User Tag List

Risultati da 1 a 2 di 2
  1. #1
    Siamo solo noi
    Data Registrazione
    27 Oct 2007
    Località
    ...perchè la vita è un brivido che vola via...è tutto un equilibrio sopra la follia...
    Messaggi
    3,361
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito La Destra alle comunali di Pisa

    Definita la lista dei candidati per le elezioni amministrative a Pisa per la lista La Destra - Fiamma Tricolore.

    La Dott.ssa Sonia Avolio candidata alla carica di sindaco della città di Pisa sarà accompagnata in questa sua avventura da:

    1 Pacini Matteo
    2 Busceti Giuseppe
    3 Mion Andrea
    4 Arnone Daniele
    5 Ballerini Alfio
    6 Batini Riccardo
    7 Bruno Francesca
    8 Bruzzi Alessandro
    9 Cantini Benedetta
    10 Di Mauro Fulvia
    11 Ferazzuto Carla
    12 Fiore Giuseppe
    13 Fontana Anna
    14 Gabelloni Lino
    15 Gherghi Dario
    16 Griselli Luciano
    17 Ignesti Gianluca
    18 Lippi Tiziano
    19 Lorenzi Luca
    20 Mattii Luciano
    21 Nucci Anna
    22 Pinna Paolo Francesco
    23 Poggetti Simone
    24 Ricci Stefano
    25 Santucci Federica
    26 Scatello Aldo
    27 Simili Natale
    28 Simonetti Andrea
    29 Tamigio Francesca
    30 Villani Gianluca

    La lista è stata composta privileggiando chi di solito non trova rappresentatività negli altri partiti ma vengono sempre contattati per esprimere il voto. In lista ci sono professionisti ma anche disoccupati, ci sono tante donne ( ne volevamo di più ma molte donne non hanno il tempo malgrado le loro capacità le avrebbero portate a ben figurare ), ci sono Ragazzi che lavorano e che studiano, persone che vivono in centro e persone che abitano nella periferia di questa città, in quartieri come S. Ermete non propriamente al centro dell'attenzione publica.

    Chiediamo a tutti un aiuto per permettere all'unica Destra di essere rappresentata in consiglio comunale per tutelare i deboli, per rappresentare il popolo di chi soffre ( soffre senza accento ), il popolo che vuole sicurezza e chiarezza nella mappa dei diritti e dei doveri propri a tutti.

    http://ladestrapisa.blogspot.com/

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Siamo solo noi
    Data Registrazione
    27 Oct 2007
    Località
    ...perchè la vita è un brivido che vola via...è tutto un equilibrio sopra la follia...
    Messaggi
    3,361
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Programma amministrativo Pisa 2008






    Programma elettorale La Destra – Fiamma Tricolore
    D.ssa Sonia Avolio candidata Sindaco


    PREMESSA

    Pisa è una realtà particolare e molto difficile da amministrare; i residenti sono 90 mila ma ogni giorno è invasa da almeno altre 50 mila persone sia per lavoro che per studio, persone che vengono in città pretendendo servizi, senza peraltro contribuire non essendo residenti. La città in questi anni ha subito un graduale spopolamento, fenomeno che non accenna ad arrestarsi bensì in continua forte crescita, a favore delle cittadine vicine. Cittadine che si dovranno coinvolgere in progetti comuni per permettere a Pisa di sopportare il continuo flusso dei loro residenti nel territorio comunale. Questo tipo di fenomeno ha colpito sia il centro storico, diventato invivibile ed impraticabile con una giungla di sensi unici e di telecamere che ne impediscono il pieno godimento, sia le periferie dove il degrado, il senso di abbandono e l’insicurezza la fanno da padroni.

    La situazione economica globale ha esasperato certe scelte visto che i prezzi degli immobili a Pisa rimangono alti e le giovani coppie per cercare una casa si trovano costrette ad “emigrare” nel comprensorio per potersi permettere una sistemazione adeguata. Inoltre la tassazione sugli immobili che vede Pisa con le aliquote altissime favorisce ulteriormente l'aggravarsi del fenomeno. Questo porta Pisa ad essere soggetta ad un elevato traffico veicolare che rende essenziale la realizzazione di una tangenziale attorno alla città, lo sviluppo dei parcheggi scambiatori ( ma non come nel caso di via Paparelli o come Piazza D'Antona gravate di un mercato settimanale che ne impedisce l'utilizzo costante ) e il rinnovo ed il miglioramento dei servizi pubblici con mezzi ecologici per favorire sia l'ambiente che la salute dei cittadini.

    Pisa è anche un punto di accumulazione di supermercati che hanno reso impossibile la sopravvivenza del piccolo commercio. Con la chiusura dei piccoli esercizi viene a mancare il senso di appartenenza ad un quartiere, adesso visto solo come un quartiere dormitorio, dove nessuno conosce nessuno e dove per fare la spesa si prende l'automobile per andare al supermercato invece di scendere nella “panetteria” sotto casa che forniva anche un servizio sociale. Quanti pensionati e famiglie numerose non arrivano a fine mese e chiedono al negoziante un piccolo credito per comprare il pane o il litro di latte e poi alla scadenza del mitico 27 del mese si saldano i debiti e si continua! Con la totale chiusura dei piccoli negozi ci ritroveremo con una perdita di identità e una totale assenza di un ammortizzatore sociale auto generato dalla popolazione stessa che mascherava sapientemente i bisogni e le necessità della povera gente.

    Pisa nei prossimi anni verrà trasformata. Le caserme, l'ospedale, il porto, lo stadio, la Provincia, l'università ( vedi caso Praticelli ), lo sviluppo ulteriore e deciso del canale dei Navicelli e via discorrendo. Queste devono diventare opportunità per correggere in corso d'opera gli errori di scelte improvvide come, ad esempio, aver fatto insediare la Teseco e l'inceneritore vicino al mercato ortofrutticolo sulla via Emilia, e non solo occasioni utili solo alla speculazione edilizia fine a se stessa.

    Pisa deve essere ulteriormente valorizzata in quanto depositaria di moltissimi tesori urbanistici e culturali che vanno oltre la Torre in Piazza dei Miracoli. Si deve riuscire a creare un circuito virtuoso che porti il turista a non privilegiare il mordi e fuggi ma a vivere la città che può offrire molto sia dal punto di vista museale che storico culturale. Per fare questo Pisa deve essere portata in condizione di poter essere ammirata mentre oggi è teatro di scempi come le scritte sui muri che flagellano la città rendendola poco appetibile.

    La città è anche insicura, degradata e pericolosa. Da anni l'asse principale della città che parte dalla stazione e si snoda attraverso Corso Italia, ponte di Mezzo, borgo stretto, via Dini, Piazza dei cavalieri, via Santa Maria, Piazza dei Miracoli risulta quasi impossibile da percorrere, specie per una donna sola, senza pericoli o senza essere costretti a fare lo slalom tra venditori ambulanti, spacciatori, mendicanti che non si limitano ad accattonare ma sporcano ed imbrattano i muri con i loro escrementi.


    PROGRAMMA

    La Destra-Fiamma Tricolore si candida a guidare il comune di Pisa consapevole della necessità di rinnovamento estetico - culturale e di ordine che in questo momento ha bisogno la città e la cittadinanza. Sul modello dei valori e principi del partito, intendiamo perseguire, con la figura cardine della candidata Sindaco D.ssa Sonia Avolio, cinque punti chiave che a nostro avviso servono per il riavvio di una nuova primavera della città:

    Sicurezza:
    Lotta durissima tanto contro la microcriminalità quanto contro il crimine organizzato e il racket; tolleranza zero contro lo spaccio di stupefacenti con il maggior utilizzo delle forze di polizia statali e municipali. Maggiore azione a difesa del cittadino che si vuol sentire sicuro di poter circolare per le vie cittadine senza la paura o l’ansia di quello che potrebbe capitargli. Per tale motivo riteniamo anche giusto mettere in evidenza la pulizia delle strade e la pubblica illuminazione troppo spesso trascurata. Inoltre in questo senso è incentrato lo smantellamento di tutti i campi rom presenti nel territorio comunale e il contestuale allontanamento di gente che riunita in condizioni di elevato degrado diventa contestuale coacervo di illegalità persistente con sprezzo delle comuni leggi italiane e del viver civile. La nostra idea è che prima ancora di far della finta solidarietà moralista verso popolazioni che scarsamente vogliono integrarsi con la cittadinanza e la propria storica cultura sia necessario un sostegno più che di solo interesse di facciata verso tutti coloro che vogliano contribuire alla formazione di una comunità sana.


    Recupero potere acquisto:
    Viste le enormi difficoltà delle famiglie ad arrivare a fine mese crediamo sarebbe utile istituire uno o più negozi sociali, interamente di proprietà comunale, che vendano a prezzo politico calmierato i beni di prima necessità come pane, latte, uova, etc alle famiglie con un basso profilo di redditto oppure che si possano redistribuire, previa specifica convenzione, i prodotti alimentari che vengono gettati al macero dai numerosi supermercati presenti sul territorio comunale perché prossimi alla scadenza.

    Tutela proprietà privata:
    In maniera del tutto analoga al nostro programma nazionale, proponiamo il rispetto e la necessità della proprietà privata come soluzione di troppe situazioni mal vissute. In tal senso riteniamo giusto una politica comunale che tuteli le proprietà con un apposita politica di abbattimento della tassazione tributaria sugli immobili, ICI, per la prima casa di proprietà in riferimento al computo totale presente all’interno dello stato familiare. Allo stesso tempo, sull’idea di Mutuo Sociale, da tanto tempo proposta dalla Fiamma Tricolore che dovrà essere necessariamente affrontata in parlamento, ci proponiamo di agevolare l’attribuzione di case popolari su tre differenti graduatorie, in base agli attuali parametri agevolati in funzione della presenza in famiglia di minori, determinate in “generale”, “anziani italiani”, “coppie giovani italiane”. E’ necessario inoltre un maggior controllo in funzione dell’emersione dei fitti in nero e della calmierizzazione del mercato di locazione sul quale troppo spesso si è speculato.

    Rapporto Università – Città:
    La presenza nella città di una gloriosa Università, ricca e di prestigio anche storico, costante fucina di menti eccelse che notoriamente si affermano nei più svariati campi lavorativi nazionali ed internazionali, ci fa riflettere su una convenzione incentivo-integrativa delle giovani menti dell’Ateneo con l’arricchimento estetico - culturale della città stessa. In questa maniera invece di sperperare risorse in costose consulenze ( ad esempio sull'arredo urbano, sulla viabilità, etc. ) , alle volte anche particolarmente “esotiche”, che sistematicamente ricadono sui cittadini del comune, con buone borse di studio per i progetti di sviluppo più meritevoli si premia la buona volontà e il miglioramento introdotto. E’ un meccanismo che permetterebbe di risparmiare notevoli risorse da impegnare meglio in altri settori e che avvicinerebbe l'Università alla Città in modo da avere una ricaduta sul territorio comunale delle risorse tecnico scientifiche di cui l'Università di Pisa è fucina. Inoltre stimola lo studente universitario, attualmente senza reali prospettive di permanenza, a restare nel comune e rispettando un po di più la città stessa a svilupparla ulteriormente a beneficio di tutta la comunità.

    Sviluppo organico patrimonio turistico-culturale:
    La città di Pisa è una zona notoriamente ricca di materiale artistico, storicamente di inestimabile valore culturale e che annualmente genera una discreta attrattività turistica.
    Ciò nonostante riteniamo che in certe circostanze tale bagaglio sia poco utilizzato e alle volte addirittura ignorato. Si guarda soprattutto a piazza dei Miracoli e la Torre, ma tutto il restante patrimonio? La Destra quindi si propone nell’integrazione ulteriore di opere, di alcuni stabili, come i vari musei cittadini oltre alle bellezze architettoniche di cui la città è ricca quasi caduti nel dimenticatoio, e in una politica di incentivazione del turismo locale anche atto alla crescita dell’importante categoria alberghiera e di servizi collegati.

 

 

Discussioni Simili

  1. Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 28-05-13, 12:54
  2. Destra per l'Italia - Patria e Tradizione alle comunali
    Di alfadir nel forum Destra Radicale
    Risposte: 24
    Ultimo Messaggio: 02-05-06, 18:48
  3. Destra per l'Italia - Patria e Tradizione alle comunali
    Di alfadir nel forum Centrodestra Italiano
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 01-05-06, 11:04
  4. Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 29-11-05, 21:57
  5. Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 24-05-04, 21:38

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226