User Tag List

Risultati da 1 a 7 di 7
  1. #1
    Il Lucano
    Data Registrazione
    03 Apr 2007
    Località
    Policoro (MT)
    Messaggi
    543
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Arrow Movimento Giovani Lucani



    TESTO PRESO SUL NOSTRO SITO

    Questo sito nasce per mano di alcuni giovani lucani stanchi delle iniezioni moraliste e conformanti che provengono (soprattutto nelle scuole statali...) da tutte le parti e a cui per buon costume nessuno si oppone.

    Stanchi di vedere le loro idee umiliate e derise, senza possibilità di replica, hanno dato vita a questo sito "clandestino" che ora vede la luce nell' unico luogo in cui si può ammettere ci sia un pò di libertà (anche se ritengo per poco tempo ancora), ovvero il web.

    La battaglia è combattuta in nome del diritto fondamentale di ogni uomo, il diritto alla libertà, antecedente teorico dei diritti alla vita, alla sicurezza, alla proprietà, nonché dei diritti alla secessione e alla discriminazione; un diritto così fondamentale per cui si è, e si deve, essere pronti a lottare, perchè senza libertà non c'è vita.

    Basta dare uno sguardo distratto alla storia dell'umanità per vedere che il problema dell'usurpazione della libertà nasce con lo Stato. Quell'essere che oggi opprime individui di tutto il mondo e che ha assunto queste dimensioni proprio perché si è arrivati a immaginare la società come un unico essere pensante e non come insieme di individui ognuno con la sua perenne limitazione alla conoscenza fattuale.

    Dunque è stata soprattutto questa disaffezione totale verso lo Stato a spingerli a intraprendere questa sfida difficile, difficilissima ma che di certo non impedirà loro di continuare a sostenere il loro diritto alla libertà, un diritto non solo loro, un diritto di tutti.
    Noi vogliamo portare all'attenzione di tutti un argomento tabù, un argomento che per paura pregiudiziale si cerca sempre di evitare, un argomento ritenuto un'eresia dai più, la secessione della Lucania.

    Si dirà subito che è un'idea da manicomio, che è una pazzia e che non si può dissolvere l'Italia. I sentimenti nazionalistici prevalgono facilmente sottolineando la dissoluzione dell'Italia. La realtà è che noi non vogliamo la dissoluzione dell'Italia ma dello Stato italiano, dello Stato ladro, tiranno, oppressore delle più fondamentali libertà individuali.

    Oggi noi stiamo vivendo un periodo della storia segnato da quel processo chiamato globalizzazione. Al contrario di quanto affermano i luoghi comuni questo non è un processo diabolico, attraverso il quale "i ricchi diventano sempre più ricchi e i poveri sempre più poveri", ma invece è ciò che permette di portare la ricchezza là dove non c'è, di portare le nuove tecnologie nel terzo mondo rendendole disponibili a chi non se le può permettere, di comunicare da qualsiasi parte del mondo con ogni angolo del mondo, di far sentire più vicino ai paesi liberi occidentali le sciagure, la fame, la morte che funestano i paesi poveri e oppressi dall'ideologia statalista e assistenzialista.

    Contrariamente a quanto comunemente affermato la globalizzazione del mercato e delle comunicazioni non va di pari passo con la globalizzazione della politica ma, anzi, comporta una ipersensibilizzazione verso le realtà particolari e locali, che fa a pugni con quei processi di unificazione e devoluzione dei poteri verso l'alto che si stanno compiendo a tutto danno dei cittadini e delle loro libertà.

    Come ha scritto Alberto Mingardi "un contesto politico adatto al mondo della globalizzazione è quello che presentasse una pluralità di entità amministrative diverse, la cui dimensione ridottissima ed il cui elevato numero [..] porterebbe alla creazione di un vero e proprio "mercato della politica" [..]. Sarebbero i singoli individui a premiare questo o quel sistema di norme e regolamentazioni, data l'esiguità dei costi da sostenere per "emigrare" da una realtà all'altra".

    Per questo noi sosteniamo con forza l'inizio di un nuovo periodo di "frammentazione delle sovranità" in cui al centro ci sia il singolo individuo con le sue naturali libertà. Solo con l'introduzione della concorrenza nella politica si potrà evitare questa estensione a macchia d'olio dello Stato nella vita delle persone. Per questo inoltre noi appoggiamo con forza tutti quei movimenti e associazioni che in ogni parte del mondo si pongono come fine la liberazione dall'oppressione di uno Stato e il ritorno della sovranità ai singoli individui.

    Noi siamo nati in Lucania e vivendo in Lucania ci prefiggiamo come fine la libertà del nostro Popolo Lucano dallo Stato centrale, proprietario, burocrate che con la coercizione e la violenza comanda e pianifica la vita dei suoi cittadini-sudditi. Certamente questa è una battaglia dura, difficilissima ma non per questo ci spaventa e non per questo ci faremo intimidire nel portarla avanti con l'ostinazione di sempre.








    SITO: http://giovanilucani.blogspot.com
    FORUM: http://giovanilucani.forumfree.net
    E-MAIL: giovanilucani@hotmail.com


    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Anarcocapitalista
    Data Registrazione
    02 Feb 2007
    Località
    Li dove ho inalzato mura solide a difesa dell'agressore Socialista. Li dove la strada ha il mio nome. Li dove ho costruito una torre bene armata in difesa della Libertà. Li dove sono Sovrano e i messi dello Stato non sono i benvenuti.
    Messaggi
    11,362
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da ritalxp Visualizza Messaggio

    TESTO PRESO SUL NOSTRO SITO


    Questo sito nasce per mano di alcuni giovani lucani stanchi delle iniezioni moraliste e conformanti che provengono (soprattutto nelle scuole statali...) da tutte le parti e a cui per buon costume nessuno si oppone.

    Stanchi di vedere le loro idee umiliate e derise, senza possibilità di replica, hanno dato vita a questo sito "clandestino" che ora vede la luce nell' unico luogo in cui si può ammettere ci sia un pò di libertà (anche se ritengo per poco tempo ancora), ovvero il web.

    La battaglia è combattuta in nome del diritto fondamentale di ogni uomo, il diritto alla libertà, antecedente teorico dei diritti alla vita, alla sicurezza, alla proprietà, nonché dei diritti alla secessione e alla discriminazione; un diritto così fondamentale per cui si è, e si deve, essere pronti a lottare, perchè senza libertà non c'è vita.

    Basta dare uno sguardo distratto alla storia dell'umanità per vedere che il problema dell'usurpazione della libertà nasce con lo Stato. Quell'essere che oggi opprime individui di tutto il mondo e che ha assunto queste dimensioni proprio perché si è arrivati a immaginare la società come un unico essere pensante e non come insieme di individui ognuno con la sua perenne limitazione alla conoscenza fattuale.

    Dunque è stata soprattutto questa disaffezione totale verso lo Stato a spingerli a intraprendere questa sfida difficile, difficilissima ma che di certo non impedirà loro di continuare a sostenere il loro diritto alla libertà, un diritto non solo loro, un diritto di tutti.
    Noi vogliamo portare all'attenzione di tutti un argomento tabù, un argomento che per paura pregiudiziale si cerca sempre di evitare, un argomento ritenuto un'eresia dai più, la secessione della Lucania.

    Si dirà subito che è un'idea da manicomio, che è una pazzia e che non si può dissolvere l'Italia. I sentimenti nazionalistici prevalgono facilmente sottolineando la dissoluzione dell'Italia. La realtà è che noi non vogliamo la dissoluzione dell'Italia ma dello Stato italiano, dello Stato ladro, tiranno, oppressore delle più fondamentali libertà individuali.

    Oggi noi stiamo vivendo un periodo della storia segnato da quel processo chiamato globalizzazione. Al contrario di quanto affermano i luoghi comuni questo non è un processo diabolico, attraverso il quale "i ricchi diventano sempre più ricchi e i poveri sempre più poveri", ma invece è ciò che permette di portare la ricchezza là dove non c'è, di portare le nuove tecnologie nel terzo mondo rendendole disponibili a chi non se le può permettere, di comunicare da qualsiasi parte del mondo con ogni angolo del mondo, di far sentire più vicino ai paesi liberi occidentali le sciagure, la fame, la morte che funestano i paesi poveri e oppressi dall'ideologia statalista e assistenzialista.

    Contrariamente a quanto comunemente affermato la globalizzazione del mercato e delle comunicazioni non va di pari passo con la globalizzazione della politica ma, anzi, comporta una ipersensibilizzazione verso le realtà particolari e locali, che fa a pugni con quei processi di unificazione e devoluzione dei poteri verso l'alto che si stanno compiendo a tutto danno dei cittadini e delle loro libertà.

    Come ha scritto Alberto Mingardi "un contesto politico adatto al mondo della globalizzazione è quello che presentasse una pluralità di entità amministrative diverse, la cui dimensione ridottissima ed il cui elevato numero [..] porterebbe alla creazione di un vero e proprio "mercato della politica" [..]. Sarebbero i singoli individui a premiare questo o quel sistema di norme e regolamentazioni, data l'esiguità dei costi da sostenere per "emigrare" da una realtà all'altra".

    Per questo noi sosteniamo con forza l'inizio di un nuovo periodo di "frammentazione delle sovranità" in cui al centro ci sia il singolo individuo con le sue naturali libertà. Solo con l'introduzione della concorrenza nella politica si potrà evitare questa estensione a macchia d'olio dello Stato nella vita delle persone. Per questo inoltre noi appoggiamo con forza tutti quei movimenti e associazioni che in ogni parte del mondo si pongono come fine la liberazione dall'oppressione di uno Stato e il ritorno della sovranità ai singoli individui.

    Noi siamo nati in Lucania e vivendo in Lucania ci prefiggiamo come fine la libertà del nostro Popolo Lucano dallo Stato centrale, proprietario, burocrate che con la coercizione e la violenza comanda e pianifica la vita dei suoi cittadini-sudditi. Certamente questa è una battaglia dura, difficilissima ma non per questo ci spaventa e non per questo ci faremo intimidire nel portarla avanti con l'ostinazione di sempre.





    SITO: http://giovanilucani.blogspot.com

    FORUM: http://giovanilucani.forumfree.net
    E-MAIL: giovanilucani@hotmail.com

    Sono con voi.

  3. #3
    Radicalpignolo
    Data Registrazione
    16 Apr 2004
    Località
    www.radicalweb.it
    Messaggi
    18,344
    Inserzioni Blog
    5
    Mentioned
    5 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Benvenuto ( o benvenuta) Ritalxp nel forum libertarismo. Bella la citazione di Mingardi.

  4. #4
    Silente
    Data Registrazione
    28 Jul 2005
    Località
    Oesterreichisch Schuler
    Messaggi
    3,072
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    siiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii iiii


    ragazzi siete formidabili


    LIB resititi stiamo arrivando!!!!!!!!!!!!!!!


    anche in Calabria

    R3Lib GLBOBE RULEZ!!!!!!!!

    ARIBA, ARIBA, ARIBA!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  5. #5
    Silente
    Data Registrazione
    28 Jul 2005
    Località
    Oesterreichisch Schuler
    Messaggi
    3,072
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    AI GIOVANI LUCANI


    il simbolo della nottola è bellissimo

  6. #6
    Il Lucano
    Data Registrazione
    03 Apr 2007
    Località
    Policoro (MT)
    Messaggi
    543
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Tutto il movimento giovani lucani vi manda i ringraziamenti e vi invita a partecipare al nostro forum su http://giovanilucani.forumfree.net

    Tanti saluti

  7. #7
    email non funzionante
    Data Registrazione
    05 Feb 2007
    Messaggi
    716
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da ritalxp Visualizza Messaggio
    Tutto il movimento giovani lucani vi manda i ringraziamenti e vi invita a partecipare al nostro forum su http://giovanilucani.forumfree.net

    Tanti saluti
    Complimenti ai giovani lucani sperando non si facciano assorbire dalla politica e che vadano avanti per la loro strada!
    --------------------------------------------------------------------------
    http://ucratia.forumcommunity.net/

 

 

Discussioni Simili

  1. LOGO del MOVIMENTO GIOVANI LUCANI
    Di ritalxp nel forum Regno delle Due Sicilie
    Risposte: 21
    Ultimo Messaggio: 18-12-07, 09:37
  2. Il logo del MOVIMENTO GIOVANI LUCANI
    Di ritalxp nel forum Basilicata
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 23-08-07, 10:53
  3. FORUM del Movimento Giovani Lucani
    Di ritalxp nel forum Regno delle Due Sicilie
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 10-07-07, 21:34
  4. Movimento Giovani Lucani
    Di ritalxp nel forum Basilicata
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 06-07-07, 11:15
  5. Movimento dei Giovani Lucani
    Di ritalxp nel forum Basilicata
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 22-04-07, 23:41

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226