tratto da: http://www.riccardof.com/?p=458

È tornato di recente alla ribalta il connubio "RELIGIONE - SCIENZA", che per alcuni dovrebbe essere ridotto al minimo con la minore intransigenza possibile di scrupoli etici, mentre per altri dovrebbe invece fare in modo che la religione ponga dei paletti al progresso sfrenato che si sta avendo in questi anni, ed il quale sta portando ad una società di tipo utopistico, potremmo dire tranquillamente orwelliana. Una società in cui l'Uomo non è più un essere unico ed irripetibile, ma altro non è che un numero, una cifra e chissà, perché no, in futuro potrà addirittura non essere altro che un codice a barre.
Stiamo assistendo ad una "illuminata" corsa al Nichilismo, al Relativismo, all'appiattimento di ogni Valore ed Ideale, sacrificati sull'altare dell'Interesse e della "tolleranza politicamente corretta".
Stiamo assistendo all'estremizzazione di ogni concetto su cui fino ad oggi si è basata la cultura progressista, estremizzazione che però è resa legale da leggi criminali e contronatura.
Per farvi un esempio, siamo arrivati, in Inghilterra,a proibire ai bambini l'uso nelle scuole della parola "mamma" e "papà" per evitare tra i bambini, ragazzi, adolescenti, nuovi casi di omofobia, per rispettare chi non è o la pensa in modo diverso, anche con l’uso di un vocabolario aderente ai tempi che corrono. E come corrono.
Siamo arrivati addirittura al concepimento di figli senza il bisogno della presenza del padre. E tra cinque anni sarà possibile creare in laboratorio spermatozoi a partire da cellule femminili. Lo 'sperma femminile' dovrebbe essere creato in laboratorio con cromosomi artificiali o con cromosomi ottenuti da spermatozoi di donatori maschili, una tecnica di manipolazione biologica considerata decisamente estrema. Siamo arrivati quindi alla riproduzione omosessuale.
È qua che serve assolutamente la presenza della religione nella Scienze, della Fede, o più semplicemente di una certa Etica e buonsenso. Non ci vorrebbe tanto per capire che stiamo andando oltre. E nessuno scenario futuro è escluso. Se pensiamo che cinquant'anni fa tutto questo sarebbe stato impensabile, è ancora più impossibile poter dire cosa non potrà essere realizzato in un arco di tempo così lungo.
Ma le conseguenze?
Si arriverà ad un mondo nuovo, ad un mondo in cui gli embrioni verranno giudicati "idonei o non idonei" ad affrontare la grande sfida della vita. Si arriverà ad un mondo in cui si potrà "andare a fare la spesa" di embrioni e di caratteristiche che questi avranno. Così come oggi possiamo crearci le Nike personalizzate sul sito web della multinazionale, magari a breve potremo crearci su Internet il nostro figlio "su misura".
Si arriverà ad un mondo in cui la Vita non sarà più considerato un dono sacro, ma sarà solo un gioco, un bene commercializzabile ed usufruibile. E un prodotto, verranno prodotti in massa esseri umani i quali poi potranno fornire i propri organi in una specie di "grande mercato nero" legalizzato. Sembrano scenari fantascientifici, ma sappiamo tutti quanti come và veloce la scienza. Ed a quali disastri si può arrivare se non verranno subito posti dei limiti inderogabili.
"Senza padre, senza Terra, senza gloria
senza fato, senza Dio e senza Storia
senza madre, senza Terra, senza gloria
mondo nuovo mondo nuovo: PROGETTO GENOMA!

UOMO CHE BREVETTA UOMO, UOMO VENDERA'! "
Zetazeroalfa - Progetto Genoma