Partiamo riportando l'articolo scritto da questo anonimo, ma poco informato, giornalista. Da notare come sia stato pubblicato su uno dei siti dei principali telegiornali italiani, il TG5.

"Non c'erano solo i coltelli, la candeggina e i computer fra il materiale sequestrato nell'appartamento di Raffaele Sollecito. C'erano anche diversi manga, i fumetti giapponesi nella stanza dello studente pugliese. Raccontano storie di violenze sessuali e di delitti compiuti fra ragazzi e ragazze dalle complesse personalità. È su questi fumetti che nelle ultime ore gli investigatori hanno rivolto le loro attenzioni. In particolare hanno esaminato le storie che descrivono gli omicidi di alcune ragazze in cui è coinvolto Akira Fudo, il personaggio del fumetto il cui nome Raffaele Sollecito utilizzava come password del suo computer. Akira Fudo è uno studente dal carattere debole, timido e facilmente impressionabile, che assiste allo stupro e all'omicidio di una amica. In queste storie compare anche questo personaggio, Trigun, a cui si è invece ispirato Rudy Guede per la sua password. Nell'ambientazione fumettistica viene accusato di aver provocato una strage e sulla sua testa pende una taglia di 60 milioni di dollari. Di Amanda Knox, che non ha svelato la sua password del portatile, gli investigatori hanno letto di nuovo il racconto che la giovane di Seattle aveva scritto un anno fa. Descriveva l'omicidio di una studentessa. Dodici mesi dopo il delitto di Meredith. Tutte fatali coincidenze?"

Il tutto accompagnato da una copertina di Amon - The Dark Side of the Devilman, vi invito a visitare la notizia nel suo contesto originale.
http://www.tg5.mediaset.it/cronaca/a...colo5561.shtml
Nota 1: Akira Fudo non è "uno studente dal carattere debole, timido e facilmente impressionabile, che assiste allo stupro e all'omicidio di una amica". In Devilman di stupri ce ne sono anche, così come di sequenze splatter, ma Akira Fudo è Devilman, che decide di trasformarsi in un uomo demone, sacrificando la sua natura umana e rischiando la vita, per cercare salvare l'umanità.

Nota 2: Trigun non è un personaggio, ma è il titolo di un manga/anime. Il personaggio si chiama Vash the Stampede ed è vero, ha una taglia sulla testa, ma per chi conosce il manga, sa che l'ultima cosa che vuole fare è fare del male a qualcuno e anzi, il suo obiettivo è salvare la vita alle gente indifesa, a costo di rimetterci la sua.

Insomma, si tratta di una ennesima strumentalizzazione di un giornalista che decide di sfruttare una tragedia, senza rispetto per le persone coinvolte in essa, a scapito di un fenomeno già troppo spesso bistrattato.



http://animeclick.lycos.it/notizia.php?id=18061