User Tag List

Risultati da 1 a 8 di 8
  1. #1
    piemonteis downunder
    Data Registrazione
    20 Mar 2002
    Località
    sydney
    Messaggi
    3,615
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito canone rai e servizio pubblico

    La RAI come servizio pubblico di un moderno paese europeo...
    Mi piacerebbe sapere quanto costa al pubblico questo spot pro-vaticano. Adesso per par condicio la rai offrira' lo stesso spazio a chi crede che siano tutte panzane per vendere souvenir e rimbecillire la gente?


    TELEVIDEO RAI

    Padre Pio, cerimonia in diretta RaiUno

    Dalle 10.50 in diretta tv il grande e-
    vento dell'ostensione del corpo di Pa-
    dre Pio a San Giovanni Rotondo.

    In attesa 15.000 fedeli; 5.000 le sedie
    disposte sul sagrato della nuova chiesa
    di San Pio; Dopo la messa solenne, si
    seguirà la processione fino alla cripta
    che espone il corpo del "Frate" di Pie-
    tralcina. Sono 750 mila i fedeli che
    hanno prenotato la visita alla cripta.

    La diretta di oggi è curata da RaiUno e
    da Rai Vaticano, in collaborazione con
    Tele Radio Padre Pio.



    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Simply...cat!
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Brescia,Lombardia,Padania
    Messaggi
    17,080
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    La differenza tra il protestantesimo e il cattolicesimo è anche su queste cose.
    I cattolici,soprattutto quelli dei Paesi latini,adorano idolatrare le spoglia,le ossa,le statuette piangenti e i presunti santi.
    La Fede dovrebbe essere una questione privata e non una pagliacciata fatta di stigmate,statuette piangenti e robe varie.

  3. #3
    Mé rèste ü bergamàsch
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    13,041
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    È uno scandalo! Ma come, il giullare di pietrelcina sì, e il pomodoro di san gennaro senza diretta televisiva?!?

    No comment sui 15.000 che invece di lavorare vanno a ringraziare le buffonate che han permesso loro di campare con quattrini più o meno disonesti per decenni, no comment sull'indecenza di mamma - puttana - rai.


  4. #4
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    15,765
    Mentioned
    11 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da aussiebloke Visualizza Messaggio

    Adesso per par condicio la rai offrira'
    lo stesso spazio a chi crede che siano
    tutte panzane per vendere souvenir e
    rimbecillire la gente?
    chi si reca in quel luogo, lo fa per fede,
    chi ritiene che queste siano panzane,
    faccia in modo di essere migliore di loro.......

  5. #5
    naufrago
    Data Registrazione
    14 Apr 2009
    Località
    La me car Legnàn
    Messaggi
    22,957
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Sul fatto che anche la chiesa lucri spropositatamente sulla (a mio parere) creduloneria della gente è un dato oggettivo. Basti guardare su cosa si basa l'economia di petralcina e dei paesini limitrofi: vendita di reliquie "sante". Evito ulteriori commenti, pur non volendo mancare di rispetto a chi vuole credere a certi "dogmi" (che ovviamente, per far sì che qualcuno non veda smaterializzarsi il suo potere terreno, fa comodo che persistano).

  6. #6
    Mé rèste ü bergamàsch
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    13,041
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Padre Pio = creduloneria = danaro su danaro su cui campare senza far niente

    Padre Pio e il miracolo economico
    del turismo religioso: 100 mln l'anno


    Fiorenti soprattutto il business degli articoli religiosi e quello dell'accoglienza dei fedeli


    http://www.corriere.it/cronache/08_a...4f02aabc.shtml

    FOGGIA - È sicuramente collaterale alla forte religiosità e a una devozione ormai mondiale per Padre Pio ma certamente il Santo da Pietrelcina non ha solo acceso i riflettori su questo centro del Gargano, ma ha anche promosso un grande ospedale, la casa Sollievo della Sofferenza, tra i più moderni del Mezzogiorno, sorto nel 1956 e che oggi conta un migliaio di posti letto e 26 reparti. Ma S.Giovanni Rotondo è soprattutto una delle principali mete del turismo religioso. Quasi tutta l'economia della città ruota attorno alla figura di San Pio da Pietrelcina: dalle coroncine del rosario ai parcheggi per gli autobus.

    CENTO MILIONI DI EURO ALL'ANNO - Un business da oltre cento milioni di euro ogni anno. Il più vistoso è certamente quello legato alla vendita di articoli religiosi sulle bancarelle. Moltissimi, infatti, i commercianti che sono diventati ricchi proprio vendendo per strada coroncine, calendari e immagini del santo. Business importante anche quello legato alle oltre 140 strutture di accoglienza per i fedeli. Un business che dà lavoro a circa quattromila persone solo a San Giovanni Rotondo, mentre sono tremila quelli dell'indotto. Numeri che fanno parlare di una sorta di miracolo economico se si pensa che nel territorio di San Giovanni Rotondo, in piena zona interna garganica, il tasso di disoccupazione è il 5% in meno della media regionale.

    25 aprile 2008



    Verrebbe da dire: fuori i mercanti dal Tempio...

  7. #7
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    15,765
    Mentioned
    11 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Bèrghem Visualizza Messaggio



    Verrebbe da dire:
    fuori i mercanti dal Tempio...

    il turismo religioso è una realtà
    viva e positiva e chi lo pratica,
    è fortemente motivato.....

    pensa un po' se invece della
    famosa italsider, il sud avesse
    avuto alcune decine
    di san giovanni rotondo......

  8. #8
    piemonteis downunder
    Data Registrazione
    20 Mar 2002
    Località
    sydney
    Messaggi
    3,615
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Maxadhego Visualizza Messaggio
    pensa un po' se invece della
    famosa italsider, il sud avesse
    avuto alcune decine
    di san giovanni rotondo......
    Qualcun altro ha gia' avuto l'idea....

    ARTICOLO QUI

    La Stampa 21 aprile 2008

    Il fruttivendolo con le stimmate

    In paese una folla di secuaci:
    «E' lui il nuovo Padre Pio»

    RAFFAELLO MASCI
    INVIATO A MONTECORVINO (Salerno)

    Tutto dice che potrebbe essere il padre Pio del XXI secolo: da sei anni ha le stimmate che emanano odore di viola, va in estasi e parla in aramaico, in Quaresima soffre la passione di Gesù sul suo corpo, in casa ha immagini sacre che lacrimano, e al suo seguito comincia a formarsi una piccola folla di fedeli. Eppure Giulio Massa, lo «stimmatizzato di Montecorvino» è l’opposto di ciò che si può immaginare: un uomo giovane (38 anni), struttura da rugbista, jeans e camicia a quadretti, un bel viso sereno con un velo di barba, stretta di mano decisa, un sorriso solare, una passione per la cucina che coltiva preparando manicaretti di cui tutto il paese parla. Non è un religioso, non ha incarichi parrocchiali né appartiene a gruppi ecclesiali. Ha, invece, un grande negozio di alimentari e frutta nella frazione Macchia di Montecorvino, in provincia di Salerno, e lo gestisce insieme con la moglie Lucia, bellezza mediterranea, bruna e con gli occhi azzurri. La coppia ha due bambini: una femmina di sei anni e un maschietto di otto mesi.

    Non c’è nulla in lui, insomma, che faccia pensare a qualcosa di particolare. Tuttavia Giulio, a iniziare dalla Quaresima del 2002, è una persona toccata da una eccezionalità forte, addirittura sovvertitrice: «Dio lo ha scelto come segno», o almeno così dicono quelli che gli stanno vicino e che conoscono la sua vicenda. Lui non parla, in quanto vincolato al silenzio dalle autorità ecclesiastiche a cui esprime rispetto e obbedienza. In paese, però, la storia la sanno tutti, lui è una persona riservata ma trasparente: indossa dei guantini ginnici per nascondere ferite di cui tutti conoscono la natura. E’ così nota la sua condizione a Montecorvino che lui stesso ci scherza su: «E’ lei la mia vescova» dice, presentando la ragazza del bar vicino al suo negozio, e che gli versa un’acqua tonica.

    La sua storia, che ricostruiamo attraverso testimoni oculari e dirette, inizia la Quaresima di sei anni fa. Sul suo corpo, nell’arco di qualche settimana, cominciano ad apparire quei segni evidenti che siamo soliti chiamare stimmate: le «cinque piaghe del Signore», più una forte ecchimosi sulla spalla destra (ipoteticamente il segno della Croce trascinata fino al Calvario). L’approccio di Giulio e della moglie - persone allora religiose ma senza particolare zelo - è il più razionale: vanno da un dermatologo. Ma dopo qualche giorno inizia un nuovo fenomeno: Giulio ha delle estasi che durano in genere una decina di minuti, durante le quali parla prima in una lingua ignota e, poi in italiano. Gli psichiatri, che nel frattempo si sono associati al consulto medico, non riscontrano in lui patologie note. Ma dato che durante le estasi gli parla (o gli parlerebbe) nientemeno che Gesù, la cosa prende subito un’altra piega. A questo punto nella vita di Giulio entra don Luigi Maione, parroco di Ogliastro Cilento, e prete esperto della materia che ormai si appalesa come soprannaturale. Don Luigi inizia a seguire Giulio e anche a registrare le sue estasi con una telecamera (a oggi sono circa 150 quelle documentate). Gli esperti vaticani cui il sacerdote sottopone le registrazioni non hanno dubbi: durante le estasi Giulio parla in aramaico, la lingua di Gesù, e poi traduce in italiano lo stesso testo.

    Dal 2005 a questi fenomeni si associano anche le lacrimazioni: di una statua della Madonna di Medjugorje, di una immagine di padre Pio, di una stampa che rappresenta il Cuore misericordioso di Gesù. Infine c’è un crocifisso da tavolo che trasuda olio e sale in continuazione. «Durante la settimana santa - raccontano in paese - è stato un vero massacro: Giulio ha vissuto nella sua carne la passione del Signore».

    Gerardo Pierro, arcivescovo metropolita di Salerno, frena: «Questo ragazzo - dice - forse mi è stato presentato una volta, in un contesto pubblico, ma non l’ho mai voluto incontrare personalmente. Ho preferito affidare l’indagine a un mio collaboratore che sta raccogliendo un dossier. Ho solo consigliato di fare riferimento agli esperti della congregazione per le cause dei santi, in Vaticano, che sono esperti nel discernere fenomeni di questo genere. So bene - aggiunge il prelato - che il confine tra la patologia psichiatrica e il soprannaturale è spesso labile. Quindi io non voglio dire nulla, finché questa indagine non sarà conclusa».

    Secondo una fonte molto attendibile, l’incaricato che l’arcivescovo ha investito dell’indagine sarebbe il vicario generale della diocesi, Marcello De Majo, il quale poco prima di Pasqua avrebbe prodotto una relazione e ne avrebbe messo a parte non solo la sua diocesi ma anche «altre diocesi campane», in quanto il «fenomeno Giulio» travalica i confini della sua parrocchia. Anche se lo «stimmatizzato» è vincolato al silenzio può tenere una sorta di catechesi «e così - racconta - faccio dei cenacoli in alcune chiese, qui e a Cava de’ Tirreni. Il giovedì ci riuniamo per l’adorazione del Santissimo, recitiamo la corona alla Madonna e io faccio un breve commento a ogni mistero del Rosario. E poi vivo sereno, mi occupo della mia famiglia, del mio lavoro. Il giovedì pomeriggio e la domenica, quando il negozio è chiuso, mi dedico al Signore. Quanto a tutto il resto, io mi rimetto all’autorità del vescovo, e faccio quello che lui mi dice».

 

 

Discussioni Simili

  1. Servizio pubblico.
    Di ventunsettembre nel forum Padania!
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 04-07-12, 15:54
  2. Servizio pubblico!
    Di Tommy nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 08-05-12, 09:19
  3. Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 12-03-12, 12:33
  4. Servizio Pubblico, Canone RAI, contraddittorio cattolico.
    Di Zdenek nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 20
    Ultimo Messaggio: 18-01-09, 16:39
  5. Il servizio pubblico
    Di pensiero nel forum Il Seggio Elettorale
    Risposte: 22
    Ultimo Messaggio: 12-10-05, 15:56

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226