Gennaioo 2008 –

Da una parte Berlusconi che lo vuole sciogliere per evitare la GENTILONI (nuova legge TV sul modello americano – da lui stesso definita una legge “criminale”)

… Non importa mandare a gambe all’aria il prossimo REFERENDUM sulla legge elettorale – il che significa privilegiare ancora una volta , l’ennesima , il momento della DEMOCRAZIA DELEGATA (il voto parlamentare) sul momento della DEMOCRAZIA DIRETTA (il voto referendario)

E non importa soprattutto andara al voto parlamentare con l’attuale legge elettorale – definita in un impeto di sincerità dallo stesso proponente – l’ex ministro lego-berlusconiano Calderoli - una PORCATA .

Legge , lo ricordiamo , fatta approvare dal Governo Berlusconi proprio allo scorcio della passata Legislatura e attualmente riferita – nel bestiario linguistico-definitorio dei vari sistemi proposti , corretti , abbandonati e riproposti , come il Porcellum (accanto al nostrano Mattarellum , e ai vari sistema esterofilizzanti in cui non si sa più dove andare a sbattere la testa : lo Spagnolo , Francese , Tedesco , Guatemalteco etc.)

Ma l’importante , lo ripeto , è andare SUBITO al voto x bloccare la Gentiloni

Ebbene , alla casta politico-aziendale di Berlusconi e degli altri deputati/senatori ex Publitalia ex PSI ex DC … insomma i riciclati vecchi e nuovi riuniti nel contenitore Forza Italia – si contrappone l’altra casta , più tradizionale , quella politica pura , il cui desiderio , naturalmente incoffessabile , è di raggiungere la META’ + 1 Giorno di legislatura , al fine di conseguire i noti benefits economico-pensionistici , che altrimenti andrebbero perduti (e pensare che per consolidare Parlamenti e Legislature basterebbe una semplice riforma di diritto del lavoro ... senza bisogno di scomodare riforme della costituzione né imbarcarsi in astrusi dibattiti di ingegneria costituzionale …)

Infine , l’interesse di Mastella (e del suo gruppettino di parlamentari ) è palese : rimanere al potere ed imbarcarsi con il futuro governo probabile vincente alle elezioni (Berlusconi , lo sappiamo , non si è mai dimostrato un ingrato ..)

Quindi la partita in gioco è questa .

La democrazia , le urne , gli italiani che decidono con l’espressione del voto … e chi ci crede ormai ?