donazione di Costantino e tuttavia ha anticipato di solo dieci anni la stessa sorte dei territori della Chiesa. Il Concordato non ha dato legittimità al Vaticano, ma ha solo regolato i rapporti fra Italia e Vaticano tanto è vero che, a quanto mi risulta, non ha in nulla mutato i rapporti che il Vaticano intratteneva con gli altri stati del mondo.
    Beh tutti i torti non li hai.

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Proposta di legge dell'IDV, cosa ne pensate?
    Di Venom nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 50
    Ultimo Messaggio: 25-05-09, 11:08
  2. Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 25-08-08, 13:17
  3. Porta Pia: Cosa ne pensate della proposta di Andreotti e di Avvenire?
    Di ernesto_nathan nel forum Tradizione Cattolica
    Risposte: 18
    Ultimo Messaggio: 09-01-08, 16:52
  4. Cosa pensate della proposta di legge del Mutuo Sociale?
    Di Canon nel forum Comunismo e Comunità
    Risposte: 83
    Ultimo Messaggio: 25-10-06, 11:52
  5. Una proposta per Pol, schiettamente cosa ne pensate?
    Di Templares nel forum Fondoscala
    Risposte: 23
    Ultimo Messaggio: 07-09-05, 12:05

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226