User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 12
  1. #1
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    17,464
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Progetto Italia Confederale

    Preambolo
    La fervida mente di un socialista marchigiano di origini in parte venete e in parte siciliane e la altrettanto fervida mente di un democratico veneto di origini venete hanno partorito, alle 2.30 di Venerdi 18 Gennaio, un progetto ucronico che farà saltare nelle tombe secoli di generazioni di italiani

    Contesto storico generale
    Nel 1848, alla fine della I guerra di indipendenza, il Papa Pio IX, sostenuto dalle idee di Gioberti, lancia l'idea di una Confederazione Italiana e convince gli austriaci che questa sia la soluzione migliore per la pace e la stabilità della penisola italica.
    Per questo, nel 1851, nasce la confederazione italiana tra:
    1. Stato della Chiesa
    2. Granducato di Toscana
    3. Ducato di Modena
    4. Ducato di Parma
    5. Regno delle Due Sicilie

    I savoia non accettano di entrarvi e il lombardo-veneto permane austriaco.

    Nel 1854 viene concordata una revisione del sistema politico italiana tra francia, austria, papato e vari principi, granduchi, ecc. Ne nasce un sistema a 3 stati: il granduca di toscana ottiene modena,parma,romagna e marche; il papa mantiene solo roma e il lazio; il regno delle 2 sicilie rimane eguale.
    Questa revisione venne fatta per tranquillizzare il Granduca ed eliminare tutti i vari sistemi feudali che ancora esistevano nel paese. Viene addirittura (anche se poi non avvenne) abolito il latifondo. Viene decisa la Presidenza della Confederazione in modo formale al Papa mentre viene creato un organo di controllo sullo stesso eletto con suffragio ristrettissimo nelle varie zone del paese.

    Nel 1856 nel granducato di toscana e in tutte le terre del granduca vengono fatte riforme agrarie, sociali e lanciata un'opera di costruzione di ferrovie, partendo dalla Firenze-Pisa-Livorno. Il granducato si lancia ad essere uno dei motori del sistema. Nel 1857 il granduca allarga il suffragio e crea una camera bassa nel granducato in cui potevano votare circa il 25% dei sudditi. Nelle prime elezioni la vittoria del Partito Liberale sul Partito Confederale (conservatore) è netta.

    Nel 1858, in cambio di Massa,Carrara e Piacenza i Savoia entrano nella confederazione.

    Nel 1860, nonostante tutte le rassicurazioni che aveva dato, il papa lancia la guerra all'austria e sorprendentemente in 4 mesi ricacci i tedeschi fuori da quello che era il territorio della serenissima. Alla firma del trattato di pace Milano e la lombardia occidentale vanno a far parte dello Stato di Savoia, il Granduca ottiene Mantova e Cremona. Brescia, Bergamo, il Veneto e il Friuli vengono dichiarati prima parte dello Stato della Chiesa che poi li cede direttamente a Daniele Manin (che in questa ucornia non muore nel 1857) che aveva guidato i Battaglioni San Marco nella guerra contro gli austriaci.
    Manin ricrea le istituzioni della serenissima, aprendo però anche ai terrafermini, e lancia riforme sulla scia del granduca, mantenendo però un profilo molto meno laico. Si fa poi eleggere Doge e non è piu Re.

    L'Austria, in seguito al tradimento papale, compie un mega-scismone. Il papa però non può farvi nulla.
    L'Italia si trova quindi isolata a livello internazionale e trova un facile accordo con Napoleone III, unica salvezza, che di fatto esercita un protettorato sulla penisola.
    In seguito alla morte dello stesso e poi anche del papa la confederazione lancia una coppia di cambiamenti:
    1. alleanza con la prussia e con la stessa austria. Il Papa nuovo, Leone XIII, attento diplomatico, seppe stringere questa alleanza andando al di là delle posizioni religiose e facendo, nel 1882, rientrare lo scisma austriaco.
    2. revisione delal confederazione. In seguito alla guerra commerciale con la francia il papa ottiene il potere su roma e ostia, dona lazio e umbria alla famiglia Borghese e si ritira a fare una posizione da super partes universale. A livello italiano, quindi, la presidenza viene assunta per 1 anno a turno dai vari regnanti: re di savoia, re delle 2 sicilie, doge, re di Viterbo (Borghese), granduca di toscana. Inoltre viene individuato una capitale, urbino, che è distretto federale autonomo su cui regna di volta in volta il governante annuale.
    3. mentre la maggior parte delle politiche rimangono ai 5 stati alcune grandi politiche economiche e soprattutto la politica estera vengono centralizzate. A livello confederale nasce anche un parlamento eletto con un suffragio maggiore in cui i partiti liberali alle elezioni del 1889 ottengono il 65% dei seggi mentre le forze conservatrici vicini ai vari regnanti meno del 30%.
    4. vi è un governo nazionale che piano piano sostituisce il re confederale. Il sistema comincia sempre piu a diventare cnetralizzato e i regnanti a divenire simboli. Nel 1916 il parlamento riesce anche ad opporsi alla volontà del sovrano di entrare in guerra e il governo lo sostiene. Da quel momento la presidenza della confederazione è una formalità, l'italia è di fatto una federazione con forti autonomie locali ma con un governo centralizzato ed unico (praticamente sempre controllato dai liberali)

    Dopo la I guerra mondiale, in cui l'italia guarda disinteressata, la II guerra mondiale vede la confederazione alleata degli angloamericani dato che hitler aveva invaso l'italia del nord. Nel 1945, alla liberazione della repubblica serenissima, si compiono i referendum per la svolta repubblicana, chiesta a gran voce sia dai socialisti che dal papa, che voleva ritornare ad avare un ruolo maggiore dopo essersi marginalizzato per decenni. E in una repubblica era piu semplice che in una confederazione.
    Nel 1945, quindi, il referendum porta ad un ampio successo repubbblicano in piemonte, in lombardia, nell'italia centrale mentre il doge vince con l'80% dei voti e i borbone vincono a napoli in modo enorme e perdono in gran parte del resto del sud (sicilia inclusa). Il risultato fu 60% borbone e 40% repubblica. La sardegna vota monarchico. Subito dopo la dichiarazione dei dati il re di savoia abdica, seguito dal granduca. Il doge dichiara piena fedeltà nell'ambito di un sistema in cui l'elezione del presidente dello stato veneto preveda le regole per l'elezione del doge e quindi si assicura una forte autonomia. Il papa chiede e ottiene per la città di roma lo stesso del doge. Nel 1946, dopo che Ferdinando V aveva protestato e non voleva abdicare, le truppe della confederazione entrano nel sud del paese e catturano ferdinando, che di fatto non aveva piu difese. A napoli si hanno forti proteste ma inutili.
    Nel 1947 nasce la REPUBBLICA FEDERALE ITALIANA (RFI).
    In seguito nascono e cambiano diversi governi con la partecipazione a questi di partiti socialisti, liberalnazionalisti, verdi-nazionalisti, socialisti di sinistra, democristiani, ecc
    Nei prossimi thread vi presenteremo i partiti e faremo dei sondaggi per le 9 aree in cui è divisa la federazione:
    1. repubblica serenissima veneta (friuli, istria, dalmazia, veneto, rovereto, lombardia orientale) - trento è austriaca
    2. Repubblica Occidentale e Cisalpina (Piemonte- Lombardia occ- Liguria - Savoia- Nizza - Valle d'Aosta - Piacenza - Massa e Carrara)
    3. Repubblica dei Lorena - in onore dei vecchi regnanti perchè molto stimati nonostante sia terra repubblicana - (toscana- emilia - romagna - marche - perugia )
    4. Repubblica del Lazio (Viterbo-Rieti-Terni-Frosinone)
    5. Repubblica della Sicilia Continentale (Sud Italia dall'abruzzo e dalla provincia di latina fino a tacco e punta)
    6. Repubblica della Sicilia Insulare
    7. Repubblica di Sardegna
    8. Distretto Federale di Urbino
    9. Città di Roma (di cui il papa non è piu presidnete. Giovanni Paolo I ha imposto alla chiesa di divenire una forza solo spirituale)

    Io farò 1,3,7,8
    Manfr farà 2,4,5,6
    (cooreggimi se sbaglio a manfredi)
    La 9 la lasciamo ad er uagh se vuole, però deve consultarsi per concordare alcuni partiti di base

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Chap Socialist
    Data Registrazione
    13 Sep 2002
    Messaggi
    31,653
    Mentioned
    10 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Ottimo

  3. #3
    direttamente dall'Inferno
    Data Registrazione
    19 Jan 2007
    Località
    nel girone che preferite
    Messaggi
    21,852
    Mentioned
    56 Post(s)
    Tagged
    16 Thread(s)

    Predefinito

    voglio i nomi dei vostri spacciatori.....

  4. #4
    Federalista Europeo
    Data Registrazione
    27 Apr 2009
    Località
    IN UNITATE ROBUR
    Messaggi
    2,448
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Ciumbia!

    E Mazzini che fine ha fatto?


    Nel 1858, in cambio di Massa,Carrara e Piacenza i Savoia entrano nella confederazione.
    Sempre scambi territoriali tra regnanti... plausibile. purtroppo.

    5. Repubblica della Sicilia Continentale (Sud Italia dall'abruzzo e dalla provincia di latina fino a tacco e punta)
    Sembra la Baviera nella RFT.
    Magari con la continuità del governo dei Borbone si sarebbe evitati molti aspetti dellaquestione meridionale.

  5. #5
    Pasdar
    Data Registrazione
    25 Sep 2004
    Località
    Padova
    Messaggi
    46,770
    Mentioned
    106 Post(s)
    Tagged
    9 Thread(s)

    Predefinito

    6. Repubblica della Sicilia Insulare
    ...
    «Non ti fidar di me se il cuor ti manca».

    Identità; Comunità; Partecipazione.

  6. #6
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    17,464
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Lupus in Fabula Visualizza Messaggio
    Ciumbia!

    E Mazzini che fine ha fatto?




    Sempre scambi territoriali tra regnanti... plausibile. purtroppo.


    Sembra la Baviera nella RFT.
    Magari con la continuità del governo dei Borbone si sarebbe evitati molti aspetti dellaquestione meridionale.
    già

    piu semplicementa se i savoia avessero improntato la loro poliica non imponendo inutili leve obbligatorie e soprattutto non replicando il modello piemontese a tutta la penisola... bè allora ragazzi forse l'italia oggi sarebbe sicuramente diversa come era, è e sempre sarà tra le varie zone ma non avremmo sistemi mafiosi cosi radicati al sud, un sistema veneto che è cresciuto solo grazie alla chiesa cattolica e un sistema delle regioni rosse cresciuto solo con un sistema di socialismo municipale antistatalista.

  7. #7
    |
    Data Registrazione
    10 Jul 2012
    Messaggi
    270
    Mentioned
    3 Post(s)
    Tagged
    20 Thread(s)

    Predefinito

    3. Repubblica dei Lorena -
    in onore dei vecchi regnanti perchè molto stimati nonostante sia terra repubblicana -
    (toscana- emilia - romagna - marche - perugia )

  8. #8
    email non funzionante
    Data Registrazione
    11 Feb 2013
    Località
    Rovigno/Reggio Emilia
    Messaggi
    1,935
    Mentioned
    35 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Tutto molto bello, peccato che l' Emilia con Toscana, Marche e Perugia non c'entri 'na mazza...

    Vabbè che è un ucronia.

  9. #9
    |
    Data Registrazione
    10 Jul 2012
    Messaggi
    270
    Mentioned
    3 Post(s)
    Tagged
    20 Thread(s)

    Predefinito

    Nel fantathread (naturalmente) pur ambientando nell'ultimo dopoguerra, si fa riferimento alla dinastia Lorenese in Toscana, quindi effettivamente al periodo 1737 -1859. In quel periodo storico riferimento:

    1)Lo Stato della Chiesa.
    In quel periodo, ma almeno dal 1600, parte dell'Emilia (fra cui Bologna e Ferrara) la Romagna, le Marche e Perugia (Perugia e non solo, ma per restare al riferimento) hanno fatto parte insieme dello Stato della Chiesa, cammino che è poi naturalmente continuato comune nell'Italia Unita nel 1861.


    2)Lo Stato delle Province Unite Italiane - 1831
    Parte dell'Emilia (fra cui Bologna e Ferrara), Romagna, Marche, Perugia (Perugia e non solo, ma per restare al riferimento) si ribellarono allo Stato della Chiesa e costituirono insieme il Governo delle Province Unite durante i moti del 1831 per creare un territorio autonomo da Roma e dallo Stato della Chiesa. Il 5 febbraio, a Bologna, dove risiedeva il governo, fu dichiarata decaduta la sovranità pontificia e instaurato un governo provvisorio.
    Fu una fiammata di libertà anche se ebbe vita breve.

    COSTITUZIONE DELLE PROVINCIE UNITE ITALIANE, BOLOGNA, 4 marzo 1831.
    TERRITORIO: PARTE DELL'EMILIA, LA ROMAGNA, LE MARCHE, L'UMBRIA
    http://www.politicaonline.net/costit...a/province.htm

    Oltre ai deputati a Bologna vi erano rapprentanti almeno a:
    Bologna, Castelbolognese, Faenza, FOrlì; Cesena, Bagnacavallo, Rimini, Brisighella, Senigallia, Fano, Pesaro, Urbino, Ancona, Loreto, Urbania, Gubbio, Fossombrone, Fermo, Macerata, Spoleto, Perugia, Cento, Massalombarda, Pieve di Cento, COmacchio, Ferrara.


    3)La Grande Nazione Toscana:
    riguardo la Toscana: nel thread la connessione della Toscana con le altre zone dell'area (parte dell'Emilia, Romagna, Marche, Perugia) è naturalmente molto più ideale e suggestiva che realmente effettiva, ma ha basi storiche e potrebbe essere storicamente quella sotto riportata e incompiuta del 1831 e portata fantasticamente a compimento nel 1947. Come da Fantatermometro.
    Un tentativo insurrezionale repubblicano (ma fallito operativamente sul nascere) fu progettato in questo senso nel 1831 con partenza di volontari dalla Corsica, sbarco e accrescimento in Toscana e da qui aiuto militare e politico (in cambio di finanziamenti) al citato Governo delle Province Unite del 1831.

  10. #10
    Liberal
    Data Registrazione
    22 Apr 2009
    Messaggi
    125
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Io farei 2,3,6

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. La resa del Sindacato Confederale al governo liberista di Monti
    Di Legionario nel forum Socialismo Nazionale
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 26-04-12, 19:19
  2. Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 17-01-09, 08:10
  3. Unione Confederale Regionale
    Di Furlan nel forum Padania!
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 25-09-07, 17:01
  4. 14° Congresso Confederale UIL
    Di Paolo Arsena nel forum Repubblicani
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 28-06-06, 08:25
  5. così sarebbe l'italia confederale...
    Di Cilento Nazione nel forum Etnonazionalismo
    Risposte: 33
    Ultimo Messaggio: 17-09-03, 11:30

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226