[Generazione Europa]Integrazione continentale sudamericana
Trieste, 24 aprile 2008

COMUNICATO STAMPA CON CORTESE PREGHIERA DI PUBBLICAZIONE

Oggetto: Integrazione continentale sudamericana
Generazione Europa, nell’ambito dei suoi auspici per un mondo multipolare, esprime soddisfazione per il consolidamento del progetto di Integrazione continentale sudamericana su base socialista fortemente voluto dal presidente venezuelano Hugo Chavez.
La vittoria di Fernando Lugo alle elezioni paraguayane ha evidenziato come i sudamericani siano ormai stufi della sudditanza dei loro governi alle direttive provenienti da Washington.
In seguito agli ottimi risultati ottenuti da Hugo Chavez sono sempre di più i popoli latino-americani che affidano il loro futuro a esponenti socialisti e patriottici: l’Argentina della “presidenta” Christina Kirchner, l’Ecuador di Rafael Correa, la Bolivia di Evo Morales, il Nicaragua del sandinista Daniel Ortega, il Paraguay di Fernando Lugo e, in forma più moderata, il Brasile di Ignacio Luis Lula e il Cile di Michelle Bachlet, le forze di opposizione in Perù, Colombia, Messico e il costante orgoglio della rivoluzione cubana.
Quello che una volta era il “cortile di casa” degli interessi nordamericani ha deciso di ribellarsi alla forza sfruttatrice dell’imperialismo capitalista.
La buona salute del progetto bolivarista è evidenziata anche dall’iniziativa congiunta dei presidenti venezuelano e brasiliano di strutturare un Consiglio di Difesa Sudamericano, una vera e propria Anti-Nato, che negli intenti dei promotori servirà a rafforzare la sovranità territoriale ed economica dei paesi aderenti.
Il sogno, che fu di Ernesto Che Guevara di un’unità continentale sudamericana è sempre più vicino alla sua realizzazione.


Generazione Europa