Respinta la sospensiva chiesta dalla compagnia



Secondo il tribunale "non sussistono i presupposti dell'accoglimento dell'istanza cautelare, sia per la carenza di elementi di irreparabilità del danno, sia per la mancanza di fumus boni iuris"

ascolta la notizia



Roma, 20 feb. (Adnkronos) - Il Tar del Lazio ha respinto la richiesta di sospensiva avanzata da Ap Holding che aveva chiesto l'annullamento della trattativa per l'acquisizione di Alitalia in esclusiva con Air France-Klm. La decisione della terza sezione presieduta da Stefano Baccarini è giunta dopo tre ore di camera di consiglio seguita all'udienza che si è svolta nel pomeriggio.

"Ritenuto che non sussistono - si legge nel testo della sentenza - i presupposti dell'accoglimento dell'istanza cautelare, sia per la carenza di elementi di irreparabilità del danno, sia per la mancanza di fumus boni iuris" il Tar del Lazio ha deciso di respingere l'istanza cautelare e ordina che "la presente ordinanza sia eseguita dall'autorità amministrativa".

Nel ricorso presentato il 31 gennaio scorso Ap Holding aveva chiesto l'annullamento, previa misura cautelare, come si legge nel testo dell'ordinanza, della decisione del ministro dell'Economia e delle Finanze Tommaso Padoa-Schioppa del 28 dicembre 2007, "favorevole" all'avvio di una fase di trattativa in esclusiva tra Alitalia ed Air France-Klm. Ap Holding, inoltre, aveva chiesto l'annullamento "della deliberazione del Consiglio dei ministri del 28 dicembre 2007, di contenuto sconosciuto, con la quale è stato espresso parere preventivo e favorevole 'sull'orientamento' del ministro dell'Economia e delle Finanze ed è stato conferito a quest'ultimo di 'seguire per conto del governo gli sviluppi di tale iniziativa'".

Altra richiesta avanzata da Ap Holding riguarda l'annullamento "della lettera, di data sconosciuta (ma presumibilmente dell'11 gennaio 2008) con la quale il ministro dell'Economia e delle Finanze ha comunicato ad Alitalia di aver espresso parere favorevole all'avvio da parte della compagnia aerea di una trattativa in esclusiva con Air France-Klm, finalizzata alla formulazione di una proposta vincolante di integrazione tra i due gruppi".

"Per quanto occorrer possa, e nella misura in cui sia stata fatta propria dal Ministero dell'Economia e delle Finanze e/o dal Consiglio dei ministri" Ap Holding chiedeva anche l'annullamento "della delibera del Consiglio di amministrazione di Alitalia, di contenuto sconosciuto, con la quale Air France-Klm è stata individuata come soggetto con il quale avviare una trattativa in esclusiva per la vendita delle quote sociali di essa Alitalia". Ultima richiesta l'annullamento "di ogni altro atto e provvedimento presupposto, connesso e conseguenziale".

Anpac, Anpav ed Avia, riunite nella Federazione Associazioni Naviganti (Fan), intervenute ad opponendum nel giudizio promosso al Tar, "esprimono soddisfazione per il pronunciamento della Terza Sezione del Tar del Lazio che ha respinto il ricorso presentato in merito alla richiesta di sospensione della trattativa esclusiva tra Alitalia ed Air France-Klm", secondo quanto si legge in una nota.

I piloti e gli assistenti di volo del Gruppo Alitalia rappresentati da Anpac, Anpav ed Avia, "auspicano ora che la trattativa in corso per l'acquisizione della compagnia di bandiera da parte di Air France-Klm prosegua speditamente e senza ulteriori azioni di disturbo".