User Tag List

Risultati da 1 a 8 di 8
  1. #1
    www.pnveneto.org - PNV
    Data Registrazione
    18 Aug 2006
    Località
    Trevixo - Venetia
    Messaggi
    1,133
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Il Veneto del miracolo economico portato alla povertà dall’Italia. Indipendenza!

    Il Veneto del miracolo economico portato alla povertà dall’Italia. Indipendenza per avere un futuro

    Un duro articolo quello pubblicato ieri su Repubblica. Un articolo che tocca nel vivo molti di noi. Io mi sento toccato, non nel senso che sia povero, ma nel senso che quella povertà descritta con il solito eccesso di luoghi comuni anti-veneti è comunque distante potenzialmente poco tempo da me e da tutta la classe media veneta.
    Me ne rendo conto – e credo che ognuno di noi lo via sulla propria pelle – quando magari invito amici a mangiare fuori la sera e sento le scuse più assurde che in realtà nascondono una difficoltà finanziaria, che per qualcuno è solo l’anticamera della povertà.
    Così è riuscita a ridurci l’Italia.
    Le nostre menti più brillanti lo sanno in cuor loro da diverse anni e lo dimostra l’esercito di neolaureati o di giovani professionisti che ogni anno abbandonano il Veneto alla ricerca di un futuro che qui è negato. I dati Istat del 2006 ne contavano 10.000 su 30.000 di tutto lo stato italico.
    I veneti con memoria storica sanno bene che non è la prima volta che l’Italia ci fa questo scherzetto.
    Dieci anni dopo quella maledetta annessione, nel 1876 è iniziata una vera e propria diaspora che è durante praticamente ininterrottamente fino al secondo dopoguerra. Un veneto su due è andato a fare l’albanese in giro per il mondo, allora. Oggi stanno ripartendo, i nostri ragazzi, nuovamente traditi dall’Italia ladrona.
    È in Veneto che assistiamo alla vera Caporetto economica di uno stato a elettroencefalogramma piatto. L’unica cosa che funziona bene di questa Italia è lo stomaco, visto tutto quello che riescono ancora a mangiarsi.
    In Veneto da troppo tempo risuona il ritornello che le cose vanno bene. Che siamo i migliori. Purtroppo è solo amarcord.
    L’andamento dell’economia veneta negli ultimi 10 anni è in realtà parallelo a quello fallimentare italiano, superato da tutti i paesi europei (manca solo la Grecia, per poco) e a breve anche dai Paesi dell’Europa ex comunista. Anzi, a ben guardare il trend negativo del pil-pro-capite veneto è anche più accentuato di quello italiano..
    In questo scenario ben si comprende il voto di due mesi fa: un voto di disperazione. Cosa verranno a dire ai veneti disperati i nostri politici quando emergerà che i sogni di gloria autonomisti e federalisti sono per l’appunto dei sogni di gloria irrealizzabili?
    E noi veneti di cuore e cervello, cosa dobbiamo fare ora? Il mio è un appello.
    Veneti, non c’è più tempo per aspettare. Dobbiamo al più presto creare una rete politica nuova, che ci permetta di ottenere l’indipendenza politica. la rete è già in costruzione, si chiama Partito Nazionale Veneto e ha per obiettivo l’unico possibile, l’unico che ci spetta: l’indipendenza.


    L’indipendenza è legale, l’indipendenza è conveniente, l’indipendenza è più facile da ottenere grazie ad un percorso politico concreto e che è stato fatto da molti Paesi nel mondo negli ultimi anni. E che molti altri Paesi stanno percorrendo. Manchiamo solo noi veneti.
    Dobbiamo farlo per non essere più derubati del frutto del nostro lavoro, per non essere privati della nostra dignità. Dobbiamo farlo per far entrare il Veneto nella nuova società dell’informazione, il nuovo petrolio da cui oggi siamo drammaticamente tagliati fuori. Purtroppo oggi il Veneto è tra le ultime aree d’Europa per investimento in nuove tecnologie, i dati sono disponibili per tutti, sul sito di Eurostat: l’indipendenza ci serve per approntare nuove strategie di sviluppo, basate per esempio sullo sfruttamento intelligente del turismo eco-sostenibile, o per garantirci un primato, sempre per fare un altro esempio, nelle nanotecnologie.


    Per percorrere questa strada è necessario però prima rafforzare lo strumento politico che chieda ed ottenga il mandato per indire il referendum per l’indipendenza. Lo strumento si chiama Partito Nazionale Veneto. Un partito-nonpartito nuovo, leggero, orizzontale, creato sul modello di internet.


    Iscrivitevi al PNV, potete farlo da internet in trenta secondi. Fate passaparola. Ci serve una RIVOLUZIONE VIRALE per far crescere l’ultima possibilità politica che resta al Veneto, prima del nuovo deserto sociale che seguirà inevitabilmente il nostro impoverimento e la distruzione della classe media.
    Iscrivetevi oggi stesso e fate iscrivere i vostri amici da:


    Gianluca Busato
    Segretario nasional PNV

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Forumista
    Data Registrazione
    28 Nov 2011
    Messaggi
    704
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Liberazione del Veneto

    mi sembra che la life, ha dato un segnale forte depositando a strasburgo
    il 02.06.2008 documentazione riguardante la liberazione del Veneto
    questa coraggiosa iniziativa andava senz' altro sostenuta dagli altri
    movimenti indipendentisti VENETI

  3. #3
    Simply...cat!
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Brescia,Lombardia,Padania
    Messaggi
    17,080
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Se non passa un federalismo serio,l'indipendenza mi sembra davvero l'ipotesi + opportuna.
    Così non si può + andare avanti.

  4. #4
    Simply...cat!
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Brescia,Lombardia,Padania
    Messaggi
    17,080
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Apostata_tv83 Visualizza Messaggio
    Il problema è che il federalismo all'italiana è una pagliacciata. Ha sostituito la secessione leghista per poter moltiplicare le istituzioni, le poltrone e i soldi da spendere per mantenerli.
    Guarda che il federalismo serio e vero sostituisce le competenze.
    Quello che le moltiplica o le duplica è il cosiddetto "federalismo solidale".

  5. #5
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    15,612
    Mentioned
    10 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Apostata_tv83 Visualizza Messaggio

    Bravo Giane!
    Troppo spesso ci si dimentica che la prima economia veneta oggi è il turismo assieme agli strumenti di comunicazione e informazione e ce la caviamo sempre meglio anche con l'energia pulita e le tecniche di reciclaggio dei rifiuti.
    Ad ogni modo sai che condivido molto la teoria di Enrico, incontrato ieri sera: è ora che i Veneti si sveglino e che capiscano che è inutile continuare a puntare sulla produzione quantitativa per investire su qualità e tecnologie, mercato, comunicazioni, paesaggio e turismo ecc. Siamo una nazione che ha tutte le carte in regola per diventare veramente moderna e in testa alle classifiche europee, abbiamo l'autosufficienza energetica solo con l'idroelettrico.
    Si tratta solamente di rendersi indipendenti e metterci a ricostruire un territorio che è stato modellato sulle esigenze degli italiani e sulla (purtroppo) ottusità di troppi veneti che si sono lasciati trascinare nel "miracolo nordest" senza valutarne le conseguenze appieno. Non siamo perfetti, siamo però un popolo e possiamo rimetterci in moto per tornare a essere competitivi in maniera più ragionata: basta essere il capannone d'Italia, basta produrre per gli altri, lavoriamo per noi, il nostro territorio e il nostro benessere con lungimiranza e attenzione.
    concordo al 100%,
    ricordati però che la stragrande
    maggioranza della classe imprenditoriale
    e politica veneta,
    (aggiungi pure il piccolo e grande proprietario
    terrieri che desiderano valorizzare il proprio fondo),
    non riescono ad andare più
    in la della:
    ruspa,
    betoniera,
    catrame,
    cemento & affini.......

  6. #6
    www.pnveneto.org - PNV
    Data Registrazione
    18 Aug 2006
    Località
    Trevixo - Venetia
    Messaggi
    1,133
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da terry-volpe Visualizza Messaggio
    mi sembra che la life, ha dato un segnale forte depositando a strasburgo
    il 02.06.2008 documentazione riguardante la liberazione del Veneto
    questa coraggiosa iniziativa andava senz' altro sostenuta dagli altri
    movimenti indipendentisti VENETI
    non è a noi che vanno rivolte queste critiche, dato che hanno tutto il nostro sostegno, testimoniato dalla pubblicazione dei loro comunicati sul nostro sito.
    Diversi soci e amici del pnv hanno partecipato a quel viaggio se non lo sai.

    Riteniamo in ogni caso che oltre alle iniziative coraggiose si debbano mettere in atto anche le iniziative politiche necessarie a farci fare qualche passo in avanti verso l'indipendenza da un punto di vista del consenso popolare.

  7. #7
    Forumista
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Finlandia
    Messaggi
    570
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Apostata_tv83 Visualizza Messaggio
    Bravo Giane!
    Troppo spesso ci si dimentica che la prima economia veneta oggi è il turismo assieme agli strumenti di comunicazione e informazione e ce la caviamo sempre meglio anche con l'energia pulita e le tecniche di reciclaggio dei rifiuti.
    Ad ogni modo sai che condivido molto la teoria di Enrico, incontrato ieri sera: è ora che i Veneti si sveglino e che capiscano che è inutile continuare a puntare sulla produzione quantitativa per investire su qualità e tecnologie, mercato, comunicazioni, paesaggio e turismo ecc. Siamo una nazione che ha tutte le carte in regola per diventare veramente moderna e in testa alle classifiche europee, abbiamo l'autosufficienza energetica solo con l'idroelettrico.
    Si tratta solamente di rendersi indipendenti e metterci a ricostruire un territorio che è stato modellato sulle esigenze degli italiani e sulla (purtroppo) ottusità di troppi veneti che si sono lasciati trascinare nel "miracolo nordest" senza valutarne le conseguenze appieno. Non siamo perfetti, siamo però un popolo e possiamo rimetterci in moto per tornare a essere competitivi in maniera più ragionata: basta essere il capannone d'Italia, basta produrre per gli altri, lavoriamo per noi, il nostro territorio e il nostro benessere con lungimiranza e attenzione.
    Avete proprio ragione.

  8. #8
    email non funzionante
    Data Registrazione
    13 Apr 2006
    Messaggi
    5,635
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Libertà!

 

 

Discussioni Simili

  1. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 12-06-08, 23:03
  2. Risposte: 33
    Ultimo Messaggio: 03-06-02, 18:16

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226