User Tag List

Risultati da 1 a 7 di 7
  1. #1
    www.pnveneto.org - PNV
    Data Registrazione
    18 Aug 2006
    Località
    Trevixo - Venetia
    Messaggi
    1,133
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito 2 giugno 2008: 62 anni portati male, mandiamo in pensione la repubblica italiana

    2 giugno 2008: 62 anni portati male, mandiamo in pensione la repubblica italiana

    http://www.pnveneto.org/index.php/20...lica-italiana/

    Nel compleanno dell’ormai vecchio stato repubblicano, l’Italia entra nel Guiness dei primati come peggiore stato al mondo in molti ambiti, in primis nel grado di sfiducia maturato tra i veneti

    Il 2 giugno i cantori prezzolati di questo stato ne canteranno le lodi. Vedremo picchetti d’onore, uniformi da parata, rievocazioni delle manifestazioni da sabato fascista, con discorsi improntati alla difesa dell’orgoglio (multi)nazionale, il richiamo all’unità e menate simili da repubblichetta delle banane quale ormai è definita questa da più parti nel mondo.

    Domani vedremo immagini sempre più grigie e sbiadite di manifestazioni al limite del ridicolo.

    E ascolteremo, annusato il puzzo ormai irrespirabile ben alimentato dal caldo del cumulo di vergogna e di immondizia da un paio d’anni anche fisica e non più solo politica, moniti dal Colle e da tutte le “nuove” alte cariche dello stato sulla “improrogabile esigenza” di varare una riforma che ci porti al federalismo, purché “solidale” (cosa mai vorrà dire?).

    A ben guardare, questi untori mediatici che sembrano essere stati formati alla scuola di Goebbels, qualche ragione sul primato italiano ce l’hanno. E si tratta di primati da guinness!

    Queste parate infatti sono ormai finte rappresentazioni teatrali del peggiore stato del mondo (non solo occidentale), il più indebitato, il più parassitario, il più ingiusto, il più inefficiente, il più sindacalizzato, il più statico, il più sconnesso da internet, quello con l’economia a più caduta libera, il più mantenuto, quello con il più alto numero di baby-pensionati e di invalidi ad alto tasso di salute, dagli autisti ciechi alle famiglie i cui membri avevano tutti l’accompagnatoria.
    Processi che durano decenni, criminali liberi e protetti, sindacati che non rispettano le leggi sulla sicurezza del lavoro per cui tanto si stracciano le vesti, cittadini veneti per bene derubati da tasse e multe, imprenditori veneti vessati da leggi e disposizioni al limite della tortura, giovani e meno giovani veneti sfruttati e pagati una miseria, molto meno di tutti i loro pari età di tutti gli stati che ormai ci hanno superato, o ci stanno superando in ogni ambito di sviluppo umano, dalla cura dell’ambiente, alla produttività, al benessere, alla fiducia nel futuro.

    Ecco quali sono gli incontestabili primati italiani nel mondo.

    Il dramma per noi veneti è che questi primati hanno distrutto anche il nostro tessuto sociale, la nostra economica, le nostre speranze.
    Ecco che una coppia di giovani veneti che oggi intende sposarsi e metter su famiglia, poniamo in una fascia dai 25 ai 35 anni, nel migliore dei casi è meglio che pensi ad emigrare in un altro stato.
    La scelta dello stato in cui emigrare per noi veneti è ampia, riportiamo di seguito grafici e dati che mostrano una serie di opzioni tra cui scegliere, ce n’é per tutti i gusti!

    Per chi invece non vuole, o non può emigrare dalla nostra ormai povera Nazione Veneta sotto stretta coloniale di una vecchia repubblica da mandare in pensione al più presto, l’unica speranza che resta è quella di aiutare il Partito Nazionale Veneto nel creare le basi per ottenere al più l’indipendenza, in modo democratico, pacifico e con il consenso popolare.

    Altre strade sono infatti vicoli ciechi – e a breve sarà evidente a tutti, grazie all’impossibilità di ottenere qualsivoglia riforma autonomista, o federalista, in uno stato al limite della bancarotta finanziaria e ormai nel pieno di un disastro sociale annunciato, tra precarietà, criminalità, malaffare e povertà di fasce sempre più ampie di popolazione.

    Inoltre, anche se fosse politicamente e economicamente possibile ottenere riforme in senso federale, o pur con la più ampia autonomia immaginabile, non vi è alcuna possibilità di ricostituire un ordinamento che offra maggiore democrazia, migliore efficienza e un reale self-government agli enti locali veneti in un sistema che in tal modo garantisca le minoranze e le identità peculiari, e dia certezza ai cittadini sull’operato dei propri eletti.
    L’attuale consiglio regionale, le provincie e i comuni veneti hanno infatti ora pochissimi poteri, quasi insignificanti ai fini delle decisioni importanti sul nostro futuro e, in ogni caso, anche eventuali forme di devoluzione di poteri, o di autonomia, per quanto siano auspicabili rispetto alla situazione attuale, sono chiaramente cosa ben diversa dall’indipendenza, e nella drammatica situazione attuale in cui versa la colonia veneta sono assolutamente insufficienti. Anzi, il perdere tempo nel cercare perseguire qualcosa di impossibile da ottenere risulta deleterio e ci divide nell’unico obiettivo oggi perseguibile, l’indipendenza.

    Gianluca Busato
    Segretario nasional
    Partito Nazionale Veneto


    Serie di dati sulla situazione economica italiana e veneta, in raffronto alle economie europee

    Fonte dei dati pubblicati nella pagina: Eurostat
    Rielaborazione a cura di Lodovico Pizzati
    L’Italia va a picco? E noi Veneti: andiamo a picco con loro?







    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Militante di Italia Dei Valori
    Data Registrazione
    15 May 2007
    Località
    Valdagno (VI)
    Messaggi
    513
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Però bel successo questo forum del PNE percentuale post dei suoi visitatori pari allo 0.001% ... forse la gente si annoia con un continuo copia incolla di articoli degli altri siti ? Vedete voi se continuare così...

  3. #3
    Nuovo Iscritto
    Data Registrazione
    13 Feb 2003
    Messaggi
    3
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Si, fatti un bello staterello indipendente nel veneto e poi fra un paio di anni, ma che dico, un paio di mesi ne riparliamo. Capirai da solo che i soldi vanno messi non solo in tasca, o per comprarti un suv, o per trombarti l'amante. Ma servono per i vecchi che non ce la fanno, per le strade da aggiustare, per costruire, manutenzionare, gestire le città e le campagne. Per fare stato insomma. la democrazia non è un bluff, e nemmeno un optional. Capito, il mio bamba ?

  4. #4
    www.pnveneto.org - PNV
    Data Registrazione
    18 Aug 2006
    Località
    Trevixo - Venetia
    Messaggi
    1,133
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    ahahahahahahhahahahaha

    grazie per l'assist ;-)

    Ti rispondo con le parole del Prof. Lodovico PIZZATI, giovane emigrante veneto e consulente della Banca Mondiale, nonché Docente di Economia a Cà Foscari.

    Il convegno era il V-Day, il Veneto Day del 17 novembre scorso a Treviso.

    Espone Alessia Bellon: "Con l'indipendenza la nostra economia può fiorire"

    http://www.youtube.com/watch?v=EIqiX9H08Oc

    http://www.youtube.com/watch?v=zmDJplT6wcs

  5. #5
    Nuovo Iscritto
    Data Registrazione
    13 Feb 2003
    Messaggi
    3
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    carina 'sta storia della "venetia" che da sola è ricca quasi come la svizzera. Gratta ancora qualcosa, e vedrai che se ci togli i disoccupati, i poveracci, gli operai di mestre, i disabili e i vecchi senza assistenza magari diventate primi in europa. Vatti a rileggere le pagine della Resistenza veneta e vergognati

  6. #6
    email non funzionante
    Data Registrazione
    27 May 2008
    Messaggi
    642
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da zanzibar Visualizza Messaggio
    carina 'sta storia della "venetia" che da sola è ricca quasi come la svizzera. Gratta ancora qualcosa, e vedrai che se ci togli i disoccupati, i poveracci, gli operai di mestre, i disabili e i vecchi senza assistenza magari diventate primi in europa. Vatti a rileggere le pagine della Resistenza veneta e vergognati
    perchè, di operai in svizzera non ce ne sono? le ricchezza fino a prova contraria si misura per mezzo di un indicatore chiamato PIL, ma dubito che tu sappia di cosa si tratta..
    vergognati tu di scrivere post del genere conditi da una colossale ignoranza..

  7. #7
    Indipendenza!
    Data Registrazione
    07 Apr 2008
    Località
    Venezia
    Messaggi
    64
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da zanzibar Visualizza Messaggio
    carina 'sta storia della "venetia" che da sola è ricca quasi come la svizzera. Gratta ancora qualcosa, e vedrai che se ci togli i disoccupati, i poveracci, gli operai di mestre, i disabili e i vecchi senza assistenza magari diventate primi in europa. Vatti a rileggere le pagine della Resistenza veneta e vergognati
    Sei veneto?
    Se lo sei rileggiti tu un po' di storia sulla serenissima. Rileggiti i fatti delle guerre risorgimentali. Guardati i dati sugli emigranti veneti dopo l'occupazione italiana che ha portato solo miseria.
    Resistenza veneta? Cosa c'entra?
    L'italia è un mito dell'800 di 4 ciarlatani che ha portato alla situazione insostenibile che abbiamo ora.

 

 

Discussioni Simili

  1. Risposte: 30
    Ultimo Messaggio: 14-06-08, 14:54
  2. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 01-06-08, 17:01
  3. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 01-06-08, 17:00
  4. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 01-06-08, 16:59

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226