User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 16
  1. #1
    Registered User
    Data Registrazione
    10 Feb 2005
    Messaggi
    601
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Ponte Messina e Federalismo solidale.Azz...

    Ecco già svelato il trucco del circo Padagna.Padron Silvio ha detto chiaro e tondo che il federalismo sarà solidale con tutte le regioni del sud (cioè non si fa un cazzo), che aumenteranno le tasse (le misure impopolari) che le priorità sono il Ponte di Messina, Alitaglia (non Malpensa), e il Libano.
    Finito? No. ha anche detto che chiamerà al governo qualche ministro del PD.
    In 24 ore tutte le balle della lega sono miseramnte smascherate.
    Sarà un autunno caldo.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    rural resistance
    Data Registrazione
    01 Jun 2007
    Località
    Langbardland
    Messaggi
    1,136
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    il cavaliere ha anche detto che bossi sarà un alleato fedele e che seguirà il programma del pdl.
    chi pensa che sia la lega a tenere per le palle il nano malefico si sbaglia alla grande , come al solito è il contrario , anche perchè sappiamo bene tutti ormai che senza i danèe del silvietto la lega sparisce in 2 settimane.

  3. #3
    Registered User
    Data Registrazione
    10 Feb 2005
    Messaggi
    601
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Ronchi di AN ha detto: bene la Lega, ci serve per canalizzare la protesta del nord.
    Capito? Al servizio di Roma in tutto e per tutto.

  4. #4
    www.leganordromagna.org
    Data Registrazione
    06 Mar 2002
    Località
    Romagna Nazione Padana
    Messaggi
    4,777
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    ahahaha ma se non hanno ancora fatto la lista dei ministri ... che preveggenti

  5. #5
    Forumista senior
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    2,845
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Lombard Mod Visualizza Messaggio
    Puoi inserire un link alla fonte giornalistica per favore?
    Dopodichè ti chiederei di inserire questo stesso intervento nel 3d dedicato al 'monitoraggio' dei risultati LN.
    Grazie.

    da RAINEWS24

    Roma | 16 aprile 2008
    Berlusconi: "Momenti difficili, misure impopolari. Federalismo fiscale solidale"

    Silvio Berlusconi
    Vedi anche Vertice tra Pdl e Lega a Palazzo Grazioli per decidere la squadra di governo
    Chiavi politica italiana~ popolo della liberta'



    "Ci saranno momenti difficili e servirà un forte rinnovamento per fare quelle riforme necessarie al Paese. Alcune di queste avranno anche caratteri di impopolarita'". Cosi' Silvio Berlusconi, durante una conferenza stampa a via del Plebiscito, non nasconde la possibilita' che il suo Governo possa assumere decisioni "impopolari", per risanare la situazione economica.
    Il futuro primo ministro non ha anticipato la lista dei ministri mentre ha garantito che il "programma è stato largamente condiviso con Umberto Bossi e la Lega", precisando che "il federalismo fiscale verrà fatto" e che sarà "solidale: Non ci sara' una regione italiana che sarà penalizzata".
    Alitalia al bivio
    Congratulatosi con Lombardo per il risultato ottenuto in Sicilia, Berlusconi ha detto che, per la vicenda Alitalia, incontrerà oggi Bruno Ermolli e Gianni Letta, dopo aver gia' coniato uno slogan: 'Amo l'Italia, volo Alitalia'. Sul destino della compagnia può anche esserci un ritorno alla "primitiva soluzione": un grande gruppo internazionale Alitalia-Klm-Air France.
    Modello Sarkozy
    Sulla squadra di tecnici: "Se in qualche materia c'è qualcuno di particolarmente esperto, anche se non strettamente parte del nostro schieramento, non avremmo nessuna difficolta' ad averlo con noi", ha detto.
    In Europa
    Sul ruolo della Bce serve "un ampliamento delle funzioni, con decisione corale, al di la' della funzione di controllo dell'inflazione". Berlusconi suggerirà ai suoi ministri di dimettersi da parlamentari per lasciare posto a candidati che si ritenevano 'sicuri' e che invece non sono stati eletti.


  6. #6
    Forumista senior
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    2,748
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Lancelot Visualizza Messaggio
    'Amo l'Italia, volo Alitalia'.

    salucc

  7. #7
    piemonteis downunder
    Data Registrazione
    20 Mar 2002
    Località
    sydney
    Messaggi
    3,615
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Always Late In Take-off, Always Late In Arrivals

  8. #8
    Forumista senior
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    2,845
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    da Sole 24Ore



    Elezioni 2008



    Raffaele Lombardo: «La Sicilia? Sarà come l'Irlanda»

    di Nino Amadore


    |
    17 APRILE 2008


    Farò della Sicilia una nuova Irlanda. Raffaele Lombardo, 57 anni, leader del Movimento per l'autonomia e neoeletto presidente della Regione siciliana, lo lascia intendere quando spiega la sua strategia fiscale: «Basta applicare – spiega – la fiscalità di vantaggio alle regioni Obiettivo 1 e la Sicilia, come tutti sanno è tra queste». Catapultato nel frullatore politico romano ribadisce a Silvio Berlusconi che la presenza del Movimento per l'Autonomia al governo «è fondamentale, anche se è prematuro parlare di ministeri».

    Fiscalità di vantaggio lei dice. Ma cosa intende?
    Io dico zero tasse sui prodotti per quelle imprese che investono dalle nostre parti sul modello di quanto è avvenuto in Irlanda. In particolare io dico che la fiscalità di vantaggio va applicata solo ad alcune aree.

    Si tratta di proposte già bocciate dall'Ue?
    C'è un deliberato del parlamento europeo del 2006 che invita la Commissione a riconoscere questo principio. Anche perché una violazione alle norme sulla concorrenza esiste già e avviene con l'erogazione dei Fondi strutturali: chi investe oggi lo fa sapendo di poter contare su finanziamenti che altrove non ci sono. La fiscalità di vantaggio applica lo stesso principio: risparmio per chi investe. Con un vantaggio enorme per lo Stato che non perde soldi per pagare indennità di disoccupazione o altro e per la Ue che non deve erogare nuovi fondi.

    E i territori?
    L'arrivo di nuove imprese genera nuova occupazione e così via in un circolo virtuoso. Oggi la situazione è opposta: in Irlanda ci sono investimenti esteri per 1.500 euro pro-capite, al Sud per 11 euro pro-capite e al Nord per 250 euro pro-capite.

    Nell'agenda politica torna il federalismo fiscale, ma non rischiate di avere interessi diversi lei e Bossi?
    Io credo che Umberto Bossi abbia ragione: le risorse prodotte dal territorio debbono rimanere sul territorio. Noi diciamo che si può fare un federalismo fiscale con un meccanismo perequativo o di solidarietà in una fase di transizione. In poche parole: subito un federalismo solidale per consentire alle regioni più arretrate di mettersi in linea con quelle più avanzate.

    Impresa certo non semplice visto che le regioni del Sud sono ancora indietro nonostante le risorse ricevute.
    La responsabilità è dello Stato centrale. È il centralismo che impedisce alle regioni del Sud di avanzare. L'obiettivo finale è il federalismo con la devoluzione dei poteri e ciò metterà le regioni nelle condizioni di crescere. E poi...

    Dica.
    La Sicilia non avrebbe nemmeno bisogno dei soldi romani: solo dalle tasse sulla produzione di energia elettrica e del petrolio incassa almeno nove miliardi l'anno.

    Il suo predecessore aveva proposto di introdurre nuove tasse proprio nel settore energetico.
    Escluderei di aumentare le tasse. Noi crediamo nel progetto di Berlusconi: le tasse vanno ridotte.

    Il suo movimento è schierato contro i poli industriali di Priolo e di Gela e contro i rigassificatori.
    Il nostro è il vero ambientalismo perché in quelle aree industriali ci sono stati migliaia di morti. Con le aziende di quelle aree avvieremo una discussione serena sul destino di quei territori. Vogliamo prima di tutto capire qual è il vantaggio per la Sicilia e i siciliani. Noi comunque non andremo da loro con il cappello in mano: i grandi gruppi che guadagnano miliardi comincino a portare qualcosa sul territorio e investano anche nel turismo o nell'industria ecocompatibile.

    Siete sempre contro i rigassificatori?
    Io non sono pregiudizialmente contrario, ma dico che sono a favore di impianti convenienti e sicuri. Se dal rigassificatore deriva convenienza per le imprese locali e nessun danno o rischio per la salute allora sono d'accordo.

    Torniamo alla questione della fiscalità. La Sicilia ha l'Irpef e l'Irap al massimo a causa del buco della sanità. Come pensa di procedere?
    Il problema va affrontato in termini molto netti: vanno individuate le aree di spreco e vanno fatti i tagli. Bisogna guardare al modello Lombardia con una sana competizione tra pubblico e privato e la creazione di centri d'eccellenza. Faremo scelte impopolari ma necessarie.

    Ma il piano di rientro va completato.
    Abbiamo una scadenza che è il 30 aprile ma contratteremo con il governo un nuovo termine.

    Ieri è stata nominata l'ex sottosegretario Marianna Li Calzi nel Cda di Unicredit al posto di Salvatore Mancuso, qual è la sua proposta a proposito della partecipazione della Regione?
    La nomina della Li Calzi è solo momentanea visto che io non mi sono ancora insediato e tutto dovrà poi essere rivisto. Quanto alla nostra partecipazione non credo che possa essere conveniente per noi stare in una banca che applica gli stessi tassi di interesse in Sicilia come in Germania.

    E quindi?
    Vanno aiutate le piccole realtà locali, le banche di credito, magari supportandole a mettersi insieme.

    E della banca del Sud cosa dice?
    Bisognerà parlarne. Non penso alla riproposizione di una banca pubblica, di un baraccone che affonda nella sofferenza.

    A parlare del Ponte sullo Stretto rischiamo di essere ripetitivi?
    Già: deve essere fatto e le risorse per farlo ci sono. E le ripeto: cacceremo fuori la mafia.

    Ma ora che è cambiata la maggioranza che fine faranno i fondi che erano stati dirottati nei territori.
    Io non me ne sono accorto. E comunque in Sicilia se servono fondi per altre esigenze li prenderemo dalle risorse dell'Ue.

    [email protected]



    [/font]

  9. #9
    Lombardei mein Vaterland
    Data Registrazione
    30 Jul 2007
    Località
    Brèsa
    Messaggi
    1,421
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Langbard Visualizza Messaggio
    chi pensa che sia la lega a tenere per le palle il nano malefico si sbaglia alla grande , come al solito è il contrario , anche perchè sappiamo bene tutti ormai che senza i danèe del silvietto la lega sparisce in 2 settimane.


    Allora militonti, chi comanda? La lecca o il piduista?

  10. #10
    Lombardei mein Vaterland
    Data Registrazione
    30 Jul 2007
    Località
    Brèsa
    Messaggi
    1,421
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Exclamation Federalismo Solidale

    A Roma il primo vertice del Pdl dopo il successo elettorale
    Il Cavaliere: "L'Mpa avrà un ministro". "Su Bossi garantisco"


    Berlusconi annuncia sacrifici
    "Ci saranno misure impopolari"

    E Fini lancia Giulia Bongiorno alla Giustizia



    ROMA - "Ci saranno misure impopolari". Silvio Berlusconi, al termine del vertice con i leader di Pdl, Lega e Mpa a Palazzo Grazioli parla così nell'esperienza di governo che attende la coalizione di centrodestra. Forte di una maggioranza schiacciante sia alla Camera che al Senato, Berlusconi guarda avanti, mettendo nel cassetto, come già aveva fatto in campagna elettorale, la promessa di "nuovi miracoli". Quel che si vede all'orizzonte, invece, sono "momenti difficili" legati a "riforme necessarie che avranno anche contenuti di impopolarità". Sacrifici e tagli. A partire "dai privilegi e dalle spese nella pubblica amministrazione". Poi la replica a chi considera il futuro esecutivo prigioniero delle scelte della Lega: "Con Umberto Bossi ci sarà identità di vedute su tutti i provvedimenti governativi - assicura Berlusconi - Non ci sarà nessuna regione ad essere penalizzata, ci sarà un federalismo solidale".

    La squadra di governo.
    Dopo aver ampiamente parlato della squadra di governo, oggi Berlusconi si fa cauto: "Attendo la nomina del capo dello Stato". Confermando, però, la presenza di 4 donne nell'esecutivo. Ed è a questo punto che Fini lancia l'idea di mettere Giulia Bongiorno, noto legale di molti personaggi noti (Andreotti su tutti), alla Giustizia. E si fa sentire pure l'Mpa di Raffaele Lombardo che rivendica, con successo, un ministero. E chissà che il Cavaliere non decida di seguire il modello Sarkozy. Ovvero di inserire nel governo personalità dello schieramento avverso. "E' un modello che abbiamo inaugurato noi" dice Berlusconi, riferendosi a particolari "competenze tecniche" di personalità del centrosinistra di cui potrebbe usufruire il prossimo esecutivo. Esplicito riferimento alla nomina di Giuliano Amato alla Convenzione europea che fu confermata dal suo governo. Per adesso, comunque, la lista sembra ancora da fare. Tanto che alla fine, Bossi sbotta: "Non abbiamo combinato niente. Finchè non si fanno i nomi prima di fare l'elenco completo passano i secoli. Comunque noi avremo 4 ministri".

    Quello che è certo è che, come previsto della riforma Bassanini, il governo sarà composto da 60 membri tra ministri, segretari e sottosegretari. Una squadra che "dovrà poter operare immediatamente" e che "conosca già per esperienza la macchina dello Stato" dice Berlusconi. E che si confronti con il governo ombra annunciato da Veltroni. "Su ogni provvedimento - spiega il Cavaliere - sarà possibile confrontarsi per i nostri ministri con un solo interlocutore, il che determina una dialettica molto più positiva ed efficace".

    Conti pubblici.
    Sullo stato dei conti Berlusconi anticipa la creazione di "una commissione per fotografare, quella che si chiama 'due diligence', i conti pubblici che la sinistra ci ha lasciato".

    Ballottaggio a Roma.
    Berlusconi, infine, si dice anche certo che nel ballottaggio per sindaco di Roma fra Gianni Alemanno e Francesco Rutelli "gli elettori de La Destra e anche gli elettori dell'Udc si uniranno a noi".

    (16 aprile 2008)

    http://www.repubblica.it/2008/04/sez...sacrifici.html

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. FEDERALISMO RIGOROSO E SOLIDALE?
    Di Tyr nel forum Lega
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 01-10-10, 01:50
  2. il ponte di messina ?? si chiamerà PONTE SILVIO :):):)
    Di luca18 nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 13-06-08, 01:21
  3. Avremo un federalismo solidale
    Di Alex il Rosso nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 10
    Ultimo Messaggio: 16-04-08, 17:14

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226