User Tag List

Risultati da 1 a 7 di 7
  1. #1
    Simply...cat!
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Brescia,Lombardia,Padania
    Messaggi
    17,080
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Arrow I tedeschi non si fidano degli Euro latini e chiedono di cambiarli coi loro

    Tedeschi dissociati dall’euro
    Maurizio Blondet
    13 giugno 2008

    Un biglietto da 100 euro equivale a un biglietto da 100 euro. Giusto? No, secondo i cittadini tedeschi. Il giornale popolare Handelsblatt rivela un curioso comportamento: quando vanno in banca a ritirare contanti, i tedeschi controllano le banconote per vederne l’origine; quelle stampate nell’area mediterranea se la fanno scambiare con banconote «Made in Germany» (1).

    I bigliettoni stampati in Germania sono riconoscibili in quanto esibiscono una X davanti ai numeri di serie; il che li distingue da quelli fabbricati dalla Moneda iberica (che hanno una V) e dal nostro Poligrafico, dove il numeri di serie sono preceduti da «S».

    Ogni Paese stampa un numero di banconote in stretto rapporto con il suo peso economico, secondo regole severe della Banca Centrale Europea. E in ogni caso si tratta di «moneta ex nihilo», non coperta da alcun tallone. Di conseguenza, la preferenza dei tedeschi per i loro euro nazionali sembra del tutto idiota.

    Se la preferenza è giustificata per chi compra BOT - e infatti i BOT italiani pagano un interesse maggiore dei BOT tedeschi, per convincere i risparmiatori a comprarli da un debitore poco credibile, e questa forbice ( «spread») tende ad allargarsi - non ha alcun senso quando si prendono contanti.

    Le banconote in euro sono perfettamente intercambiabili in tutta la zona euro, anzi nel mondo. Solo in un caso i cento euro stampati a Madrid o ad Atene, a Roma o a Lisbona, potrebbero valere meno dei cento euro fabbricati in Germania: se l’unità monetaria si spaccasse. Oppure in caso di caotica crisi, estrema.

    Avvenne in USA nel decennio attorno al 1840, sotto la presidenza di Andrew Jackson, quando banconote in dollari stampate in differenti Stati erano scambiate a valori diversi (ma allora circolavano dollari «privati», emessi da oltre un migliaio di banche locali). Può succedere?

    In fondo, oscuramente, i tedeschi lo pensano. Molti di loro hanno una casa di vacanza in Spagna, e ne hanno visto crollare il valore di mercato. Vedono come fumo negli occhi i tentativi di Parigi - cui si aggiungono Spagna e Italia - di dettare alla Banca Centrale Europea un ribasso dei tassi, il che indebolirebbe il cambio dell’euro, e sarebbe una «intrusione della politica» nel regno immacolato della moneta, che gli impolitici tedeschi credono meglio abbandonare ai tecnici, secondo loro immacolati. Soprattutto, i consumatori germanici vedono l’inflazione che galoppa.

    Le autorità tedesche hanno ammesso quello che gli altri governi europei tacciono, o su cui alzano fumo: che l’inflazione in Germania è all’8,1%, un livello mai visto da un quarto di secolo. E in Germania si ricorda l’iper-inflazione degli anni ‘20 come il grande incubo nazionale. Si ricordano ancor meglio dell’inflazione del 1948, che fu provocata da una riforma monetaria: gli attivi finanziari dei risparmiatori furono tosati anche del 90%. Il problema si ripresenta.

    Se l’inflazione è all’8% reale in Europa, i risparmiatori che mettono il loro gruzzolo in banca (al tasso massimo del 3,20% pronti-contro-termine) o in BOT al 4,6% (lordo), si accorgono di venire - ancora una volta - semplicemente derubati dei loro risparmi dalle banche usurarie. Le quali in Europa si procurano il denaro di cui hanno estremo bisogno dati i loro problemi di liquidità, a costo zero. Anzi negativo.

    continua...
    http://www.effedieffe.com/content/view/3561/179/
    Preciso che ho citato Blondet perchè ha praticamente tradotto in itagliano l'articolo qui sotto del Telegraph.

    Support for euro in doubt as Germans reject Latin bloc notes
    By Ambrose Evans-Pritchard
    Last Updated: 1:26am BST 13/06/2008

    Notes printed in Berlin have more currency for bank customers who fear a 'value crisis'

    Ordinary Germans have begun to reject euro bank notes with serial numbers from Italy, Spain, Greece and Portugal, raising concerns that public support for monetary union may be waning in the eurozone's anchor country.

    Germany's Handelsblatt newspaper says bankers have detected a curious pattern where customers are withdrawing cash directly from branches, screening the notes to determine the origin of issue. They ask for paper from the southern states to be exchanged for German notes.


    Each country prints its own notes according to its economic weight, under strict guidelines from the European Central Bank in Frankfurt. The German notes have an "X"' at the start of the serial numbers, showing that they come from the Bundesdruckerei in Berlin.
    # More on currencies

    Italian notes have an "S" from the Instituto Poligrafico in Rome, and Spanish notes have a "V" from the Fabrica Nacional de Moneda in Madrid. The notes are entirely interchangeable and circulate freely through the eurozone and, indeed, beyond.

    People clearly suspect that southern notes may lose value in a crisis, or if the eurozone breaks apart. This is what happened in the US in the Jackson era of the 1840s when dollar notes from different regions traded at different values.
    advertisement

    "The scurrilous idea behind this is that if the eurozone should succumb to growing divergences, then it is best to cling to most stable countries," said the Handelsblatt.

    "There are no grounds for panic. The Italian state is not Bear Stearns," it said.

    Germans appear to be responding to a mix of concerns. Many own property in Spain or Portugal and have become aware of the Iberian housing slump.

    A spate of news articles in the German press has begun to highlight the economic rift between the North and South of eurozone.

    There is criticism of comments from Italian, Spanish, and French politicians that threaten the independence of the ECB, viewed as sacrosanct in Germany.

    But the key concern appears to be price stability. Germany's wholesale inflation rate reached 8.1pc in May, the highest level in 26 years.

    The cost of bread, milk and other staples has rocketed, adding to the sense that prices are spiralling out of control. Ordinary people are blaming the new currency - the "Teuro" - a pun on expensive - for their travails in the supermarket, even though the recent spike in farm goods and energy prices has nothing to do with monetary union.

    Inflation touches a very sensitive nerve in Germany. Holger Schmeiding, from Bank of America, said the country had suffered two traumatic sets of inflation in living memory, first in Weimar in 1923 and then in 1948.

    "People suffered a 90pc haircut on financial assets in the currency reform of 1948. The inflationary effects of two world wars were catastrophic," he said.

    A group of leading German professors warned at the outset of EMU that the euro would tend to be weaker than old Deutsche Mark, and that it would fuel inflation over time. German citizens were never given a vote on the abolition of the D-Mark, which had become a symbol of Germany's rebirth after the war.

    Many have kept a stash of D-Marks hidden in mattresses to this day. A recent IPOS poll showed that 59pc of Germany now had serious doubts about the euro.



    http://www.telegraph.co.uk/money/mai.../cneuro113.xml

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    email non funzionante
    Data Registrazione
    09 Dec 2007
    Messaggi
    1,347
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    soliti coglioni i merdeschi.

    non gli son bastate 2 bastonate nelle guerre mondiali

  3. #3
    email non funzionante
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    11,262
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito

    Secondo la nostra mentalità consideriamo i tedeschi leggermente un po’ intronati. E forse abbiamo ragione.
    Però esiste un fatto: l’italia li ha fregati nella prima guerra mondiale quando mentre trattavamo per l’astensione alla guerra il nostro ministro Sonnino trattava il finanziamento dagli inglesi alzandone il prezzo.
    Nella seconda guerra mondiale abbiamo cambiato (per fortuna) l’alleanza a metà guerra.

    Pertanto il tedesco è molto diffidente nei nostri confronti.
    E dato che cambiamo sovente non siamo credibili come partner europei.
    La situazione della nostra partitocrazia, della nostra giustizia, il ricorso all’esercito per togliere la spazzatura sono alcuni degli elementi che fanno riflettere.

    Adesso che tutto il mondo è venuto a conoscenza, attraverso gli anatemi europei contro l’irlanda, che si può andare via dall’Europa allora diventa credibile che vi sia la possibilità che presto non si faccia più parte politicamente dell’euro.

    Ed allora la sindrome della “”S”” dilaga.

    Forse i tedeschi saranno scemi ma lo sarebbero molto di più se continuano a fidarsi.

  4. #4
    Forumista
    Data Registrazione
    15 Oct 2009
    Località
    Paderno F.C. Brèsa
    Messaggi
    240
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da romualdi Visualizza Messaggio
    soliti coglioni i merdeschi.

    non gli son bastate 2 bastonate nelle guerre mondiali
    Bastate a cosa?

  5. #5
    email non funzionante
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    11,262
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito



    I popoli non sono cani.- Ossia non è bastonandoli che si mettono a cuccia per sempre.

    Questi hanno ancora la pelle che gli brucia e pertanto sarebbe meglio non cercare di fomentarli.

    Se una mattina si svegliano e incominciano a dire che non sono più di loro gradimento le banconote italiane contraddistinte con la “”S”” prima del numero di codice, andiamo a ridere.

    Già siamo sulla gobba a mezza Europa perché conduciamo una tenore di vita alto grazie ad un indebitamento pubblico che molti europei pensano che prima o poi se lo dovranno trangugiare.

    Togliersi dai piedi un socio pieno di debiti è sempre una operazione intelligente.

    Per chi vive di partitocrazia è meglio non denigrare i tedeschi.
    Per chi invece attende la liberazione dal giogo romano- europeo allora lasciamo che il tutto faccia il suo corso.


    Si potrebbe anche essere soci in Europa, però non come parenti inaffidabili, sporchi e ladri ma come popolo con piena dignità di essere libero.

  6. #6
    Sempre Avanti
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Bologna
    Messaggi
    74,329
    Mentioned
    6 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Dragon, ma hai letto tutto l'articolo o ti sei fermato alle prime 6 righe?

  7. #7
    email non funzionante
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    11,262
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da M.A.Valsesia Visualizza Messaggio
    se è per quello nemmeno agli itagliani sono bastate.....
    I popoli della penisola sono abituati ad essere schiavi.
    Pertanto le batoste sono da loro ricercate per sentirsi vivi.

    Ma adesso i padroni romani stanno esagerando, perché ci chiedono di rendere, con i debiti, schiave anche le generazioni del futuro.
    Non so se questo progetto diabolico potrà durare ancora per molto.

    Per adesso incominciano a insegnare a tutti essere naturale che i soldati viaggino per le strade.

    E così si imponga il messaggio che solamente la forza è una componente importante della politica.

 

 

Discussioni Simili

  1. Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 10-07-12, 00:56
  2. Guinea: i banchieri non si fidano più dei loro camerieri
    Di Wallace81 nel forum Destra Radicale
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 30-12-08, 11:52
  3. Guinea: i banchieri non si fidano più dei loro camerieri
    Di Wallace81 nel forum Politica Estera
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 30-12-08, 11:21
  4. I tedeschi in banca rigettano gli Euro dei Paesi latini
    Di Dragonball (POL) nel forum Politica Europea
    Risposte: 43
    Ultimo Messaggio: 21-06-08, 08:30
  5. Risposte: 18
    Ultimo Messaggio: 26-03-07, 11:16

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226