User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 14
  1. #1
    Forumista
    Data Registrazione
    27 Jul 2010
    Messaggi
    753
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito "Loro" dovrebbero imbracciare i fucili???

    E noi? Cosa dovremmo fare, mettere mano ai bazooka?

    E' veramente allucinante ascoltare certe cose, le provocazioni della parte più ricca aumentano e noi sempre zitti, sempre a subire...

    E' uno dei motivi per i quali io credo nel Partito del Sud e ho intrapreso questo cammino con alcuni amici e spero che questo movimento cresca con l'aiuto di tutti i napolitani e siciliani di buona volontà e disposti ad impegnarsi in prima persona per un cambiamento per la nostra terra.

    E' finito il tempo delle sole rivendicazioni storiche che pur sono una buona base di partenza, e' finito pure il tempo di lamentarsi sommessamente e basta...ci vuole una voce nuova, espressione del popolo meridionale e non avezza ai compromessi con il sistema del belpaese veltrusconiano.

    Ecco il "Chi Siamo" del Partito del Sud:

    ------------------------------------
    L’obiettivo prioritario del Partito del Sud è quello della difesa e promozione della identità, delle istanze e degli interessi del Sud e della comunità meridionale, in Italia e nel mondo. Il partito del Sud si ispira all’azione di Guido Dorso, inascoltato profeta del Sud che nel dopoguerra fondò il Movimento popolare meridionale nella consapevolezza che il superamento delle difficoltà del Sud non poteva avere luogo senza il ricambio ed il rinnovamento della classe politica: rinnovamento, che, secondo Guido Dorso, poteva essere determinato da una nuova classe dirigente e da una rivoluzione delle coscienze indispensabile per favorire nuovi rapporti tra governanti e governati, tra amministratori ed amministrati, tra istituzioni e cittadini. Guido Dorso scriveva nel suo libro “la rivoluzione meridionale”: “No, il Mezzogiorno non ha bisogno di carità, ma di giustizia; non chiede aiuto, ma libertà. Se il mezzogiorno non distruggerà le cause della sua inferiorità da se stesso, con la sua libera iniziativa e seguendo l'esempio dei suoi figli migliori, tutto sarà inutile... “.
    Nel 1861 il Sud era ricchissimo, tanto che, dei 668 milioni che composero il Tesoro Italiano ben 443 appartenevano all'ex “Regno delle Due Sicilie”, ciò significa che un Meridionale era quattro volte più ricco di un settentrionale. Avevamo un apparato industriale all'avanguardia, terzo in Europa e primo d'Italia. Con l'ultima discesa dei Savoia ci è stata smembrata l'economia, distrutto l'apparato industriale, massacrato il Sud in tutte le sue forme, e dopo una guerra civile durata dodici anni, chiamata dai piemontesi lotta di repressione del brigantaggio, dopo aver massacrato oltre un milione di contadini e cittadini che difendevano le loro terre, i loro beni, le loro donne c'è stata una emigrazione di proporzioni bibliche di ben 24 milioni di persone. Oggi l'economia "nazionale" ha le sue basi nel Nord. Tutte le grandi e le piccole fabbriche stazionano tra il Piemonte, la Lombardia (che nel 1861 era la regione più povera d' Europa), il Veneto e l'Emilia Romagna. Le compagnie di assicurazione, le grandi insegne della moderna distribuzione, i grandi centri fieristici internazionali, le compagnie telefoniche? Tutte hanno le loro sedi a Milano, Bologna, Trieste, Genova, Torino. I partiti nazionali di destra e di sinistra, legittimamente difendono gli interessi di quelle compagnie, di quella zona ricca d'Italia. La stessa Confidustria è milanocentrica e fortemente condizionata dalla presenza industriale del Nord. Il partito del Sud è nato per la fragile economia del meridione che stenta a partire; è nato per difendere gli imprenditori strozzati dalle banche del Nord; è nato per difendere l'agricoltura da leggi inique fatte apposta per affogarla nelle pastoie burocratiche; è nato per difendere l'artigianato che un tempo era il nostro vanto e la nostra ricchezza; è nato per dare occupazione ai giovani; è nato per far sviluppare il Sud per renderlo forte economicamente. Solo con un Sud rinato economicamente l'Italia può competere con le grandi nazioni della Terra. Oggi il Sud è mercato del Nord, è colonia del Nord, è sottomessa ai partiti del Nord. Il 70% delle famiglie povere italiane risiede al Sud. Nel Sud il livello di disoccupazione giovanile ha raggiunto la soglia del 70%. Dando forza al partito del Sud si dà forza ai propri sacrosanti diritti, alle proprie aspirazioni. I nostri ragazzi non devono più emigrare. Nel 2005 dal Sud sono emigrati 120 mila giovani, chiamati terroni da coloro i quali si sono arricchiti con il drenaggio fiscale ai danni del Sud praticato dai vari governi di destra e di sinistra dal 1861 ad oggi. Il Partito del Sud si batte per una grande riforma costituzionale che, preveda il Sud come macro-regione confederata con lo Stato nazionale, nel rispetto del patto internazionale sui diritti civili e politici dei Popoli laddove cita che: “ tutti i popoli hanno diritto all’autodeterminazione. In virtu di tale diritto essi decidono liberamente del loro stato politico, ne perseguono liberamente il loro sviluppo economico, sociale e culturale”.
    ------------------

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Forumista
    Data Registrazione
    30 Sep 2007
    Località
    Napoli - RDS
    Messaggi
    546
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Can che abbaia non morde...

  3. #3
    Gaeta resiste ancora!
    Data Registrazione
    05 Dec 2005
    Località
    Nvceria Constantia
    Messaggi
    7,427
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Un grande esponente del ns movimento ha contatti nell'ex URSS !


  4. #4
    INSORGERE E' GIUSTO!
    Data Registrazione
    02 Jun 2006
    Messaggi
    837
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da brigante65 Visualizza Messaggio
    E noi? Cosa dovremmo fare, mettere mano ai bazooka?

    E' veramente allucinante ascoltare certe cose, le provocazioni della parte più ricca aumentano e noi sempre zitti, sempre a subire...

    E' uno dei motivi per i quali io credo nel Partito del Sud e ho intrapreso questo cammino con alcuni amici e spero che questo movimento cresca con l'aiuto di tutti i napolitani e siciliani di buona volontà e disposti ad impegnarsi in prima persona per un cambiamento per la nostra terra.

    E' finito il tempo delle sole rivendicazioni storiche che pur sono una buona base di partenza, e' finito pure il tempo di lamentarsi sommessamente e basta...ci vuole una voce nuova, espressione del popolo meridionale e non avezza ai compromessi con il sistema del belpaese veltrusconiano.

    Ecco il "Chi Siamo" del Partito del Sud:

    ------------------------------------
    L’obiettivo prioritario del Partito del Sud è quello della difesa e promozione della identità, delle istanze e degli interessi del Sud e della comunità meridionale, in Italia e nel mondo. Il partito del Sud si ispira all’azione di Guido Dorso, inascoltato profeta del Sud che nel dopoguerra fondò il Movimento popolare meridionale nella consapevolezza che il superamento delle difficoltà del Sud non poteva avere luogo senza il ricambio ed il rinnovamento della classe politica: rinnovamento, che, secondo Guido Dorso, poteva essere determinato da una nuova classe dirigente e da una rivoluzione delle coscienze indispensabile per favorire nuovi rapporti tra governanti e governati, tra amministratori ed amministrati, tra istituzioni e cittadini. Guido Dorso scriveva nel suo libro “la rivoluzione meridionale”: “No, il Mezzogiorno non ha bisogno di carità, ma di giustizia; non chiede aiuto, ma libertà. Se il mezzogiorno non distruggerà le cause della sua inferiorità da se stesso, con la sua libera iniziativa e seguendo l'esempio dei suoi figli migliori, tutto sarà inutile... “.
    Nel 1861 il Sud era ricchissimo, tanto che, dei 668 milioni che composero il Tesoro Italiano ben 443 appartenevano all'ex “Regno delle Due Sicilie”, ciò significa che un Meridionale era quattro volte più ricco di un settentrionale. Avevamo un apparato industriale all'avanguardia, terzo in Europa e primo d'Italia. Con l'ultima discesa dei Savoia ci è stata smembrata l'economia, distrutto l'apparato industriale, massacrato il Sud in tutte le sue forme, e dopo una guerra civile durata dodici anni, chiamata dai piemontesi lotta di repressione del brigantaggio, dopo aver massacrato oltre un milione di contadini e cittadini che difendevano le loro terre, i loro beni, le loro donne c'è stata una emigrazione di proporzioni bibliche di ben 24 milioni di persone. Oggi l'economia "nazionale" ha le sue basi nel Nord. Tutte le grandi e le piccole fabbriche stazionano tra il Piemonte, la Lombardia (che nel 1861 era la regione più povera d' Europa), il Veneto e l'Emilia Romagna. Le compagnie di assicurazione, le grandi insegne della moderna distribuzione, i grandi centri fieristici internazionali, le compagnie telefoniche? Tutte hanno le loro sedi a Milano, Bologna, Trieste, Genova, Torino. I partiti nazionali di destra e di sinistra, legittimamente difendono gli interessi di quelle compagnie, di quella zona ricca d'Italia. La stessa Confidustria è milanocentrica e fortemente condizionata dalla presenza industriale del Nord. Il partito del Sud è nato per la fragile economia del meridione che stenta a partire; è nato per difendere gli imprenditori strozzati dalle banche del Nord; è nato per difendere l'agricoltura da leggi inique fatte apposta per affogarla nelle pastoie burocratiche; è nato per difendere l'artigianato che un tempo era il nostro vanto e la nostra ricchezza; è nato per dare occupazione ai giovani; è nato per far sviluppare il Sud per renderlo forte economicamente. Solo con un Sud rinato economicamente l'Italia può competere con le grandi nazioni della Terra. Oggi il Sud è mercato del Nord, è colonia del Nord, è sottomessa ai partiti del Nord. Il 70% delle famiglie povere italiane risiede al Sud. Nel Sud il livello di disoccupazione giovanile ha raggiunto la soglia del 70%. Dando forza al partito del Sud si dà forza ai propri sacrosanti diritti, alle proprie aspirazioni. I nostri ragazzi non devono più emigrare. Nel 2005 dal Sud sono emigrati 120 mila giovani, chiamati terroni da coloro i quali si sono arricchiti con il drenaggio fiscale ai danni del Sud praticato dai vari governi di destra e di sinistra dal 1861 ad oggi. Il Partito del Sud si batte per una grande riforma costituzionale che, preveda il Sud come macro-regione confederata con lo Stato nazionale, nel rispetto del patto internazionale sui diritti civili e politici dei Popoli laddove cita che: “ tutti i popoli hanno diritto all’autodeterminazione. In virtu di tale diritto essi decidono liberamente del loro stato politico, ne perseguono liberamente il loro sviluppo economico, sociale e culturale”.
    ------------------
    Ma chi ve la scritto......Quaranta!?! ;-)

  5. #5
    Forumista
    Data Registrazione
    27 Jul 2010
    Messaggi
    753
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da nando- Visualizza Messaggio
    Ma chi ve la scritto......Quaranta!?! ;-)
    Lasciac' sta' a Antonio...e pure al mitico Peppe...

  6. #6
    NO PASARAN
    Data Registrazione
    09 Sep 2007
    Messaggi
    319
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Bossi: ''Io alle riforme''. Berlusconi: ''Lui ministro? Sta male...''


    Il leader del Carroccio conferma che in caso di vittoria del Pdl sarà ministro: ''Non ci sarà pareggio né grande coalizione''. Il Cavaliere frena: ''A me non ha chiesto niente nessuno. E le condizioni di salute sono quelle che sono''. Quindi si mostra ottimista sul risultato del voto: ''Gli ultimi sondaggi aumentano la mia tranquillità'' ma chiede ancora ad Amato di ''ristampare le schede''.
    http://www.adnkronos.com/IGN/Politic...1.0.2047354527


    Insomma in poche parole ci siamo capiti........ stendiamo un velo pietoso.....

  7. #7
    email non funzionante
    Data Registrazione
    03 May 2006
    Messaggi
    38,310
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da vonmeckel Visualizza Messaggio
    Can che abbaia non morde...
    ...il fatto è che 'sto cane si pappa fior fior di quattrini pagati da tutti i contribuenti italiani (anche da quelli all'estero!!!)...e si papperà pure una bella pensione...
    Chissà chi gliel'ha pagata la clinica Hildebrand a Brissago-Canton Ticino, Svizzera.

  8. #8
    email non funzionante
    Data Registrazione
    31 Mar 2008
    Messaggi
    264
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Dopo l'annuncio di Bossi fa seguito anche quello di Lombardo:

    Lombardo e le "armi" dei siciliani. Già che si parla di armi, spunta Raffaele Lombardo, leader del Movimento per l'autonomia e candidato del centrodestra a governatore della Sicilia: "Purtroppo i fucili dei siciliani sono stati caricati per troppo tempo a salve. Quando potremo armarli come si deve, vedremo se e contro usarli". Lo attacca la sua competitrice diretta, Anna Finocchiaro: "Metafora infelice, corregga la caduta di stile". E Lombardo aggiunge: "Oggi i siciliani non hanno più bisogno di armi perché per difendere la nostra terra c'è l'autonomia, ben più efficace della polvere da sparo".

    http://www.repubblica.it/2008/04/sez...-ministro.html

  9. #9
    Sicilia nazione!
    Data Registrazione
    23 Jan 2008
    Località
    Catania - Sicilia
    Messaggi
    1,058
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Napoli Capitale Visualizza Messaggio
    Dopo l'annuncio di Bossi fa seguito anche quello di Lombardo:

    Lombardo e le "armi" dei siciliani. Già che si parla di armi, spunta Raffaele Lombardo, leader del Movimento per l'autonomia e candidato del centrodestra a governatore della Sicilia: "Purtroppo i fucili dei siciliani sono stati caricati per troppo tempo a salve. Quando potremo armarli come si deve, vedremo se e contro usarli". Lo attacca la sua competitrice diretta, Anna Finocchiaro: "Metafora infelice, corregga la caduta di stile". E Lombardo aggiunge: "Oggi i siciliani non hanno più bisogno di armi perché per difendere la nostra terra c'è l'autonomia, ben più efficace della polvere da sparo".

    http://www.repubblica.it/2008/04/sez...-ministro.html

    Non c'é fine al peggio!

  10. #10
    INSORGERE E' GIUSTO!
    Data Registrazione
    02 Jun 2006
    Messaggi
    837
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    per difendere la nostra terra non c'è arma più efficace che ESSERE UOMINI!

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Risposte: 12
    Ultimo Messaggio: 26-06-08, 06:29
  2. Bossi: "Nostri fucili sono sempre caldi"
    Di Saint-Just nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 104
    Ultimo Messaggio: 30-04-08, 10:57
  3. Bossi: "pronti ad imbracciare i fucili" (23esima puntata)
    Di aussiebloke (POL) nel forum Padania!
    Risposte: 33
    Ultimo Messaggio: 10-04-08, 20:39
  4. Lombardo Prova Ad Imitare Bossi:"pronti Ad Armare I Fucili Siciliani"
    Di MircoCurvaSud nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 15
    Ultimo Messaggio: 07-04-08, 21:19
  5. I prossimi Ministri dovrebbero giurare contro il loro "doping"?
    Di Ezechiele (POL) nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 12-02-06, 18:59

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226