User Tag List

Risultati da 1 a 3 di 3
  1. #1
    Mé rèste ü bergamàsch
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    13,036
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Centenario - I giocatori

    I 7 calciatori neroazzurri che più ricordate...


    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Mé rèste ü bergamàsch
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    13,036
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Giacinto Facchetti: “tu sei tutto quello che un uomo dovrebbe essere”. Uomo, Capitano, Presidente, Unico.

    Walter Zenga: tre volte miglior portiere del mondo, miglior portiere Mondiali 90, detentore del record di imbattibilità in un Mondiale, mitico, milanese e interista da sempre, parate strepitose, le corse impazzite verso i malcapitati segnalinee di turno, le ammonizioni per aver tenuto troppo il pallone tra le mani, testa matta e uno dei numero uno più forti della storia. Credo sia destino un giorno ritrovarlo all’Inter in uno dei futuri organigrammi.

    Beppe Bergomi: lo Zio, record man di presenze in maglia nerazzurra, tutta la carriera in una sola e per una sola squadra, l’Inter. La sua sgroppata sulla destra per il gol in tuffo di testa di Serena nel derby dell’anno dei record, oppure quella palla incredibilmente recuperata e crossata al centro nel finale di Inter-Sturm Graz di CL 1999 per il gol liberatorio di Youri Djorkaeff. La grinta, la dedizione, la fede. Incrollabile.

    Lothar Matthaus: quando ancora da piccolo poco meno di dieci anni fa giocavo a calcio – anche per una somiglianza col mio nome di battesimo – Matthaus era il soprannome che mi aveva dato l’allenatore di cui oggi ho il migliore ricordo; è per me il simbolo dell’Inter dei tedeschi, della quale sono un inguaribile nostalgico e che da appassionato del calcio tedesco vorrei potesse tornare con altri interpreti teutonici. Per l’età che ho lo ricordo maggiormente con il Bayern Munchen, oggi giocherebbe tranquillamente in questa Inter (e forse è uno come lui che servirebbe per l’ennesimo salto di qualità). Un leader nel vero senso della parole, un trascinatore. Il gol col Napoli dello scudetto dei record indelebile, pallone d’oro nel 1990 (quella forse avrebbero dovuto assegnarne due, a Lothar e a Andy Brehme, anche sul più forte terzino sinistro insieme a Facchetti avuto dall’Inter si potrebbero spendere mille parole). Il grande rimpianto di Pellegrini per averlo ceduto troppo presto; probabilmente con lui anche nei successivi tre o quattro anni, un altro scudetto come minimo l’avremmo portato a casa. Lothar-Andy-Jurgen, prima Karl-Heinze, poi Matthias (anche se solo un anno, poco più tardi una Champions, un Europeo, un Pallone d’Oro col Dortmund): danke Jungen, Inter über alles!

    Luis Nazario da Lima Ronaldo:
    mi ha fatto vivere emozioni che non avevo mai provato e che non so per quanto non proverò più, da brividi. Così come l’Inter si aggiudicò con Matthaus il giocatore in quel momento più forte sul mercato, allo stesso modo avvenne nell’estate del 97 con la cifra che sembrava record ai suoi tempi spesa dall’Inter per accaparrarsi il più forte calciatore del momento (e della storia con Maradona, possiamo aggiungere oggi) dal Barca. Il gol al Piacenza in CI, il primo in A contro il Bologna al Dall’Ara e poi via per una serie di numeri, giocate, gol incredibili. Le rimonte in Coppa Uefa come con lo Strasburgo, le gemme nel gelo di Mosca, le fantastiche finte a Marchegiani in finale. I gol nel derby, l’Inter costruita tutta intorno a lui, fino al fattaccio di Torino e lo scandalo che sappiamo. Persino uno Gigi Simoni di fronte a una tale situazione – che andava avanti da tutto l’anno – non riuscì a trattenersi, e Ronie pagò per le sue veritiere e coraggiose dichiarazioni fatte in quel post partita. La coppia durata poco con Baggio, men che meno quella con Bobo Vieri, il primo grave infortunio e poi il ritorno nel 2002. Quell’anno ero abbonato e ho due partite che non dimenticherò mai. Il suo ritorno in un Inter-Verona giocato mercoledì pomeriggio (uscita anticipata da scuola ): finì 3-0, il secondo e il terzo furono firmati Ronie, era tornato, brividi a San Siro tra cori e lacrime. E poi quell’Inter-Brescia 2-1, sotto di 0-1 per il rigore di Guardiola fino a quando entra lui nel finale e con due gol ci dà tre punti per sperare: bellissimo. Su quello che è successo dopo, ho già espresso il mio particolare pensiero il un altro thread. Mai e poi mai riuscirò ad odiare Ronaldo: per sempre orgoglioso di aver avuto il miglior Ronaldo (e quindi il miglior calciatore della storia con Maradona) tra le fila dell’Internazionale.

    Javier Zanetti:
    il primo acquisto dell’era di Massimo Moratti. Giunse con Rambert, ma Javier è ancora qui oggi a calcare il terreno di San Siro migliorando ogni anno che invecchia come il buon vino. Un capitano che non si fa sentire con le urla, ma che ci ha sempre messo un cuore da farlo divenire idolo dei tifosi e trascinatore anche nei momenti difficili della squadra. Le sue serpentine ubriacanti, la palla incollata ai piedi mentre esce dalla sua metà campo i tratti peculiari. E poi quel tiro che poche volte azzecca ma che quando riesce è da far tremare i polsi: la botta contro lo Straburgo nella rimonta 3-0 della Uefa 98, il sigillo magnifico col bolide in finale sempre di Uefa 98 contro la Lazio, il missile terra-aria al 94° di Inter-Salernitana 2-1 del 1999 che non bastò a salvare la panchina a Gigi Simoni, e il più recente forse gol-scudetto dell’1-1 contro la Roma qualche giorno or sono. E dopo questo gol, la corsa impazzita, la cavalcata in mezzo al campo, il bacio alla maglia, il pensiero alla moglie e ai tifosi: in una parola Zanetti.

    Roberto Baggio: non è stato molto all’Inter, ma quel tanto che basta per farmi innamorare del Divin Codino e farmi comprare la sua maglietta al suo arrivo. Resta legato a lui – oltre allo spareggio di Verona contro il Parma, la coppia con Ronie che ha avuto poco per esprimersi al meglio, le incomprensioni con quel **** di Marcello Lippi – uno dei più bei ricordi e una delle pagine più belle della storia non solo recente dell’Inter: il girone di CL vinto nel 1999 davanti al Real, sconfitto in quel memorabile 3-1 a San Siro con l’ingresso decisivo di Robi sull’1-1 (Zamorano e Seedorf). I due gol di Baggio nel finale sull’asse Robi-CholoSimeone, lo stadio in delirio, Simoni in giubilo, Baggio travolto da tutti i compagni e dalla panchina. Brividi griffati solo Roberto Baggio (magari potesse avere un incarico oggi o nei prossimi anni all’Inter!).


  3. #3
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    06 Apr 2005
    Località
    Dove Bruniko ha fatto la naja
    Messaggi
    15,008
    Mentioned
    259 Post(s)
    Tagged
    5 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Bèrghem Visualizza Messaggio
    [B]....
    Roberto Baggio: non è stato molto all’Inter, ma quel tanto che basta per farmi innamorare del Divin Codino e farmi comprare la sua maglietta al suo arrivo. Resta legato a lui – oltre allo spareggio di Verona contro il Parma, la coppia con Ronie che ha avuto poco per esprimersi al meglio, le incomprensioni con quel **** di Marcello Lippi – uno dei più bei ricordi e una delle pagine più belle della storia non solo recente dell’Inter: il girone di CL vinto nel 1999 davanti al Real, sconfitto in quel memorabile 3-1 a San Siro con l’ingresso decisivo di Robi sull’1-1 (Zamorano e Seedorf). I due gol di Baggio nel finale sull’asse Robi-CholoSimeone, lo stadio in delirio, Simoni in giubilo, Baggio travolto da tutti i compagni e dalla panchina. Brividi griffati solo Roberto Baggio (magari potesse avere un incarico oggi o nei prossimi anni all’Inter!).

    uè berghem!
    Baggio l'è bresà!!

 

 

Discussioni Simili

  1. Il bombardamento centenario
    Di Muntzer nel forum Comunismo e Comunità
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 15-05-11, 21:35
  2. 8 marzo, centenario
    Di flo nel forum Fondoscala
    Risposte: 15
    Ultimo Messaggio: 09-05-11, 11:16
  3. Centenario - I gol
    Di Bèrghem nel forum FC Inter
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 08-03-08, 02:03
  4. Centenario - The Best Of
    Di Bèrghem nel forum FC Inter
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 08-03-08, 01:52
  5. Risposte: 8
    Ultimo Messaggio: 28-06-06, 03:49

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226