User Tag List

Risultati da 1 a 2 di 2
  1. #1
    Forumista senior
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    2,845
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Inciucio in vista (con buona pace dei gonzi)

    da Corsera


    Teatro del faccia a faccia ancora una volta la casa di Gianni Letta

    Quell'incontro segreto tra Silvio e Walter

    Il futuro premier e il leader del Pd hanno già avuto modo di confrontarsi su Alitalia e commissario Ue


    ROMA - Il dialogo è iniziato. Berlusconi e Veltroni hanno avuto un primo colloquio riservato. Ed è un dettaglio se i due si siano visti l'altra sera a casa di Gianni Letta — come testimoniano i movimenti delle scorte addette alla sicurezza — o se si siano solo sentiti. È certo comunque che il futuro premier e il leader del Pd hanno iniziato a discutere sui rapporti tra maggioranza e opposizione.
    Il rendez-vous — secondo fonti autorevoli — non è servito solo ad affrontare la questione delle «regole del gioco». Al centro del colloquio ci sono stati infatti anche altri temi: dal «caso Alitalia» — che passa nelle mani del prossimo governo — fino al sostituto di Frattini alla Commissione europea, nomina che invece Prodi rivendica e non vuol lasciare a Berlusconi. «Casa Letta» evoca la stagione della Bicamerale e dei rapporti tra il Cavaliere e D'Alema sulle riforme istituzionali. Ma il segno del colloquio dell'altro ieri tra Berlusconi e Veltroni è assai diverso rispetto a quello del '97, anche perché il tema della legge elettorale — ad esempio — sarebbe stato per ora accantonato. «È l'ultima delle nostre preoccupazioni», ha spiegato il leader del Pdl dopo il colloquio.
    È vero che sullo sfondo già si staglia lo scoglio referendario del prossimo anno, ma la tesi del futuro premier è che l'attuale sistema di voto vada «difeso, magari aggiornato con alcune modifiche, perché ha dimostrato di essere valido»: «D'altronde, proprio con questa legge elettorale è stato sconfitto il disegno centrista». Insomma, una «buona azione di governo», unita a una «buona relazione con l'opposizione» e all'avvio delle riforme, a detta del Cavaliere, depotenzierebbe l'appuntamento del 2009 fino a renderlo inoffensivo.
    E non c'è alcun dubbio che il rafforzamento del bipartitismo stia molto a cuore al leader democratico, convinto anche lui che non si debbano aprire varchi a eventuali terzi poli. Perciò l'incontro di ieri mattina tra Casini e D'Alema ha irritato l'inquilino del Loft, ed è parso ai dirigenti del centrodestra come «la risposta all'asse tra Berlusconi e Veltroni». Di qui l'interrogativo che si è posto Matteoli: «Il leader del Pdl è ben disposto, molto più che in passato, a dialogare con il Pd. Il punto è: con quale Pd?».
    Il timore che tra i democratici sia iniziata una resa dei conti dopo la sconfitta elettorale allarma la nuova maggioranza: «Quando Prodi ufficializza le sue dimissioni da presidente del Pd — prosegue Matteoli — e quasi lega questo annuncio al fatto che sarà lui a decidere il successore di Frattini in Europa, bisogna capire se dietro c'è un disegno. Siccome circola voce che alla Commissione voglia andarci D'Alema, se Prodi nominasse il ministro degli Esteri uscente farebbe un favore a Veltroni. Perché con D'Alema a Bruxelles, il leader del Pd avrebbe campo libero in Italia. Ma io non credo al buonismo di Prodi...».
    Infatti tra i possibili sostituti di Frattini si parla di Enrico Letta e soprattutto di Fassino. Una cosa però è certa: Berlusconi vuol garantirsi con il suo (ex) sfidante, quelle che proprio Veltroni chiama «le regole della buona convivenza». Raccontano che il Cavaliere abbia dato assicurazioni all'interlocutore, pronto a confrontarsi a patto che il dialogo non venga utilizzato per alimentare strumentalmente divisioni nel Pd.

    L'interesse a un solido rapporto politico oggi è reciproco: per Veltroni è un modo di consolidare il ruolo di capo indiscusso dell'opposizione, per Berlusconi è l'opportunità di governare senza l'ansia di dover fronteggiare in Parlamento una controparte barricadera e pregiudizialmente ostile. Perché in agenda ci sono molte questioni: l'Alitalia, certo, ma anche riforme in materia giudiziaria ed economica, che ieri — guarda caso — l'ambasciatore americano in Italia ha definito «necessarie». E nel Pdl è opinione comune che il dialogo con il Pd sia «necessario». Il segretario del Pri Nucara lo ha ribadito a Fini: «Teniamoci stretti Veltroni, ce n'è bisogno in vista di una fase difficile. È alto il rischio che abbia ragione Cossiga e che scoppino tensioni sociali, con la sinistra radicale fuori dal Parlamento». Fini ha condiviso, ed è corso con la mente «al primo maggio», «alle piazze d'Italia piene di bandiere rosse»: «E finché sarà così, va bene...». Va bene che Berlusconi e Veltroni abbiano iniziato a dialogare.
    Francesco Verderami
    17 aprile 2008

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Forumista senior
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    2,845
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    ..zzo, menomale che adesso sono arrivati i liberisti con il vento del nord...

    da Corsera

    Alitalia, via all'intesa bipartisan

    Prestito da 100 milioni. Berlusconi: per Air France parlerò con Sarkozy


    (Ansa) ROMA — Un decreto bipartisan per allungare la vita a Alitalia forse attraverso una linea di credito, probabilmente, da 100 milioni, a tassi di mercato che il Tesoro attiverebbe a favore della compagnia, a brevissimo termine. Sotto la lente dell'Ue. Il governo Prodi lo emanerebbe la prossima settimana. Il governo Berlusconi lo dovrebbe convertire entro i successivi 60 giorni.
    È questo il patto uscito dall'incontro tra il sottosegretario Enrico Letta, insieme con il direttore generale del Tesoro, Vittorio Grilli e il sottosegretario all'Economia, Massimo Tononi, e i consiglieri di Berlusconi, Gianni Letta e Bruno Ermolli. In una parola l'esecutivo uscente manterrebbe in vita Alitalia, escludendone il commissariamento, purché il governo entrante s'impegni a privatizzare al più presto. Il tempo così guadagnato servirebbe a trovare una soluzione. Francese.

    Berlusconi starebbe seriamente provando a convincere Air France a tornare al tavolo, al punto da offrire la propria mediazione con l'Eliseo: «È un'ipotesi di cui si può discutere e di cui sarò lieto di discutere una volta che avrò l'incarico e che sarò a Palazzo Chigi anche con il presidente francese Nicolas Sarkozy» ha detto ieri. Ma l'ipotesi francese sarebbe fortemente osteggiata dal Carroccio. «Alitalia deve fare una sola cosa — ha detto ieri il leghista Roberto Maroni —: liberare gli slot a Malpensa». La condizione è tra le più indigeste per Air France-Klm: si tratta di mettere a disposizione i diritti di traffico che prima erano operati su Malpensa e che l'Enac (organismo che regola l'aviazione civile) ha trasferito a Fiumicino. Per i francesi significa concedere a un avversario, tipo Lufthansa, di farle concorrenza in Italia. Da Malpensa. Letta e Letta si vedranno la prossima settimana. In mancanza di aperture di Air France- Klm, si tornerà all'ipotesi del commissariamento, che in teoria aprirebbe le porte alla cordata italiana, al momento però molto debole. Mancherebbe infatti il completamento di un'alleanza internazionale: Lufthansa non sarebbe disposta a fare da socio di minoranza. Quanto alla russa Aeroflot, ieri ha detto di non essere interessata a un «rientro in gara». Ma di questo parleranno oggi in Sardegna Berlusconi e il presidente russo Vladimir Putin.
    Antonella Baccaro
    18 aprile 2008

 

 

Discussioni Simili

  1. PDL-La Destra inciucio in vista
    Di BrigateFeline nel forum Destra Radicale
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 11-03-08, 20:04
  2. Inciucio In Vista
    Di blogger nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 13-01-08, 22:09
  3. Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 09-07-07, 10:17
  4. Per chi ha la vista buona...
    Di Chris76 nel forum Aviazione Civile
    Risposte: 13
    Ultimo Messaggio: 29-05-04, 00:37
  5. Pace a tutti i costi? Una storia già vista?
    Di bluemax (POL) nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 01-02-03, 22:17

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226