User Tag List

Risultati da 1 a 6 di 6

Discussione: MTV: omologa et impera

  1. #1
    Forumista senior
    Data Registrazione
    05 May 2009
    Messaggi
    3,847
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito MTV: omologa et impera

    MTV: omologa et impera

    L’Impero americano, così come si è venuto a delineare dopo il 1945, è un caso unico nel suo genere. Quelli precedenti procedevano “manu militari” all’acquisizione di nuove terre, e poco interessava inculcare la propria ideologia, il proprio “way of life”, alle popolazioni colonizzate. Tipico è l’esempio dell’Impero Romano, dove venivano tollerate tutte le religioni e culture locali, ovviamente a patto che non minassero l’autorità costituita.
    Con la fine della II Guerra Mondiale, inizia una battaglia culturale fatta di propaganda tra USA ed URSS, ma che annienta tutte le tradizioni culturali tipiche dei paesi conquistati.

    Col crollo del Comunismo, oggi la scena mondiale è completamente in mano a Washington. Per soggiogare le popolazioni mondiali, si decide di imporre i propri riferimenti culturali, facendoli diventare “mode”, cancellando così una tradizione millenaria come quella europea per esempio.
    Ovviamente si colpiscono le fasce più facilmente influenzabili: i giovani.
    Uno degli strumenti preferiti è la musica. Sin dal 1945 le truppe americane fanno conoscere il “rock & roll” ai giovani europei, per continuare con l’imposizione di miti musicali che dura fino ai giorni nostri, anche se molto spesso di artistico non c’è quasi nulla.
    Vero e proprio “strumento di guerra” è MTV (acronimo di Music Television”), il canale originariamente solo musicale che col tempo verrà trasmesso in quasi tutto il Mondo.

    L’emittente viene fondata il 1 Agosto del 1981 e prodotta da MTV Networks, una consociata della holding statunitense Viacom. Le prime immagini trasmesse, furono un montaggio dell’Apollo 11 che sbarca sulla Luna piantando non la bandiera a stelle a strisce, bensì una di MTV. Il primo video trasmesso fu “Video killed the radio stars” (Il video ha ucciso le stelle della radio”).
    Infatti, profeticamente, questa è stata negli anni la sua vera forza. Se inizialmente i video musicali erano quasi amatoriali, spesso scene tratte da concerti live, col passare degli anni si sono sempre più raffinati, arrivando ultimamente a coinvolgere grandi firme del cinema.
    In breve tempo, gli artisti prettamente radiofonici, quelli che curavano l’aspetto qualitativo della musica, vennero scavalcati da “artisti” che si occupavano più dell’aspetto visivo e modaiolo, si prendano ad esempio i fenomeni del “rap” e delle “boy band”. Il risultato è stato un incredibile decadimento del livello qualitativo della “musica di massa”.
    Avendo una diffusione mondiale, MTV diventa il canale privilegiato per le multinazionali americane, che investono massicciamente sulla pubblicità del canale, arrivando perfino a sponsorizzare interi “eventi” musicali. Ciò ha un duplice effetto: da un lato far diventare “figo” tutto ciò che è griffato dalle multinazionali, senza ovviamente considerare i danni che esse creano nel mondo; dall’altro mette a disposizione dell’emittente enormi fondi per soppiantare gli altri modi di diffondere musica, diventando a sua volta il metro per valutare le cose: se è su MTV va bene, se no è “roba per vecchi”.
    Questo fa sì che i giovani dei vari paesi del mondo siano sempre più omologati (stessi vestiti, stessa musica, stesso cibo, stessi locali) e sempre più in balia delle multinazionali e dei loro guadagni.
    Il marketing degli ultimi anni spinge molto su campagne finto-progressite, così anche MTV si adegua. Vengono creati “eventi” dove si finge di battersi per ambiente, fame nel mondo, ecc, ben sapendo che a nulla serviranno, ma nel frattempo si vendono spazi pubblicitari alle aziende colpevoli di crimini e misfatti, fingendo di lavarsi la coscienza.
    Anche a livello musicale si spinge sempre più l’acceleratore. Da un lato vengono “create” finte star che musicalmente non valgono nulla, ma che si vendono bene a livello d’immagine (Britney Spears valga per tutte), salvo poi rovinare loro la vita inserendole in un meccanismo perverso fatto di scoop e reality show perversi. Dall’altro si “attaccano” i generi musicali nati come ribelli, per evitare che i giovani seguano stili differenti: Avril Lavigne ed il suo “ finto-punk” sono un caso emblematico.
    Nel corso degli anni, proprio per controllare meglio le menti dei giovani, MTV da vita alle televisioni nazionali, nasce, per esempio, MTV italia.
    Ma ormai, MTV ed i suoi potenti padroni, non si accontentano più di imporre mode e musiche, esagerano e “impongono” una vera e propria MTV-morale.
    Vengono messi in onda reality show semplicemente allucinanti, dove ragazzi/e cercano fidanzati/e tra persone improbabili, sulla vita di pseudo artisti che la stessa MTV ha creato dal nulla (la Spears, Jessica Simpson, i Kardashian,ecc.) oppure di vecchie glorie del rock completamente rincoglionite e, penso piene di debiti (si veda Ozzy Osbourne), fino ad arrivare ad uno sconcertante programma in cui una sconosciuta vietnamita dichiara di essere bisex davanti alle telecamere lasciandosi andare a ridicole contorsioni erotico-amorose tra celebrolesi palestrati ed improbabili lesbiche.(A shot with love with Tila Tequila).
    Vorrei segnalare anche un geniale programma di pseudo-educazione sessuale condotto da una veejay, termine inventato per descrivere ragazzette/i incapaci ma dall’aspetto “interessante” che presentano i vari programmi, e da un ex concorrente del “Grande Fratello”….assolutamente adatti al ruolo, non c’è che dire!

    Insomma, parafrasando un vecchio motto romano, l’Impero Americano ha adottato una politica di dominio semplice quanto ingegnosa, “omologa et impera”, e MTV ne è certamente l’arma preferita.

    Manuel Zanarini

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Forumista senior
    Data Registrazione
    05 May 2009
    Messaggi
    3,847
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Chi ci sarà mai dietro MTV? Proprio non riesco ad immaginarmelo...

    Domanda men che retorica.
    Chi si cela dietro il nefasto network MTV che diffonde per il globo la peggiore immondizia made in USA, promuove l'inculturamento della non-cultura anglosassone e le gioie della società multirazziale?
    La risposta è facilissima, MTV è proprietà della VIACOM, il terzo dei nove giganti globali USA che monopolizzano il mondo dell'informazione e dell'intrattenimento.
    Ma chi è il ricchissimo magnate a capo di cotanto cumulo di spazzatura?

    Questo tipetto qui:



    il miliardario Murray Rothstein (un israelita che ha americanizzato il suo nome in Sumner Redstone), già proprietario della tv americana Cbs, della casa cinematografica Paramount, delleditrice Simon & Schuster e della multinazionale di noleggi video Blockbuster. Ma è Mtv il vero veicolo planetario della sua influenza. Mtv raggiunge il 50% delle case americane, 117 milioni di famiglie in Europa, e un miliardo di adolescenti negli altri continenti grazie ai suoi satelliti che "illuminano" Asia, Australia e America Latina. Quel che McDonald è per il fast-food, Mtv è per la musica: fast-music in sequenza continua. Mtv ha profitti altissimi, perché il suo prodotto base non le costa niente: sono i videoclips che le Case discografiche discografiche producono per reclamizzare cantanti e complessi, e che sono ben felici di cedere gratis a MTV, che li diffonde nel pianeta. Poichè ipnotizza centinaia di milioni di giovani, Mtv è il veicolo pubblicitario preferito dalle grandi marche mirate sugli adolescenti, dalla Coca alla Nike ai cosmetici per ragazzine. Mtv, dunque, diffonde pubblicità gratuita (i videoclips) infarcita da pubblicità a pagamento (le inserzioni).

    Ma il profitto non è tutto. «Mtv è un modo di vita», come ama dire il presidente Redstone.
    La sua ambizione - coronata da successo - è diffondere nel mondo uno stile di vita. Ha inventato un linguaggio, quello dei videoclips: torrenti di suoni, colori a ritmo sapientemente infernale, caratteristiche che mantiene anche nei rari programmi non-musicali. Per esempio, la tv dei giovani diffonde "telegiornali" di un minuto, con interviste da 10 secondi: tutto breve e rapido, nella convinzione, non errata, che la durata dellattenzione (attention span) degli adolescenti non superi i 60 secondi. Ma in quella manciata di secondi, a ritmo travolgente, il network globale riesce a veicolare perfettamente lideologia che vuole impartire: trasgressività facile, edonismo standardizzato, ribellismo giovanile (con l'occhio al marketing), tutto condito da piccole dosi di "impegno" per le "buone cause" politicamente corrette: la lotta all'Aids, all'inquinamento, per i diritti dei gay.

    Fonte: http://kaliyuga.blog.excite.it/permalink/197780

  3. #3
    Lombardei mein Vaterland
    Data Registrazione
    30 Jul 2007
    Località
    Brèsa
    Messaggi
    1,421
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

  4. #4
    Forumista senior
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    2,845
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Propongo quale antidoto alla globalista MTV ascoltare insieme questo bel brano irlandese dei Wolfstone (gruppo considerato in passato vicino all'IRA) tradotto in lingua corsa da un bel gruppo vicino alla Resistenza di quella Terra

    http://www.dailymotion.com/search/ca...rale-cup_music

  5. #5
    Forumista senior
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    2,845
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Un altro brano de I Muvrini, grande gruppo corso sempre in prima fila nel riaffermare il legame con la propria bellissima terra

    http://dailymotion.alice.it/relevanc...spettami_music

  6. #6
    Lombardei mein Vaterland
    Data Registrazione
    30 Jul 2007
    Località
    Brèsa
    Messaggi
    1,421
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Come terapia io consiglio un po di questa

    http://www.youtube.com/watch?v=eaXAbTvP1HE

 

 

Discussioni Simili

  1. Dividi et impera!
    Di Il Barone nel forum Regno delle Due Sicilie
    Risposte: 9
    Ultimo Messaggio: 30-05-09, 15:36
  2. Dividi Et Impera?
    Di Gonzalo nel forum Regno delle Due Sicilie
    Risposte: 13
    Ultimo Messaggio: 20-02-08, 13:22
  3. Divide et impera...
    Di Kobra nel forum Centrodestra Italiano
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 03-07-07, 22:26
  4. Il masochismo impera
    Di Nebbia nel forum Etnonazionalismo
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 23-06-05, 13:19

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226