“E’ senza limiti l’arroganza del sindaco di Firenze, Leonardo Domenici, che annuncia querele contro Graziano Cecchini, “colpevole” di essersi schierato apertamente contro un’infrastruttura come la tramvia, destinata a danneggiare il patrimonio storico e culturale di una città che tutto il mondo ci invidia, come Firenze”. E’ quanto dichiara Francesco Storace, segretario nazionale de La Destra.“Ci aspettiamo – prosegue Storace – che il sindaco, ora, annunci querela anche contro la presidente della Fondazione Roberto Longhi, la storica dell’arte Mina Gregori, che ha affermato testualmente: ''Le vibrazioni legate al passaggio della tramvia sotto il Battistero di Firenze potrebbero, nel tempo, portare a danneggiare i preziosi mosaici in esso contenuti e per questo e' necessario pedonalizzare l'area del Duomo e rinunciare all'opera''. Se davvero vuole fare gli interessi della città – e non quelli delle lobby di potere – il sindaco rinunci immediatamente a questa opera, folle e dannosa per la città”. “Ed è vergognoso – conclude Storace – che un uomo libero come Graziano Cecchini sia considerato di sindaci di sinistra alla stregua di un delinquente comune, per cui si scatena persino una caccia all’uomo immonda, per di più da parte di un sindaco che prima se la prendeva con i lavavetri e ora con la cultura. Solidarietà a Cecchini da parte di tutti gli uomini liberi”.

http://www.ladestranews.it/notizie-l...i-firenze.html