User Tag List

Risultati da 1 a 6 di 6
  1. #1
    email non funzionante
    Data Registrazione
    06 Mar 2002
    Messaggi
    13,127
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Ahi …Ahi…caro Silvio

    Silvio Berlusconi perdonerà, ma abbiamo l'impressione che tiri una brutta aria sulla sua testa. Ci riferiamo al cosiddetto pacchetto sicurezza, in particolare al reato di clandestinità.
    Che piace molto alla gente comune, perché dimostra l'intenzione del governo di combattere sul serio l'immigra zione selvaggia che ha ridotto l'Italia a porto franco per criminali e, in certi casi, a porcilaia a cielo aperto.
    Però non piace affatto né alla Chiesa (in proposito si è espresso il Papa in prima persona) né alla sinistra massimalista e neppure a qualche Paese europeo, per non parlare dell'Onu che ha giudicato senza conoscere la materia di cui si tratta. Non vorremmo che, uno spintone di qua e uno spintone di là, crollasse l'intero impianto di norme predisposte dal ministro dell'Interno Roberto Maroni.
    È solo un timore, il nostro, basato su sensazioni e su un precedente risalente alla legislatura 2001-2006.
    I lettori ricorderanno. C'era da cancellare l'articolo 18 dell'obsoleto Statuto dei lavoratori (reintegro dei dipendenti licenziati). Fu proposto un referendum, ma il Cavaliere invitò i cittadini a trascurarlo promettendo che avrebbe provveduto lui all'abrogazione non appena fosse entrato a Palazzo Chigi. Nessuno dubitò della sua buona volontà.
    In effetti, il premier si mosse immediatamente. E cominciarono le discussioni, gli incontri, i negoziati con i sindacati. Pensammo: i soliti preliminari in puro stile italiota. Superati i quali qualcosa si farà.
    Errore. Dal dibattito non sortì una decisione se non quella di tergiversare. Niente accordo.
    In breve: l'articolo 18 anziché essere depennato fu accantonato, con la promessa del governo di riprenderlo in mano in tempi più propizi.
    Risultato, sono rimasti in piedi sia l'articolo 18 sia lo Statuto di Brodolini introdotto intorno al 1970, cioè in un periodo in cui andavano di moda l'egualitarismo, l'appiattimento, l'azzeramento della meritocrazia quindi la facoltà di licenziare fannulloni e similari.
    Ciò premesso capirete, amici cari, il nostro terrore: quando arriverà il momento di tradurre il decreto in legge, e se ne occuperà il Parlamento, volete vedere che la lotta alla clandestinità si risolverà in burletta? Non ci vogliamo credere, ma non si sa mai.
    Ecco perché raccomandiamo a Silvio di non farsi abbindolare.
    Barra dritta, e non ascoltare i suggerimenti di chi si proclama prudente soltanto allo scopo di non fare per non scontentare Tizio e Caio e pure Sempronio.
    Governare comporta sempre il rischio di irritare qualcuno. Pazienza.
    Bisogna avere il coraggio di infischiarsene.

    La frase pronunciata ieri da Berlusconi in occasione della conferenza stampa seguita all'incontro con Sarkozy ci ha allarmato. Questa: «Non si può perseguire qualcuno per il fatto della permanenza irregolare arrivando a condannarlo con una pena».
    Presa così è soggetta a una cattiva interpretazione.
    Sembra che il governo - udita la reprimenda del Pontefice e quella dell'Onu - stia compiendo una clamorosa marcia indietro. Sarebbe un guaio. Preferiamo attribuire un altro senso alla dichiarazione. Forse Silvio intendeva dire: non saranno arrestati e condannati tutti i clandestini, ma solo quelli pericolosi, che delinquono e per i quali la clandestinità sarà un'aggravante, perché commettere due reati è peggio che commetterne uno.
    Il problema infatti non riguarda le badanti e in genere chi si comporta bene, lavora e desidera vivere in pace, ma i tagliagole, i ladri, i rapinatori e affini.
    Questi sì vanno incarcerati o espulsi, comunque non tollerati. Di criminali ne abbiamo fin troppi in casa nostra e ci manca solamente di importarne senza torcere loro un capello.
    In altri termini, il pacchetto sicurezza deve passare alle Camere e anche al vaglio della Corte costituzionale così com'è e non in forma edulcorata, altrimenti non servirebbe. Chi ha votato Popolo della Libertà e Lega non è razzista né xenofobo: chiede rigore, severità non contro i presunti diversi (gli stranieri) bensì contro chi vìola i Codici, extracomunitario, comunitario o italiano che sia.
    I frutti velenosi del buonismo li abbiamo già assaggiati e non siamo disposti a ingoiarne ancora. Nessuno invoca un regime spietato, poliziesco, violento.
    Però si pretende, oltre alla certezza della pena, una sanzione congrua per ogni reato. Non aspiriamo al ripristino dei lager nazisti e comunisti, ma ad essere un Paese normale come la Germania, la Francia e la stessa Spagna. Se poi al Vaticano ciò non garba, ce ne faremo una ragione.
    Ahi ahi Silvio, alle tue ziette suore daremo retta in un'altra circostanza.
    Qui ne va anche della tua credibilità. Hai presente l'articolo 18? Fai mente locale.

    Vittorio Feltri su www.Libero-news.it del 4 06 08

    saluti

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    email non funzionante
    Data Registrazione
    06 Mar 2002
    Messaggi
    13,127
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Il soggiorno al Grand hotel.....

    ....è servito!

    Tv al plasma e parrucchiere il grand hotel dei clandestini
    Ponte Galeria è servito. Altro che lager. Il Cie romano (Centro d'identificazione e di espulsione, Cpt prima che un decreto ne cambiasse il nome) è un centro benessere.
    Campo di calcetto, biliardino, tavolo da ping pong.
    Parrucchiere per le signore e barbiere per gli uomini, con tanto di saletta per la depilazione (anche nel settore maschile, perché gli indiani per religione non devono avere peli sul corpo).
    E poi dentista gratis per tutti, cure mediche a spese dello Stato e assistenza legale, oltre a quella psicologica.
    Ma non è finita, perché gli ospiti (tutti clandestini o criminali stranieri reticenti) hanno nelle camerate anche televisori al plasma e il satellite, che permette loro di guardare i film nella lingua madre. Ecco, è qui che gli extracomunitari senza permesso di soggiorno o i comunitari che sono stati considerati «socialmente pericolosi» almeno in due fasi di valutazione (prima dalle forze dell'ordine e poi dal prefetto) aspettano la data in cui sarà offerto loro anche il volo che li riporterà a casa.
    Insomma, c'è un motivo se un'apposita commissione del ministero dell'Interno ha giudicato il centro di Ponte Galeria come il migliore d'Italia, quindi è probabile che gli altri 8 dislocati nel resto della Penisola non siano esattamente così.

    L'organizzazione e la sicurezza
    A gestire il casermone a due passi dall'aeroporto di Fiumicino sono la Croce rossa (che si occupa dell'assistenza agli ospiti) e l'ufficio immigrazione della questura di Roma, a cui sono affidati la sorveglianza esterna, quella interna (ma solo su esplicita richiesta della Cri in caso di disordini), la gestione delle istanze di rimpatrio, le richieste di asilo politico, gli accertamenti di identità e l'assistenza ai magistrati durante le udienze di convalida (che si svolgono in un'attrezzatissima saletta interna).
    Compiti difficili, che hanno due obiettivi.
    Per la Cri quello che sia «creato un ponte tra le diverse culture», ripete infatti un consigliere, Gianluca Foglietta, che spiega come la Croce rossa abbia «lo specifico compito di essere imparziale» e di fare di tutto perché siano assottigliate le differenze ideologiche, religiose e razziali.
    Per l'ufficio Immigrazione gestito dal primo dirigente Maurizio Improta, invece, quello che conta è che la sicurezza sia garantita e che gli obiettivi del Governo siano rispettati.
    Il suo ufficio, infatti, si occupa di smaltire quanto più velocemente possibile le centinaia di pratiche dei 300 ospiti (112 uomini e 188 donne), facendo in modo che la tensione non passi mai i livelli di guardia.
    Ogni cosa, al Cei sulla via Portuense, è doppia. Una per gli uomini, un'altra identica per le donne. Perché è questo l'unico vero, categorico, divieto all'in terno del centro: che ospiti di sesso opposto si incontrino. E anche che siano usati videotelefoni, ma i cellulari senza fotocamera sono nella piena disponibilità di tutti. Anzi, l'ammini strazione passa loro anche una scheda telefonica internazionale ogni dieci giorni, a spese dello Stato. E non solo. Prima i trattenuti avevano anche diritto ad un certo numero di pacchetti di sigarette gratis, ora non più. Ma non per dare un taglio alle spese, bensì perché nel rispetto dei non fumatori (visto che non tutti hanno il vizio), il benefit è stato trasformato in "buoni" che i trattenuti del Cei possono spendere a loro piacimento al bar. Dove ci sono bevande, dolcetti, biscotti, giornali e anche sigarette. Di tutte le marche.

    Ricariche per cellulari gratis
    Il soggiorno degli ospiti varia a seconda dei casi. Per adesso la permanenza è di 30 giorni, che può essere prorogata di altri 30. Nei piani del Governo, però, c'è di portarla a 18 mesi (in base al decreto che ha già cambiato il nome di queste strutture). Perché lo scopo è quello di identificare i clandestini e rimpatriarli. Una procedura che non sempre è semplicissima, considerando che loro difficilmente collaborano. Se non sono già schedati, danno spesso generalità false, che puntualmente vengono smascherate dai consolati indicati dall'extracomunitario.
    Uno dopo l'altro, sono capaci di farli passare in rassegna tutti.
    Finché, scaduti i termini, se non si è trovato il bandolo della matassa, non resta che rimettere in libertà lo straniero. Un decreto di espulsione che invita a lasciare l'Italia entro 5 giorni in una mano, una calorosa stretta nell'altra, e via.
    Di nuovo a spasso. Se poi vengono trovati di nuovo sul territorio italiano», allora scatta l'arresto in base alla legge Bossi-Fini. Scarcerati, però, tornato al Cei e ci scappa un'altra vacanza di due mesi nel centro benessere.

    Canali satellitari e giochi
    Il tempo, tanto, lì dentro passa in fretta. Tra televisioni al plasma attaccati in stanza (con tanto di tv satellitare), biliardino, campo di calcio per gli uomini e macchina per cucire i vestiti in uso alle donne, non c'è molto tempo per annoiarsi. Poi ci sono le cure odontoiatriche da portare a termine prima di andare via e perfino una terapia con la psicologa, che tra Freud e Jung può aiutare lo straniero a cogliere l'aspetto introspettivo di un furto o a scaricare le ansie post rapina a mano armata.

    di ROBERTA CATANIA www.Libero-news.it del 4 06 08

    saluti

  3. #3
    Radicale di Sinistra
    Data Registrazione
    25 May 2007
    Località
    Romagna
    Messaggi
    319
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Ecco perché raccomandiamo a Silvio di non farsi abbindolare.

  4. #4
    Sempre liberista e federalista
    Data Registrazione
    20 Jun 2006
    Località
    Piacenza, Norditalia
    Messaggi
    968
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Come sempre Feltri riesce a fare da cassa di risonanza alle esigenze più vere del popolo di centrodestra e bene fa ad incalzare il Governo!

    Occhio Berlusca che ONU e Vaticano non portano voti (no no, neanche il Vaticano perchè, che ne dicano, i voti cattolici ormai sono slegati dai vescovi da un pezzo...), mentre i milioni di italiani arrabbiati si...

  5. #5
    email non funzionante
    Data Registrazione
    29 Sep 2007
    Località
    Walter Veltroni Premier
    Messaggi
    7,472
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da .tojo. Visualizza Messaggio
    Come sempre Feltri riesce a fare da cassa di risonanza alle esigenze più vere del popolo di centrodestra e bene fa ad incalzare il Governo!

    Occhio Berlusca che ONU e Vaticano non portano voti (no no, neanche il Vaticano perchè, che ne dicano, i voti cattolici ormai sono slegati dai vescovi da un pezzo...), mentre i milioni di italiani arrabbiati si...
    Berlusconi non dovrà più sottopordi al voto degli italiani....

  6. #6
    Sempre liberista e federalista
    Data Registrazione
    20 Jun 2006
    Località
    Piacenza, Norditalia
    Messaggi
    968
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Saint-Just Visualizza Messaggio
    Berlusconi non dovrà più sottopordi al voto degli italiani....
    I casi sono due:
    1) instaura una dittatura ;
    2) non si ricandiderà più alle prossime elezioni (più probabile );

    In ogni caso chissenefrega! Esiste un programma, esiste una maggioranza eletta per rispettarlo, quindi non ci sono scuse.

    Tutto il resto sono chiacchiere da bar o per politicanti retrobotteghisti che lasciano il tempo che trovano.

 

 

Discussioni Simili

  1. caro Silvio, caro George
    Di paolo de gregor nel forum Politica Estera
    Risposte: 9
    Ultimo Messaggio: 18-10-08, 15:50
  2. “Caro Silvio”, “Caro Totò”
    Di salerno69 nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 14-06-08, 23:29
  3. caro Silvio
    Di salerno nel forum Destra Radicale
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 17-02-06, 22:03
  4. Caro Silvio...
    Di Shaytan (POL) nel forum Padania!
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 03-11-02, 20:04
  5. Caro Silvio....
    Di Wolare nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 31-10-02, 21:49

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226