User Tag List

Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 26
  1. #1
    Vamos bien!
    Data Registrazione
    02 May 2005
    Messaggi
    3,847
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Boom della Sinistra Arcobaleno all'8,5%

    ESCLUSIVO/ Sondaggio Coesis: Pdl-Lega +6% su Pd-Idv. Boom della Sinistra Arcobaleno all'8,5%. I dati di tutti i partiti
    Giovedí 27.03.2008 13:22

    Sono sei i punti di vantaggio della coalizione che candida Silvio Berlusconi premier sullo schieramento guidato da Walter Veltroni. Forte recupero della Sinistra Arcobaleno di Fausto Bertinotti. E' quanto emerge dall'ultima rilevazione sulle intenzioni di voto realizzata da Coesis Research e pubblicato in esclusiva da Affari. Metodo utilizzato: sondaggio tipo Delphi su un panel pre-arruolato di 200 opinion leaders. Interviste telefoniche via SMS realizzate tra il 26 e il 27 marzo.

    Popolo della Libertà più Lega Nord si attesta al 43%, in calo di un punto rispetto alla media degli altri sondaggi (Metaanalisi). Partito Democratico e Italia dei Valori ottiene il 37%, in rialzo di un punto. Stabile al 7% l'Unione di centro di Pierferdinando Casini. In netta crescita la Sinistra Arcobaleno, che vale l'8,5%, ovvero più 1,5-2 punti percentuali rispetto alla media degli altri sondaggi. Stabile al 2% su base nazionale La Destra. All'interno delle singole coalizioni, debole il Pdl (37,5%) e tonica la Lega Nord (5,5%). Il Pd vale il 34% e l'Idv di Antonio Di Pietro il 3.
    http://canali.libero.it/affaritalian...leno270308.htm

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Vamos bien!
    Data Registrazione
    02 May 2005
    Messaggi
    3,847
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Senato, lotteria senza vincitori

    Impossibile fino in fondo fare previsioni sull'esito del voto a Palazzo Madama
    Due i problemi: differenze al di sotto del 2% e almeno cinque poli in gara
    Senato, lotteria senza vincitori
    I "grandi" rosicchiati dai "piccoli"
    I seggi danzanti sono una quindicina, sei quelli delle 4 regioni in bilico
    Come Udc, Destra e Sinistra-l'Arcobaleno possono guastare la festa al Pdl

    di CLAUDIA FUSANI

    ROMA - Una lotteria. E senza neppure il vincitore. Solo che in palio c'è la governabilità del paese. Questo rischia di essere il voto per il Senato, una lotta all'ultima scheda dall'esito assolutamente imprevedibile. Lo sanno bene i due principali competitor: "Abbiamo trenta senatori di vantaggio, non è vero che c'è il pareggio a palazzo Madama" va dicendo Berlusconi; "Per bene che vada al Pdl, se vince, avrà 4-5 senatori di scarto, e la situazione sarà ingovernabile" incalza Veltroni. Per il leader del Pd sarà un terno al lotto; il Cavaliere mette le mani avanti e prepara il terreno alla "grande coalizione". Entrambi si affannano a parlare di "voto utile", quello dato ai loro due partiti. E per il rush finale della campagna elettorale i comizi, sotto la regia di sondaggi e simulazioni, saranno per lo più nelle regioni cosiddette in bilico.

    Conseguenze della legge elettorale, quel porcellum che ha già provocato disastri nel 2006. Se possibile, però, la situazione è ulteriormente peggiorata. Tutta colpa, ha spiegato il professor Roberto D'Alimonte, costituzionalista esperto di sistemi elettorali, "dell'offerta elettorale combinata con il meccanismo di voto al Senato".

    Cinque partiti rovinano la festa. L'offerta elettorale è la partecipazione alla gara elettorale che questa volta vede in pista almeno cinque poli: tre - Pdl, Destra, Udc - al posto del vecchio centrodestra, due (Pd e Sinistra) al posto del vecchio centrosinistra. Udc e Sinistra sono destinati a togliere voti e a rosicchiare seggi alle due principali formazioni nelle regioni dove supereranno la soglia dell'8 per cento, il minimo per essere rappresentati a palazzo Madama. Le due formazioni tra l'altro - entrambe tra il 6 e il 7,5% - si sono finora difese benissimo dal richiamo al voto utile. Anche perchè le analisi dell'elettorato dicono che il 40 per cento di italiani non si è fatta sedurre da richiamo bipartitico. C'è poi la Destra di Storace, Buontempo e Santanchè che può riservare sorprese in alcune regioni, nel Lazio ad esempio, e rovinare la festa al Pdl.

    Il Senato assegna il premio su base regionale (solo in 17 regioni) e alla formazione che prende anche solo un voto in più (VEDI TABELLA). Gli altri seggi sono divisi tra gli sconfitti e chi supera la soglia dell'8 per cento. Vanno persi i voti dati alle coalizioni o ai partiti che non arrivano alla soglia. E se chi vince supera il 55% fa scattare il superpremio di maggioranza (o riposizionamento): ancora più seggi rispetto al previsto, ancora meno al partito che perde. Alcuni numeri cardinali per orientarsi in questa cabala: a palazzo Madama, 315 senatori e sette a vita, la maggioranza politica minima è 158 seggi con cui però - la prova è Prodi - è impossibile governare.

    17 regioni col premio di maggioranza. Il caos a palazzo Madama è stato raccontato dall'ultimo sondaggio Ipr-Marketing per Repubblica.it . E anche le simulazioni più ottimistiche per il Pdl come quella del Centro italiano studi elettorali (Cise) fotografano la situazione di stallo al Senato. Il Pdl sarebbe favorito in undici regioni su 17 (sono escluse dal premio Trentino Alto Adige, Valle d'Aosta e Molise). In alcune il vantaggio del Pdl è superiore al dieci per cento ed è arduo immaginare una rimonta: si tratta di Lombardia, Veneto e Friuli Venezia Giulia, Campania, Puglia, Sicilia. In altre - Piemonte e Umbria - la differenza a favore del Pdl è intorno al 7 per cento, un margine giudicato recuperabile considerato il PDI, il partito degli indecisi attestato sul 30 per cento. Sempre tra le undici dove il partito di Fini e Berlusconi sarebbe favorito, ci sono però quattro regioni - Liguria, Abruzzo, Calabria e Sardegna - dove il margine a favore del Pdl è inferiore al 2 per cento ed è assolutamente impossibile fare previsioni.

    Regioni in bilico: prima variabile. Anche nell'ipotesi che il Pdl sia favorito in undici regioni e prendesse, tra premi e superpremi 167 seggi, ben nove sopra la soglia critica di 158, non sarebbe però sufficiente per governare. Perchè scatterebbero le variabili. La prima è quella delle regioni in bilico, in tutto sei seggi che possono far retrocedere il Pdl a 161 e portare il Pd a 154: un margine senza più certezze (alla variabile regioni in bilico Repubblica. it dedicherà articoli specifici).

    La seconda variabile: il fattore "E". Rende tutto ancora più caotico. Riguarda quelle regioni, ad esempio Lombardia, Emilia Romagna e Lazio dove il margine di vantaggio è tale per cui i rischi di perdere e di non prendere il premio non esistono. Qui scatta però il fattore E: "e" come erosione di seggi da parte delle formazioni minori. La regola non scritta che complica più che mai il voto al Senato stabilisce che il risultato finale non dipende solo da quante regioni si vincono ma occorre anche vincere molto bene e perdere senza essere schiacciati.

    La Lombardia per esempio mette in palio 47 seggi, 26 per la coalizione vincente, 21 per quella perdente. E' possibile dire fin da ora che il Pdl prenderà 26 senatori. Ma ne può prendere anche tre-quattro in più, arrivare a 29-30 grazie al superpremio di maggioranza. Se però Udc, o Destra o Sinistra dovessero superare lo sbarramento, il Pdl - e non il Pd già sconfitto - perde seggi, uno, due, fino a un massimo di quattro. Ragionamento analogo viene fatto per il Veneto: 24 senatori in palio, 13 assegnati col premio di maggioranza, 11 alla coalizione perdente. Se però scatta il superpremio o l'Udc prende un seggio ecco che cambia tutto di nuovo. In Emilia, regione saldamente in mano al Pd e alla sinistra - 21 senatori in palio, 12 a chi vince, nove a chi perde - se la Sinistra-L'Arcobaleno supera la soglia strappa due seggi al Pdl. Idem nel Lazio dove la variabile Storace-Buontempo-Santanché può veramente giocare pessimi scherzi a Berlusconi. I senatori in palio questa volta sono 27 di cui 15 vanno al partito che prende più voti. Servono circa 260 mila voti in questa regione per superare lo sbarramento dell'8 per cento e prendere seggi. Sia la Destra che l'Udc sono molto vicini. E Berlusconi potrebbe perdere in un sol colpo, in una sola regione dai cinque ai nove seggi. Una lotteria. Appunto. Senza vincitori certi. http://www.repubblica.it/2008/03/sez...e-balla-1.html

  3. #3
    no offshore
    Data Registrazione
    06 Mar 2008
    Messaggi
    303
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito


  4. #4
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    12 Apr 2009
    Messaggi
    15,823
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da PRC-Enna Visualizza Messaggio
    ESCLUSIVO/ Sondaggio Coesis: Pdl-Lega +6% su Pd-Idv. Boom della Sinistra Arcobaleno all'8,5%. I dati di tutti i partiti
    Giovedí 27.03.2008 13:22

    Sono sei i punti di vantaggio della coalizione che candida Silvio Berlusconi premier sullo schieramento guidato da Walter Veltroni. Forte recupero della Sinistra Arcobaleno di Fausto Bertinotti. E' quanto emerge dall'ultima rilevazione sulle intenzioni di voto realizzata da Coesis Research e pubblicato in esclusiva da Affari. Metodo utilizzato: sondaggio tipo Delphi su un panel pre-arruolato di 200 opinion leaders. Interviste telefoniche via SMS realizzate tra il 26 e il 27 marzo.

    Popolo della Libertà più Lega Nord si attesta al 43%, in calo di un punto rispetto alla media degli altri sondaggi (Metaanalisi). Partito Democratico e Italia dei Valori ottiene il 37%, in rialzo di un punto. Stabile al 7% l'Unione di centro di Pierferdinando Casini. In netta crescita la Sinistra Arcobaleno, che vale l'8,5%, ovvero più 1,5-2 punti percentuali rispetto alla media degli altri sondaggi. Stabile al 2% su base nazionale La Destra. All'interno delle singole coalizioni, debole il Pdl (37,5%) e tonica la Lega Nord (5,5%). Il Pd vale il 34% e l'Idv di Antonio Di Pietro il 3.
    http://canali.libero.it/affaritalian...leno270308.htm

    bisogna vedere a uanto ci dava prima coesis

  5. #5
    Comunista democratico
    Data Registrazione
    02 Dec 2004
    Località
    Sono partigiano, vivo, sento nelle coscienze della mia parte già pulsare l'attività della città futura che la mia parte sta costruendo (Gramsci)
    Messaggi
    5,720
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Sboom

    Citazione Originariamente Scritto da PRC-Enna Visualizza Messaggio
    ESCLUSIVO/ Sondaggio Coesis: Pdl-Lega +6% su Pd-Idv. Boom della Sinistra Arcobaleno all'8,5%. I dati di tutti i partiti
    Giovedí 27.03.2008 13:22

    Sono sei i punti di vantaggio della coalizione che candida Silvio Berlusconi premier sullo schieramento guidato da Walter Veltroni. Forte recupero della Sinistra Arcobaleno di Fausto Bertinotti. E' quanto emerge dall'ultima rilevazione sulle intenzioni di voto realizzata da Coesis Research e pubblicato in esclusiva da Affari. Metodo utilizzato: sondaggio tipo Delphi su un panel pre-arruolato di 200 opinion leaders. Interviste telefoniche via SMS realizzate tra il 26 e il 27 marzo.

    Popolo della Libertà più Lega Nord si attesta al 43%, in calo di un punto rispetto alla media degli altri sondaggi (Metaanalisi). Partito Democratico e Italia dei Valori ottiene il 37%, in rialzo di un punto. Stabile al 7% l'Unione di centro di Pierferdinando Casini. In netta crescita la Sinistra Arcobaleno, che vale l'8,5%, ovvero più 1,5-2 punti percentuali rispetto alla media degli altri sondaggi. Stabile al 2% su base nazionale La Destra. All'interno delle singole coalizioni, debole il Pdl (37,5%) e tonica la Lega Nord (5,5%). Il Pd vale il 34% e l'Idv di Antonio Di Pietro il 3.
    http://canali.libero.it/affaritalian...leno270308.htm
    Boom?
    Ma nel 2006, senza sinistra democratica, non avevamo più dell'11% dei voti????
    Sboom
    Myrddin

  6. #6
    Forumista senior
    Data Registrazione
    17 May 2009
    Messaggi
    1,237
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    secondo voi in Lombarida c' è la facciamo ha superare 8%

  7. #7
    Forumista senior
    Data Registrazione
    17 May 2009
    Messaggi
    1,237
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Sondaggi, Sinistra arcobaleno all'8%. Sinistra arcobaleno all'8%. Con un potenziale elettorale che arriva fino al 14%. Secondo un sondaggio di Ipr Marketing, condotto su un campione di 5 mila italiani, la formazione rosso-verde otterrebbe circa 2 milioni e 600 mila voti in numeri reali. Lo 'zoccolo duro', spiega il leader dei Verdi, Alfonso Pecoraro Scanio, si trova tra i lavoratori dipendenti (il 31 per cento), i precari (37%) e soprattutto tra gli ambientalisti (61%). Significativo anche l'interesse tra le donne (27%) e tra i giovani (33%). Per quanto riguarda i temi più sentiti, tre sono le priorità di chi si dice interessato a votare la sinistra: costo della vita, ambiente e lavoro.

  8. #8
    Nessun vincitore crede al caso
    Data Registrazione
    12 Apr 2006
    Località
    Maiori forsan cum timore sententiam in me fertis quam ego accipiam
    Messaggi
    2,278
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da PRC-Enna Visualizza Messaggio
    ESCLUSIVO/ Sondaggio Coesis: Pdl-Lega +6% su Pd-Idv. Boom della Sinistra Arcobaleno all'8,5%. I dati di tutti i partiti
    Giovedí 27.03.2008 13:22

    Sono sei i punti di vantaggio della coalizione che candida Silvio Berlusconi premier sullo schieramento guidato da Walter Veltroni. Forte recupero della Sinistra Arcobaleno di Fausto Bertinotti. E' quanto emerge dall'ultima rilevazione sulle intenzioni di voto realizzata da Coesis Research e pubblicato in esclusiva da Affari. Metodo utilizzato: sondaggio tipo Delphi su un panel pre-arruolato di 200 opinion leaders. Interviste telefoniche via SMS realizzate tra il 26 e il 27 marzo.

    Popolo della Libertà più Lega Nord si attesta al 43%, in calo di un punto rispetto alla media degli altri sondaggi (Metaanalisi). Partito Democratico e Italia dei Valori ottiene il 37%, in rialzo di un punto. Stabile al 7% l'Unione di centro di Pierferdinando Casini. In netta crescita la Sinistra Arcobaleno, che vale l'8,5%, ovvero più 1,5-2 punti percentuali rispetto alla media degli altri sondaggi. Stabile al 2% su base nazionale La Destra. All'interno delle singole coalizioni, debole il Pdl (37,5%) e tonica la Lega Nord (5,5%). Il Pd vale il 34% e l'Idv di Antonio Di Pietro il 3.
    http://canali.libero.it/affaritalian...leno270308.htm
    Bhe... "boom"... si fa per dire.

  9. #9
    are(a)zione
    Ospite

    Predefinito

    Vi ricordo che la somma dei partiti costituenti la SA due anni fu dell'ordine del 10% (escludendo SD che ai tempi non c'era).

    Quindi, altro che boom.

  10. #10
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    14 Jan 2005
    Messaggi
    7,839
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    si ma con questi chiari di luna... buttalo via un 8.5

 

 
Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. L’etica Della Sinistra Arcobaleno
    Di oggettivista nel forum Destra Radicale
    Risposte: 9
    Ultimo Messaggio: 20-03-08, 19:25
  2. il programma della sinistra arcobaleno
    Di sinistra_polliana nel forum Centrosinistra Italiano
    Risposte: 40
    Ultimo Messaggio: 29-02-08, 16:25
  3. Sei a favore della sinistra arcobaleno ?
    Di oggettivista nel forum Sinistra Italiana
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 13-02-08, 18:32
  4. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 30-12-07, 15:20
  5. Il Motto Della Sinistra Arcobaleno...
    Di fedege52 nel forum Centrodestra Italiano
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 10-12-07, 21:57

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226