Liste d'attesa interminabili, ospedali in tilt

Dal governo Prodi tredici milioni per l´intramoenia La Sicilia non è riuscita a sfruttarli
di Sonia Papuzza


Quasi 13 milioni di euro di fondi destinati ad abbattere le liste d´attesa negli ospedali pubblici sono andati in fumo per colpa della Regione. È l´ennesima battaglia persa nella guerra alle liste d´attesa. E i risultati della sconfitta si vedono: a Palermo per fare una qualsiasi visita specialistica si aspettano anche cinque mesi. Eppure nel luglio scorso, il governo Prodi aveva stanziato fondi per alleggerire le code di cittadini in attesa di una visita specialistica. Per accedere a quei fondi le regioni avrebbero dovuto presentare una richiesta, ma non solo. Avrebbero dovuto avere già un centro unico di prenotazione che permettesse di collegare in rete tutte le agende delle aziende ospedaliere. E questo centro unico la Sicilia non ce l´ha. Ecco perché quei 13 milioni di euro che sarebbero dovuti servire a incrementare l´attività di intramoenia dei medici.

Intanto le liste d´attesa si allungano. Repubblica ha messo a confronto i tempi di attesa per una visita specialistica negli ospedali cittadini. Il record negativo spetta alla colonscopia all´ospedale Civico dove - prenotando tra il 10 e il 13 giugno - bisogna aspettare, per essere visitati, fino al 20 gennaio del 2009. Per una visita endocrinologica, invece, va bene se si riesce a essere visitati a metà dicembre, come succede a Villa Sofia e al Policlinico, e non prima di gennaio al Cervello. Chi soffre di cuore poi, non ha vita più facile, come racconta Antonino Lituri che è andato al Buccheri La Ferla il 9 giugno scorso per fissare una visita cardiologica. Era il primo giorno di apertura delle prenotazioni dopo tre mesi di chiusura per "visite esaurite" e l´utente si è sentito rispondere dall´addetta allo sportello che in un´ora circa le prenotazioni per quel reparto erano di nuovo esaurite. Ad Antonino Lituri non è rimasto che accettare il nuovo appuntamento per prenotare la visita: a settembre. Stessa risposta che ha ricevuto un altro utente, Giuseppe Rubino, al Civico quando ha cercato di prenotare una ecografia morfologica per la moglie. Capita anche che per una stessa visita ci siano tempi di attesa diversi da un ospedale all´altro. Per una visita ginecologica, per esempio, all´Ingrassia i primi posti disponibili sono per il 20 luglio, al Civico il 15 settembre, al Cervello il 9 ottobre e al Policlinico e al Buccheri non si può neppure prenotare fino a settembre. Per ortopedia stessa storia: al Policlinico il primo posto libero è il 27 giugno, al Cervello il 4 luglio per la mano e il 3 ottobre per il ginocchio, il 14 agosto al Civico, il 20 luglio all´Ingrassia e il 15 settembre a Villa Sofia. Al Buccheri La Ferla, in quasi tutti i reparti, le prossime prenotazioni si cominciano a prendere da settembre.
http://palermo.repubblica.it/dettagl...n-tilt/1478641
I siciliani ringrazino Cufaro, Lombardo, Schifani, Dell' Utri...e tutti coloro che li hanno votati !