User Tag List

Pagina 1 di 11 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 102
  1. #1
    ********** ***** Radicali
    Data Registrazione
    04 Apr 2009
    Località
    http://www.radicali.it/
    Messaggi
    5,427
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito LILLA-UP: discussione su iniziative al Senato

    In accordo con i gruppi parlamentari e con la presidenza di LILLA e con l'avallo della segreterie di PDS e PDV apro il presente thread per discutere le iniziative comuni in Senato, nell'auspicio che la discussione tolga di torno ogni dubbio per i nostri iscritti riguardo alle buone intenzioni dei nostri interlocutori, che dovremo però sapere rispettare e tenere nella giusta (alta) considerazione.
    Interverrò a breve.



    SENATO (programma Up-LILLA)
    1)- Legalizzazione delle droghe con conseguenti regolamentazioni, per la cultura della tolleranza
    2) Garantire la piena libertà di ricerca su cellule staminali ed embrionali,grazie alla quale moltissime vite umane potranno essere salvate Approvazione della normativa per la regolamentazione del fine vita e del testamento biologico secondo quanto approvato nella simulazione Super Mario
    3) Riforma del sistema radiotelevisivo tesa ad alleggerire il peso della RAI sulle tasche dei contribuenti con conseguente privatizzazione di due canali ed eliminazione del canone o degli spazi pubblicitari per il canale che rimarrà pubblico con trasformazione della terza in una rete esclusivamente dedicata all'informazione regionale e nazionale. Riduzione conseguente del canone ad un quarto di quello attuale.
    4) Riforma del diritto civile: approvazione della normativa per la regolamentazione dei diritti e dei doveri reciproci delle coppie civiche, introduzione del divorzio breve.
    5) Formulazione di una legge che regoli l'annoso problema del conflitto d’interessi sulla base di modelli giù sperimentati in altri paesi europei: divieto per chiunque sia editore o proprietario di mezzi di informazione di qualsiasi genere o di concessionarie di pubblicità di poter partecipare a competizioni politiche istituzionali.
    6) Anagrafe pubblica degli eletti: pubblicare anche su Internet ogni momento della vita istituzionale: attività, assenze, compensi, interessi e incarichi degli eletti e dei nominati.
    7) Il salvataggio del territorio: bloccare la distruzione del territorio e la cementificazione selvaggia. rottamare l’edilizia non antisismica e priva di qualità: eco-città, risparmio energetico, energie rinnovabili, rispetto del paesaggio, riduzione e riciclaggio dei rifiuti.
    8) Più salute, meno sanità: contro la lottizzazione sanitaria, trasformare il cittadino “paziente” in soggetto pienamente informato sulla qualità delle strutture sanitarie, in grado di scegliere liberamente le proprie cure.


    ECONOMIA 4 PUNTI
    9) Incentivi all'investimento in nuove attività e in energie pulite, tecniche per il risparmio energetico e sicurezza sui luoghi di lavoro ricerca continua e adeguatamente finanziata su tutte le tecnologie connesse alle fonti rinnovabili e, possibilmente in patnership con altre nazioni
    10) Formulazione di una legge che regoli l'annoso problema del conflitto d’interessi sulla base di modelli giù sperimentati in altri paesi europei: divieto per chiunque sia editore o proprietario di mezzi di informazione di qualsiasi genere o di concessionarie di pubblicità di poter partecipare a competizioni politiche istituzionali.
    11) Riforme tese alla lotta contro le corporazioni professionali che ingessano il settore e quindi facilitino l'ingresso nel mercato del lavoro dei nostri nel mercato del lavoro e a rendere più concorrenziale questi settori: abolizione del valore legale del titolo di studio e degli ordini professionali; perchè le norme vigenti limitano l'offerta di prestazioni erogate dagli ordini professionali, a danno degli utenti e dei consumatori.
    12)Fiscalità agevolata/ no tax area per i primi sei mesi alle nuove imprese appena aperte su tutto il territorio; per i giovani al di sotto dei 35 anni che vogliono iniziare un'attività in proprio si prevede un'imposta sostitutiva dell'IRPEF del 10% per l'anno di apertura dell'azienda e richiedendo un capitale di partenza pari a solo 1000 euro.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Missiroli Presidente
    Data Registrazione
    01 May 2009
    Località
    Lost Island
    Messaggi
    36,026
    Mentioned
    4 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: LILLA-UP: discussione su iniziative al Senato

    Vedremo.
    Per il momento prendo atto che l'unica cosa inerente all'economia approvata in senato è un provvedimento senza coperture finanziarie che permetterebbe nella sciagurata ipotesi che esso venisse applicato, la trasmissione di imprese ai lavoratori riuniti in cooperative ai fini di salvaguardare l’occupazione e il patrimonio di competenze accumulato, il tutto ovviamente a spese della collettività.
    Nazionalsocialismo allo stato puro.
    Fortunatamente, non essendoci alcuna copertura finanziaria tutto ciò non ha alcun valore.
    Figliolo, lei è un asino...
    (D.Pastorelli, cit.)


  3. #3
    Liberale Cattivo
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Messaggi
    32,815
    Mentioned
    216 Post(s)
    Tagged
    35 Thread(s)

    Predefinito Rif: LILLA-UP: discussione su iniziative al Senato

    Citazione Originariamente Scritto da benjamin_linus Visualizza Messaggio
    Vedremo.
    Per il momento prendo atto che l'unica cosa inerente all'economia approvata in senato è un provvedimento senza coperture finanziarie che permetterebbe nella sciagurata ipotesi che esso venisse applicato, la trasmissione di imprese ai lavoratori riuniti in cooperative ai fini di salvaguardare l’occupazione e il patrimonio di competenze accumulato, il tutto ovviamente a spese della collettività.
    Nazionalsocialismo allo stato puro.
    Fortunatamente, non essendoci alcuna copertura finanziaria tutto ciò non ha alcun valore.

    Da Lilla sono arrivati tre no.
    Ultima modifica di Supermario; 19-04-10 alle 23:44
    "I socialisti sono come Cristoforo Colombo: partono senza sapere dove vanno. Quando arrivano non sanno dove sono. Tutto questo con i soldi degli altri."

  4. #4
    Missiroli Presidente
    Data Registrazione
    01 May 2009
    Località
    Lost Island
    Messaggi
    36,026
    Mentioned
    4 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: LILLA-UP: discussione su iniziative al Senato

    Citazione Originariamente Scritto da Supermario Visualizza Messaggio
    Da Lilla sono arrivati tre no.
    Lo so, e dico tre volte grazie ai nostri senatori.

    :giagia::giagia::giagia:
    Figliolo, lei è un asino...
    (D.Pastorelli, cit.)


  5. #5
    bronsa querta
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    56,556
    Mentioned
    264 Post(s)
    Tagged
    25 Thread(s)

    Predefinito Rif: LILLA-UP: discussione su iniziative al Senato

    Dunque, vorrei ribadire e chiarire alcune cose prima di cominciare, spero non ci siano problemi.
    Anzitutto questo è un dibattito aperto a tutti gli iscritti di LILLA e UP volto a creare una strategia comune al Senato. Strategia onnicomprensiva, ma limitata al Senato, non all'azione dell'esecutivo.
    In secondo luogo, come stabilito dagli accordi ed in rispetto di quanto vien fuori dalle critiche mosse dai militanti di LILLA, la discussione sarà pubblica e quanto ne deriverà sarà vincolante per le decisioni al Senato delle due forze.
    Sia chiamato Monsieur a testimoniare queste decisioni, come testimone esterno.

    Chiarito questo vorrei anche ricordare che le voci ufficiali di UP saranno la mia, quella di manfr, di SPYCAM, di laico e di galt e di monsieur. Le altre, pur legittimate a parlare come iscritti a UP verranno prese solo come pareri e consigli.

    Per le proposte concrete.
    Le proposte di Burton possono essere prese come ottime basi per il dialogo e vanno allargate e rifinite (ad esempio va discussa bene la proposta di abolizione del valore legale dei titoli di studio e credo vada ben circoscritta la lotta alle corporazioni...in fondo la proposta originale riguardava fondamentalmente la categoria degli avvocati, dei notai e dei medici, categoria ultraprotette e molto ma molto "ereditarie").
    Vorrei aggiungere a queste proposte alcune cose. Anzitutto la privatizzazione della RAI. Tematica su cui c'era ampissimo consenso e che porterebbe immense risorse a disposizione dei cittadini ed allo Stato per investire.
    Inoltre, la lancio come proposta personale, riguarda l'abolizione delle provincie. Un ente inutile se non addirittura costoso.
    Infine una tematica che troverà consenso anche a destra e di cui mi stupisco non si parli: il federalismo. Va creata una bozza comune da presentare al Parlamento (o al Senato, in fondo qui parleremmo più che altro di federalismo FISCALE).
    C. De Gaulle: "l'Italia non è un paese povero. E' un povero paese".

  6. #6
    Chap Socialist
    Data Registrazione
    13 Sep 2002
    Messaggi
    31,654
    Mentioned
    10 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: LILLA-UP: discussione su iniziative al Senato

    Citazione Originariamente Scritto da benjamin_linus Visualizza Messaggio
    Vedremo.
    Per il momento prendo atto che l'unica cosa inerente all'economia approvata in senato è un provvedimento senza coperture finanziarie che permetterebbe nella sciagurata ipotesi che esso venisse applicato, la trasmissione di imprese ai lavoratori riuniti in cooperative ai fini di salvaguardare l’occupazione e il patrimonio di competenze accumulato, il tutto ovviamente a spese della collettività.
    Nazionalsocialismo allo stato puro.
    Fortunatamente, non essendoci alcuna copertura finanziaria tutto ciò non ha alcun valore.
    Anzitutto, siamo ancora nella fase "libro dei sogni", e non per mia responsabilità, quindi ha ipotetico valore anche una legge sulla gnocca socializzata: qualche idea, come ministro delle riforme, per ovviare l'avrei avuta, ma se ne riparlerà più avanti e con diversi protagonisti. In secondo luogo, la proposta indica sia una prima fonte di recupero delle entrate, derivante dal riassetto dei contributi per l'internazionalizzazione eventualmente rientranti, sia una seconda, nella fattispecie l'indennizzo graduale da parte delle cooperative stesse nei confronti dello Stato "anticipatore".

    Da estimatore di Marx, infatti, non ho la minima simpatia per le attuali, parassitarie cooperative che campano di dubbiosi appalti pubblici: il sistema delineato nella proposta vede l'intervento statale solo come garante, assicuratore se vuole, dei crediti vantati presso le nuove cooperative.
    ***Bratstvo i jedinstvo***
    Socialismo Gollista

  7. #7
    Liberale Cattivo
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Messaggi
    32,815
    Mentioned
    216 Post(s)
    Tagged
    35 Thread(s)

    Predefinito Rif: LILLA-UP: discussione su iniziative al Senato

    Citazione Originariamente Scritto da Garat Visualizza Messaggio
    In secondo luogo, come stabilito dagli accordi ed in rispetto di quanto vien fuori dalle critiche mosse dai militanti di LILLA, la discussione sarà pubblica e quanto ne deriverà sarà vincolante per le decisioni al Senato delle due forze.

    Ci tengo a informare che ho stabilito con il mio partito che quanto ne deriverà per il sottoscritto non sarà affatto vincolante, in quanto intendo mantenere la mia libertà di proposta, azione e di voto al Senato indipendentemente da quanto sarà stabilito in questa sede.



    .
    Ultima modifica di Supermario; 20-04-10 alle 00:18
    "I socialisti sono come Cristoforo Colombo: partono senza sapere dove vanno. Quando arrivano non sanno dove sono. Tutto questo con i soldi degli altri."

  8. #8
    Chap Socialist
    Data Registrazione
    13 Sep 2002
    Messaggi
    31,654
    Mentioned
    10 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: LILLA-UP: discussione su iniziative al Senato

    Citazione Originariamente Scritto da Garat Visualizza Messaggio
    Dunque, vorrei ribadire e chiarire alcune cose prima di cominciare, spero non ci siano problemi.
    Anzitutto questo è un dibattito aperto a tutti gli iscritti di LILLA e UP volto a creare una strategia comune al Senato. Strategia onnicomprensiva, ma limitata al Senato, non all'azione dell'esecutivo.
    In secondo luogo, come stabilito dagli accordi ed in rispetto di quanto vien fuori dalle critiche mosse dai militanti di LILLA, la discussione sarà pubblica e quanto ne deriverà sarà vincolante per le decisioni al Senato delle due forze.
    Sia chiamato Monsieur a testimoniare queste decisioni, come testimone esterno.

    Chiarito questo vorrei anche ricordare che le voci ufficiali di UP saranno la mia, quella di manfr, di SPYCAM, di laico e di galt e di monsieur. Le altre, pur legittimate a parlare come iscritti a UP verranno prese solo come pareri e consigli.

    Per le proposte concrete.
    Le proposte di Burton possono essere prese come ottime basi per il dialogo e vanno allargate e rifinite (ad esempio va discussa bene la proposta di abolizione del valore legale dei titoli di studio e credo vada ben circoscritta la lotta alle corporazioni...in fondo la proposta originale riguardava fondamentalmente la categoria degli avvocati, dei notai e dei medici, categoria ultraprotette e molto ma molto "ereditarie").
    Vorrei aggiungere a queste proposte alcune cose. Anzitutto la privatizzazione della RAI. Tematica su cui c'era ampissimo consenso e che porterebbe immense risorse a disposizione dei cittadini ed allo Stato per investire.
    Inoltre, la lancio come proposta personale, riguarda l'abolizione delle provincie. Un ente inutile se non addirittura costoso.
    Infine una tematica che troverà consenso anche a destra e di cui mi stupisco non si parli: il federalismo. Va creata una bozza comune da presentare al Parlamento (o al Senato, in fondo qui parleremmo più che altro di federalismo FISCALE).
    Molto bene !!

    Presento qui alcune proposte di base per orientare un dibattito sul sistema universitario:

    1.

    Abolizione del valore legale della laurea -e di tutti gli ordini professionali, da sostituire con Albi a cui si acceda tramite esame di Stato in seguito a corsi di abilitazione organizzati dagli Albi stessi in collaborazione con gli Atenei, per rendere veramente competitiva e meritocratica la nostra Università.
    2.

    Trasformazione dell'ANVUR da Agenzia a Autorità del tutto indipendente, e revisione dei criteri di valutazione degli Atenei, ponderando adeguatamente il ruolo degli insegnamenti umanistici, e inserendovi anche: le valutazioni pluriennali del Ministero sul miglioramento degli standard di servizi e insegnamenti; il numero di studenti laureati che abbiano trovato un lavoro stabile entro tre anni dal conseguimento del diploma; l'esito delle verifiche scientifiche quinquennali dei docenti; le agevolazioni in termini di edilizia popolare, servizi, diritto allo studio garantite dall'Ateneo ai propri studenti. E' inoltre necessario rendere i criteri nazionali di valutazione dei progetti scientifici in linea con gli standard comunitari, e avviare un processo che, progressivamente, porti all'assegnazione del 50% dei fondi del FFO tramite questi criteri di natura meritocratica.

    3.

    Contratti Unici della Docenza e della Ricerca, con garanzie crescenti e un orizzonte di stabilizzazione garantito qualora la valutazione dell'operato del docente / ricercatore, effettuata primariamente tramite criteri di peer review, sia stabilmente positiva, sul modello americano (*fa presente a Raciti che il modello sarebbe il contratto unico di Tito Boeri proposto dal PD*). Sorteggio di tutti i componenti nelle Commissioni d'Esame che si occupano delle assunzioni e degli scatti d i carriera.

    4.

    Azione persuasiva da parte dello Stato e degli Enti Locali verso la realizzazione di Poli Universitari Regionali, tramite accordi di programma tra i vari Atenei, per razionalizzare l'offerta formativa e i servizi; sblocco della legge sull'assegnazione di beni demaniali alle Università che superino i 40.000 studenti allo scopo di decongestionare la popolazione studentesca. Ridefinizione dei corsi di laurea secondo un modello anglosassone, basato su un core group di materie fondamentali, su altre a scelta e altre ancora del tutto libere, per combattere l'iper-specializzazione dei curricula.

    5.

    Ripristino, per il Consiglio Universitario Nazionale, del parere obbligatorio non vincolante, rispetto all'attuale parere opzionale, e sua possibile integrazione con il CNSU e altri corpi intermedi a rappresentanza del mondo universitario verso la creazione di un'unica rappresentanza democraticamente eletta e adeguatamente autorevole.

    6.

    Alzare la soglia di consenso del Senato Accademico necessaria per la trasformazione in Fondazione dell'Ateneo, dalla maggioranza assoluta a quella qualificata; incentivazione anche fiscale delle fondazioni partecipate dall'Università e delle joint-ventures con aziende private, rispetto alla svendita proposta dal Governo; immediata sospensione di ogni aiuto e contributo pubblico alle Università-Fondazioni, per evitare l'ennesima “privatizzazione dei profitti e socializzazione delle perdite”.

    7.

    In analogia col modello proposto dall'On. Angela Napoli per la Scuola Superiore, abolizione del Consiglio d'Amministrazione e responsabilizzazione del Senato Accademico.

    8.

    Per rispondere alla “crisi finanziaria imposta” dal Governo, abolizione del tetto massimo del 20% di entrate provenienti da tasse universitarie, e realizzazione di un sistema nazionale di borse di studio che garantisca l'effettiva attuazione del dettato costituzionale sul diritto allo studio.

    9.

    Abolizione del numero chiuso, ad eccezione dei corsi di laurea contingentati dalla Comunità Europea, e delle situazioni di oggettivo limite logistico negli Atenei pubblici.
    Ultima modifica di Manfr; 20-04-10 alle 00:20
    ***Bratstvo i jedinstvo***
    Socialismo Gollista

  9. #9
    bronsa querta
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    56,556
    Mentioned
    264 Post(s)
    Tagged
    25 Thread(s)

    Predefinito Rif: LILLA-UP: discussione su iniziative al Senato

    Citazione Originariamente Scritto da Supermario Visualizza Messaggio
    Ci tengo a informare che ho stabilito con il mio partito che quanto ne deriverà per il sottoscritto non sarà affatto vincolante, in quanto intendo mantenere la mia libertà di proposta, azione e di voto al Senato indipendentemente da quanto sarà stabilito in questa sede.



    .
    Parlane con Burton e Zulux, non con me.
    Io mi sono accordato in quanto mi è stato detto che gli accordi sarebbero stati vincolanti.
    Loro hanno accettato questa condizione.
    Ultima modifica di Garat; 20-04-10 alle 00:21
    C. De Gaulle: "l'Italia non è un paese povero. E' un povero paese".

  10. #10
    Chap Socialist
    Data Registrazione
    13 Sep 2002
    Messaggi
    31,654
    Mentioned
    10 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: LILLA-UP: discussione su iniziative al Senato

    Citazione Originariamente Scritto da Supermario Visualizza Messaggio
    Ci tengo a informare che ho stabilito con il mio partito che quanto ne deriverà per il sottoscritto non sarà affatto vincolante, in quanto intendo mantenere la mia libertà di proposta, azione e di voto al Senato indipendentemente da quanto sarà stabilito in questa sede.



    .
    Il tavolo è UPP-LILLA, e Lei, onorevoleSenatore, mi risulta iscritto al gruppo LILLA: non solo, mi risulta anche che abbia scritto o contribuito a delineare un considerevole numero di queste proposte, e poichè questa è la base da cui partirà il confronto, mi sembra che la sua libertà d'azione sia già ben garantita
    ***Bratstvo i jedinstvo***
    Socialismo Gollista

 

 
Pagina 1 di 11 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Proposta di discussione per il Senato
    Di occidentale nel forum Parlamento di Pol
    Risposte: 18
    Ultimo Messaggio: 27-09-10, 15:20
  2. Risposte: 28
    Ultimo Messaggio: 09-05-10, 13:28
  3. Seconda Seduta del Senato - Fase di discussione
    Di Giò nel forum Archivio della Comunità di Pol
    Risposte: 31
    Ultimo Messaggio: 19-02-10, 21:10
  4. Discussione sulle prime iniziative del Gov. Berlusconi
    Di Sunrocket nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 18
    Ultimo Messaggio: 24-05-08, 10:05
  5. Finanziaria in discussione al Senato il 29/12...
    Di nicolafior nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 21-12-04, 11:00

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226