User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 17
  1. #1
    www.radicalsocialismo.it
    Data Registrazione
    26 Jul 2005
    Località
    milano
    Messaggi
    3,338
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito STAMPA TEDESCA: "Italia paese rozzo e alla deriva"

    «Per l´illuminista Gotthold Ephraim Lessing, gli italiani erano come mosche, quelle che si nutrivano della carcassa di Roma antica. Duecento anni più tardi, Rolf Dieter Brinkmann descrive la Roma degli anni settanta come un luogo in declino, dominata da rumore, cattivi odori e pubblicità.

    Contrariamente a una voce diffusa in tutta Europa l'Italia e gli italiani non sempre sono stati popolari». È questo l´inizio del pesante articolo sugli italiani, pubblicato dal quotidiano tedesco Sueddeutsche Zeitung, dal titolo «Rozzi nell'animo».

    L´immagine del Bel Paese è in caduta libera in tutta Europa, ma soprattutto in Germania. E quest´articolo ne spiega le ragioni. Riprendendo nel titolo una citazione dal traduttore di Dante in tedesco, Rudolf Borchardts, descrive come l´Italia sia un Paese alla deriva, con le tonnellate di rifiuti che la camorra blocca a Napoli.
    Ma ciò che stupisce di più è l'assenza di intellettuali italiani capaci di stimolare dibattiti nei salotti in Germania e, soprattutto, l´allontanamento totale dei tedeschi dall´Italia, fatta eccezione per le sue spiagge.

    Ma è un attacco soprattutto alla politica e a chi ha voluto il successo della destra e di Berlusconi:
    «Il neo-sindaco di Roma, crede di poter attirare l'attenzione sulla città minacciando di demolire l'unica opera contemporanea riuscita in centro: il museo dell'Ara Pacis di Richard Meier», scrive l'autore dell'articolo, Gustav Seibt, chiedendosi come abbia fatto l´esponente di un partito post-fascista (che è più a destra di Joerg Haider, nota) a conquistare la Capitale, mentre Silvio Berlusconi è stato «eletto per la terza volta, alla luce del giorno, nonostante gli insuccessi, le promesse non mantenute e gli imbrogli a suo unico vantaggio».


    «Sono lontani più di un decennio i tempi in cui le librerie tedesche erano piene di opere di scrittori e storici italiani e quando nomi come Umberto Eco o Carlo Ginzburg influenzavano il dibattito» in Germania, scrive la Sueddeutsche Zeitung. Da notare come Wagenbach, la casa editrice molto importante per gli autori italiani in passato, ora pubblica per lo più scrittori che provengono dalla Spagna o dal Sudamerica. Per non parlare poi del cinema italiano: gli unici film che arrivano all'estero sono i lamenti del simpatico Nanni Moretti.

    Ma la situazione descritta dall´articolo della Sueddeutsche Zeitung è ancor più desolante quando si passa in rassegna l´attualità. «Cosa ci arriva dall'Italia di oggi?», si chiede il giornalista e poi comincia a fare un lungo e pietoso elenco: «Vediamo immagini al Senato, dove dei vecchi fanno a pugni, mangiano mortadella in pubblico e poi innaffiano il tappeto rosso con il prosecco. L´oppositore più importante è un comico grasso che fa battute ad personam (Beppe Grillo).

    E il problema più urgente è l'incapacità delle amministrazioni locali di togliere l´immondizia dalle strade». L´articolo si occupa anche dei cittadini italiani, che usano i luoghi più belli dell'Italia come «discariche private», lasciando per strada televisioni, materassi e frigoriferi.

    Per non parlare del calcio italiani: «i teppisti e i tifosi sono altrettanto razzisti e pronti alla violenza dei loro colleghi della Sassonia o Brandeburgo», scrive il quotidiano di Monaco di Baviera. Il calcio italiano è «una grande macchina per far soldi» e i suoi protagonisti si fanno ingaggiare come «modelli di biancheria intima, "testimonial" di un sessismo disinvolto».

    A loro si guarda con «tranquillità» come modelli da seguire, non fosse che lo stesso capo di governo, Berlusconi, si fa notare per il suo «primitivo modo di abbordare» le donne.

    Dietro a tutto ciò, c'è infine una fondamentale «mancanza di solidarietà nella società italiana», che mette a rischio la coesione dell´Italia come nazione. Insomma, un articolo che il titolo ben sintetizza: «Rozzi nell'animo».
    La chiesa dice che la Terra è piatta, ma io so che è rotonda, perché ne ho visto l'ombra sulla Luna, ed ho più fiducia in un'ombra che nella chiesa.
    Ferdinando Magellano

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    email non funzionante
    Data Registrazione
    03 May 2006
    Messaggi
    38,310
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito

    Cos'è, una ripetizione?...:

    Italiani: Rozzi nell'animo... ( 1 2 3 4 5 ... Ultima pagina)
    T34

  3. #3
    Osservatore del teatrino
    Data Registrazione
    28 May 2009
    Messaggi
    14,089
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Max69 Visualizza Messaggio
    «Per l´illuminista Gotthold Ephraim Lessing, gli italiani erano come mosche, quelle che si nutrivano della carcassa di Roma antica. Duecento anni più tardi, Rolf Dieter Brinkmann descrive la Roma degli anni settanta come un luogo in declino, dominata da rumore, cattivi odori e pubblicità.

    Contrariamente a una voce diffusa in tutta Europa l'Italia e gli italiani non sempre sono stati popolari». È questo l´inizio del pesante articolo sugli italiani, pubblicato dal quotidiano tedesco Sueddeutsche Zeitung, dal titolo «Rozzi nell'animo».

    L´immagine del Bel Paese è in caduta libera in tutta Europa, ma soprattutto in Germania. E quest´articolo ne spiega le ragioni. Riprendendo nel titolo una citazione dal traduttore di Dante in tedesco, Rudolf Borchardts, descrive come l´Italia sia un Paese alla deriva, con le tonnellate di rifiuti che la camorra blocca a Napoli.
    Ma ciò che stupisce di più è l'assenza di intellettuali italiani capaci di stimolare dibattiti nei salotti in Germania e, soprattutto, l´allontanamento totale dei tedeschi dall´Italia, fatta eccezione per le sue spiagge.

    Ma è un attacco soprattutto alla politica e a chi ha voluto il successo della destra e di Berlusconi:
    «Il neo-sindaco di Roma, crede di poter attirare l'attenzione sulla città minacciando di demolire l'unica opera contemporanea riuscita in centro: il museo dell'Ara Pacis di Richard Meier», scrive l'autore dell'articolo, Gustav Seibt, chiedendosi come abbia fatto l´esponente di un partito post-fascista (che è più a destra di Joerg Haider, nota) a conquistare la Capitale, mentre Silvio Berlusconi è stato «eletto per la terza volta, alla luce del giorno, nonostante gli insuccessi, le promesse non mantenute e gli imbrogli a suo unico vantaggio».


    «Sono lontani più di un decennio i tempi in cui le librerie tedesche erano piene di opere di scrittori e storici italiani e quando nomi come Umberto Eco o Carlo Ginzburg influenzavano il dibattito» in Germania, scrive la Sueddeutsche Zeitung. Da notare come Wagenbach, la casa editrice molto importante per gli autori italiani in passato, ora pubblica per lo più scrittori che provengono dalla Spagna o dal Sudamerica. Per non parlare poi del cinema italiano: gli unici film che arrivano all'estero sono i lamenti del simpatico Nanni Moretti.

    Ma la situazione descritta dall´articolo della Sueddeutsche Zeitung è ancor più desolante quando si passa in rassegna l´attualità. «Cosa ci arriva dall'Italia di oggi?», si chiede il giornalista e poi comincia a fare un lungo e pietoso elenco: «Vediamo immagini al Senato, dove dei vecchi fanno a pugni, mangiano mortadella in pubblico e poi innaffiano il tappeto rosso con il prosecco. L´oppositore più importante è un comico grasso che fa battute ad personam (Beppe Grillo).

    E il problema più urgente è l'incapacità delle amministrazioni locali di togliere l´immondizia dalle strade». L´articolo si occupa anche dei cittadini italiani, che usano i luoghi più belli dell'Italia come «discariche private», lasciando per strada televisioni, materassi e frigoriferi.

    Per non parlare del calcio italiani: «i teppisti e i tifosi sono altrettanto razzisti e pronti alla violenza dei loro colleghi della Sassonia o Brandeburgo», scrive il quotidiano di Monaco di Baviera. Il calcio italiano è «una grande macchina per far soldi» e i suoi protagonisti si fanno ingaggiare come «modelli di biancheria intima, "testimonial" di un sessismo disinvolto».

    A loro si guarda con «tranquillità» come modelli da seguire, non fosse che lo stesso capo di governo, Berlusconi, si fa notare per il suo «primitivo modo di abbordare» le donne.

    Dietro a tutto ciò, c'è infine una fondamentale «mancanza di solidarietà nella società italiana», che mette a rischio la coesione dell´Italia come nazione. Insomma, un articolo che il titolo ben sintetizza: «Rozzi nell'animo».
    che dire...... spietati... ma c'è piu' di qualche fondo di verità.
    X

  4. #4
    Mauro V.
    Ospite

    Predefinito

    è sempre la stessa solfa...se il popolo vota i comunisti allora è buono e intelligente e colto.
    altrimenti è rozzo, tonto e cattivo...
    anche far passare un ideologo della sinistra pesudo-simil-comunista come "STAMPA TEDESCA"...
    che spirito.



  5. #5
    Osservatore del teatrino
    Data Registrazione
    28 May 2009
    Messaggi
    14,089
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Mauro V. Visualizza Messaggio
    è sempre la stessa solfa...se il popolo vota i comunisti allora è buono e intelligente e colto.
    altrimenti è rozzo, tonto e cattivo...
    anche far passare un ideologo della sinistra pesudo-simil-comunista come "STAMPA TEDESCA"...
    che spirito.


    incredibile come voi berlusconisti dividiate la gente in comunisti e non-comunisti...

    possibile che non esistano categorie che esulino da tale dualità??
    X

  6. #6
    Access
    Ospite

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Mauro V. Visualizza Messaggio
    è sempre la stessa solfa...se il popolo vota i comunisti allora è buono e intelligente e colto.
    altrimenti è rozzo, tonto e cattivo...
    anche far passare un ideologo della sinistra pesudo-simil-comunista come "STAMPA TEDESCA"...
    che spirito.


    un conto e' votare formazioni politiche, un conto votare partiti-azienda.
    non si tratta di votare i "comunisti" o i non comunisti.
    ma scegliere fra politici e affaristi meneghini con frequentazioni mafiose ( e affinita' valoriali con quel mondo, al punto che Bagarella e Mandala', per citare solo due esempi, si riconoscono nel tycoon arcorensis) che sono scesi in campo per darsi alla "politica", ossia per veicolare la cultura del mangano eroe all'interno delle istituzioni.

  7. #7
    Mauro V.
    Ospite

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Alexeievic Visualizza Messaggio
    incredibile come voi berlusconisti dividiate la gente in comunisti e non-comunisti...

    possibile che non esistano categorie che esulino da tale dualità??
    è che siamo un po' stufi (noi PD e PDL) del fatto che, invece di andare a capire i motivi della stra-vittoria del PDL e della posizione del PD, si va sempre ad usare insulti per bollare una realtà senza ragionarci.
    anche ora che Veltroni collabora insieme al Presidente Berlusconi per il governo, viene subito bollato come inciucio e dittatura, quando è semplicemente il normale processo di governo di un paese normale, di un paese che vuole risolvere i propri problemi e non perpetrare certe categorie politiche da stadio o da anni 50.




  8. #8
    Access
    Ospite

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Mauro V. Visualizza Messaggio
    è che siamo un po' stufi (noi PD e PDL) del fatto che, invece di andare a capire i motivi della stra-vittoria del PDL e della posizione del PD, si va sempre ad usare insulti per bollare una realtà senza ragionarci.
    anche ora che Veltroni collabora insieme al Presidente Berlusconi per il governo, viene subito bollato come inciucio e dittatura, quando è semplicemente il normale processo di governo di un paese normale, di un paese che vuole risolvere i propri problemi e non perpetrare certe categorie politiche da stadio o da anni 50.



    la constazione dei fatti, caro bananas, non e' insulti.
    e' constatazione dei fatti.

  9. #9
    email non funzionante
    Data Registrazione
    22 Mar 2008
    Messaggi
    415
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Mauro V. Visualizza Messaggio
    è sempre la stessa solfa...se il popolo vota i comunisti allora è buono e intelligente e colto.
    altrimenti è rozzo, tonto e cattivo...
    anche far passare un ideologo della sinistra pesudo-simil-comunista come "STAMPA TEDESCA"...
    che spirito.


    No la solfa è un altra. Assolutamente un altra. E il fatto che tu ancora non l'abbia capita dimostra che sei stupido.

    (Trasparenza, buona amministrazione, popolo che non si incazza per cose che in altri paesi provocherebbero come minimo un linciaggio...)

  10. #10
    moderatore di bachelite
    Data Registrazione
    12 Aug 2002
    Località
    Germania
    Messaggi
    44,150
    Mentioned
    82 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Mauro V. Visualizza Messaggio
    è che siamo un po' stufi (noi PD e PDL) del fatto che, invece di andare a capire i motivi della stra-vittoria del PDL e della posizione del PD, si va sempre ad usare insulti per bollare una realtà senza ragionarci.
    anche ora che Veltroni collabora insieme al Presidente Berlusconi per il governo, viene subito bollato come inciucio e dittatura, quando è semplicemente il normale processo di governo di un paese normale, di un paese che vuole risolvere i propri problemi e non perpetrare certe categorie politiche da stadio o da anni 50.



    guarda che ormai non ci crede più nessuno qui su pol che tu sia del Pd e tantomeno di csx
    puoi tranquillamente gettare la maschera, non c'è problema

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Risposte: 50
    Ultimo Messaggio: 28-07-12, 19:30
  2. Monicelli : "Ma l'Italia ora è alla deriva"
    Di libpensatore nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 31-08-08, 14:13
  3. La "SZ" guarda l'Italia: «Paese rozzo e alla deriva»
    Di GABRIELS nel forum Destra Radicale
    Risposte: 24
    Ultimo Messaggio: 14-05-08, 15:46
  4. Stampa tedesca: "Si, l'italia è in declino".
    Di alexeievic nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 149
    Ultimo Messaggio: 28-12-07, 13:42
  5. Stampa tedesca:"Mafia in finale"
    Di Der Wehrwolf nel forum Padania!
    Risposte: 18
    Ultimo Messaggio: 08-07-06, 17:38

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226