User Tag List

Risultati da 1 a 4 di 4

Discussione: Tibet Libero !!

  1. #1
    Circolo Borsellino Perugia
    Data Registrazione
    25 May 2004
    Località
    Perugia
    Messaggi
    586
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Tibet Libero !!

    Il Governo Comunista Cinese si macchiato ancora una volta di sangue innocente. 80 persone uccise secondo il governo tibetano in esilio, molti i monaci inermi uccisi.

    Nessuno si pone il problema del corretto proseguimento delle Olimpiadi..


    Tutta l'area di destra occupata ad attaccare "altra destra", a questo siamo arrivati. Cosi' che cavalli di battaglia come il TIBET LIBERO che per anni ha risunato nei cori e negli striscioni di tanti camerati, ora scompaiono per gli interessi personali di ogni singolo partitino di destra...

    Cosi' ad oggi l'unica iniziativa (per lo meno pubblicizzata in televisione) contro la Cina in seguito alle violenze in Tibet sara' quella della "sinistra Arcobaleno" che sta avendo le PALLE di andare sotto l'ambasciata cinese a Roma a protestare.

    E la destra che fa? Troppo occupata a fare la "gara di cameratismo"....

    Ma fatemi il piacere! Il vero nemico E' ROSSO ricordo a tutti, e sta dall'altra parte della barricata e ha sempre voluto la nostra divisione prima e distruzione come soluzione finale.

    Quindi spero che TUTTI a destra, a partire dal mio movimento di Azione Giovani (che gia ha fatto tanto per focalizzare il problema Cina..), ci impegniamo per protestare contro il Governo cinese con tutti gli strumenti messi a disposizione dalla Democrazia.

    Per una volta sarebbe bello non darci addosso l'un altro ma dare una risposta forte e concreata da destra al governo comunista cinese per la liberta' del Tibet.

    www.agpgcircoloborsellino.spaces.live.com
    Massimo Decimo Meridio

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    www.cmperugia.org
    Data Registrazione
    08 May 2007
    Località
    www.controventopg.splinder.com
    Messaggi
    1,158
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Lhasa news. Cosa fare.



    Centinaia di Tibetani arrestati nella notte durante i rallestramenti della polizia. A Lhasa ci sono ancora sacche di resistenza. In molti edifici del centro storico vi sono giovani armati di bastoni, sassi e coltelli pronti ad affrontare i mitra della polizia comunista. Le prigioni (Laogai) Bomi, Powo Tramo, Chushur, Drapchi e Shengyebo sono stracolme di rivoltosi. 40 studenti picchiati ed arrestati in Marthang. La rivolta si è estesa a Labrang, le contee di Ngapa e Regbong e a tutta la regione dell’Amdo. Scontri e proteste sono registrati anche nelle vicine province cinesi dello Sichuan, Qinghai e Gansu. La censura Cinese, con la conscia complicità di una parte dei nostri mass media, fa uscire solo le immagini e le notizie che gli convengono. Presto l’attenzione dei media e le dichiarazioni di comodo dei nostri politici cesseranno in onore al dio profitto e al servizio del grande capitale. Si prepara quindi una nuova tragedia, un nuovo massacro, probabilmente peggio di quello di Piazza Tiananmen. Come nel caso della Birmania, dove si continua a morire e ad essere incarcerati in nome della libertà, calerà presto una cortina di ferro sul Tibet.


    L’unica speranza per i studenti, lavoratori ed i monaci tibetani siamo noi ! Chiediamo a tutti di fare quello che possono. Il regime comunista cinese ed i loro complici in occidente vogliono che noi pensiamo che “..non possiamo fare nulla…” Falso !!!



    Cosa si può fare ?



    1. I giornalisti possono NON smettere di scrivere al riguardo. Per le ultime notizie consultate il sito www.dossiertibet.it Le notizie vengono da un corrispondente con lo pseudonimo di “Mila” che è in Tibet ora, rischiando la propria vita per fare trapelare la verità.
    2. Scrivete lettere ai giornali e commentate sui blogs.
    3. Inviate emails e fax di protesta all’ ambasciatore cinese a Roma, Mr Dong Jinyi
    Fax 06-8413467 chinaemb_it@mfa.gov.cn
    4. Non comprate prodotti cinesi
    5. Distribuite questo messaggio a tutti i vostri amici




    Denunciate i complici del regime comunista cinese e del grande capitale …. ve ne sono, purtroppo, molti nella nostra stampa.

  3. #3
    www.cmperugia.org
    Data Registrazione
    08 May 2007
    Località
    www.controventopg.splinder.com
    Messaggi
    1,158
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    BOICOTTARE YAHOO!, UN DOVERE DI OGNI UOMO LIBERO.




    La Cina ha varato, con la complicita’ di importanti societa’ informatiche come Yahoo, il primo e piu’ vasto piano di censura del web che sia stato messo in atto nel mondo. Ora, pretende di censurare anche la stampa internazionale, impedendo ogni forma di documentazione indipendente dei drammatici eventi in atto in Tibet. Stefano Marcelli, Information Safety and Freedom. Cosa vuol dire boicottare Yahoo, oggi? Boicottare Yahoo! vuol dire dire il proprio no ai grandi giochi delle multinazionali, che, in modo criminale stringono oggi più che mai relazioni con il regime di Pechino, per assicurarsi ingenti profitti economici derivanti dalla crescita economica esponenziale di cui è protagonista il gigante cinese negli ultimi anni. Boicottare Yahoo!, significa dire di no alla vendita dei nomi di chi ama la libertà, vuol dire no a chi, nel nome del dio Denaro, vende le liste con i nomi di coloro che usano Internet in modi “contrari al Governo”, ovvero i nomi di chi prova in ogni modo a superare la censura, quella barriera che in Cina soffoca la libertà e impedisce alla gente comune, impedisce a chiunque, di dire con certezza ed obiettività cosa avviene sul suolo cinese. Impedisce anche oggi a tutti di sapere la verità su cosa sta succedendo in Tibet, su quanti siano i morti a Lhasa, su quanti morti abbia veramente causato il regime di Pechino da quel lontano 1959 nel quale invase lo Stato Indipendente del Tibet, costringendo il Dalai Lama, la massima autorità temporale e spirituale, a fuggire in India. Boicottare Yahoo! significa avere il coraggio di pensare che, anche al giorno d’oggi, una vita umana valga molto di più di una somma di denaro. Vuol dire avere il coraggio di dire che queste Olimpiadi che si svolgeranno tra pochi mesi a Pechino altro non saranno che l’ipocrisia dell’Occidente “democratico e liberale” unita ai crimini commessi in tanti anni dal regime comunista di Pechino, che ha causato milioni di morti. Boicottare Yahoo! significa, innanzitutto, gridare la propria avversione a ciò che sta avvenendo da molti anni ormai e che ancora oggi abbiamo sotto gli occhi: fame, morte e schiavitù, caratteristiche storiche del Comunismo, unite per l’occasione alla potenza perversa del libero mercato (che diventa perverso quando, come in questo caso, ritiene più importante il denaro dei diritti dell’Uomo) e del capitalismo. Gridare la propria avversione, anche e soprattutto nel nome di chi muore ogni giorno in un laogai con un colpo di fucile nella nuca, con la sola colpa di aver voluto ricercare la libertà, il dolce profumo della libertà. ATTENZIONE: Sul come boicottare il provider, ognuno può essere libero di fare a modo suo. Dal canto mio almeno non mi sento di dare indicazioni a riguardo. Si può far girare il post, copiarlo, per rendere sempre più gente partecipe di questa storia, oppure cancellare il proprio indirizzo email Yahoo per sostituirlo con un altro. Ognuno può essere libero di fare come vuole. Ha la fortuna di poter decidere, almeno per il momento. L’importante è l’AZIONE, non importa in che modo essa si svolga! Non credo che al provider cambierà molto, anzi, ma la gente DEVE sapere con chi ha a che fare! BOICOTTARE YAHOO!, UN DOVERE DI OGNI UOMO LIBERO.

    Di Riccardo Favaro,
    on-line su: www.controventopg.splinder.com

  4. #4
    www.cmperugia.org
    Data Registrazione
    08 May 2007
    Località
    www.controventopg.splinder.com
    Messaggi
    1,158
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Perchè sostenere la lotta dei tibetani volta a recuperare la loro sovranità, la loro indipendenza e le loro tradizioni.



    Le rivolte dei monaci e della popolazione scoppiate nel mese di marzo hanno riportato sulla ribalta mediatica la situazione tibetana. L'irrisolta questione dell'oppressione cinese sul Tibet si ripresenta, così, in un momento storico particolare, che vede la Cina imporsi sempre di più come potenza economico finanziaria e si appresta ad ospitare un importantissimo evento che la porrà al centro dell'attenzione mediatica mondiale, i Giochi Olimpici.

    In questo contesto prendono forza le tesi di chi vede i moti anticinesi e le relative prese di posizione occidentali come le mosse di quella strategia messa in atto dagli Stati Uniti e dagli organismi sovranazionali del mondialismo al fine di perseguire i propri scopi geopolitici, economici e strategici.

    Tale strategia è del resto abbastanza chiara e in atto da tempo, e recentemente ne abbiamo avuto assaggio con le "rivoluzioni arancioni" nell'ex Unione Sovietica, e in Kosovo, nel cuore dell'Europa.

    E' innegabile quindi che le spinte autonomiste, in determinate zone strategiche del globo, vengano all'occorenza incoraggiate e strumentalizzate dalla lobby mondialista per trarne vantaggio.

    Si potrebbe ben supporre che anche nel caso del Tibet un meccanismo di questo tipo si sia messo in moto, vista anche l'esposizione mediatica che gli ultimi avvenimenti hanno avuto e il verificarsi degli stessi proprio alla vigilia di un avvenimento importante, per la Cina e non solo, come le Olimpiadi.

    Preso atto di ciò, noi riteniamo comunque sacrosanto il diritto del Popolo Tibetano a lottare per il proprio paese e le proprie radici.

    Esistono certo, come abbiamo detto, interessi occidentali nella regione, ma non dobbiamo dimenticare che il Tibet è già sotto una dominazione imperialista, quella della potenza cinese, la quale, è innegabile, ha portato avanti una politica di annientamento delle millenarie tradizioni del popolo tibetano.

    Oltretutto, se è vero che esistono conflitti geopolitici, è altrettanto vero che la Cina fa parte orami a pieno titolo del progetto mondialista, con il suo enorme bacino economico, industriale e finanziario che la lega a doppio filo all'economia statunitense.

    Sarebbe quindi insensato in questo caso schierarsi dalla parte della Cina in contrapposizione agli interessi americani, negando la legittimità delle istanze del Popolo Tibetano, quando sappiamo bene che ambedue le potenze perseguono il medesimo progetto globalizzante. Quel progetto mondialista che ha fra i suoi fini anche quello della distruzione delle società Tradizionali.

    Soprattutto, riteniamo sacro il diritto dei popoli a lottare per la propria terra, le proprie radici e le propria Tradizione.

    In questo senso quindi riteniamo doveroso sostenere la lotta dei tibetani volta a recuperare la loro sovranità, la loro indipendenza e le loro millenarie tradizioni.

    Sostegno al popolo Tibetano, quindi, ma senza cadere nella propaganda occidentale, e consci che il legame dei popoli con le proprie radici sia un punto irrinunciabile nella lotta al mondialismo.

    Comunità Militante Perugia
    Associazione Culturale Tyr



    On-line su: www.controventopg.splinder.com

 

 

Discussioni Simili

  1. Tibet Libero
    Di impegnosociale nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 8
    Ultimo Messaggio: 28-03-08, 10:42
  2. Tibet Libero!
    Di Atlantide nel forum Politica Estera
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 24-03-08, 02:16
  3. Tibet Libero
    Di Danny nel forum Centrosinistra Italiano
    Risposte: 76
    Ultimo Messaggio: 19-03-08, 12:47
  4. Tibet Libero!
    Di Atlantide nel forum Centrodestra Italiano
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 17-03-08, 20:55
  5. tibet libero
    Di Il Gufo nel forum Salute e Medicina
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 07-12-07, 20:19

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226