User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 12
  1. #1
    Iscritto
    Data Registrazione
    20 Dec 2005
    Località
    On ne peut bien écrire que de ce qu'on ignore
    Messaggi
    1,036
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Baby Two-Faces e la deriva eugenetica

    Dunque. In un villaggio dell'India del Nord nasce una bimba.Ha due volti. In Internet e sui giornali ci sono le foto. Viene venerata come la manifestazione di un dio, un dio molto simpatico, il furbo Ganesha figlio di Siva e Parvati, dalla testa buffa di elefante. Nel villaggio si danza, si celebrano offerte, si intrecciano ghirlande di fiori, si chiedono benedizioni.

    Viene naturalmente spontaneo il pensare che qui tra noi la piccola bambina, se pure fortunosamente sfuggita alle varie diagnosi prenatali, amniocentesi, ecografie e Co., sarebbe immediatamente sottoposta a incredibili trattamenti di chirurgia ricostruttiva e plastica, e qualora non fossero possibili (guardando le foto non sembrano effettivamente possibili) sarebbe con tutta probabilità aggregata ad un Istituto chiuso in cui ci si occupa di freaks (non so: il Cottolengo?).

    Una società sta male, quella indiana o quella euroamericoccidentale, e non sta certo a me o a noi dire quale.

    Mi permetto solo un commentino teologico a margine. La nostra sensibilità non accetta più di confrontarsi col Sacro quando esso si presenta sotto la specie del mostruoso. Tutt'al più esiste un filone - coltivato solo da certi cultori dell'immaginazione spericolata - di, non so neppure come definirla, fanta-teo-tecno-scienza-cyber-punk (ieri uno di questi mi chiedeva se secondo me fosse o meno accettabile clonare padre Pio o madre Teresa di Calcutta, visto che abbiamo a disposizione DNA relativamente integro ed è indiscussa la beneficità di queste persone).

    Eppure il mostruoso è una ierofania tanto quanto il sublime. Qualche cultore d'Oriente cristiano mi può confortare nel vago ricordo di padri della Chiesa o di tradizioni che indicavano Gesù come uno storpio (non ha apparenza né bellezza...).

    Bisognerebbe esplorare queste manifestazioni di Dio nell'orrido. Forse ci aiuterebbe anche un po' a resistere alla deriva eugenetica, non trovate?

    Grazie, Barsanufio

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Dubitare Discutere Cooperare
    Data Registrazione
    05 Jul 2006
    Località
    10, 100, 1000 Genchi!!!
    Messaggi
    3,442
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Io posso solo rendermi conto che alcune persone nascono cosi', non per colpa dell'eugenetica o dell'intervento umano. Queste persone vengono spesso definite "scherzi di natura" o "errori", invece e' proprio la natura che li fa nascere. Puo' darsi che alcune volte l'inquinamento ne aumenti le probabilita', ma di certo non sono nati cosi' per volonta' umana.

    Per questo motivo, andrebbero sempre e innanzitutto considerati esseri umani "naturali" al 100%. Nessuno dubita che a causa di queste differenze avranno probabilmente dei problemi, ma bisognerebbe assumere sempre la mentalita' di accettarli, invece che di cancellarli. Chiaro che in una cultura in cui ci si affanna a cancellare anche solo un naso storto, la cosa non sia cosi' facile...

  3. #3
    ooooWAGLIONEoooo
    Data Registrazione
    05 May 2007
    Località
    NAPOLI
    Messaggi
    3,055
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Sinceramente non credo conti molto l’edonismo che è un concetto, se vogliamo, un po’ anni ottanta.

    Piuttosto non so se vi è mai capitato, viaggiando per l'Europa del nord ad esempio, di notare un sacco di diversamente abili in giro a partire dal semplice paraplegico fino al vero e proprio quasimodo. Quando poi rimani in un posto per un certo tempo, riesci a capire anche se si tratta di turisti o meno e quelli che ho visto io in buona parte non lo erano. Semplicemente erano persone perfettamente integrate, che sorridevano, vestivano firmato, lavoravano e andavano in palestra anche se avevano tre quarti di viso sfigurato da qualche deformità. E queste persone le notavi semplicemente perchè uscivano di casa, non c'è altra spiegazione.
    Non posso nemmeno dire che soggiornando in una grande città si ha la possibilità di vedere statisticamente più persone perchè la mia d'origine ne conta qualche milione con una densità circa doppia rispetto alla media delle metropoli europee. Ma di carrozzine o di volti con qualche mostruosità a mergellina o a via Roma o alla sanità o al Vomero non ne ho mai visti se non di riconoscibilissimi turisti.

    I diversamente abili spesso vengono nascosti dentro le case, in Italia soprattutto al sud, anche per un leggero ritardo mentale e di casi di questo tipo ne conosco parecchi e non c'è mai un'eccezione. Credo che abbiamo molto ma molto da imparare da una parte dell'Europa. E non c'è bisogno di intrevedere una qualche virtù additiva in queste persone tipo scoprirvi l'essenza del Signore o la personificazione di Ganesh, nel terzo millennio credo che basti avere un cuore puro che non cerca sempre disvalori in chi è diverso per segregare l'eccezione dalla norma.

  4. #4
    Iscritto
    Data Registrazione
    20 Dec 2005
    Località
    On ne peut bien écrire que de ce qu'on ignore
    Messaggi
    1,036
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Il mio intento, tuttavia, era innescare uno scambio sul rapporto fra estetica e teologia. Che Dio possa rivelarsi nel bello è abbastanza intuitivo. Che invece si comunichi nell'orrendo, nel deforme, nel mostruoso, ecco, è meno spontaneo da accettare. Beninteso. Non: nonostante sia mostruosa, anche in questa bambina vi sono le vestigia di Dio (il che è ovvio, facile, compassionevole). Ma: proprio perchè è mostruosa, questa bambina è manifestazione di Dio.

    Insomma. Dopo tanta teologia della bellezza, una teologia della bruttezza, del cattivo gusto, del freak. Anti-icone in cui Dio solo può specchiarsi.

    Grazie, B

  5. #5
    simposiante
    Data Registrazione
    16 Jul 2007
    Località
    abitante della terra isolata
    Messaggi
    3,117
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    L'occidente vive diversamente dall'oriente queste situazioni, cioè l'occidente del nostro tempo - l'occidente ateo della tecnica e del nichilismo - ricerca sempre il rimedio - ma rimedio umano, nn divino - nella consapevolezza che l'agire umano è stato privato di limiti di ogni tipo.
    L'oriente la venera, ma l'oriente la considera il frutto di una fatalità, un accadimento di natura "divina", cioè un'accadimento dettato da una necessità superiore alla volontà umana.

  6. #6
    Dubitare Discutere Cooperare
    Data Registrazione
    05 Jul 2006
    Località
    10, 100, 1000 Genchi!!!
    Messaggi
    3,442
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Barsanufio Visualizza Messaggio
    Il mio intento, tuttavia, era innescare uno scambio sul rapporto fra estetica e teologia. Che Dio possa rivelarsi nel bello è abbastanza intuitivo. Che invece si comunichi nell'orrendo, nel deforme, nel mostruoso, ecco, è meno spontaneo da accettare. Beninteso. Non: nonostante sia mostruosa, anche in questa bambina vi sono le vestigia di Dio (il che è ovvio, facile, compassionevole). Ma: proprio perchè è mostruosa, questa bambina è manifestazione di Dio.

    Insomma. Dopo tanta teologia della bellezza, una teologia della bruttezza, del cattivo gusto, del freak. Anti-icone in cui Dio solo può specchiarsi.

    Grazie, B
    E' un tema molto difficile secondo me.

    So quasi nulla delle religioni non monoteiste, ma per esempio nell'antico Egitto le divinita' sia buone che malvage avevano spesso teste di animale, e mi pare ce ne fosse una (Geb?) molto benevola ma bruttissima e deforme, forse venerata come patrono degli ammalati e dei sofferenti?

    Comunque va fatto notare che anche nella nostra religione il diavolo e altri esseri malvagi sono di solito rappresentati come orrendi e mostruosi (soprattutto nelle raffigurazioni pittoriche), ma altre volte invece come ingannevolmente bellissimi (tipico nelle raffigurazioni letterarie). Forse c'e' qualcosa di psicologico in questa dicotomia tra pittura e letteratura? Come a non voler rischiare di disegnarli belli perche' potrebbero confondere chi li vede (mentre il testo scritto e commentato confonde meno facilmente)?

  7. #7
    Forumista
    Data Registrazione
    23 Feb 2010
    Messaggi
    484
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    La manifestazione di Dio secondo me non sta tanto, in questo caso, nella bimba con due facce, ma in quel che ha detto il giovane padre:
    "All'inizio mi ero un po' spaventato poi ho accettato ciò che Dio mi ha dato. Gente da ogni angolo dell'India e anche dall'estero viene qui a vedere la bambina. E' un dono divino. Alcune persone dicono che è come una dea, che ha il volto di una dea".
    Ignoranza? Serena accettazione? Oppure noi cattolici dobbiamo fare tanto di cappello a quelle parole? I genitori si sono fatti fotografare con la piccola. Nel volto del ragazzo, il padre, un'espressione di incredulo stupore. In quello della madre, un po' più di perplessità (è lei che l'ha portata in grembo).
    Due occidentali si sarebbero fatti fotografare con quella figlia? Io non credo.

    Nel thread ho letto anche che noi non c'entramo niente sulle diversità dei figli (voglio dire se nascono omosessuali, con deformità, etc, etc). Io credo che non sempre sia così. Ciascuno di noi incide sui destini del mondo e può essere autore di mali la cui riparazione si abbatte a migliaia di chilometri di distanza.

  8. #8
    ooooWAGLIONEoooo
    Data Registrazione
    05 May 2007
    Località
    NAPOLI
    Messaggi
    3,055
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Barsanufio Visualizza Messaggio
    Il mio intento, tuttavia, era innescare uno scambio sul rapporto fra estetica e teologia. Che Dio possa rivelarsi nel bello è abbastanza intuitivo. Che invece si comunichi nell'orrendo, nel deforme, nel mostruoso, ecco, è meno spontaneo da accettare. Beninteso. Non: nonostante sia mostruosa, anche in questa bambina vi sono le vestigia di Dio (il che è ovvio, facile, compassionevole). Ma: proprio perchè è mostruosa, questa bambina è manifestazione di Dio.

    Insomma. Dopo tanta teologia della bellezza, una teologia della bruttezza, del cattivo gusto, del freak. Anti-icone in cui Dio solo può specchiarsi.

    Grazie, B
    IL titolo del tuo thread, tuttavia, è Baby two faces e la deriva eugenetica.

  9. #9
    Iscritto
    Data Registrazione
    20 Dec 2005
    Località
    On ne peut bien écrire que de ce qu'on ignore
    Messaggi
    1,036
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da waglione Visualizza Messaggio
    IL titolo del tuo thread, tuttavia, è Baby two faces e la deriva eugenetica.
    Infatti. Sapere che il divino può rispecchiarsi nel deforme può consentire all'uomo di accettare il deforme come una sua manifestazione, il che è una ricaduta etica non poco significativa. Invece adesso pare basti la sindrome di Klinefelter o l'esadattilia per far decidere ai genitori di trasformare il bimbo in un rifiuto ospedaliero speciale, e ciò in nome di cosa, se non di un perfettissimo, spietato e tetro idolo di perfezione della forma di cui le palestre, le boutique, le profumerie e le beauty farm del pianeta costituiscono i templi?

    Grazie, Barsanufio

  10. #10
    ooooWAGLIONEoooo
    Data Registrazione
    05 May 2007
    Località
    NAPOLI
    Messaggi
    3,055
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Barsanufio Visualizza Messaggio
    Infatti. Sapere che il divino può rispecchiarsi nel deforme può consentire all'uomo di accettare il deforme come una sua manifestazione, il che è una ricaduta etica non poco significativa. Invece adesso pare basti la sindrome di Klinefelter o l'esadattilia per far decidere ai genitori di trasformare il bimbo in un rifiuto ospedaliero speciale, e ciò in nome di cosa, se non di un perfettissimo, spietato e tetro idolo di perfezione della forma di cui le palestre, le boutique, le profumerie e le beauty farm del pianeta costituiscono i templi?

    Grazie, Barsanufio
    Dare la colpa a milanocollezioni, alle veline e all'acido iarulonico è solo l'ultimo stereotipo in ordine di tempo che ci pulisce un pò la coscienza.

    50 o 100 o 2000 anni fa le condizioni degli storpi, dei deformi e dei diversi non erano mica più facili, vivevano una vita amara e sola senza nemmeno godere del rispetto -anche sociale- che hanno oggi i malati. Prima si pensava che soprattutto un morbo che provocasse deformità e bruttezza, in qualche modo uno se lo fosse cercato, che rispecchiasse un'indole o uno stile di vita o una colpa personale o del progenitore, che fosse infettivo (in effetti alcune lo erano) etcetc...

    Inoltre il narcisismo, se di narcisismo parliamo quando menzioniamo le beauty farm, è qualcosa di un attimino diverso dal 'fondiamo una società di belli', anzi!

    Ma rimaniamo coi piedi per terra.
    Sono strafelice che in una bimba così sfortunata ( e su questo penso che siamo d'accordo tutti ) una società riesca a trovare un plusvalore e che si facciano mille canti e corone di fiori. Mi chiedo però chi sarà quel grande uomo, davvero grande, che l'amerà come donna non come dea, che le darà il primo bacio, che la guarderà negli occhi e le chiederà di avere dei bimbi, che la presenterà agli amici.

    Qualche post fa ho detto che in questi casi l'abitudine conta molto cioè basta non chiudersi in casa e, presto o tardi, nessuno ci fa più caso a quanti occhi hai o quanta distanza c'è tra un occhio e un altro o quanta latenza hai nel rispondere a una domanda. Questo credo sia fondamentale.

    Sarebbe poi interessante sapere se questa bimba oltre ad avere due facce ha anche due 'teste'. E' doveroso almeno chiarire se parliamo di una persona oppure due. Siete turbati quanto me?
    In origine quella bimba doveva essere una coppia di gemelline. Anche qui mille considerazioni sulla vita e sull'anima, quando scende nell'embrione e in che quantità ( uno, due..)


    In questi casi le varianti possibili sono infinite. Io li ho sempre chiamati, da un punto di vista biologico, gli scarti di fabbrica, espressione che non vuole offendere nessuno ma che richiama il concetto che proprio dai pezzi venuti male capisci come funziona una catena di montaggio coi suoi macchinari, contemplando la 'bellezza' del pezzo finale ben riuscito ti puoi fare solo idee approssimative.

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. S.H.A.M. 69 - Angels with dirty faces
    Di Avamposto nel forum Socialismo Nazionale
    Risposte: 24
    Ultimo Messaggio: 26-09-10, 19:58
  2. Berlusconi faces new fraud charge
    Di Metapapero nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 09-10-07, 16:42
  3. Pensioni baby, baby e ancora baby.
    Di stefanopelloni nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 16-04-07, 12:43
  4. New faces
    Di marcejap nel forum Fondoscala
    Risposte: 12
    Ultimo Messaggio: 22-07-05, 22:45
  5. CNN: Berlusconi faces confidence vote
    Di Lollo87Lp nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 8
    Ultimo Messaggio: 28-07-04, 21:04

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226