User Tag List

Risultati da 1 a 9 di 9

Discussione: Evviva l'Irlanda

  1. #1
    naufrago
    Data Registrazione
    14 Apr 2009
    Località
    La me car Legnàn
    Messaggi
    22,957
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Thumbs up Evviva l'Irlanda

    L'Ue nel caos/ L'Irlanda ha detto no al Trattato di Lisbona. Governo italiano spaccato - Affaritaliani.it

    L'Ue nel caos / L'Irlanda ha detto no al Trattato di Lisbona.
    Governo italiano spaccato

    Venerdí 13.06.2008 09:26

    L'Unione europea piomba nel caos. Manca ancora l'ufficializzazione, ma gli irlandesi hanno detto no al Trattato di Lisbona. Stando allo spoglio delle prime schede del referendum, prevale il "no" al Trattato. E secondo la televisione pubblica irlandese Rte un certo pessimismo si sta diffondendo tra i sostenitori del "sì". L'emittente riferisce che i distretti operai avrebbero votato massicciamente per il no. Nel distretto di Donegal, nord-est, dove sono state aperte il dieci per cento delle urne, in nessun caso ha vinto il sì.

    Stando a quanto riferito da scrutatori all'agenzia Reuters, in cique circoscrizioni della capitale Dublino i "no" sono in testa; in altri tre si registra un sostanziale pareggio con i "sì" e in un altro sono in vantaggio i favorevoli al Trattato. Dublino conta un quarto dell'elettorato irlandese. Corrispondenti dell'emittente pubblica Rte in altre regioni del Paese riferiscono di un vantaggio dei "no" nelle prime schede scrutinate. La pagina web dell'Irish Time conferma che in tutte le circoscrizioni della capitale i "no" prevalgono con una media di 60 contro 40 dei "si'", con picchi di 70 contro 30 nella circoscrizione sudorientale.

    Ad anticipare senza ombra di dubbi la vittoria del no in Irlanda è stato il leghista Roberto Calderoli. "Un grazie al popolo irlandese per il suo voto. Tutte le volte in cui i popoli sono stati chiamati a votare hanno bocciato clamorosamente un modello di Europa che viene vista lontana dai popoli stessi". Il ministro per la Semplificazione normativa si dice convinto di un esito negativo della consultazione sul trattato di Lisbona e sostiene che "i popoli, ancora una volta, hanno dimostrato di avere maggiore saggezza rispetto a governi e Oarlamenti". "Questo referendum tenutosi in Irlanda - osserva Calderoli - conferma la posizione tenuta da sempre dalla Lega Nord, ovvero che la sovranità appartiene ai popoli e che solo i popoli possono decidere di rinunciare ad essa e conferma che, come sostenuto anche dal presidente emerito Cossiga e dal professor Guarino, l'approvazione di questo Trattato da parte del solo Parlamento avrebbe rappresentato un atto incostituzionale per gli articoli 1 e 11 della Costituzione, perché avrebbe affidato i nostri destini nelle mani dei burocrati e non degli eletti dal popolo".

    "Saluto con immensa gioia la notizia della probabilissima vittoria del no al referendum irlandese sul Trattato. Nei distretti operai di Dublino si è votato massicciamente contro Lisbona: evidentemente, anche in Irlanda, la classe operaia vuole andare in paradiso e non nell'inferno dei tecnocrati e dei banchieri di Bruxelles". Lo afferma ad Affaritaliani.itMario Borghezio, capo delegazione della Lega Nord al Parlamento Europeo.

    MAGGIORANZA SPACCATA - "Siamo in attesa dei risultati del referendum irlandese. Se davvero l'Irlanda dovesse bocciare il Trattato di Lisbona, ci troveremmo in una situazione di crisi delle istituzioni europee senza precedenti. Per questo auspichiamo che l'esito sia positivo". Lo ha detto il presidente della Camera, Gianfranco Fini, partecipando a un convegno organizzato da Il Riformista e dalla Cisl.

    L'Irlanda è l'unico dei Ventisette paesi dell'Unione dove la ratifica è stata affidata a una consultazione popolare. Una vittoria del "no" creerebbe un serio problema all'Interno dell'Unione europea, dove il trattato è già stato ratificato dai parlamenti di 18 paesi.

    Il trattato di Lisbona potrebbe essere applicato escludendo l'Irlanda, ma non è chiaro come il paese potrebbe rapportarsi agli altri stati membri. Nel 2001 gli elettori irlandesi avevano respinto in un referendum un primo trattato europeo, quello di Nizza, approvandolo poi in una nuova consultazione l'anno successivo.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    email non funzionante
    Data Registrazione
    30 Aug 2007
    Messaggi
    2,353
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Sicuramente il Popolo irlandese ha interpretato bene lo spirito degli altri Popoli europei che non si sono potuti esprimere!
    Purtroppo lo pseudodemocratico Barroso ha gia' replicato senza vergogna su tale voto:

    2008-06-13 17:41Trattato: Barroso, avanti ratifichePresidente commissione Ue: Trattato e' ancora vivo (ANSA) - BRUXELLES, 13 GIU - Bisogna andare avanti con le ratifiche del Trattato. Lo ha detto il presidente della Commissione Ue Jose Manuel Durao Barroso. Barroso ha parlato in un incontro stampa a Bruxelles: 'C'e' una responsabilita' congiunta di tutti i Paesi per fare fronte alla situazione', ha aggiunto. 'Il Trattato e' ancora vivo, non e' morto', ha spiegato il presidente della Commissione europea, Jose' Manuel Barroso commentando l'esito negativo del referendum irlandese sul trattato Ue di Lisbona.
    http://www.ansa.it/site/notizie/awnp...113247963.html

    Viva gli Irlandesi!

  3. #3
    Forumista junior
    Data Registrazione
    08 May 2008
    Messaggi
    18
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Un vero democratico questo barruso, mai eletto da nessuno si permette di sputare sentenze tipo " che siate daccordo o no si vada avanti lo stesso con un trattato che toglie potere a parlamenti eletti per darlo a burocrati"
    Chi è il burattinaio che tira i fili a questi pagliacci?

  4. #4
    email non funzionante
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    11,262
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito

    Bene

  5. #5
    Rifondazione Leghista
    Data Registrazione
    25 Jun 2006
    Messaggi
    1,028
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Brigant Visualizza Messaggio
    Un vero democratico questo barruso, mai eletto da nessuno si permette di sputare sentenze tipo " che siate daccordo o no si vada avanti lo stesso con un trattato che toglie potere a parlamenti eletti per darlo a burocrati"
    Chi è il burattinaio che tira i fili a questi pagliacci?
    Il principio antidemocratico è un tarlo che si fa strada tra l'indifferenza dei cittadini, la cui sovranità, sancita dalla costituzione, è negata anche dalle parole di Napolitano che della stessa costituzione dovrebbe essere il garante. Per semplificare, fanno il ca**o che vogliono. A partire dalle ultime elezioni che hanno visto il parlamento riempirsi di "nominati" dalle segreterie dei partiti, senza nemmeno il paravento formale di primarie all'interno degli schieramenti. Non c'è da dubitare che il prossimo colpo di mano sarà l'abolizione della preferenza per le europee del 2009, con maggioranza ed opposizione d'accordo su una nuova legge elettorale in tal senso. Rimangono solo le elezioni dei parlamenti regionali, unici organi legislativi i cui rappresentanti sono ancora scelti dagli elettori, ad eccezione della lista del presidente per il premio di maggioranza i cui nomi sono già definiti prima.
    Così le leggi e le tasse verranno imposte da gente che non deve rispondere a nessuno delle proprie azioni. Rimane lo schioppo.

  6. #6
    Forumista
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Finlandia
    Messaggi
    570
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Io sono molto contento

  7. #7
    email non funzionante
    Data Registrazione
    21 Dec 2006
    Località
    Parma
    Messaggi
    828
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Tuula Visualizza Messaggio
    Io sono molto contento
    Anch'io

  8. #8
    naufrago
    Data Registrazione
    14 Apr 2009
    Località
    La me car Legnàn
    Messaggi
    22,957
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Ai signori di FI non piace "un'europa a due velocità", però che ci sia l'italietta che funziona in quel modo da sempre fan finta di non vederla...

    http://www.ansa.it/opencms/export/si...101074409.html

    » 2008-06-16

    TRATTATO UE, FRATTINI AVVERTE LA LEGA

    LUSSEMBURGO - I ministri degli esteri della Ue, che a Lussemburgo hanno discusso del no irlandese al Trattato di Lisbona, ritengono che la bocciatura di Dublino non fermi il processo di riforma dell'Unione europea, ma riconoscono che non ci sono in vista soluzioni né rapide né facili.

    "Non parliamo di un'Europa a due velocità, di un gruppo pioniere o di un'elite. Ma ascoltiamo le opzioni dei colleghi irlandesi" e proponiamo da subito azioni concrete sui temi più vicini ai cittadini "come i prezzi dei prodotti agricoli, l'energia, l'immigrazione", dice il ministro degli Esteri Franco Frattini, riassumendo la posizione assunta dall'Italia nel corso della riunione.

    "Quello che è accaduto - aggiunge Frattini - impone un riesame profondo di come l'Europa si fa capire e dimostra attenzione per i cittadini. Credo che sia un messaggio che la Lega possa apprezzare, sapendo che per l'Italia è politicamente impossibile fermare il processo di ratifica".

    "Sarebbe rischioso, azzardato, dire che riporteremo il Trattato in vita mentre stiamo affrontando il fatto che è stato bloccato", ha detto il ministro degli esteri sloveno Dimitrij Rupel, entrando in Consiglio. Rupel ha ammesso di "non avere soluzioni" e di contare sul ministro degli esteri irlandese Michael Martin: "forse lui ne ha", ha detto. Ma anche Martin è apparso piuttosto pessimista. "Non c'é una soluzione rapida ed è troppo presto per prevedere la possibilità di un secondo referendum in Irlanda", ha detto il ministro degli esteri irlandese. "Siamo in una situazione difficile, in una situazione molto impegnativa - ha aggiunto Martin -. Prima di decidere che cosa fare bisogna analizzare in modo molto approfondito la situazione, capire le motivazioni di un voto il cui risultato è stato sicuramente molto deludente per noi". Ad una domanda se il processo di ratifica del Trattato di Lisbona, già concluso in 18 paesi, debba continuare, Martin ha affermato di non volere interferire nelle decisioni degli altri Stati e di sentire "un profondo rispetto" per l'orientamento già preso dalle altre opinioni pubbliche. "Ed è per questo - ha sottolineato - che bisogna aver rispetto anche della decisione espressa dal popolo irlandese. L'Irlanda resta un paese europeista, ma non si può ignorare ciò che è successo".

    Per l'Alto rappresentante della politica estera e di sicurezza della Ue Javier Solana, "la vita deve andare avanti", così come il progetto europeo. Il 'no' irlandese al Trattato di Lisbona, ha sottolineato il ministro degli esteri Franco Frattini, "é una doccia fredda ma l'Unione europea non si ferma". Per Frattini "é prematuro ipotizzare decisioni: prima dobbiamo sentire gli irlandesi, analizzare cosa è successo". Il ministro finlandese Alexander Stubb ha insistito sul fatto che nonostante il no dell'Irlanda "lo spirito europeo è molto forte". "Il trattato non è morto", ha detto. Da parte della Gran Bretagna è arrivata la conferma dell'intenzione di procedere con la ratifica parlamentare, che dovrebbe essere completata mercoledì prossimo. Mentre il ministro lussemburghese Jean Asselborne ha indicato una via d'uscita: una dichiarazione da accludere al Trattato che possa rassicurare gli irlandesi su aborto, fiscalità e sovranità nazionale. Ma è solo un'ipotesi che si aggiunge alle altre che saranno analizzate dai capi di Stato e di governo nel vertice Ue di giovedì e venerdì prossimi a Bruxelles.

  9. #9
    Forumista
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Finlandia
    Messaggi
    570
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Brigant Visualizza Messaggio
    Un vero democratico questo barruso, mai eletto da nessuno si permette di sputare sentenze tipo " che siate daccordo o no si vada avanti lo stesso con un trattato che toglie potere a parlamenti eletti per darlo a burocrati"
    Chi è il burattinaio che tira i fili a questi pagliacci?
    Hai proprio ragione.

 

 

Discussioni Simili

  1. Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 04-11-08, 17:29
  2. Risposte: 282
    Ultimo Messaggio: 15-09-08, 14:42
  3. Evviva l'Italia,evviva la mafia!
    Di blob21 nel forum Fondoscala
    Risposte: 27
    Ultimo Messaggio: 15-07-06, 17:39
  4. evviva il liberismo,evviva la globalizzazione !
    Di costantino nel forum Centrodestra Italiano
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 22-04-06, 23:36

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226