DOMA' NUNCH
Associazione econazionalista Insubre
www.eldraghbloeu.com


COMUNICATO STAMPA DEL 9 FEBBRAIO 2008

Arrestato Gianluca Rinaldin: Parco Naturale pi¨ vicino per la Pineta

Durante il recente incontro tra DomÓ Nunch, le Guardie Ecologiche, Legambiente e gli esponenti dei Verdi e Rifondazione Comunista, si Ŕ finalmente raggiunto un accordo affinchŔ la proposta di ripristino del Parco Naturale della Pineta venga portata sul tavolo della VI Commissione Regionale "Ambiente" nel giro di poche settimane, e quindi in Consiglio.

<<E' un buon passo avanti>> afferma soddisfatto Matteo Colaone, portavoce dell'Associazione, <<ma auspichiamo ora che anche i Commissari del centro-destra abbandonino ogni pregiudizio e votino a favore della tutela dei nostri ultimi boschi, cosý che possano tornare a essere tutelati nella forma pi¨ seria possibile, ovvero il Parco Naturale. Questa sarebbe una scelta mossa dal buon senso, visto anche che la credibilitÓ del commissario Gianluca Rinaldin - giÓ isolato nella sua politica di smantellamento del Parco - Ŕ ora annullata a seguito del suo arresto avvenuto il 6 febbraio per concorso in corruzione, falso in atto pubblico, truffa aggravata, truffa per false attestazioni di spese e finanziamenti irregolari in campagna elettorale.>>

DomÓ Nunch si chiede quindi, non solo chi possa oggi sostenere la speculazione edilizia nella Pineta, ma quale altro politico possa condividere le idee di un indagato per aver sottratto 1 milione di euro di denaro pubblico, parte del quale (circa 66.000 euro) utilizzati per comprare tessere di Forza Italia e accrescere cosý il proprio peso politico.

<<D'altro canto>> continua Colaone, <<stante la legislazione attuale solo il ripristino del Parco Naturale metterebbe al sicuro almeno il 70% del territorio della Pineta dalla fame di costruzioni di imprese e Sindaci compiacenti.>> E proprio verso i Sindaci DomÓ Nunch rincara la dose: <<E' folle ed eticamente inaccettabile che i Comuni usino gli oneri di urbanizzazione per salvare le proprie casse. Come possiamo sostenere altro cemento, strade, popolazione? Sarebbe piuttosto pi¨ coraggioso che questi amministratori e i loro partiti aprano dei tavoli con Roma per rinegoziare la quota di tasse locali versate allo Stato, e investano questi soldi nella bonifica del territorio, nella sua ri-naturalizzazione, nella de-urbanizzazione delle situazioni pi¨ critiche>>.

Da ultimo, l'appello va ai componenti della VI Commissione Regionale in quota Lega Nord e Alleanza Nazionale: Giulio De Capitani, Lorenzo Demartini, Enio Moretti, Luca Daniel Ferrazzi : superate le divisioni politiche e non rendetevi complici di chi vuole far soldi vendendo a pezzi l'Insubria.

Basta ciment! DomÓ Nunch!