Il rapporto dell'Istat è allarmante: le famiglie siciliane hanno il reddito più basso d'Italia, ma il paese è ben al di sotto della media europea
CATANIA - Le famiglie italiane sono in difficoltà. Quasi una su tre non riesce a far fronte ad una spesa imprevista, una su sei non arriva a fine mese. E soprattutto, la metà dei nuclei familiari vive con meno di 1.900 euro al mese. È un quadro pieno di ombre quello dipinto dall'Istat nell'ultimo rapporto annuale, una fotografia di un 2007 in cui l'economia è rallentata e in cui i redditi, per l'ennesimo anno, sono andati a picco, facendo precipitare gli italiani ben sotto la media europea
Allarme famiglie. Il 50% delle famiglie vive con meno di 1.900 euro al mese, il 15% non arriva alla quarta settimana del mese, il 6,2% ritiene di non potersi permettere un'alimentazione adeguata, il 10,4% un sufficiente riscaldamento per l'abitazione e il 38,7% una settimana di vacanza all'anno. Il 61,1% delle famiglie che pagano un mutuo considera pesante il carico da pagare, anche perchè il costo della rata galoppa: dai 469 euro del 2004 si è passati ai 559 del 2006 con un'incidenza sul reddito salita dal 16,5% al 19,2%.
Le famiglie siciliane, poi, sono le più povere d'Italia e ben al di sotto della media nazionale, 27.736 euro. Il reddito medio dei nuclei familiari nell'Isola è pari a 20.952 euro, ben 11 mila euro in meno rispetto alla provincia di Bolzano (32.008) che risulta la più ricca, seguita dall'Emilia Romagna, con 31.449 euro.
http://www.lasicilia.it/index.php?id=5679

Non erano necessari i dati ISTAT per sapere che le famiglie siciliane rispetto alla media nazionale sono tra le più povere.
Chi vive in Sicilia lo sa e l’ha sempre saputo.
Altrettanto bene sappiamo che per i nostri giovani le prospettive per il futuro sono assai scarse:
-Emigrazione o rivolgersi all’ amico degli amici.