Primi guai brillantemente superati per le Brigate Verdi di Ottolini.
Il Divino Coordinatore ha dovuto fronteggiare la mancanza del tavolino su cui raccogliere le firme da parte dell'europarlamentare della Lega Salvini, discepolo fedele del Coordinatore Illuminato, al Quale deve la sua posizione. Probabilmente un becero sabotaggio comunista per fermare la trionfale iniziativa Padana. Ma una tale problematica è una quisquillia per l'Eccelso Coordinatore, Sole delle Alpi che con la Sua pespicaca e sagacia nordica riuscì in men che non si dica a portare un tavolino da Rozzano a Milano. Un'impresa che rimarrà nella leggenda. Ma i guai non finirono qui per il patrioti Padani. Al momento di smontare il banchetto il tavolino conquistato col sangue da Ottolini il Grande si ruppe. Probabilmente un'altro attentato comunista alla vita del Leggendario Coordinatore, il Cui Padanissimo Spirito Lo rende immune da azioni comuniste contro la Sua Eccelsa Persona. Stessa cosa non si può dire del tavolo, conquistato dal Magnifico con Somma Grandezza, che si è rotto.
Incertezza e timore prevalseri nelle Brigate Verdi, consapevoli di combattere contro l'intera Università, finchè il Leggendario Coordinatore non trovò un'altra Storica Soluzione per risolvere la spiacevole pratica. Il Magnifico riuscì ad riutilizzare il giorno successivo lo stesso tavolino, sebbene spezzato, e a concludere gloriosamente a raccolta firme. Una trovata di astuzia tale che avrebbe fatto impallidire La Volpe del Deserto. Per questo tale tavolino, sibolo dell'Illimitata Grandezza del nostro Coordinatore sarà a Lui intitolato poichè anche questa Sua impresa rimanga nella Leggenda
INFINITO ONORE VALERIANO OTTOLINI!!!