User Tag List

Risultati da 1 a 8 di 8
  1. #1
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    01 Oct 2010
    Messaggi
    5,137
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito com'è la proposta del ps d'az sui prodotti sardi?

    ho sentito di sfuggita la radio... la storia dei soldi che chiede la grande distribuzione per far "vendere" aziende sarde nei loro punti vendita...

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Sardista po s'Indipendentzia
    Data Registrazione
    31 Aug 2005
    Messaggi
    2,004
    Mentioned
    4 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito LA NUOVA (Sardegna), 8 maggio 2008

    Pronta una proposta per modificare la legge sul commercio e una denuncia all’Antitrust
    Schiavi della grande distribuzione

    Denuncia del Psd’Az: i produttori vessati da balzelli incredibili

    Chiesti fino a 50mila euro per arrivare sugli scaffali

    di Giovanni Bua

    CAGLIARI. Alcuni fanno pagare il contributo per «l’anniversario». Altri quello per la ristrutturazione. Tutti pretendono cifre salate per «l’inserimento», oltre a sconti e partecipazione alle promozioni. Sono solo alcuni dei «balzelli» che i produttori alimentari devono pagare alla grande distribuzione.

    Balzelli possono arrivare a gravare a tal punto sul costo del prodotto, da annullare di fatto il guadagno del produttore.
    A denunciare la situazione i consiglieri regionali del Psd’Az Paolo Maninchedda e Giuseppe Atzeri, e il responsabile delle politiche del commercio del partito, il consigliere provinciale di Nuoro Gianfranco Congiu. «Siamo arrivati all’assurdo — spiega Maninchedda — il valore del prodotto viene completamente assorbito dallo scaffale che lo espone. Questo, aggiunto a pagamenti fatti con lunghissime dilazioni, sta di fatto mettendo in ginocchio il sistema produttivo dell’isola. Che non può reagire in nessuna maniera, visto che la grande distribuzione abusa del suo potere».
    E proprio il presunto abuso di posizione dominante è il primo obiettivo che il Partito Sardo d’Azione vuole colpire. «Abbiamo già pronta una segnalazione all’Antitrust — sottolinea Maninchedda — nonostante il vuoto politico in materia infatti c’è una forte presenza normativa che ci appoggia».
    E proprio a colmare il vuoto politico denunciato servono le altre proposte del Psd’Az: correggere la legge regionale sul commercio; modificare il piano delle grandi strutture di vendita (attualmente all’esame della Commissione Industria della Regione) e subordinare la concessione delle autorizzazioni a una serie di condizioni.
    «Serve — precisa Maninchedda — la definizione di un numero minimo di fornitori locali, l’obbligo di segnalare in etichetta i prodotti a basso chilometraggio, l’obbligo di indicare nello scontrino la precentuale di spesa sarda. E soprattutto la creazione di un modello di contratto minimo garantito che disciplini forniture e listing free d’ingresso, pagamenti, promozioni e premi». Proprio sui costi d’ingresso, e promozioni e premi puntano il dito gli esponenti del partito. Nello studio preparato da Gianfranco Congiu emerge infatti che i produttori devono affrontare tutta una serie di costi «Diffcilmente comprensibili — attacca il consigliere provinciale — visto inoltre che gravano solo sui prodotti alimentari e non su quelli ad esempio d’abbigliamento». Tra questi sconti fissi che oscillano tra l’8 e il 12 per cento, contributi promozionali che arrivano fino al 27 per cento, e una serie di costi che vanno dai 750 euro che una catena di supermercati chiede come «contributo anniversario», ai 9000 che un’altra catena chiede per «contributo nuova apertura», ai «premi inserimento» (che si pagano per vedere i propri prodotti sugli scaffali) che vanno dai 20 mila ai 50 mila euro.
    «Non è un attacco frontale alla grande distribuzione — conclude Giuseppe Atzeri — ma la denuncia di un problema che sta assumendo dimensioni enormi. La grande distribuzione in Sardegna sta provocando un effetto devastante. E non solo tra i produttori ma anche tra i piccoli rivenditori. Nel 2006 sono state 313 le piccole imprese che hanno chiuso i battenti. Dato triplicato nel 2007, con oltre 1000 serrande abbassate, di cui 577 nell’Area Vasta».


    http://www.regione.sardegna.it/docum...0508090510.pdf

  3. #3
    Sardista po s'Indipendentzia
    Data Registrazione
    31 Aug 2005
    Messaggi
    2,004
    Mentioned
    4 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito L’UNIONE SARDA, 8 maggio 2008

    Psd’Az: modifiche alla legge

    «Gdo: sugli scaffali serve più spazio per i prodotti sardi»

    Il peso dei piccoli negozi, in Sardegna, è sceso negli ultimi dieci anni dal 41% al 21%.
    Una perdita secca, coincisa con l’avanzata dalla grande distribuzione organizzata. Un’avanzata da regolare, anche con l’obiettivo di favorire una maggiore presenza di produzioni locali.
    E per evitare «posizioni dominanti che, anche attraverso una serie di imposizioni contrattuali, portano ad erodere il margine di ricchezza del produttore e del fornitore». Così Paolo Maninchedda, consigliere regionale del Psd’Az che, con accanto il collega Giuseppe Atzeri, ha annunciato una segnalazione all’Antitrust, ma anche la modifica della legge 5 del 2006 sul commercio e del Piano delle grandi strutture di vendita, approvato dalla Giunta ma ora all’attenzione (determinante) della commissione Industria.

    OBIETTIVI.
    La modifica del Piano della Gdo, ha spiegato Maninchedda in una conferenza stampa, è finalizzata a subordinare la concessione all’apertura «di un modello contrattuale minimo definito dalla Regione per la fornitura di prodotti agroalimentari alla Gdo sarda che disciplini forniture e listing free d’ingresso, pagamenti, promozioni, premi».
    Gianfranco Congiu, avvocato, consigliere provinciale a Nuoro, ha illustrato nel dettaglio una serie di oneri alla base degli accordi di fornitura, a partire dal contributo di inserimento, «una sorta di tassa che il produttore paga per entrare nel circuito». Per Congiu c’è la necessità di «colmare un vuoto normativo» che, di fatto, può tradursi «in pratiche commerciali abusive che possono consistere, per esempio, nell’imporre direttamente o indirettamente prezzi di acquisto, di vendita o altre condizioni di transazione non equi». O, ancora, è un’altra considerazione di Congiu, «si arriva a subordinare la conclusione di contratti all’accettazione di prestazioni supplementari che non hanno alcun nesso con l’oggetto dei contratti stessi».

    LA POLEMICA. Oggi, è stato evidenziato dai consiglieri sardisti, chi fornisce la Gdo nel settore food (alimentare) viene coinvolto in una spirale di «prestazioni accessorie che nulla hanno a che fare con la distribuzione in senso stretto». Non solo campagne promozionali o iniziative di marketing, giustificabili, «ma onerosi contributi di inserimento, premi di fine anno, contributi per gli anniversari e persino per l’apertura di un nuovo punto vendita».
    «Non è accettabile», ha evidenziato Atzeri, «che in Sardegna ci sia il dominio del più forte sul più debole. Per questo è già in itinere una segnalazione all’Antitrust».
    Nessun attacco alla grande distribuzione, è stato evidenziato,ma la necessità di far rispettare le regole. Non a caso, «la Ue ha già avviato un’indagine sulla grande distribuzione e su un presunto abuso di posizione dominante».

    PRODOTTI LOCALI. I sardisti, con la modifica del Piano della Gdo, puntano anche «a definire un numero minimo di fornitori locali, con l’obbligo di segnalare in etichetta i prodotti locali, a “basso chilometraggio” e, ancora», ha evidenziato Maninchedda, «l’obbligo di indicare nello scontrino la percentuale di spesa sarda». (e. d.)


    http://www.regione.sardegna.it/docum...0508094323.pdf

  4. #4
    Sardista po s'Indipendentzia
    Data Registrazione
    31 Aug 2005
    Messaggi
    2,004
    Mentioned
    4 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

  5. #5
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    01 Oct 2010
    Messaggi
    5,137
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    bravi,ottima iniziativa!

  6. #6
    Registered User
    Data Registrazione
    16 Mar 2006
    Messaggi
    392
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Questa è davvero una iniziativa importante che dovrebbe essere affiancata da una indagine sul territorio, magari chiedendo la collaborazione sia dei produttori che dei movimenti indipendentisti....
    Son sicuro che ne vedremo delle belle!

  7. #7
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    01 Oct 2010
    Messaggi
    5,137
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da sa socca Visualizza Messaggio
    Questa è davvero una iniziativa importante che dovrebbe essere affiancata da una indagine sul territorio, magari chiedendo la collaborazione sia dei produttori che dei movimenti indipendentisti....
    Son sicuro che ne vedremo delle belle!
    i partiti identitari sardi dovrebbero battere molto su temi che interessano l'economia ,altro che fare alleanze con altri partiti,i voti verrebbero di conseguenza.

  8. #8
    Registered User
    Data Registrazione
    16 Mar 2006
    Messaggi
    392
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Su pisìttu Visualizza Messaggio
    i partiti identitari sardi dovrebbero battere molto su temi che interessano l'economia ,altro che fare alleanze con altri partiti,i voti verrebbero di conseguenza.

    Assolutamente d'accordo!

 

 

Discussioni Simili

  1. Proposta di legge lombarda per promuovere i prodotti locali
    Di Auriga nel forum Regno delle Due Sicilie
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 27-10-08, 08:50
  2. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 23-07-08, 12:29
  3. Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 11-02-08, 21:39
  4. acquistiamo prodotti sardi!!!
    Di Pisittu nel forum Sardegna - Sardìnnia
    Risposte: 80
    Ultimo Messaggio: 10-04-07, 20:42
  5. SARDIGNA NO EST ITALIA. La Sardegna non è italiana, i sardi sono sardi.
    Di marianeRUJU nel forum Sardegna - Sardìnnia
    Risposte: 36
    Ultimo Messaggio: 02-01-07, 21:06

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226