User Tag List

Pagina 1 di 8 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 76
  1. #1
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Località
    Milano
    Messaggi
    18,966
    Mentioned
    51 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Air France è impazzita?

    http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=248548

    Air France-Alitalia: dal rischio SEA al sì dei sindacati

    Roma - Il raggiungimento di un accordo con i sindacati, il parere del governo, ma anche l’azzeramento del rischio causato dal ricorso avanzato dalla Sea su Malpensa, magari attraverso un decreto legge. È un percorso minato, ricco di «condizioni sospensive» che potrebbero far saltare l’operazione, quello previsto dalla proposta di acquisto avanzata per Alitalia da Klm-Air France. Per alcuni «paletti», come quello relativo all’ok dei sindacati, è previsto un vero tour de force: l’accordo dovrà arrivare entro la fine del mese.
    Ma il percorso minato richiederà qualche mese per verificare il rispetto anche di altre condizioni, tanto che nel comunicato del gruppo franco-olandese si indica «la fine del primo semestre 2008» come la data entro la quale dovrebbero esprimersi le autorità antitrust, le cui decisioni - se prevedono condizioni che non sono «ragionevolmente accettabili» - rappresentano un altro possibile paletto sospensivo all’operazione. Il contratto proposto da Air France-Klm - è scritto nel comunicato diffuso in nottata da Alitalia - «non è immediatamente efficace in quanto soggetto a talune condizioni sospensive». Viene quindi indicato un primo elenco di condizioni «da verificarsi tutte entro il 31 marzo 2008», al quale ne vengono aggiunte altre, che devono essere rispettate prima del lancio effettivo delle due opa previste sulle azioni ordinarie (tramite scambio con titoli Air France-Klm) e sulle obbligazioni convertibili.
    Ecco le varie condizioni.

    L'accordo con i sindacati Il piano prevede un ridimensionamento di 1.600 unità da raggiungere con «turn over fisiologico, esodi volontari incentivati e l’applicazione degli ammortizzatori sociali». L’accordo con le organizzazioni sindacali - è scritto nel comunicato - è previsto «sia con riguardo ai dipendenti di Alitalia, sia quelli di Alitalia Servizi, essendo la piena cooperazione dei dipendenti cruciale per il successo del rilancio della compagnia».

    Il ricorso Sea Per l’avvio del contratto deve essere individuata «una soluzione che consenta l’eliminazione per Alitalia del rischio relativo al contenzioso in essere con la Società Sea». Si ipotizza per questo anche lo strumento del decreto legge. «Con riferimento al contenzioso Sea - è scritto tra le condizioni che devono essere soddisfatte prima del lancio dell’Opa - qualora la condizione di efficacia si sia verificata a mezzo di un decreto legge, che lo stesso sia stato convertito».

    Il parere del governo È una delle condizioni al quale è condizionato il lancio dell’Opa. «Il governo Italiano - è scritto - come organo collegiale, non dovrà aver assunto alcuna decisione formale o fatto alcun pubblico annuncio che sia fortemente contrario all’operazione».

    Linea di credito Come condizione di efficacia del contratto è previsto che il Tesoro «conceda ad Alitalia una linea di credito da rimborsarsi subito dopo l’esecuzione dell’aumento di capitale». Ci sarebbe però già una manifestazione di disponibilità «a promuovere le azioni necessarie per la concessione».

    L'Antitrust «La Commissione Europea - è scritto nella nota Alitalia - dovrà essersi pronunciata a favore dell’operazione, anche se con decisione che richieda il soddisfacimento di alcune condizioni che siano ragionevolmente accettabili per Air France-Klm». Dovrà inoltre essere scaduto «il periodo di attesa previsto dalla regolamentazione antitrust statunitense».

    Il portafoglio voli Il governo dovrà impegnarsi per iscritto a «mantenere il portafoglio attuale dei diritti di traffico di Alitalia» e di «continuare a gestire con modalità trasparenti e non discriminatorie» le future richieste di Alitalia per i diritti di traffico. Altra condizione è un accordo tra Alitalia e Aeroporti di Roma sui livelli di servizio per attuare il business plan 2008-2010.

    Alitalia Servizi Il contratto è subordinato anche al via libera da Alitalia, Fintecna e Alitalia Servizi della «reinternalizzazione in Alitalia» di alcuni settori di attività e alla rinegoziazione di alcune clausole dei contratti di servizi.

    Le altre condizioni L’opa, infine, non verrà lanciata in «assenza di un grave inadempimento da parte di Alitalia delle obbligazioni assunte in base al contratto e a cui non sia stato posto rimedio entro quattro settimane da una richiesta scritta di Air France-Klm».


    Quindi in altre parole Air France, per acquistare per 3 cocomeri e un peperone alitaglia, chiede:

    1) che i contribuenti del nord e in particolare lombardi, che NON usufruiscono di alitaglia, mettano ancora altri soldi nel carrozzone romano...si parla di 250 milioni di euro mi pare. Mi chiedo con quale faccia tosta si può venire a chiedere questo ai contribuenti lombardi. Tra l'altro si tratterebbe di aiuto di stato, cosa contraria alle norme UE.

    2) che il governo trovi una soluzione affinchè air france/alitaglia non siano tenute a pagare il risarcimento alla SEA ...cioè in sostanza il governo dovrebbe emanare un decreto legge con cui si stabilisce che se alitaglia perde la causa con SEA, il risarcimento dovuto air france non lo paga ....credo che una cosa simile non si sia mai vista in nessun paese del mondo, un tale decreto sarebbe del tutto illegittimo

    3) Portafoglio voli: in altre parole il governo deve impegnarsi per iscritto a fare in modo che gli slot di alitaglia su MXP rimangano ben stretti in capo ad air france, altrimenti niente: niente revisione dei trattati bilaterali e open sky a favore di Malpensa dunque; altro che "se c'è domanda verranno altri vettori a MXP", come sostenevano le anime candide , pie, benpensanti: qui si chiede che anche se c'è la domanda, il governo si impegni per iscritto a fare in modo che non sia soddisfatta....altrimenti Air France perchè si comprerebbe il carrozzone romano?

    Sono in sostanza condizioni capestro e antimercato, forse non è un caso che Air France abbia posto condizioni così assurde.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Ridendo castigo mores
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Messaggi
    9,515
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    air france non e' per niente impazzita , se grazie ai suoi amici romani ha potuto liquidare l' hub lombardo impadronendosi del marchio " alitalia " per pochi spccioli ...
    ..... se poi andasse in culo anche fiumicino .... sarebbe anche meglio ..
    "dammi i soldi, e al diavolo tutto il resto "
    Marx


    (graucho..:-))

  3. #3
    Blut und Boden
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Località
    Lothlorien
    Messaggi
    50,810
    Mentioned
    47 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito

    [SILVIA]Qui si disfa alitalia o si muore[/SILVIA]

  4. #4
    Forumista senior
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    2,845
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da novis Visualizza Messaggio
    http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=248548

    Air France-Alitalia: dal rischio SEA al sì dei sindacati

    Roma - Il raggiungimento di un accordo con i sindacati, il parere del governo, ma anche l’azzeramento del rischio causato dal ricorso avanzato dalla Sea su Malpensa, magari attraverso un decreto legge. È un percorso minato, ricco di «condizioni sospensive» che potrebbero far saltare l’operazione, quello previsto dalla proposta di acquisto avanzata per Alitalia da Klm-Air France. Per alcuni «paletti», come quello relativo all’ok dei sindacati, è previsto un vero tour de force: l’accordo dovrà arrivare entro la fine del mese.
    Ma il percorso minato richiederà qualche mese per verificare il rispetto anche di altre condizioni, tanto che nel comunicato del gruppo franco-olandese si indica «la fine del primo semestre 2008» come la data entro la quale dovrebbero esprimersi le autorità antitrust, le cui decisioni - se prevedono condizioni che non sono «ragionevolmente accettabili» - rappresentano un altro possibile paletto sospensivo all’operazione. Il contratto proposto da Air France-Klm - è scritto nel comunicato diffuso in nottata da Alitalia - «non è immediatamente efficace in quanto soggetto a talune condizioni sospensive». Viene quindi indicato un primo elenco di condizioni «da verificarsi tutte entro il 31 marzo 2008», al quale ne vengono aggiunte altre, che devono essere rispettate prima del lancio effettivo delle due opa previste sulle azioni ordinarie (tramite scambio con titoli Air France-Klm) e sulle obbligazioni convertibili.
    Ecco le varie condizioni.

    L'accordo con i sindacati Il piano prevede un ridimensionamento di 1.600 unità da raggiungere con «turn over fisiologico, esodi volontari incentivati e l’applicazione degli ammortizzatori sociali». L’accordo con le organizzazioni sindacali - è scritto nel comunicato - è previsto «sia con riguardo ai dipendenti di Alitalia, sia quelli di Alitalia Servizi, essendo la piena cooperazione dei dipendenti cruciale per il successo del rilancio della compagnia».

    Il ricorso Sea Per l’avvio del contratto deve essere individuata «una soluzione che consenta l’eliminazione per Alitalia del rischio relativo al contenzioso in essere con la Società Sea». Si ipotizza per questo anche lo strumento del decreto legge. «Con riferimento al contenzioso Sea - è scritto tra le condizioni che devono essere soddisfatte prima del lancio dell’Opa - qualora la condizione di efficacia si sia verificata a mezzo di un decreto legge, che lo stesso sia stato convertito».

    Il parere del governo È una delle condizioni al quale è condizionato il lancio dell’Opa. «Il governo Italiano - è scritto - come organo collegiale, non dovrà aver assunto alcuna decisione formale o fatto alcun pubblico annuncio che sia fortemente contrario all’operazione».

    Linea di credito Come condizione di efficacia del contratto è previsto che il Tesoro «conceda ad Alitalia una linea di credito da rimborsarsi subito dopo l’esecuzione dell’aumento di capitale». Ci sarebbe però già una manifestazione di disponibilità «a promuovere le azioni necessarie per la concessione».

    L'Antitrust «La Commissione Europea - è scritto nella nota Alitalia - dovrà essersi pronunciata a favore dell’operazione, anche se con decisione che richieda il soddisfacimento di alcune condizioni che siano ragionevolmente accettabili per Air France-Klm». Dovrà inoltre essere scaduto «il periodo di attesa previsto dalla regolamentazione antitrust statunitense».

    Il portafoglio voli Il governo dovrà impegnarsi per iscritto a «mantenere il portafoglio attuale dei diritti di traffico di Alitalia» e di «continuare a gestire con modalità trasparenti e non discriminatorie» le future richieste di Alitalia per i diritti di traffico. Altra condizione è un accordo tra Alitalia e Aeroporti di Roma sui livelli di servizio per attuare il business plan 2008-2010.

    Alitalia Servizi Il contratto è subordinato anche al via libera da Alitalia, Fintecna e Alitalia Servizi della «reinternalizzazione in Alitalia» di alcuni settori di attività e alla rinegoziazione di alcune clausole dei contratti di servizi.

    Le altre condizioni L’opa, infine, non verrà lanciata in «assenza di un grave inadempimento da parte di Alitalia delle obbligazioni assunte in base al contratto e a cui non sia stato posto rimedio entro quattro settimane da una richiesta scritta di Air France-Klm».


    Quindi in altre parole Air France, per acquistare per 3 cocomeri e un peperone alitaglia, chiede:

    1) che i contribuenti del nord e in particolare lombardi, che NON usufruiscono di alitaglia, mettano ancora altri soldi nel carrozzone romano...si parla di 250 milioni di euro mi pare. Mi chiedo con quale faccia tosta si può venire a chiedere questo ai contribuenti lombardi. Tra l'altro si tratterebbe di aiuto di stato, cosa contraria alle norme UE.

    2) che il governo trovi una soluzione affinchè air france/alitaglia non siano tenute a pagare il risarcimento alla SEA ...cioè in sostanza il governo dovrebbe emanare un decreto legge con cui si stabilisce che se alitaglia perde la causa con SEA, il risarcimento dovuto air france non lo paga ....credo che una cosa simile non si sia mai vista in nessun paese del mondo, un tale decreto sarebbe del tutto illegittimo

    3) Portafoglio voli: in altre parole il governo deve impegnarsi per iscritto a fare in modo che gli slot di alitaglia su MXP rimangano ben stretti in capo ad air france, altrimenti niente: niente revisione dei trattati bilaterali e open sky a favore di Malpensa dunque; altro che "se c'è domanda verranno altri vettori a MXP", come sostenevano le anime candide , pie, benpensanti: qui si chiede che anche se c'è la domanda, il governo si impegni per iscritto a fare in modo che non sia soddisfatta....altrimenti Air France perchè si comprerebbe il carrozzone romano?

    Sono in sostanza condizioni capestro e antimercato, forse non è un caso che Air France abbia posto condizioni così assurde.

    Ma non avete ancora capito che AlitaGlia avrebbe dovuto portare gia' da almeno un decennio i libri in Tribunale e che solo grazie ai vari governi , NESSUNO ESCLUSO, ha prorogato la sua fine.
    Ora AirFrance applica la classica metodologia liberista: se volete me la prendo quasi gratis, altrimenti che chiuda!!!
    Per quanto riguarda la clausola SEA, rivolgersi ai cervelloni che la guidano...

  5. #5
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Località
    Milano
    Messaggi
    18,966
    Mentioned
    51 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Lancelot Visualizza Messaggio
    Ma non avete ancora capito che AlitaGlia avrebbe dovuto portare gia' da almeno un decennio i libri in Tribunale e che solo grazie ai vari governi , NESSUNO ESCLUSO, ha prorogato la sua fine.
    Ora AirFrance applica la classica metodologia liberista: se volete me la prendo quasi gratis, altrimenti che chiuda!!!
    Per quanto riguarda la clausola SEA, rivolgersi ai cervelloni che la guidano...
    Scusa, non hai capito: Air France applica la classica metodologia statalista: i voli su MXP li faccio io, Air France, che non provino a far arrivare altre compagnie perchè in tal caso io me ne vado, prendere o lasciare: non so se è chiaro il concetto.
    Non solo, Air France alitaglia non se la prende gratis: vuole che i contribuenti lombardi la paghino, per prendersela.
    Non solo: pretende che il governo itagliano, con un provvedimento mai visto prima, intervenga a sospendere d'ufficio le cause di diritto privato, della quale la SEA è una parte: infatti Air France pretende l'impegno scritto del governo itagliano, mica di SEA. Cosa c...o c'entra la SEA?
    Eppure mi sembrava che l'articolo fosse chiaro eh

  6. #6
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Località
    Milano
    Messaggi
    18,966
    Mentioned
    51 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da larth Visualizza Messaggio
    air france non e' per niente impazzita , se grazie ai suoi amici romani ha potuto liquidare l' hub lombardo impadronendosi del marchio " alitalia " per pochi spccioli ...
    ..... se poi andasse in culo anche fiumicino .... sarebbe anche meglio ..
    Veramente pazzesco

    Adesso voglio vedere come il governo itagliano, per quanto vergognoso, possa accettare simili condizioni...secondo molti, Air France ha posto queste condizioni irricevibili perchè non ha intenzione di acquistare il carrozzone e vuole perciò sfilarsi...

  7. #7
    Forumista senior
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    2,845
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da novis Visualizza Messaggio
    Scusa, non hai capito: Air France applica la classica metodologia statalista: i voli su MXP li faccio io, Air France, che non provino a far arrivare altre compagnie perchè in tal caso io me ne vado, prendere o lasciare: non so se è chiaro il concetto.
    Non solo, Air France alitaglia non se la prende gratis: vuole che i contribuenti lombardi la paghino, per prendersela.
    Non solo: pretende che il governo itagliano, con un provvedimento mai visto prima, intervenga a sospendere d'ufficio le cause di diritto privato, della quale la SEA è una parte: infatti Air France pretende l'impegno scritto del governo itagliano, mica di SEA. Cosa c...o c'entra la SEA?
    Eppure mi sembrava che l'articolo fosse chiaro eh
    Gli statalisti sono quelli che hanno urlato a gran voce per ottenere la Cassa integrazione per Malpensa dall'odiata (quando fa comodo...) Roma ladrona. Ma quando la pretendeva la Fiat gli stessi non urlavano che la Cassa
    Integrazione andava abolita???
    La SEA e' un carrozzone pubblico della peggior specie, manovrato dai politici, non certo un'impresa privata che guarda al mercato, altrimenti avrebbe accettato la proposta RyanAir.

  8. #8
    Lumbard
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Lach Magiùr
    Messaggi
    11,714
    Mentioned
    3 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Come tutte le realtà che hanno lo stato itagliano nel DNA, ali-taglia è marcia fino al midollo, stracostosa e in una nazione vera avrebbe dovuto portare i libri in tribunale da almeno 15 anni: chiunque voglia sobbarcarsi un tale debito deve avere una ovvia contropartita in cambio

    neanca ul can el möof la cua par nagott

    P.S. se io avessi soldi da investire starei comunque molto lontano dallo stato itagliano

  9. #9
    Forumista senior
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    2,748
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Alimerda deve sprofondare e con essa quanti cercano di difenderla.
    Salucc

  10. #10
    Lumbard
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Lach Magiùr
    Messaggi
    11,714
    Mentioned
    3 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da FENRIR Visualizza Messaggio
    Alimerda deve sprofondare e con essa quanti cercano di difenderla.
    Salucc

    STRAQUOTO
    anche perchè fino che non fallisce noi continuamo a metter mano al portafoglio per tenere in vita uno dei tanti carrozzoni itaglioni morti da tempo

 

 
Pagina 1 di 8 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Gente impazzita
    Di Fenris nel forum Fondoscala
    Risposte: 18
    Ultimo Messaggio: 13-01-12, 21:30
  2. La casta è impazzita.
    Di mustang nel forum Centrodestra Italiano
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 02-07-10, 10:27
  3. Ma la Bindi è impazzita?
    Di er uagh nel forum Centrosinistra Italiano
    Risposte: 36
    Ultimo Messaggio: 11-10-07, 01:46
  4. La spesa è impazzita....
    Di JohnPollock nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 01-08-07, 20:59
  5. La tastiera e' impazzita...
    Di Alessandro.83 nel forum Scienza e Tecnologia
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 13-11-06, 20:08

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226