User Tag List

Risultati da 1 a 4 di 4
  1. #1
    are(a)zione
    Ospite

    Predefinito Dopo i dodecaloghi, ecco il decalogo di Confindustria

    Il decalogo di Confindustria dà anche qualche cifra, per inquadrare il problema della crescita: la spesa pubblica corrente, toli gli interessi, assorbe il 39,6% del Pil, "un autentico Moloch - dice Montezemolo - al quale sacrifichiamo possibilità di crescita e capacità di risanamento, che va ridimensionato e riqualificato". La mancata crescita costa: "se dal 1992 in poi fossimo cresciuti agli stessi ritmi della media Ue, oggi il nostro Pil sarebbe superiore di oltre 225 miliardi di euro, una cifra impressionante".

    - 1) Governabilita:, riforme, liberalizzazioni e privatizzazionì. Si chiedono riforme istituzionali, nel solco delle proposte già avanzate, una nuova legge elettorale, federalismo fiscale, privatizzazione del patrimonio immobiliare degli enti locali, liberalizzazioni e privatizzazioni a livello nazionale e locale.

    - 2) Risanamento dei conti pubblici: Confindustria pone al 2010 il traguardo di pareggio del bilancio pubblico, la riduzione del debito pubblico sotto il 100% del Pil, l'avanzo primario al 5% del Pil. Si chiede di aumentare dal 2,5% al 3,5% la spesa pubblica per investimenti e ridurre dal 39,6% al 37% del Pil la spesa corrente primaria. Occorrono "decisivi, drastici, impopolari tagli strutturali alla spesa pubblica. Con i risparmi di spesa vanno reperiti i 30 miliardi che mancano per azzerare il rapporto tra deficit e Pil".

    Ecco gli altri punti del decalogo di Confindustria:

    - 3) Riduzione delle imposte: si propone la riduzione dell'Ires di 3,5 punti, l'eliminazione delle addizionali regionali Irap, la diminuzione della pressione fiscale complessiva dal 43,3% del 2007 al 42% del 2010, la riduzione di 5 punti del cuneo fiscale. Le tasse pagate pesano per il 76% sul risultato operativo lordo (66% in Francia, 51% Germania). Per ridurre le aliquote bisogna fare la lotta all'evasione "pagare tutti per pagare meno".

    - 4) Lavoro, contratti, salari, produttività:
    si chiede la detassazione dei premi di risultato e degli straordinari, la revisione delle quote per i lavoratori stranieri. Sulla sicurezza gli imprenditori chiedono l'unificazione degli enti, collaborazionefra istituzioni, lavoratori, imprese.

    - 5) Semplificazione: ridurre gli ostacoli burocratici, principale motivo di non attrazione degli investimenti esteri in Italia.

    - 6) Energia e ambiente: efficienza energetica, infrastrutture, rigassificatori. Razionalizzare il mix delle fonti, puntare sul nucleare di nuova generazione. "Dal no al nucleare - dice Montezemolo - non ci sono più state scelte di politica energetica e questo lo paghiamo sulla nostra pelle. Se il petrolio rimane sopra i 90 dollari al barile, la nostra crescita sarà vicina allo zero".

    - 7) Infrastrutture: puntare sulle opere prioritarie, Torino-Lione e Corridoio 5, Brennero, Pedemontana, Brebemi, ferrovie e autostrade nel Sud.

    - 8) Istruzione, università: promuovere la competizione fra le scuole, riconoscere il merito tra gli insegnanti, aumentare al 30% i fondi pubblici attribuiti all'università in forma concorrenziale.

    - 9) Ricerca, innovazione: Confindustria chiede di portare al 2% del Pil gli investimenti in ricerca entro il 2011 (oggi all'1,1%), elevando al 20% il credito di imposta per la ricerca fatta all'interno dell'azienda.

    - 10) Mezzogiorno: rendere immediatamente operativi credito di imposta e bonus occupazione previsti dalla finanziaria 2008, ridurre da 24 a 6 mesi le procedure dei contratti di programma e localizzazione. L'obiettivo è quello di portare il Pil per abitante vicino al valore del Nord. Lotta alla criminalità, e al racket che con le estorsioni in molte regioni costa l'1% del Pil. Diminuire i ritardi nei pagamenti per la fornitura di beni e servizi alla pubblica amministrazione, che raggiungono i 400 giorni, contro un tempo canonico di 30 giorni.

    (3 marzo 2008)

    http://www.repubblica.it/2008/02/sez...industria.html

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    machistaleninista
    Data Registrazione
    11 Oct 2006
    Messaggi
    6,267
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    insomma, un buon programma della SA si fa semplicemente ribaltando questo decalogo.
    Non proprio al 100% ma ci siamo quasi.

  3. #3
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    08 May 2009
    Messaggi
    9,426
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Il nucleare di nuova generazione (IV) non sarà operativo sul mercato prima del 2020/2025 temo. Quindi da qui a quella data confindustria non ha proposte ..

  4. #4
    are(a)zione
    Ospite

    Predefinito

    A me preme sottolineare il punto 9), perchè mi tocca da vicino.
    Dunque, i furbacchioni partono benissimo, dicendo che vogliono far dedicare il 2% del PIL alla ricerca (quale però, mica lo spiegano, quella teorica, oppure quella finalizzata all'azienda).
    E poi cascano sulla buccia di banana con quel "elevando al 20% il credito di imposta per la ricerca fatta all'interno dell'azienda", che fa da capolino alla detassazione degli straordinari...

    Il 2% del PIL è veramente il minimo, ma solo se è destinato in modo uniforme ai vari settori della ricerca (aumentando quindi anche gli assegni di ricerca, tra i più bassi della via lattea credo). Anzi, visto e considerato che tanto le industrie foraggiano già di loro le loro ricerche entro le Università, facciamo che quel 2% del PIL sia ripartito in gran parte per la ricerca teorica, che storicamente prende le bricciole, e da cui invece si trae da sempre linfa vitale per un avanzamento culturale ed intellettuale di una nazione.

 

 

Discussioni Simili

  1. Confindustria e rifiuti: ecco chi è Emma Marcegaglia.
    Di Cato censor (POL) nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 30
    Ultimo Messaggio: 07-06-08, 10:32
  2. Dopo Mazza ecco Scalfari
    Di Wallace81 nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 14
    Ultimo Messaggio: 22-09-07, 00:05
  3. Prodi-Confindustria e Berlusconi-Confindustria
    Di Genyo nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 21-02-07, 00:14
  4. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 19-03-06, 23:53
  5. Confindustria scatenata: Articolo 18, dopo il referendum lo cambieremo
    Di Paddy Garcia (POL) nel forum Sinistra Italiana
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 22-05-03, 20:34

Chi Ha Letto Questa Discussione negli Ultimi 365 Giorni: 0

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226