User Tag List

Risultati da 1 a 5 di 5
  1. #1
    email non funzionante
    Data Registrazione
    15 May 2006
    Messaggi
    316
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Thumbs up l'abolizione dell'Ici, dicono, graverà sul Sud.

    FINANZA PUBBLICA / Imposte e tasse
    L'esenzione Ici sulla prima casa la finanzia il Sud

    Un approfondimento Anci-Ifel mostra come i tagli all'Ici siano finanziati da tagli ai trasferimenti, già previsti da leggi varate, soprattutto nelle regioni meridionali. Perplessità anche sulla giusta copertura dell'operazione.

    E' il Mezzogiorno a pagare principalmente sulla propria pelle l'esenzione Ici sulla prima casa. Infatti, per compensare il minor gettito ai comuni e il rimborso di questi, ben 70 milioni di euro sono prelevati da stanziamenti già programmati per lo sviluppo della banda larga nelle regioni meridionali e per la messa in sicurezza dei trasporti in Calabria e nello stretto di Messina.
    Senza considerare che 113 milioni di euro sono tolti dal fondo per il trasporto pubblico locale. Penalizzate anche le università che, dal loro fondo ordinario, sono costrette a cedere 16 milioni di euro. Inoltre, esenzione dall'Ici anche per le case degli italiani all'estero. In tale caso infatti, opera un'assimilazione ope legis alle prime case di abitazione, anche se sul punto, il decreto nulla dice.
    Infine, occorre un chiarimento sul costo dell'operazione. Non sembra collimare infatti il valore dell'imponibile sulla prima casa già stimato dalla Finanziaria 2008 e quanto invece riportato dal Decreto Legge n. 93. Queste considerazioni sono state diffuse ieri in una nota ANCI-IFEL (sul sito www.anci.it), quale "chiave di lettura" dei provvedimenti che il governo ha emanato d'urgenza per salvaguardare il potere di acquisto delle famiglie. Norme che sono contenute nel decreto legge n. 93/2008, e che vengono adesso sottoposte ad una più attenta analisi dai tecnici dell'istituto per la finanza e l'economia locale.
    IL FINANZIAMENTO DELL'OPERAZIONE
    Il taglio Ici si compensa con forti riduzioni di spesa. La nota ANCI-IFEL ne dà una panoramica. E' soprattutto la Finanziaria 2008 a rendere disponibili questi tagli. A titolo d'esempio, ben 113 milioni di euro sono decurtati dal fondo per la promozione e il sostegno dello sviluppo del trasporto pubblico locale, altri 20 milioni sono prelevati dalla spesa per interventi per il miglioramento del servizio di trasporto e sicurezza in Calabria e nello Stretto di Messina, e ulteriori 50 milioni sono tolti al finanziamento per gli interventi del programma di sviluppo della banda larga in Mezzogiorno. Dal recente Decreto milleproroghe, invece, sono tolti 16 milioni di euro a valere sul capitolo destinato al finanziamento ordinario per le Università e 10 milioni dai fondi dell'Istituto nazionale salute migranti.
    I CASI "IN CHIAROSCURO"
    Se è pacifico che l'abolizione Ici comprenda le abitazioni principali e le relative pertinenze, nell'esenzione dovrebbero rientrare anche le case possedute in Italia dai cittadini italiani residenti all'estero. Anche se non espressamente menzionate nel decreto, i tecnici Ifel ritengono che alle stesse, solo se non locata, si debba applicare un'assimilazione "ope legis". Altro aspetto problematico riguarda l'ipotesi che l'unità immobiliare sia posseduta da parente ed assimilata all'abitazione principale solo per una quota. In tal caso, l'esenzione deve essere concessa solo in relazione a tale quota, restando imponibile ai fini Ici la restante quota.
    POSSIBILI ALCUNI AUMENTI
    Nonostante il comma 7 del primo articolo disponga il blocco, fino all'attuazione del federalismo fiscale, di deliberare aumenti dei tributi, delle addizionali, delle aliquote e delle maggiorazioni di aliquote di tributi attribuiti con leggi dello Stato, l'Anci rileva che alcuni tributi sono fuori dal blocco. Infatti, la norma, nel comprendere anche i casi di istituzione di nuovi tributi, non comprende le deliberazioni relative alle entrate patrimoniali (quali COSAP, TIA e TARSU), escludendo altresì dal blocco, gli aumenti delle aliquote collegati ai piani di rientro dei disavanzi causati dalla spesa sanitaria, oltre a quegli aumenti già decisi nei bilanci di previsione approvati in giunta e in questi giorni in discussione tra gli organi consiliari (il cui termine per l'approvazione è scaduto comunque il 31 maggio scorso).
    MINOR GETTITO ICI, SUBITO I SOLDI
    Sono soprattutto i tempi di erogazione del minor gettito Ici sulla prima casa a spaventare, giustamente, i comuni. La norma del decreto infatti, stabilisce un importo indicato quale rimborso di minore imposta pari a 2,6 milioni di euro. Ma, per l'Anci, qualcosa non quadra. Occorre una comparazione con i gettiti reali. La sottolineatura, infatti, nasce dalla constatazione che il valore del gettito Ici riconducibile all'abitazione principale, viaggia intorno a 2,7 milioni di euro (cfr. relazione tecnica-finanziaria 2008) e che a tale cifra si devono aggiungere gli importi relativi alle assimilazioni comunali e alle abitazioni degli ATER, in quanto esclusi dalla manovra Prodi del 2008.
    Questa disposizione comunque "offre poche certezze". Si rischia di allungare (e di molto) i tempi di erogazione, creando non pochi problemi di liquidità ai comuni. La previsione contenuta nel decreto, secondo la quale in sede di Conferenza Stato-Città ed autonomie locali sono stabiliti, entro sessanta giorni dalla data di entrata in vigore del decreto, criteri e modalità per la erogazione del rimborso ai comuni che il Ministro dell'Interno provvede ad attuare con proprio decreto, non fa certo fare dei salti di gioia all'associazione dei comuni italiani. Infatti, si legge nella nota osservata, "non è chiaro in quale forma, la Conferenza stabilirà i criteri e le modalità".
    Per gli anni successivi al 2008, l'Anci comunque vuole garanzie. E propone un'interessante soluzione: si potrebbe autorizzare il Ministero dell'Interno ad erogare ai comuni, entro il 15 giugno 2008, quale forma di anticipazione dei trasferimenti compensativi del mancato gettito Ici per abitazione principale, un importo pari al 55 per cento del relativo gettito Ici che risulti dai conti consuntivi 2006 o dai dati più recenti, se disponibili.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Mé rèste ü bergamàsch
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    13,041
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Taglio dell'Ici e dei treni per i pendolari...

    http://www.rinopruiti.it/dblog/artic...p?articolo=822

    Tutti contenti - almeno chi ha la prima casa di proprietà - della cancellazione dell'ICI da parte del Governo Berlusconi. In pochi si sono chiesti dove avrebbe preso i soldi il nostro "fantasioso" Presidente del Consiglio. Sembra che una parte dei circa 4 miliardi di euro non incassati con l'ICI vengano "risparmiati" a scapito del servizio di trasporto pubblico nazionale e dei programmi per la sicurezza stradale. Solo per la Lombardia si prevede un taglio di 34 milioni di euro. Una vera "mazzata" per "Trenitalia" che non navigava certo nell'oro.

    Sedici treni a media e lunga percorrenza da e per Milano cancellati da domenica prossima, su un totale di 28 in tutta Italia. Intanto "Trenitalia" a seguito della riduzione dei contributi da parte del governo, minaccia di cancellare il 10 per cento dei treni regionali e di chiudere intere linee come la Colico-Chiavenna e la Pavia-Codogno, e da domenica 15 giugno è stato tagliato il 3% degli intercity, cancellando numerosi collegamenti nel centro-nord, alcuni dei quali riguardano direttamente Milano. Per Milano si tratta di due eurostar da e per Genova, due intercity da e per Ventimiglia, due intercity da e per Grosseto, quattro da e per Firenze, due da e per Udine, due da e per Venezia, e due intercity sulla linea Torino-Venezia. Non stiamo parlando di treni sotto-utilizzati, anzi!

    I disagi per i passeggeri sono notevoli. I carburanti e l'inquinamento aumentano esponenzialmente mentre il governo, invece di favorire il trasporto pubblico su ferro, fa di tutto per renderlo meno efficiente e meno conveniente.

  3. #3
    Mé rèste ü bergamàsch
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    13,041
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito



    Di solito i mancati introiti si rifanno su chi, l'Ici, la paga. E non su chi sistematicamente la evade, sulle case "dichiarate" tra l'altro, senza considerare che a quei dati bisogna aggiungerci quelli delle abitazioni abusive. Poi che manchino i trasferimenti per coprire la sistematica evasione di certe terre a sovranità mafiosa, quello, forse e sottolineo forse (ma dubito fortemente), potrebbe essere un altro discorso.

  4. #4
    naufrago
    Data Registrazione
    14 Apr 2009
    Località
    La me car Legnàn
    Messaggi
    22,957
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Bèrghem, questi dati sono il solito deja vu. Tanto a pagare siam sempre noi.

  5. #5
    email non funzionante
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    11,262
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito

    L’ abolizione dell’ICI non graverà sul Sud.
    Se nel Sud vi era la maggior evasione di ICI, la sua abolizione come tassa porta nessun cambiamento.

    Il Sud protesta solamente perché se l’ Ici non viene pagata anche al Nord; ne risulta comunque che il getto fiscale settentrionale nel suo totale diminuisce.

    Conseguentemente il volume totale del fisco sommato a tutti i livelli di ente statali diminuisce.

    Tuttavia il Sud dimostra di essere una forza.

    Il governo attuale, per dimostrare che è forte deve dare la caccia agli evasori, ma mentre vi sono mille modi per non colpire il sud nell’evasione, per la tassa sulla casa questa evasione era difficile da protrarre avanti essendo gli immobili non occultabili.

    Perciò piuttosto di obbligare a pagare la tassa al Sud hanno preferito abolirla.

    L’unica tassa non occultabile è stata abolita.

    Coerenza totale

 

 

Discussioni Simili

  1. Una considerazione sulla novità dell'abolizione dell'ICI
    Di Defender nel forum Centrodestra Italiano
    Risposte: 9
    Ultimo Messaggio: 22-07-08, 14:58
  2. Flat Tax sul reddito, abolizione dell'IRAP e dell'ICI.
    Di The Tory nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 118
    Ultimo Messaggio: 20-02-07, 23:33
  3. nessuno ha capito la storia dell´abolizione dell´ici
    Di diego10 nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 04-04-06, 05:37
  4. Appello contro l'abolizione dell'insegnamento dell'evoluzionismo
    Di Gino Cerutti nel forum Centrosinistra Italiano
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 27-04-04, 22:55
  5. Appello contro l'abolizione dell'insegnamento dell'evoluzionismo
    Di Gino Cerutti nel forum Sinistra Italiana
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 26-04-04, 22:13

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226