User Tag List

Pagina 1 di 6 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 52
  1. #1
    Forumista senior
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    2,743
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Unico simbolo del Berlusca? Ne vedremo delle belle...

    SE berlusconi come pare abbia la tentazione di presentarsi da solo con un unico simbolo "BERLUSCONI PRESIDENTE"...con anche i leghisti nelle sue liste...

    Qualsiasi altra lista con un "richiamo autonomista" avrà un buon successo!

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    email non funzionante
    Data Registrazione
    26 Sep 2010
    Messaggi
    1,542
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Virdumaro Visualizza Messaggio

    SE berlusconi come pare abbia la tentazione di presentarsi da solo con un unico simbolo "BERLUSCONI PRESIDENTE"...con anche i leghisti nelle sue liste...
    A questo punto è auspicabile.

  3. #3
    Forumista senior
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    2,743
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da YSBYSB Visualizza Messaggio
    A questo punto è auspicabile.
    già!

  4. #4
    Forumista senior
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    2,743
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=239451

    «Una lista gollista - spiega il segretario della DcA - con Forza Italia, An, DcA, Nuovo Psi, Pensionati e Mastella». E un'eventuale disponibilità in questo senso il Cavaliere l'avrebbe chiesta anche a Storace. Incassato il via libera dei piccoli, infatti, Berlusconi potrebbe porre con più forza la questione a An e Udc (con la Lega, invece, si penserebbe a un'intesa sul modello catalano).

    QUINDI SOTTO IL SIMBOLO "BERLUSCONI PRESIDENTE"

  5. #5
    email non funzionante
    Data Registrazione
    06 Apr 2009
    Messaggi
    423
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    http://pornopolitica.wordpress.com/

    A destra è già tutto deciso. L’ammucchata conta 23 partiti: due dozzine di bocche fameliche da saziare. E il governo “snello” sognato dal Cav.? Sarà per un’altra volta. La selva di “nanetti” sgomita già per qualche poltrona in più. Fini propone di buttarne qualcuno ai pesci. Ma Silvio non può: nella lunga guerra contro Prodi, Berlusconi ha stretto patti, ha firmato accordi, ha sottoscritto cambiali che ora vengono a scadenza. Dini, De Gregorio, Mastella, la Brambilla, i Pensionati, la Mussolini, Storace&Santanchè: gli imprescindibili “impresentabili” non mancano

  6. #6
    Forumista senior
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    2,743
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    http://www.lastampa.it/redazione/cms...9934girata.asp

    Forza Italia-An, prove di lista unica


    Oggi vertice tra Berlusconi e Fini.
    Udc, Lega e "nanetti" restano fuori.
    Governo: politiche e amministrative
    nello stesso giorno. Ed è polemica
    ROMa
    Mentre nei due poli inizia il confronto su alleanze e programmi, si apre il primo terreno di scontro della campagna elettorale. Si tratta dell’election day, ovvero lo svolgimento negli stessi due giorni (il 13 e 14 aprile) delle elezioni politiche e delle amministrative.

    Insieme politiche e amministrative
    Un’ipotesi che già nei giorni scorsi era stata giudicata positivamente dal premier Romano Prodi. «Faremo in modo di minimizzare i costi, cercando di mettere assieme nei limiti del possibile le elezioni locali e quelle di carattere nazionale», aveva detto il presidente del Consiglio, che ieri lasciando un vertice del Pd, ha espresso la posizione del partito: «C’è l’accordo per l’election day».

    Forza Italia: è una forzatura
    Pronta la replica di Forza Italia, che già nei giorni scorsi si era detta contraria a questa ipotesi, così come altri partiti di centrodestra. Schifani e Vito si appellano al capo dello Stato e sostenendo che «è la prima volta che un governo dimissionario, violando le regole della necessaria condivisione delle scelte tra maggioranza e opposizione sulla sovrapposizione di appuntamenti elettorali diversi, si arroga il diritto di decidere a propria discrezione, se non a proprio vantaggio».

    Il nodo delle alleanze
    Sul fronte alleanze la decisione del Partito democratico di correre da solo scombina i piani dell'alleanza nel centrodestra. L’idea di seguire l’esempio di Veltroni non sembra convincere Silvio Berlusconi. Tuttavia il centrodestra è preoccupato dal confronto fra il simbolo unico del centrosinistra e la lenzuolata di partiti e partitini. Tanto da far emergere quella che finora appariva come una ipotesi astratta: un’unica lista in cui far confluire sotto un solo simbolo Fi e An, alleata con la Lega, Udc e gli altri "cespugli" del centrodestra.

    L'asse Fi-An
    Pier Ferdinando Casini non sembra disponibile ad una super-lista che comprenda tutti. Lo chiarisce in serata il segretario del partito Lorenzo Cesa, che avverte: se An e Fi andranno da soli alle elezioni con un’unica lista, anche noi andremo per conto nostro. Berlusconi e Fini potrebbero offrire a Casini un’alleanza come quella ipotizzata per la Lega, ma non è detto che abbiano l’intenzione di farlo. I leader di Forza Italia e di An discuteranno più approfonditamente domani di questo inedito scenario. «Spero che la coalizione - ha già spiegato oggi Gianfranco Fini - sia quanto di più semplificato possibile. Sul come dar corso a questa semplificazione sarà oggetto del confronto con gli alleati», ma quel che è certo è che il centrodestra semplificherà la coalizione perchè «oggi uno schieramento largo, con più sigle e partiti, non corrisponde all’esigenza degli italiani».

    Silvio e la tentazione della corsa in solitaria
    Ecco perchè, prosegue Fini, «nelle prossime ore, con gli amici del centrodestra, dovremo in primo luogo risolvere questa questione perchè se Veltroni va da solo il centrodestra deve saper dare una risposta che vada dritto al cuore del problema». Quanto all’ipotesi di un Berlusconi «tentato» dalla corsa solitaria contro il Pd, l’ex ministro degli Esteri sembra non dargli credito: «Sapete che non commento mai i giornali. Parlerò con Berlusconi». Le voci di una possibile corsa in solitaria dell’ex premier dominano la giornata, nonostante Forza Italia si affretti a smentire. «Non intendiamo abboccare alla provocazione di Veltroni: il Pd è costretto ad adottare questa strategia dopo il fallimento del governo Prodi».

    La posizione di Casini
    Parole che non convincono Pier Ferdinando Casini. «Noi siamo del tutto indifferenti a queste tentazioni maggioritarie. Se ciascuno andrà da solo andremo soli anche noi», dice il leader centrista, sottolineando che «la scelta di Veltroni di correre da solo non è una scelta coraggiosa ma una scelta della disperazione». Il presidente del partito Buttiglione invoca un «no a liste di destra fascista». Lo stesso Berlusconi aveva ridimensionato l’argomento della corsa solitaria parlandone con i suoi più stretti collaboratori: «Io nella provocazione di Veltroni non ci casco: perchè mai dovrei fargli il favore di correre da solo quando tutti i sondaggi ci danno in netto vantaggio?». Anche perchè, è la tesi del Cavaliere, quella del sindaco di Roma «è una scelta obbligata imposta dalle divisioni interne alla sinistra». L’ex premier comunque non intende certo sacrificare la ritrovata unità del centrodestra sull’altare di una sfida che rischia per giunta di essere rischiosa.

    I nanetti
    Ciò non ha mai significato la rinuncia di Forza Italia a ridurre il numero di simboli e liste nella scheda. «Stiamo lavorando per semplificare la coalizione del centrodestra», aveva confermato Schifani. Ma come? Certamente Berlusconi non vuole una lenzuolata di sigle e simboli accanto al suo nome. L’intenzione, espressa anche in un faccia a faccia con Clemente Mastella, poteva essere quella di raggruppare i partiti per area: l’Udeur con il Movimento per le autonomie di Raffaele Lombardo (anch’egli oggi a colloquio col Cavaliere), la Dca di Gianfranco Rotondi. Altro scenario quello che Fi ha prospettato ad An con la proposta di unirsi in un’unica lista, in cui far confluire anche gli altri partitini, per poi farla federare con la Lega. E Fini? Fino ad oggi a via della Scrofa l’idea di far sparire il simbolo non era presa in considerazione. Ma nelle ultime ore non la si è più esclusa del tutto. Anzi, come riferiscono fonti di An, Fini la starebbe valutando e domani, nel faccia a faccia con Berlusconi, la discuterà direttamente con lui.

  7. #7
    email non funzionante
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    11,262
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito

    Tutti i partiti della sinistra radicale devono unirsi per sopravvivere e spariscono le loro sigle.
    Altrimenti facendo la coalizione di simboli non raggiungono il 10% indicato dalla legge elettorale, necessario perché si possa dare lo spazio alle liste con meno del 4%.

    FI e AN cambiano nome per diventare un partito unico, che deve vincere secondo gli ordini dei “”grandi poteri””. Pertanto le due sigle spariscono..

    UDC che deve cambiare simbolo per imbarcare tutti coloro che vogliono il centro e non hanno trovato sistemazione altrove, e dovrebbe andare da sola., in modo da pescarei suoi seggi nella minoranza.

    I piccoli che non sanno dove andare, e non raggiungendo il 4% dovranno sparire a meno che si uniscono nella coalizione di Veltroni o di quella di Berlusconi .
    Veltroni ha già detto “”no””.

    L’unico partito che rimane con la sua dicitura è la lega Nord.
    L’unico partito serio romano che, oltre combattere per le cadreghe, svolge il magnifico compito di fermare ed intorbidire le richieste di secessione e prolungare la schiavitù del Nord. .

    Con la lega l’unità d’italia è salva.

    Cari partiti: Fate quello che volete ma salvate il soldato romano “lega”..

    Caro Berlusconi se vuoi il cagrehino massimo, devi accollarti la sopravvivenza della lega .

    Fai tu che sai.

    Dei 340 deputati che ti aspettano come premio di maggioranza ne devi dare una ventina alla lega.

    Cosa ti tocca fare per poter ottenere ancora qualche legge ad personam!!!!.

  8. #8
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Località
    Milano
    Messaggi
    18,637
    Mentioned
    44 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito

    Mi chiedo: che cosa significa in concreto "federazione" del listone unico statalista e democristiano di cdx con la Lega, dal punto di vista tecnico?
    Se non mi sbaglio in Germania la federazione della CSU con la CDU implica che la Cdu, in Baviera, non si presenta....

  9. #9
    independent
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    7,807
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Se Berlusconi avesse le palle lo farebbe e finalmente potremmo dare sepoltura alla LN.

    Ma ha troppa paura di perdere.

    Io intanto aspetto di vedere LN e UDEUR a braccetto

  10. #10
    email non funzionante
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    11,262
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da novis Visualizza Messaggio
    Mi chiedo: che cosa significa in concreto "federazione" del listone unico statalista e democristiano di cdx con la Lega, dal punto di vista tecnico?
    Se non mi sbaglio in Germania la federazione della CSU con la CDU implica che la Cdu, in Baviera, non si presenta....



    Certamente la parola “federazione” per la cdx non ha il medesimo significato tecnico che ha in Germania.
    Neanche significa desistenza, che in questi momenti è cosa ridicola.

    Possono in seguito dare qualsiasi significato alla parola, ma attualmente vuol significare che il cdx non è una coalizione ma una federazione, un modo diverso per presentarsi all’elettorato che con queste girandole è leggermente, come sempre, molto confuso.

    E’ come la cameriera che viene chiamata collaboratrice domestica..

    Certamente in seguito avrà un certo valore politico, non più la lega che si allea ma che diventa politicamente parte integrante di una federazione.
    E’ una forma intelligente per valorizzare il fatto che Berlusconi è il padrone economico della lega.

    Però i veri padroni politico saranno sempre i burattinai del potere romano, nobili eredi di quelle logge che fecero l’unità d’italia.

 

 
Pagina 1 di 6 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Vedremo delle belle.....
    Di flo nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 8
    Ultimo Messaggio: 15-05-11, 00:38
  2. Ne vedremo delle belle!
    Di Oasis nel forum Centrosinistra Italiano
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 13-02-08, 21:44
  3. Telekom-serbia: Prodi, Ne Vedremo Delle Belle!
    Di Repubblica nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 36
    Ultimo Messaggio: 02-09-06, 09:54
  4. Al Senato ne vedremo delle belle!
    Di BOY74 nel forum Centrodestra Italiano
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 11-04-06, 14:28
  5. Il Berlusca si da da fare,Il partito unico ora ha un sito
    Di VIVIBILITY nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 10
    Ultimo Messaggio: 05-06-05, 23:29

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226