User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 13
  1. #1
    Mé rèste ü bergamàsch
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    13,041
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rapine a Bergamo, made in Napoli

    http://www.agi.it/milano/notizie/200...i1038-art.html

    (AGI) - Bergamo, 12 mar. - Per rapinare gli orologi preziosi a Bergamo salivano apposta da Napoli. Erano dei pendolari della rapina gli autori dei numerosi colpi messi a segno a Bergamo nei mesi scorsi ai danni di possessori di orologi di gran marca. I carabinieri sono riusciti a prenderli dopo avere seguito un furgone sospetto, che da Bergamo e' arrivato fino a Desenzano del Garda (Brescia). E si e' scoperto che i tre rapinatori napoletani ogni tanto partivano dalla Campania, soggiornavano in albergo sul lago di Garda e andavano a Bergamo per i colpi. Stazionavano in centro fino a quando vedevano qualcuno con un Rolex o orologi di valore (in genere 12-15.000 euro) e li seguivano su uno dei tre scooter che tenevano a Bergamo, fino al momento giusto per l'aggressione e la rapina. A loro viene per il momento attribuito per certo solo l'ultimo colpo, ma le forze dell'ordine sono sicure che la banda sia dietro la decina di colpi messi a segno da dicembre in poi.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Mé rèste ü bergamàsch
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    13,041
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Bergamo, sgominata la banda dei rolex



    http://www.eco.bg.it/EcoOnLine/CRONA...12_rolex.shtml

    Dopo una dozzina di colpi compiuti negli ultimi quattro mesi in città, è stata sgominata a Bergamo la banda dei Rolex. Gli agenti della Squadra mobile della Questura hanno sottoposto a fermo di indiziato di delitto tre napoletani di 24, 30 e 51 anni. I tre sono accusati di aver compiuto una sola delle rapine, quella di mercoledì 5 marzo in via Taramelli, ma le indagini sono ancora in corso. Secondo gli inquirenti, infatti, i tre sarebbe autori anche di altri colpi e gli agenti sperano di raccogliere altre prove sulle altre rapine.

    Il terzetto è stato bloccato lunedì sera a Sirmione, nelle vicinanze dell'albergo in cui avrebbero trascorso la notte, prima di giungere a Bergamo. La ricostruzione degli agenti della Questura ha permesso di stabilire che i tre partivano da Napoli, esattamente il quartiere Forcella, il lunedì mattina: nei giorni di permanenza nel capoluogo lombardo, mettevano a segno i loro in sella agli scooter, quindi rientravano in Campania per rivendere la refurtiva. Generalmente individuavano la loro vittima, quasi sempre a bordo di un'auto di grossa cilindrata, poi la seguivano fino a sfilarle l'orologio dal polso, il cui valore si aggirava attorno ai 10-12 mila euro; ma in un caso aveva un valore di 60mila euro.

    La banda dei Rolex è stata individuata anche grazie alle immagini delle telecamere disposte in vari punti della città. Su L'Eco di Bergamo in edicola giovedì 13 marzo tutta la sequenza di uno dei colpi messi a segno da rapinatori.

  3. #3
    email non funzionante
    Data Registrazione
    11 Dec 2009
    Messaggi
    850
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Bèrghem Visualizza Messaggio
    http://www.agi.it/milano/notizie/200...i1038-art.html

    (AGI) - Bergamo, 12 mar. - Per rapinare gli orologi preziosi a Bergamo salivano apposta da Napoli. Erano dei pendolari della rapina gli autori dei numerosi colpi messi a segno a Bergamo nei mesi scorsi ai danni di possessori di orologi di gran marca. I carabinieri sono riusciti a prenderli dopo avere seguito un furgone sospetto, che da Bergamo e' arrivato fino a Desenzano del Garda (Brescia). E si e' scoperto che i tre rapinatori napoletani ogni tanto partivano dalla Campania, soggiornavano in albergo sul lago di Garda e andavano a Bergamo per i colpi. Stazionavano in centro fino a quando vedevano qualcuno con un Rolex o orologi di valore (in genere 12-15.000 euro) e li seguivano su uno dei tre scooter che tenevano a Bergamo, fino al momento giusto per l'aggressione e la rapina. A loro viene per il momento attribuito per certo solo l'ultimo colpo, ma le forze dell'ordine sono sicure che la banda sia dietro la decina di colpi messi a segno da dicembre in poi.




    like usually....
    dalle mie parti poco tempo fa hanno arrestato un napoletano che veniva nella mia cttà, truffava degli anziani malcapitati e poi tornava a napoli

  4. #4
    Forumista
    Data Registrazione
    15 Oct 2009
    Località
    Paderno F.C. Brèsa
    Messaggi
    240
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Avevano agito anche nel bresciano, rapinando pure l'allenatore del Brescia Cosmi.

  5. #5
    Forumista senior
    Data Registrazione
    19 Oct 2009
    Messaggi
    2,857
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    ...blood is blood not water!
    What god doesn't have pity of them.
    ...how disgusting!

  6. #6
    gentiluomo di campagna
    Data Registrazione
    10 Apr 2009
    Località
    Marche galliche.
    Messaggi
    3,983
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

  7. #7
    Lumbard
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Lach Magiùr
    Messaggi
    11,712
    Mentioned
    3 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    sono più di cinquant'anni che le regioni PadanoAlpine sopportano la delinquenza foresta (meridionali e extracomunitari) e se si guarda alle statistiche e alla popolazione carceraria il dato è ancora più evidente

  8. #8
    AUTONOMISTA
    Data Registrazione
    21 Jun 2007
    Località
    CAZZOLA+MANES = DREAM TEAM
    Messaggi
    1,031
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    anche in Emilia facevano la stessa cosa. PARE che siano stati arrestati.

  9. #9
    l'occasione fa l'uomo italiano
    Data Registrazione
    19 Sep 2006
    Messaggi
    2,814
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    sui napoletani mi sono espresso spesso e volentieri e non ci ritorno, solo perché c'è un limite anche al vituperio.

    Sui possessori di rolex da 15K euro cito un caro amico padanista: "i due difetti capitali dei padani sono l'ignoranza e la cupidigia".

  10. #10
    email non funzionante
    Data Registrazione
    10 Jul 2007
    Messaggi
    12
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    CRIMINALITA'

    Ladri in 'trasferta' dalla Sicilia
    Due in manette per cinque rapine


    Partivano da Catania alla volta di Firenze per rapinare gli istituti bancari e poi tornare nella città di origine. In manette due catanesi di 27 e 25 anni. I due sono accusati di almeno cinque rapine. I colpi avrebbero fruttato somme tra i 3mila e i 27mila euro

    Firenze, 13 febbraio 2008 - Partivano da Catania alla volta di Firenze per compiere rapine in banca e poi tornare nella città di origine. Con questa accusa gli uomini della squadra mobile del capoluogo toscano hanno sottoposto a fermo due catanesi di 27 e 25 anni.
    L' identificazione dei due è stata possibile dall'analisi dei fotogrammi isolati dalle videoregistrazioni delle telecamere installate negli istituti rapinati. Il 25enne, è stato fermato il 6 febbraio. L' 11 febbraio è stato bloccato anche il 27enne che non sapendo dell' arresto del complice era appena tornato a Firenze da Catania. Secondo quanto appreso, le rapine hanno fruttato dai tremila ai 27mila euro. Alcuni carnet di assegni prelevati durante un colpo a Campi Bisenzio erano ancora in possesso dei due.
    Uno dei due malviventi aveva preso anche una donna in ostaggio, puntandole un taglierino alla gola. Secondo quanto ricostruito dagli investigatori, coordinati dal pm Rodrigo Merlo, i due avrebbero messo a segno,
    nell'arco di pochi mesi, cinque colpi a danno di altrettanti istituti bancari, ma il sospetto è che i colpi possano essere in tutto una decina. Le rapine venivano effettuate tutte con la stessa tecnica: i due malviventi per minacciare utilizzavano un trincetto.

    Le indagini sono partite da una perquisizione effettuata dal personale della narcotici nell'abitazione fiorentina dell'uomo di 25 anni nel corso della quale erano stati trovati alcuni blocchetti di assegni, poi risultati provento di una rapina messa a segno il 17 gennaio scorso ai danni di un istituto bancario della Cassa di Risparmio di San Miniato a Campi Bisenzio in cui erano stati portati via 26mila euro e dodici blocchetti di assegni.
    Lavorando sui fotogrammi delle rapine messe a segno negli ultimi tempi a Firenze, gli investigatori sono arrivati a individuare anche il presunto complice. In particolare, secondo la ricostruzione, i colpi attribuibili ai due, oltre a quello a Campi Bisenzio, sarebbero quelli del 12 novembre scorso alla Cassa di Risparmio di Lucca Pisa e Livorno in via Reginaldo Giuliani (bottino 5.000 euro), dove una cliente era stata presa in ostaggio e minacciata col taglierino, dell'11 dicembre alla Cassa di Risparmio Firenze a San Mauro a Signa (4.500 euro), del 13 dicembre a Sesto Fiorentino alla Cassa di Risparmio di Pisa Lucca e Livorno (8.900 euro), e dell'8 gennaio alla Banca Sella di viale Redi (6.000 euro).
    Il presunto complice è stato successivamente rintracciato, in un centro commerciale, e nel corso della successiva perquisizione effettuata nella camera di un residence a Signa, dove alloggiava: nascosti dietro il bidet gli investigatori hanno trovato 4mila euro e 4 blocchetti di assegni, risultati provento della rapina del 17 gennaio scorso.

    GRASSOBBIO COLPO IN BANCA NEL 2006

    Rapinatore «da trasferta»
    finisce in arresto a Palermo


    I CARABINIERI del Nucleo operativo e radiomobile di Bergamo, assieme ai colleghi siciliani, hanno arrestato a Palermo, dove risiedeva, anche il terzo componente della banda che il 12 luglio 2006 rapinò la filiale di Grassobbio della Banca Bergamasca. Si tratta di Gaetano Di Pasquale, 20 anni (nella foto), accusato di aver fatto irruzione nell’istituto di via Vespucci armato di taglierino. Il bottino fu di 12 mila euro. I militari sono risaliti a lui attraverso i numeri contenuti nei cellulari dei suoi complici, Giovanni Giardina, 33anni e Massimiliano Alicata, 29anni. Tre mesi prima del colpo in banca Di Pasquale, con precedenti per rapina, era stato scarcerato e aveva l’obbligo di firma a Palermo. Nell’ agosto 2006 era finito di nuovo in carcere per lo stesso reato; dal 21 marzo 2007, infine, si trovava in libertà grazie all’indulto.




    Dodici ordinanze di custodia cautelare firmate dal gip di Rimini
    Colpivano nel centro nord. Alcuni sono affiliati ai clan mafiosi


    Arrestata la banda del buco
    rapinavano banche e uffici postali


    I rapinatori colpivano soprattutto banche e uffici postali
    RIMINI - Rapinavano banche e uffici postali. Hanno colpito in Emilia-Romagna, nel Veneto, in Toscana e nelle Marche. Dopo una lunga indagine, il Gip del Tribunale di Rimini ha firmato dodici ordinanze di custodia cautelare in carcere. Con l'accusa di "associazione a delinquere finalizzata alla commissione di rapine aggravate" sono stati arrestati stamani altrettanti pregiudicati siciliani. Tra loro alcuni nomi di affiliati ai clan mafiosi.

    A capo della banda, il titolare di un'impresa di autotrasporti di Rimini, Orazio Russo, 34 anni. E' stato lui, secondo gli investigatori, che in più occasioni avrebbe messo a disposizione i propri camion per coprire le fughe dopo gli assalti. Si era rifugiato in Veneto, a Rovigo.

    A Catania sono state invece scattate le manette ai polsi di Mario Strano, 41 anni; Davide Battiato, di 33; Davide Di Paola, di 28; Carmelo La Bruna, di 22. Per stanare invece Pietro Passalacqua, 51 anni, sono dovuti intervenire in via Vega, a Padova, i Vigili del fuoco: per consentire agli uomini della Mobile di entrare nella casa dove si rifugiava il rapinatore, i pompieri hanno dovuto forzare la porta blindata.

    Delle 12 ordinanze - eseguite con la collaborazione delle Squadre Mobili di Catania, Treviso, Padova e Rovigo - 6 hanno raggiunto catanesi già detenuti: si tratta di Ruben Badessa, 29 anni; Agatino Manara, di 40; Pietro Rosano, 42; Francesco La Bruna, 26; Dario Sciuto, 29; Mauro Miccaroni, 41.

    Otto le rapine riuscite o tentate contestate alla banda tra luglio 2005 e aprile 2006 a Rimini, Treviso, Cesenatico (Forlì-Cesena), Monselice (Padova). Mario Strano, uno dei siciliani ammanettati all'alba a conclusione dell'inchiesta Rimini-Catania coordinata dallo Sco di Roma, era finito in cella il 18 ottobre 2005 dopo una rapina fallita al Credito Cooperativo di Villa Fastiggi (Pesaro-Urbino). Tutti i componenti residenti a Catania della "banda del buco" - così ribattezzata perchè i banditi praticavano fori nelle mura delle camere blindate - raggiungevano la penisola con voli in arrivo negli aeroporti di Forlì, Bologna e Pisa. Nel registro degli indagati della procura della Repubblica di Rimini compaiono i nomi di altre cinque persone indagate a piede libero: tre risiedono a Padova e due a Catania.



    non succede solo a Bergamo...

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. alta tecnologia made in Napoli
    Di uqbar nel forum Regno delle Due Sicilie
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 16-06-13, 10:22
  2. Vicenza: notte di rapine e violenze made in Romania
    Di Roatta Mario nel forum Cronaca
    Risposte: 40
    Ultimo Messaggio: 16-05-13, 10:48
  3. “Made in Veneto” NON “Made in Italy”
    Di Erlembaldo nel forum Lega
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 21-06-11, 15:15
  4. Profitti da narcotraffico per il Made in Italy/made in China
    Di Red Shadow nel forum Politica Estera
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 28-09-08, 21:01
  5. Risposte: 13
    Ultimo Messaggio: 02-08-04, 22:01

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226