Mark Fiore*è un disegnatore americano che qualche giorno fa ha ricevuto il premio Pulitzer*per i suoi cartoon* sul potere (qui sotto ne vedete uno dedicato al presidente degli Stati Uniti). Ciò premesso,**da quanto apprendiamo da* Kataweb , ora si è venuti a sapere che mesi addietro Apple aveva rifiutato a Fiore la possibilità di vendere una propria applicazione sull’App Store (l’unico modo per raggiungere in modo legale gli acquirenti degli iPhone), perché, come riporta cNet * “applicazioni che mettono in ridicolo personaggi pubblici non sono permesse”. In favore di Fiore è poi intervenuto il Nieman Journalism Lab, uno dei think tank del giornalismo americano, e a ruota di questa intercessione lo stesso Steve Jobs, fondatore di Apple, venerdì pomeriggio ha ammesso che l’esclusione è stata “un errore che stiamo sistemando“.

Continua a leggere...