«Rialzati Italia» contro «Si può fare»
È guerra di slogan in vista delle prossime elezioni. Berlusconi cita il crozzian-veltroniano «ma anche...»

Fini e Berlusconi (Afp)
ROMA - La campagna elettorale (ufficialmente) non è ancora iniziata, ma già è guerra di slogan. Dopo il «Si può fare» lanciato due giorni fa da Walter Veltroni per il Partito democratico, che riprende il «Yes we can» che sta diventando la colonna sonora (letteralmente) del travolgente successo di Barack Obama nelle primarie dei liberals negli Stati Uniti, è arrivata pronta la risposta di Silvio Berlusconi, che venerdì ha lanciato il Partito delle libertà.

«MA ANCHE...» - «Le elezioni ad aprile sono una cosa molto importante», ha detto Berlusconi, «perché la sinistra ha messo in ginocchio il Paese e noi da oggi diciamo: Rialzati Italia». L'ex premier ribadisce l'importanza e la convinzione della nascita del Pdl e, ricorrendo a un'espressione che il comico Maurizio Crozza ha coniato per Walter Veltroni, precisa: «Sarà una lista unica con An, ma anche con la nuova Dc, ma anche con il Partito dei pensionati, ma anche con gli altri partiti che rinunceranno a presentare il loro simbolo».

http://www.corriere.it/politica/08_f...ba99c667.shtml