User Tag List

Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 26
  1. #1
    email non funzionante
    Data Registrazione
    03 Sep 2006
    Messaggi
    17,551
    Mentioned
    5 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Pedofilia su bimbe di 3 anni. "Vescovo sapeva e ordinò il silenzio". Prete condannato

    http://www.estense.com/?module=displ...80&format=html

    Notizia inserita il 10/4/2008

    Per atti sessuali nei confronti di una decina di bambine
    Condannato a sei anni prete pedofilo


    Sei anni e dieci mesi. Sei anni e dieci mesi per aver compiuto atti sessuali nei confronti di una decina di bambine della parrocchia a lui affidate. Il giudice del tribunale collegiale Caruso (con a latere Oliva e Bighetti) ha accolto ieri pomeriggio la tesi accusatoria del pm Filippo Di Benedetto (e anzi l'ha aumentata nella quantificazione della pena) che aveva chiesto la condanna del prete di 68 anni che nel marzo di due anni fa, quando gestiva un asilo in provincia di Ferrara, venne visto in diverse occasioni compiere atti certo non consoni a un educatore. A maggior ragione per la tunica che indossava e per la funzione svolta all’interno della parrocchia dal sacerdote, che oggi vive in una struttura religiosa del Bolognese.

    L’uomo era stato denunciato da una educatrice che lavorava all'interno dell’organizzazione e che insieme ad altre 27 persone aveva testimoniato per l'accusa e per le parti civili nel giugno dello scorso anno, quando vennero sentiti anche i 10 testimoni della difesa.

    Secondo le testimonianze che si sono susseguite in aula il prete era stato visto compiere atti di libidine, come palpeggiare il sedere delle bambine – tutte tra i 3 e i 6 anni - o infilare caramelle nelle mutandine. Un’altra l’avrebbe baciata in bocca. “Con la lingua” come pare abbia specificato lo stesso imputato durante l’interrogatorio di garanzia.

    Oltre alla pena detentiva, il sacerdote è stato condannato a provvisionali di migliaia di euro nei confronti delle piccole vittime e dei loro genitori, oltre che al pagamento delle spese processuali.

    Per un capo di imputazione il sacerdote è stato assolto, perchè non è stata raggiunta la prova di atti osceni riferiti da una bambina alla madre e alla nonna: la piccola avrebbe dovuto essere chiamata in aula per dire ciò che aveva visto, ma lo stesso magistrato Filippo Di Benedetto ha di fatto rinunciato alla sua testimonianza, per non turbare la bimba stessa.

    “Siamo estremamente soddisfatti; è stata una lunga battaglia per la verità ed oggi è stata fatta piena giustizia” affermano all’uscita dell’aula B del tribunale gli avvocati di parte civile Claudia Colombo e Carlo Bergamasco.

    Ovviamente di parere opposto i legali della difesa: “rispettiamo la decisione ma non la condividiamo”, dicono Giuseppe Pavan e Milena Catozzi. Entro 90 giorni verrà deposita la sentenza. “Attendiamo le motivazioni del giudice” aggiungono i legali, che anticipano già l’intenzione “di fare opposizione e ricorrere in appello”.

    http://www.estense.com/?module=displ...28&format=html

    Notizia inserita il 10/4/2008

    ''Mons. Vecchi mi disse che il nostro incontro non era mai avvenuto''
    Prete pedofilo, la curia sapeva?

    Mentre per sabato 19 aprile è atteso il discorso di Benedetto XVI nella cattedrale di San Patrizio, a New York, un altro caso di pedofilia rischia di scuotere la Chiesa Cattolica. Questa volta il messaggio di allarme parte dalla nostra città, dove ieri il tribunale ha condannato a sei anni e dieci mesi di reclusione un sacerdote per atti sessuali nei confronti di minori.

    Secondo le testimonianze rese in aula da diverse persone che frequentavano la scuola materna all’interno della struttura parrocchiale di cui il prete era responsabile (maestre trimestrali, bidelle, cuoche), l’uomo era stato visto palpeggiare alcune bambine nelle parti intime, accompagnarle in bagno per guardarle orinare, baciarle sulla bocca, infilare una caramella nelle mutandine per poi farla leccare.

    Le vittime avevano tutte tra i 3 e i 6 anni e frequentavano la struttura. Una struttura in provincia di Ferrara ma ricadente nella diocesi di Bologna.

    La domanda che sorge spontanea è come sia possibile che quei terribili fatti siano accaduti senza che nessuno si fosse accorto di nulla. E invece erano stati in diversi ad accorgersene. Già nel marzo 2004, quando due maestre della struttura iniziano a trovare eccessive certe premure del parroco. Da quanto emerso in dibattimento sembra che siano stati contattati anche altre religiosi che avrebbero promesso di intercedere presso la curia. Su questo non è possibile verificare o sapere altro per il momento. Fatto sta che nel maggio dello stesso anno non si verificano più altri episodi e tutto sembra tornare alla normalità.

    Non per le due maestre, che perdono il lavoro. Tra l’altro l’uomo è stato condannato anche per averle palpeggiate in un’occasione. Lui ha ammesso di averle toccate, “per scherzo”.

    Verranno riassunte a settembre, con l’inizio del nuovo anno scolastico delle materne, dietro a vivaci proteste dei genitori degli alunni. Con loro, per volontà del “don”, viene assunta anche una direttrice didattica.

    Non passano dieci giorni dall’inizio del suo nuovo incarico che la donna assiste ad alcune attenzioni verso le bambine che oltrepassavano chiaramente la soglia della decenza. Si confida con le colleghe che per tutta risposta scoppiano a piangere e raccontano cosa hanno visto nei mesi precedenti.

    È sempre lei a convincerle ad andare dalla compagnia dei carabinieri di Ferrara per segnalare il fatto. In via del Campo partono le indagini che, dopo i primi riscontri, portano agli arresti domiciliari dell’uomo. È il 2 marzo del 2005.

    Ma prima di allora si registra un altro fatto allarmante.

    È l’11 novembre e le educatrici informano i genitori di quanto accade nella struttura. Si decide di avvisare i superiori del prete e la direttrice, insieme a un rappresentante dei genitori, si reca a Bologna per incontrare i responsabili della curia. L’incontro avviene l’8 gennaio 2005 di fronte a mons. Ernesto Vecchi.


    Il vescovo ausiliare li riceve. Due frasi in particolare di quel colloquio, due frasi pronunciate dal numero due della curia di Bologna, rimangono impresse nell’educatrice: “quell’uomo è malato” e “questo incontro non è mai avvenuto”.

    Le stesse frasi che la donna ha ripetuto in dibattimento senza venire contestata. Anche mons. Vecchi si è presentato davanti ai giudici, affermando però di non ricordare l’oggetto di quella discussione. Anche al telefono il tenore della voce non è dei più collaborativi: “non intervengo sulla questione – ha detto mons. Vecchi – perché non ho ricevuto nessuna comunicazione dal mio avvocato”. Alla richiesta di conferma se quel colloquio sia avvenuto o meno, si limita a rispondere: “queste sono interpretazioni interessate. Io non dico nulla”.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    email non funzionante
    Data Registrazione
    07 Apr 2009
    Messaggi
    2,150
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    E'vero che ormai c'è una sorta da psicosi da pedofilo, per cuii gente viene messa in croce per i gesti più normali e innocenti, ma se le accuse fossero fondate, non mipare il paragone regga. Baciare con la lingua una bambina di tre anni o infilarli caramelle nelle mutande è ben diverso che aiutarla a calarsi e rimettersi le braghe quando va in bagno.

  3. #3
    email non funzionante
    Data Registrazione
    03 Sep 2006
    Messaggi
    17,551
    Mentioned
    5 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Una delle cose gravi di questa vicenda è che questo prete di 68 anni viene tuttora protetto dall'anonimato dalla stampa complice.

    In questo modo i genitori dei bambini non potranno mai proteggerli dalle attenzioni del prete.

    La sua ex parrocchia è della provincia di Ferrara, ma nella diocesi di Bologna, quindi nella zona di Cento.

  4. #4
    Super Troll
    Data Registrazione
    13 Oct 2006
    Messaggi
    59,182
    Mentioned
    523 Post(s)
    Tagged
    8 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    2

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da ConteMax Visualizza Messaggio
    Una delle cose gravi di questa vicenda è che questo prete di 68 anni viene tuttora protetto dall'anonimato dalla stampa complice.

    In questo modo i genitori dei bambini non potranno mai proteggerli dalle attenzioni del prete.

    La sua ex parrocchia è della provincia di Ferrara, ma nella diocesi di Bologna, quindi nella zona di Cento.
    questo è indecente... come è indecente che nessun cattolico dai "sani principi" dimostri il suo sdgegno per questa vicenda...

  5. #5
    email non funzionante
    Data Registrazione
    03 Sep 2006
    Messaggi
    17,551
    Mentioned
    5 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    http://ilrestodelcarlino.quotidiano....acerdote.shtml

    Gli episodi riferiti in aula sono stati molti e molto di più si sarebbe potuto sapere se a parlare fossero state le bambine vittima degli abusi. Tuttavia, proprio per evitar loro un ulteriore trauma, il pm Di Benedetto ha scelto di non convocarle in aula per testimoniare. Stando ai racconti, in un’occasione il sacerdote, per "correggere" alcuni bambini che avevano pronunciato parole oscene, li avrebbe fatti denudare in bagno e avrebbe improvvisato una lezione di anatomia sui loro corpicini. In più occasioni, l’uomo sarebbe stato visto mentre osservava da vicino le bimbe in bagno, per l’accusa segno evidente di una "indole deviata".

    Sempre secondo le testimonianze, ritenute fondate dalla corte, il sacerdote si era inserito nel menage coniugale della famiglia kosovara che ospitava in parrocchia: non solo aveva messo la moglie contro il marito, al punto da costringerlo a lasciare casa e a vivere in automobile, ma avrebbe anche minacciato i vicini che, vedendolo affamato e infreddolito, gli avevano prestato soldi e fornito cibo. Per non parlare dei baci osceni alla bimba.

  6. #6
    anarchico
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    5,902
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    La Sharia prevede la pena di morte per i pedofili. La chiesa cattolica li protegge. Questo per dire dove sta la civiltà e dove invece sta la barbarie.

  7. #7
    email non funzionante
    Data Registrazione
    31 Jan 2008
    Località
    Non sono né di sinistra, né di centro, né di destra
    Messaggi
    512
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da oggettivista Visualizza Messaggio
    La Sharia prevede la pena di morte per i pedofili. La chiesa cattolica li protegge. Questo per dire dove sta la civiltà e dove invece sta la barbarie.
    Senza tener conto dei cattolici che sbraitano contro i musulmani e la sharia, quando dovrebbero invece guardare casa loro e vigilare quando mandano i loro figli a fare il catechismo.

  8. #8
    Super Troll
    Data Registrazione
    13 Oct 2006
    Messaggi
    59,182
    Mentioned
    523 Post(s)
    Tagged
    8 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    2

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da oggettivista Visualizza Messaggio
    La Sharia prevede la pena di morte per i pedofili. La chiesa cattolica li protegge. Questo per dire dove sta la civiltà e dove invece sta la barbarie.
    a mio avviso sbagliano entrambi... nè pena di morte, ma neppure la protezione... internamento in ospedali psichiatrici, questa sarebbe la soluzione...

  9. #9
    Forumista junior
    Data Registrazione
    09 Feb 2008
    Messaggi
    68
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da oggettivista Visualizza Messaggio
    La Sharia prevede la pena di morte per i pedofili. La chiesa cattolica li protegge. Questo per dire dove sta la civiltà e dove invece sta la barbarie.


    la Sharia prevede che le femmine si possano sposare a otto anni e nove mesi lunari ..altrochè.. e così è ..ad esempio in Sudan

  10. #10
    Super Troll
    Data Registrazione
    13 Oct 2006
    Messaggi
    59,182
    Mentioned
    523 Post(s)
    Tagged
    8 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    2

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da polemista Visualizza Messaggio
    la Sharia prevede che le femmine si possano sposare a otto anni e nove mesi lunari ..altrochè.. e così è ..ad esempio in Sudan
    che schifo...!!

 

 
Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 24-07-13, 19:49
  2. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 08-03-12, 11:06
  3. Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 10-04-10, 14:12
  4. Risposte: 53
    Ultimo Messaggio: 07-06-08, 23:16
  5. Prete condannato per pedofilia. La Curia "violato il Concordato"
    Di ConteMax nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 8
    Ultimo Messaggio: 04-03-08, 23:40

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226