User Tag List

Risultati da 1 a 6 di 6
  1. #1
    lupo della sila
    Ospite

    Predefinito Roma,comunità ebraica contraria a intitolare strada ad Almirante

    Roma,comunità ebraica contraria a intitolare strada ad Almirante

    Reuters - Mar 27 Mag - 19.14ROMA (Reuters) - Il presidente della comunità ebraica di Roma ha condannato oggi l'idea di intitolare una strada della capitale al leader storico del Movimento Sociale Italiano Giorgio Almirante, sostenuta invece dal neo-eletto sindaco di Roma Gianni Alemanno.
    [center]

    "La mia opinione, così come quella della nostra comunità, è di totale condanna", ha detto oggi il presidente della comunità ebraica romana Riccardo Pacifici, alla fine della visita di oggi del ministro dell'Interno Roberto Maroni alla Sinagoga di Roma .
    "Io conservo a casa i documenti della (rivista) 'La Difesa della Razza': lui (Almirante) è stato complice di un regime tirannico che ha portato alla persecuzione e allo sterminio degli ebrei. Certo non è colpevole di aver ucciso nessuno, ma è stato complice di quel regime che credo non meriti di essere ricordato", ha continuato, riferendosi alla pubblicazione di epoca fascista di cui Almirante è stato segretario di redazione dal 1938 al 1942.
    La proposta era stata lanciata qualche giorno fa da Francesco Storace, ex dirigente missino già ministro e attuale segretario del partito "La Destra", e raccolta successivamente dal neo-sindaco della capitale Alemanno, anche lui, fino alla svolta di Fiuggi da cui nacque Alleanza Nazionale, giovane dirigente dell'Msi.
    "Nei confronti di Giorgio Almirante c'è grande rispetto da parte di tutti noi - aveva detto pochi giorni fa Alemanno ai giornalisti a margine di un convegno - Credo che sia giusto aprire in consiglio comunale il dibattito sull'intitolazione di una strada col suo nome".
    E ieri nel primo consiglio comunale Alemanno ha ribadito l'idea dio dedicare una strada non solo ad Almirante, ma anche allo scomparso segtetraio del Pci Enrico Berlinguer, a Bettino Craxi e ad Aminore Fanfani.
    Nato nel 1914, funzionario e ufficiale di brigata della Repubblica Sociale Italiana costituita da Benito Mussolini nel nord Italia col sostegno dei nazisti dopo l'8 settembre 1943, nel dopoguerra Almirante partecipò alla fondazione dell'Msi, di cui fu deputato e segretario. Nel 1987 lasciò il posto proprio a Gianfranco Fini, già leader di An e attuale presidente della Camera.
    Nonostante in gioventù avesse sostenuto le leggi razziali e nella Rsi avesse partecipato alle operazioni contro i partigiani, Almirante - considerato un brillante oratore - fu un avversario rispettato dal Pci e dalla sinistra, e ai suoi funerali, nel 1988, parteciparono l'allora presidente della Camera Nilde Jotti e lo storico dirigente comunista Giancarlo Pajetta.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    lupo della sila
    Ospite

    Predefinito

    e mo che farà Alemanno?

  3. #3
    lupo della sila
    Ospite

    Predefinito

    E Romagnoli ritirerà il comunicato fatto ?

  4. #4
    TORINO E' GRANATA
    Data Registrazione
    26 Mar 2004
    Località
    BOUGIA NEN autentico, cioè come per l'Esercito Piemontese, io NON ARRETRO MAI !!
    Messaggi
    16,463
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    io invece dal canto mio sono favorevole al ritiro dalle ns. strade e piazze del nome di quella famosa ragazzina loro...
    1-1 dicevo...

  5. #5
    lupo della sila
    Ospite

    Predefinito

    Targhe alterne

    Aveva cominciato bene, il sindaco Alemanno. Appena eletto, visita alle Fosse Ardeatine e in sinagoga. Sul Campidoglio aveva pure sventolato la bandiera biancazzurra, con grande soddisfazione dell’ambasciatore israeliano e della locale comunità ebraica, non si era mai visto l’onnipresente Pacifici tanto contento in vita sua…; mancava solo ( ah, se solo Alemanno avesse dei validi consulenti!! ) che intitolasse una piazza al nobel per la Pace Shimon Peres, e il gioco era fatto.
    E invece cosa ti escogita il Gianni? Siccome ricorre il ventennale della scomparsa dello storico leader del MSI Giorgio Almirante ( 27.06.1914 – 22.05.1988 ), si mette a pensare – ad alta voce – di dedicargli una via della capitale, manco fosse il sindaco di Helsinki, dove certe cose puoi farle anche senza pensare.
    Per fortuna del malcapitato Alemanno, il buon Riccardo Chiaberge, dalle pagine del Sole24ore ( e dal suo blog, o viceversa ) lo richiama all’ordine con la consueta ironia.
    Sindaco Alemanno, accetta un consiglio? Se vuole ricordare Almirante, mandi un bel mazzo di rose a Donna Assunta, che è tanto simpatica.
    Eh sì, perché il sottile Chiaberge si ricorda quel che accadde al primo cittadino che precedette Veltroni,
    Quando tredici anni fa, nel settembre del 1995, l’allora sindaco di Roma Francesco Rutelli propose di intitolare un largo al gerarca fascista Giuseppe Bottai, fu subissato da uno tsunami di indignazione. La comunità ebraica e la sinistra organizzarono sit-in di protesta davanti alla Galleria d’Arte Moderna, nell’esedra che avrebbe dovuto prendere il nome del Ministro dell’Educazione Nazionale, e alcuni consiglieri del Pds affissero una targa con su scritto «Largo delle vittime del razzismo in Italia 1938-1995». L’architetto Bruno Zevi tuonò che, con quel gesto, Rutelli avrebbe «sputtanato» l’Urbe in tutto il mondo. Alla fine la proposta venne ritirata. Eppure Bottai era un uomo di cultura, e per quanto corresponsabile delle leggi anti-ebraiche, aveva anche firmato una legge sul patrimonio artistico che resta ancora oggi un caposaldo della lotta agli scempi.
    E quindi, a partire da quel famoso precedente, fa notare al primo cittadino alcune cosette, perdendo però la consueta calma che contraddistingue i suoi articoli, spesso al vetriolo.
    Adesso Gianni Alemanno, dopo aver umiliato Rutelli nella corsa al Campidoglio, vuole surclassarlo pure nel revisionismo stradale. Pensa di dedicare una via a Giorgio Almirante, il leader storico del Msi, di cui ricorre proprio in questi giorni il ventennale della morte, e per il quale, a differenza che per Bottai, il popolo italiano non ha nessuno speciale debito di riconoscenza. Tanto meno gli ebrei del ghetto, molti dei quali hanno sostenuto il neo-sindaco con il loro voto. Di Almirante non si ricordano particolari gesti di amicizia verso il popolo d’Israele, né come segretario di redazione della rivista «La difesa della razza», né come capo di gabinetto del ministro Mezzasoma a Salò, con delega per le questioni razziali. E non risulta che il suo nome figuri nel giardino dei Giusti, accanto ai Perlasca e agli Schindler.
    Perché allora dedicargli una via?
    Domanda intrigante, senza dubbio. È poi sicuro, l’innervosito Chiaberge, che il popolo italiano non abbia debiti con il compianto leader missino? L’Italia è piena di strade intitolate a personaggi politici, e non tutti di eccelsa natura: forse che nei loro confronti il popolo italiano abbia maturato speciali debiti di riconoscenza?
    Forse, ma il punto, per l’indispettito Chiaberge, non risiede certo nell’opinione degli italiani ( << gli ebrei del ghetto […] amicizia verso il popolo d’Israele […] nel giardino dei Giusti >>. )
    Perché allora dedicargli una via? Si dirà, in fatto di toponomastica, chi è senza peccato scagli la prima targa.
    Più che rispondere, val la pena di godersi lo spettacolo di cotanta commovente e – ritengo inconsapevole – arroganza culturale; ma vien da chiedersi, sorridendo:
    una settimana fa, dalle parti di Verona, qualcuno ha dichiarato di voler intitolare ad Oriana Fallaci una piazza derivante da un’opera di riqualificazione urbana ( con relativa demolizione di un luogo di culto islamico ).
    Ora, dal momento che la scrittrice, a suo tempo, non aveva trattato benissimo il generale Moshe Dayan, né si ricordano particolari gesti di amicizia verso il popolo d’Israele, né risulta che la riconoscenza degli ebrei del ghetto [ di Roma ] ne abbia favorito l’inserimento nel giardino dei Giusti, come mai nessuno della comunità ebraica ha protestato per una simile deriva urbanistica?
    Forse che nella periferia dell’impero il controllo è meno ferreo? Forse che gli ebrei son troppo pochi per l’immane compito che si sono prescritti? Ora, poi, che qualcuno vorrebbe pure mandare i loro giovani a far la leva in Medioriente, a difendere le nostre strade dall’invasione islamica chi ci rimane?
    E pensare che Giorgio Almirante, almeno stando alla sua biografia ufficiale, << salvò dalla deportazione in Germania un suo amico ebreo e la famiglia di questo, nascondendoli nella foresteria del ministero della Cultura popolare a Salò >> e che << la collaborazione alla "Difesa della razza" fu, di tutta la sua vita, l'unica esperienza che sconfessò completamente >> .
    Naturalmente questo Chiaberge lo sa, ma perché scriverne?
    Forse che Alemanno pensasse di essere in pari, dopo il trittico di amicizia di cui sopra? Eh, quattro anni son lunghi, e la committenza è assetata. Con certa gente, più uno si umilia e più ne riceve disprezzo.
    Consiglio per consiglio: quando consegnerà le rose a Donna Assunta tenga la schiena dritta, a rischio di pungersi. E, se proprio vuole divertirsi, provi a immaginare una piazzetta dedicata ad Ariel Toaff, insigne storico israeliano.

    Abu Yasin Merighi
    27/05/08

  6. #6
    lupo della sila
    Ospite

    Predefinito

    ma l'altro giorno , sul sito della Fiamma ,c'era un comunicato di Romagnoli sulla proposta di Alemanno di intitolare una strada ad Almirante o mi sbaglio ?
    oggi non c'è più traccia !qualcuno sa dirmi qualcosa o sono io incapace a trovarlo ?

 

 

Discussioni Simili

  1. ROMA: COMUNITÀ EBRAICA ADOTTERÀ CAMPO ROM
    Di sorci verdi nel forum Destra Radicale
    Risposte: 25
    Ultimo Messaggio: 17-09-09, 15:37
  2. Risposte: 37
    Ultimo Messaggio: 14-06-08, 10:42
  3. Roma: Alemanno Incontra Comunita' Ebraica
    Di METALLO nel forum Destra Radicale
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 04-04-08, 19:56
  4. Roma: An, Un Errore Non Voler Intitolare Una Via Ad Almirante
    Di Dottor Zoidberg nel forum Centrodestra Italiano
    Risposte: 11
    Ultimo Messaggio: 23-11-07, 18:55
  5. la comunità ebraica tripolina tra la Libia e Roma
    Di cariddeo nel forum Destra Radicale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 24-08-06, 18:25

Chi Ha Letto Questa Discussione negli Ultimi 365 Giorni: 0

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226