Intervenendo a un convegno dell’Istituto Bruno Leoni, l’economista David Henderson (Westminster Business School) ha ricordato che le imprese sono responsabili solo nei confronti dei propri azionisti e il loro compito è fare profitti al minor costo possibile per poter competere, reinvestire e produrre ricchezza di cui beneficiano tutti. Esplorando il tema della corporate social responsability (CSR), l’ex capo economista dell’Ocse ha sfatato il mito di un qualche dovere delle imprese nei confronti di soggetti diversi dai propri azionisti.
Nell’occasione è stato anche presentato il libro di Henderson che sarà a breve pubblicato dall’Ibl con il titolo “Gli affari sono affari”. “È rischioso - ha affermato l’economista - obbligare le imprese che producono ricchezza a distogliere risorse da attività produttive, per impegnarsi in azioni che esulano dalla mission imprenditoriale”.
Secondo Alberto Mingardi, Direttore Generale dell’Ibl, “è importante avere una discussione franca e aperta sulla responsabilità sociale d’impresa. Non sta certo ad economisti come Henderson entrare ne merito dei singoli interventi, ma non bisogna dimenticare che il primo modo con il quale le imprese contribuiscono alla ricchezza di tutti e facendo il loro lavoro”.

I materiali della conferenza di Henderson saranno disponibili sul sito dell’Ibl, a questo indirizzo.

http://www.brunoleoni.it/nextpage.aspx?codice=6322