Ecco in che direzione andavano gli sforzi di chi (Lega e compagnia cantante) non vuole vendere a Air France:rimanere con un piede statale nella compagnia per continuare a dividere appalti, appaltini e viaggiare a sbafo. A spese vostre.

Alitalia, a Stato quota tutt'altro che trascurabile - Tps

martedì 15 gennaio 2008 17:28


Stampa quest’articolo
[-] Testo [+]


1 / 1Schermo intero

ROMA (Reuters) - Il governo italiano avrà una quota non trascurabile nel gruppo Air France-Klm se l'integrazione con Alitalia andrà in porto.
Lo ha detto il ministro dell'Economia, Tommaso Padoa-Schioppa, durante l'intervento nel dibattito alla Camera.
"La proposta Air France-Klm consentirà allo stato italiano di divenire azionista della holding che controllerà Alitalia, con una quota tutt'altro che trascurabile" ha detto il ministro.
Parlando dei prossimi passi della procedura di vendita il ministro ha spiegato che nel periodo di 8 settimane di trattativa esclusiva "verranno definiti termini e struttura dell'operazione, predisponendo un contratto di partnership nel cui ambito Air France-Klm, probabilmente, si obbligherà a lanciare l'offerta pubblica sulle azioni e sulle obbligazioni Alitalia e a realizzare le iniziative previste nella propria proposta; tra queste, l'aumento di capitale".
Padoa-Schioppa nel suo intervento ha anche messo a confronto le due offerte arrivate ai vertici della compagnia di bandiera, da parte dei francesi e di Ap Holding, per spiegare la scelta della società e del governo in favore di Air France-Klm.
Per il ministro, le condizioni finanziarie, presentate dai francesi "rispetto alla proposta di Air One, sono migliori per gli azionisti e gli obbligazionisti. L'affidabilità finanziaria dell'offerta è elevata e il rischio Antitrust è limitato".
In precedenza Padoa-Schioppa aveva anche detto che l'eventuale integrazione fra le due società "evidenzia significative sinergie e rilevanti economie di scala".
Per il titolare del pacchetto di controllo di Alitalia, l'offerta di AirOne "in termini di prezzo e di affidabilità finanziaria è nettamente inferiore", mentre il piano industriale "non risponde in modo concreto alle criticità che caratterizzano oggi la situazione di Alitalia e appare caratterizzato da elementi eccessivamente ottimistici".
Padoa-Schioppa nel suo intervento ha spiegato che il governo si adopererà per "favorire una transizione graduale verso un nuovo assetto dei voli da Malpensa"..