User Tag List

Risultati da 1 a 10 di 10
  1. #1
    Mé rèste ü bergamàsch
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    13,041
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rivoluzione verde: il Bundestag dà l'esempio

    Lotta ai gas serra Sarà il primo esempio al mondo

    Rivoluzione verde: il parlamento
    tedesco diventa «ecologico»


    Tutta l'energia prodotta con fonti rinnovabili La decisione in linea con le scelte della Merkel

    http://www.corriere.it/cronache/08_m...ba99c667.shtml

    BERLINO — Pochi palazzi al mondo, nella loro esistenza, ne hanno passate tante quanto il Reichstag di Berlino. Ora, un nuovo cambiamento, molto simbolico, in linea con la Germania aperta, democratica, moderna e... verde. Dalla prossima estate, l'edificio che ospita il Bundestag, il parlamento tedesco, funzionerà completamente con energia rinnovabile. Sarà il primo al mondo, il più verde dei parlamenti. Leggero lo era già diventato negli Anni Novanta, grazie alla ristrutturazione dell'architetto Norman Foster. Ora diventerà una bandiera della battaglia ecologica globale che il governo di Angela Merkel sta conducendo. L'idea era già intrinseca ai lavori effettuati da Sir Norman, ma nei giorni scorsi è stato fatto il passo definitivo.

    Una sottocommissione parlamentare ha preparato il bando di gara per scegliere una società fornitrice di energia tra quelle che usano solo fonti rinnovabili. L'edificio è già oggi molto avanzato in fatto di risparmio energetico e di basse emissioni di anidride carbonica, ma il 60% del-l'elettricità che gli serve la deve comunque prendere dalla rete elettrica, da un'azienda di Lipsia che produce energia da carbone, da nucleare e da gas. Ora, questa sarà sostituita da una compagnia di generazione che usa solo fonti rinnovabili. La cosa non è strana, in Germania: migliaia di cittadini pagano la loro bolletta elettrica a società del genere. È però la prima volta che questo avviene in un parlamento. E che parlamento. Finito di costruire nel 1894, il Reichstag ha prima ospitato il parlamento dell'impero, con le sue controversie e ambizioni di espansione. Poi, dopo la prima guerra mondiale, è stato il luogo degli scontri epici e delle crisi della Repubblica di Weimar. Fino al 1933, quando bruciò — incendio che diede a Hitler l'occasione per consolidare il potere con una repressione brutale dei comunisti — e il nazismo lo rese uno scheletro vuoto, testimone per lo più delle manifestazioni del regime alla porta di Brandeburgo. Ancora dopo, lambito dal Muro che divideva Berlino Ovest da Berlino Est, ha vissuto anni di irrilevanza. Fino a quando, dopo la riunificazione, la Germania decise di trasferire la capitale da Bonn a Berlino e di ristrutturare il vecchio palazzo del Parlamento, che fu inaugurato, con la sua straordinaria nuova cupola di cristallo, il 19 aprile 1999. Sin dal progetto, Foster ha messo il risparmio energetico al cuore del rinnovamento.

    La cupola, per dire, è stata concepita come una lanterna, nel senso che nel centro ha un cono che funziona come un faro a rovescio: prende la luce da fuori e la porta dentro. Nelle cantine, invece, è in funzione un co-generatore totalmente alimentato da combustibili rinnovabili: olio di palma, rape, semi di girasole. «Ciò ha permesso — sostiene la Foster and Partners di Londra — di ridurre del 94% le emissioni di anidride carbonica ». Questi sistemi, però, producono solo il 40% dell'energia necessaria a fare funzionare luci, riscaldamento, aria condizionata e a fare circolare l'acqua. Il resto verrà comprato dalle nuove società elettriche che funzionano con il vento, con il sole, con le biomasse. Il governo tedesco ha fatto della lotta per la riduzioni di emissioni di gas serra e dell'utilizzo di energie rinnovabili un punto forte della sua politica. L'obiettivo è di portare l'energia «pulita» al 27% di quella totale entro il 2025, dal 13% attuale. E, per questo, ci sono incentivi anche ai singoli cittadini perché producano essi stessi energia solare o eolica, che, se in eccesso rispetto ai loro consumi, possono poi rivendere alla rete elettrica nazionale.

    Lo stesso Reichstag ha la possibilità di funzionare da piccola centrale elettrica: l'eccesso di energia eventualmente generata può essere immagazzinato 300 metri sottoterra, dove viene inviata acqua calda che poi in inverno viene usata per riscaldare l'edificio, in estate per alimentare un impianto di refrigerazione e condizionamento dell'aria. L'energia può anche essere trasferita ai vicini edifici governativi. La Signora Merkel, inoltre, ha fatto della lotta alle emissioni di gas serra un punto cardine della sua politica estera, nell'Unione europea ma anche a livello internazionale. Durante la presidenza tedesca del G8, nel 2007, questo è stato il punto qualificante. E in ogni viaggio all'estero la cancelliera invita a mettere i cambiamenti climatici in testa all'agenda politica. Una bandierina verde non poteva non essere issata sul Reichstag.

    Danilo Taino
    22 marzo 2008

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Forumista senior
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    2,845
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Invece in questa fogna di paese, la maggior parte degli stabili pubblici brucia ancora gasolio, ad andar bene, per il riscaldamento.....
    E poi si lamentano per lo smog......

  3. #3
    l'occasione fa l'uomo italiano
    Data Registrazione
    19 Sep 2006
    Messaggi
    2,814
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    italiamerda

  4. #4
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    08 Oct 2012
    Messaggi
    8,720
    Mentioned
    39 Post(s)
    Tagged
    9 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Lancelot Visualizza Messaggio
    Invece in questa fogna di paese, la maggior parte degli stabili pubblici brucia ancora gasolio, ad andar bene, per il riscaldamento.....
    E poi si lamentano per lo smog......
    Non solo ma la maggior parte dei politici italiani di destra di sinistra e di centro compresa la lega nord pensa di risolvere la questione con i rigassificati, con il nucleare, con i termovalorizzatori, insomma inquinamento su inquinamento. La Germania è l'esempio che le energie alternative non è che non siano ancora mature ma che è solo una questione di volontà politica e che la questione ambientale non deve essere prerogativa di un partito dell'8% come la SA in Italia, ma deve essere prerogativa di tutti. La Merkel infatti è di cdx.

  5. #5
    Lumbard
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Lach Magiùr
    Messaggi
    11,719
    Mentioned
    3 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da seven77 Visualizza Messaggio
    Non solo ma la maggior parte dei politici italiani di destra di sinistra e di centro compresa la lega nord pensa di risolvere la questione con i rigassificati, con il nucleare, con i termovalorizzatori, insomma inquinamento su inquinamento. La Germania è l'esempio che le energie alternative non è che non siano ancora mature ma che è solo una questione di volontà politica e che la questione ambientale non deve essere prerogativa di un partito dell'8% come la SA in Italia, ma deve essere prerogativa di tutti. La Merkel infatti è di cdx.

    le energie alternative sono già abbastanza mature, solo che non sono ancora convenienti e hanno bisogno di una forte politica di incentivi come han fatto Germania/Svizzera/Austria: in itaglia tutti i politici sono impegnati nel magna magna romano e nel mantenimento del potere cercando di tener unito un baraccone statale di origine risorgimental-fascista

  6. #6
    piemonteis downunder
    Data Registrazione
    20 Mar 2002
    Località
    sydney
    Messaggi
    3,615
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da sciadurel Visualizza Messaggio
    le energie alternative sono già abbastanza mature, solo che non sono ancora convenienti e hanno bisogno di una forte politica di incentivi come han fatto Germania/Svizzera/Austria: in itaglia tutti i politici sono impegnati nel magna magna romano e nel mantenimento del potere cercando di tener unito un baraccone statale di origine risorgimental-fascista
    Gia'. In itaglia i soldi che avrebbero pututo essere usati come incentivi per energie alternative (quindi un investimento per generazioni future), sono usati per pensioni di invalidita', forestali, alitaglia, sussidi di disoccupazione al zudde, solidarieta' nazziunale assortita...

    Do' atto a 7-77 che SA e' piu' sensibile all'ambiente, ma se fosse anche piu' attenta nel chiedere la riduzione di interventi pubblici in quei settori (e in vari altri ancora), riducendo l'apparato statale e lasciando autogovernare le regioni in grado di farlo, magari allo stato rimarrebbero i soldi per investire in energie rinnovabili.

  7. #7
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    08 Oct 2012
    Messaggi
    8,720
    Mentioned
    39 Post(s)
    Tagged
    9 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da aussiebloke Visualizza Messaggio
    Gia'. In itaglia i soldi che avrebbero pututo essere usati come incentivi per energie alternative (quindi un investimento per generazioni future), sono usati per pensioni di invalidita', forestali, alitaglia, sussidi di disoccupazione al zudde, solidarieta' nazziunale assortita...

    Do' atto a 7-77 che SA e' piu' sensibile all'ambiente, ma se fosse anche piu' attenta nel chiedere la riduzione di interventi pubblici in quei settori (e in vari altri ancora), riducendo l'apparato statale e lasciando autogovernare le regioni in grado di farlo, magari allo stato rimarrebbero i soldi per investire in energie rinnovabili.
    In linea di massima sono daccordo con quello che dici a proposito di sprechi, ma il problema non è tanto che sono troppi i soldi spesi, ma che sono spesi due volte per lo stesso motivo a causa dei legami politico-affaristici-mafiosi presenti. Diciamo per oliare il sistema. Ma questo è un problema italiano, dell'italia tutta purtroppo, anche del nord. Che fare? Possiamo fare la Padania, ma il problema rimarrebbe, possiamo non votare, ma il problema rimarrebbe, oppure votare persone che conosciamo essere libere da questi vincoli affaristici-mafiosi indipendentemente dall'area politica a cui guardiamo. Ci vorrebbe nuovamente il voto di preferenza. Inoltre a proposito di soldi spesi, le spese militari, dove le mettiamo? Parliamoci chiaro qui tutti vedono il pericolo terroristico islamico, ma a a parte l'11 settembre, la Spagna e l'Inghilterra in che cosa si è concretizzato? Mi sembra tutto una bolla di sapone. Io vivo nelle Marche ed ho come inquilini dei tunisini, ed in precedenza macedoni. Entrambi islamici, ma ho avuto modo di stare insieme con loro qualche sera, condividere la cena, ognuno nel rispetto delle reciproche culture e credenze, per me si può fare. Ed in precedenza ho avuto una famiglia napoletana. L'unico problema l'ho avuto con un tizio di queste parti che mi ha combinato un casino con tatno di scazzottata con il rivale in amore. Boh, forse sto' in una zona che ancora è tranquilla. Ma secondo me se si vede chi arriva non come un nemico ma come una novità da conoscere ed apprezzare vieni ricambiato ed alla fine le differenze si riducono al fatto che tu hai un crocefisso in casa, bevi il vino e mangi il maiale e lui non beve o magari beve solo lo spumante, non mangia il maiale e prega tre volte al giorno in ginocchio. Forse davvero quei soldi che sprechiamo per esportare la ns. cosìdetta democrazia potrebbero essere più utili a risollevare questo paese dal declino a cui si sta' avviando.

  8. #8
    Mé rèste ü bergamàsch
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    13,041
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Thumbs up Anche dalla Scozia buone notizie

    “Call to action”

    Saltire Prize, il premio scozzese per l’energia dal mare

    Una competition con l’obiettivo di cercare nuove soluzioni per la tecnologia del moto ondoso

    http://www.rinnovabili.it/saltire-pr...al-mare-700838

    Il governo scozzese ha creato uno dei più grandi premi internazionali nel campo dell’innovazione attraverso il lancio del Saltire Prize: ben 10 milioni di sterline, equivalenti a 13 milioni di euro, per nuove soluzioni in tema di energia rinnovabile dalle onde. L’annuncio è stato fatto al quartiere generale della National Geographic Society, a Washington, dal Primo Ministro scozzese Alex Salmond. Si tratta di una vera e propria chiamata all’azione di scienziati e ingegneri affinché si impegnino a sviluppare innovazioni per lo sviluppo delle tecnologie pulite. Sottolineando che la Scozia è un leader mondiale nel settore energia alternativa, Salmond ha dichiarato che il Premio permetterà al Paese di entrare nel vivo della battaglia contro il cambiamento climatico, promuovendo la collaborazione e la partnership di scienziati in tutto il mondo. “Simili competizioni hanno determinato entusiasmanti progressi tecnologici e si sono tradotte, in seguito, in cospicui investimenti. Il Saltire Prize è il nostro invito all’azione per gli scienziati affinché contribuiscano a migliorare lo sfruttamento del moto ondoso e delle correnti marine”. Il premio – ha aggiunto il ministro – sarà seguito da un secondo riconoscimento per innovazioni in altri campi delle tecnologie pulite.

  9. #9
    Hanno assassinato Calipari
    Data Registrazione
    09 Mar 2002
    Località
    "Il programma YURI il programma"
    Messaggi
    69,195
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Bèrghem: ci deprimi, eppure la germania e' vicina...

  10. #10
    La mia autorità morale SONO IO
    Data Registrazione
    30 Oct 2004
    Località
    Martesana, Insubria, Europa.
    Messaggi
    1,355
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Vicina alla Padania , lontanissima da roma.

 

 

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226