User Tag List

Risultati da 1 a 7 di 7
  1. #1
    email non funzionante
    Data Registrazione
    29 Mar 2008
    Messaggi
    151
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito ho perso la mia purezza

    Utenti del forum: Voi che scrivete dal Sud Italia fino
    all'Oceano Indiano vi comunicò che ho perso la mia
    purezza di non essere mai stato a Napoli. Qualche mese fa mi
    sono vantato di aver compiuto 28 anni senza essere mai stato
    a Napoli se non alla stazione dei treni. Purtroppo a causa
    del mio forzato esilio. Sto girando tra una località
    segreta ed un'altra. Così la mattina del 24 giugno del
    MMVIII d.C. ho visitato la città che il mio padrino di
    cresima e tanti suoi compaesani definiscono "la capitale
    mondiale del male" la città che Corvo Palinuri odia a
    morte.

    Uscito dalla stazione in compania della mia ragazza abbiamo
    attraversato la sporchissima piazza dedicata all'eroe del
    mio padrino di cresima. Questa piazza è quasi più sporca
    del tizio a cui è dedicata. Se uno si limitasse a vedere
    questa piazza avrebe confermato tutti i luoghi comuni di
    Napoli. Camminando dal lato che parte da un grattacielo
    dietro la stazione ho attraversato la piazza mi hanno
    chiamato anche mister (come se venissi da un paese lontano)
    mi volevano vendere computer portatili, telefonini e poi mi
    volevano far giocare a carte. Io ho rifiutato ho tirato
    dritto. In fondo alla piazza sulla mia sinistra s'alzava
    la statua colossale di un uomo. Ho chiesto alla mia ragazza
    chi è costui? Lei mi ha risposto è Giuseppe Garibaldi.
    Non avevo capito me lo aspettavo a cavallo invece sta a
    piedi.

    Dopo abbiamo svoltato a destra e poco dopo a sinistra
    camminando lungo un enorme ed antica costruzione mi ha detto
    la mia ragazza che è un castello e li una volta c'era il
    tribunale di Napoli.

    Dopo abbiamo preso una strada stretta. Prima di imboccarla
    ho visto l'ingresso del castello e sulla porta principale
    spiccava uno stemma con un aquila imperiale. Ho pensato vedi
    anche a Napoli una cosa buona, uno stemma degli della mia
    ideologia.

    Percorriamo questa strada ai lati tutti palazzi vecchi, la
    strada non è asfaltata. Questo mi fa ricordare quello che
    mi ripeteva sempre Dux Duxorum "Napoli ha strade strette,
    non asfaltate con ai lati palazzi vecchi". Mi aspettavo di
    trovare una strada sterrata piena di terra e fango invece
    questa strada è lastricata con pietre. Allora Dux Duxorum
    aveva ragione ma mi aveva indotto a capire male come se
    fosse la strada in una città africana.

    Usciamo su una strada più larga che taglia quella che
    percorriamo. Attraversiamo ed andiamo dritto. Arriviamo ad
    un punto dove c'è una piazza di dimensioni normali come
    la paese mio non cosa gigantesche. La mia ragazza mi indica
    la strada sulla sinistra, mentre io ero colpito dalla chiesa
    sulla destra che mi sembrava avesse due colonne di stile
    corinzio. Due colonne di un tempio greco fuori una chiesa
    cristiana. Non ho avuto il tempo di pensare che la mia
    ragazza mi dice stiamo a San Gregorio Armeno e mi conduce
    sulla strada a sinistra. La mia ragazza si vede tutti i
    presepi. Io l'assecondo a me non mi piace il presepe io
    preferisco l'albero di natale.

    Finita la strada dei presepi giriamo a destra. Continuiamo a
    camminare finchè la mia ragazza non mi ferma e mi
    dice:"qui c'è un tempietto dedicato ad una moderna
    divinità pagana". Infatti è vero come i tempietti
    nelle antiche case romane qui c'è un altarino dedicato a
    Maradona. Non ci posso credere a che punto arriva il
    fanatismo napoletano. Un altarino per un giocatore. Ci sono
    pure le preghiere dedicate a lui ma addirittura come se
    fosse una reliquia un capello di Maradona. Rabba da pacci!

    Continuiamo a camminare lasciamo una piazza dalla nostra
    destra e poi arriviamo davanti ad un portone lo
    attraversiamo e ci troviamo davanti all'ingresso di una
    chiesa. Chiedo che ci facciamo qua. La mia ragazza dice non
    volevi vedere le tombe dei Borboni. Si è quello che
    volevo. Entriamo nella chiesa che secondo me è di epoca
    medievale. La luce è poca è quasi buio. Vedo un enorme
    monumento dietro l'altare, capisco che lì è seppellito
    un re molto importante. Non può essere Carlo III perché
    è andato a regnare in Spagna capisco che deve essere il
    figlio Ferdinando IV però che strano un re del 1700 inizio
    1800 che si fa seppellire come un re medioevale. Camminiamo
    lungo la chiesa finche arrivati quasi davanti a tutto vedo
    un cartello con lo stemma dei borboni. Sotto sta scritto
    sepolture reali. E' una nicchia laterale della chiesa un
    enorme lapide porta i nomi di coloro che sono seppelliti.
    Allora capisco che la tomba dietro l'altare non è di un
    Borbone. Vedo i nomi di coloro che sono seppelliti ed il
    latino chi erano Ferdinandus I Rex Siciliae et Utribasque,
    ecc. Dunque per la dinastia che ha regnato sul Sud per oltre
    un secolo una sepoltura modesta solo alla pari di una
    qualsiasi famiglia patrizia. Avendo visitato il Phantheon le
    tombe dei savoi sono più vistose. Lascio la chiesa è
    solo alla fine scopro chi è il re seppellito dietro
    l'altare: Robero d'Angiò ora tutto torna era un re
    medioevale e si è fatto seppellire come facevano al suo
    tempo.

    Dopo aver visto questa chiesa faccio vedere un indirizzo
    alla mia ragazza è la sede di un editore camerata. Mi
    aveva parlato molto bene di lui un vecchio camerata
    cimentano. Lo devo conoscere perché è un camerata
    nazionalsocialista come il sottoscritto. Il pretesto è
    presto trovato con la scusa di comprarmi uno dei libri che
    pubblica lo conoscerò. Dopo varie ricerche arriviamo alla
    sua libreria. Chiedo di lui ma non c'è mi dicono che è
    uscito per un giro. Cerco un libro dei suoi che non ho letto
    e lo compro.

    Finito dall'editore camerata andiamo a Piazza Plebiscito.
    Qui c'è il palazzo reale e di fronte una grande chiesa
    con la cupola. Nella facciata ci sono delle nicchie con
    delle statue sono tutti re e tutti stranieri che hanno
    conquistato Napoli in varie epoche: Ruggiero II, Federico
    II, Carlo d'Angiò, Alfonzo d'Aragona, Carlo V, Carlo
    III, Gioacchino Murat (questo ha la mano sul petto come per
    dire io sono il più meglio) e Vittorio Manuelo secondo di
    savoi con la spada alzata che si atteggia anche lui. Poi
    siamo andati al centro della piazza dove ci sono due statue
    con personaggi a cavallo. Erano vestiti da antihi romani.
    Non ho avuto dubbi due imperatori romani. Sono che questi
    due imperatori erano un tantino bruttini soprattutto quello
    di destra con un nasone da schifo. Non ho capito che
    imperatori erano. Comunque questi due imperatori stanno
    giustamente a cavallo e mentre alla ferrovia altrettanto
    giustamente in mezzo a gente poco raccomandabile Garibaldi
    sta a piedi.

    Dopo entriamo nel palazzo reale arriviamo dove ci sono due
    giganti porte di vetro dietro due grandi scalinate tutte
    coperte di marmi. E' qualcosa di spettacolare. Tutto
    perfetto le scale i marmi laterali le balaustre delle scale
    anche il soffito. Poi in questa perfezione al centro di un
    bellissimo soffitto vedo il segno lasciato da dei vandali
    che hanno rovinato questa perfezione. Ancora loro. quei
    porci che trasformano i giovani figli di contadini cilentani
    in carne da cannone: i savoi.

    La visita finisce qui quasi tutto perfetto, rimane il
    rammarico di non avere ottenuto lo scopo principale quello
    di aver conosciuto il camerata editore.

    Qualche mese fa mi ero vantato di non essere mai stato a
    Napoli credo che forse non era il caso di farlo.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Gaeta resiste ancora!
    Data Registrazione
    05 Dec 2005
    Località
    Nvceria Constantia
    Messaggi
    7,427
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    I due "imperatori" a cavallo sono Don Carlo e Ferdinando I di Borbone.
    Se vuoi conoscere il tuo camerata, a proposito lui è camerata ma pure napoletano, come lo classifichi in base alla regola dell'arianaggine?, va nel sito www.controcorrentedizioni.it in fondo alla pagina c'è il suo numero di telefono... chiamalo!

  3. #3
    Panzermeyer
    Data Registrazione
    12 Jan 2007
    Località
    Jerxheim
    Messaggi
    1,703
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    sembra più una barzelletta, e comunque ricorda, che sei stato a Napoli, glorifica dio di esserci stato, tu hai visto solo una minuscola parte di Napoli, Napoli e la più bella città d'europa e devi esserne onorato di esserci stato

  4. #4
    email non funzionante
    Data Registrazione
    20 Nov 2007
    Messaggi
    430
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Uclesao.......visto che ci sei andato a Napoli, la prssima volta, vai a visitare il famoso complesso monumentale del FRULLONE, ti assicuro ti tratteranno bene.

  5. #5
    NAPOLITANIA
    Data Registrazione
    21 Mar 2008
    Messaggi
    305
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Uclesao se vai dicendo che in un sol giorno hai visitato Napoli è una millanteria; in effetti hai visto abbastanza poco, per conoscere Napoli e i napoletani ti devi addormentare in questa città e ti devi risvegliare, e questo per molte volte, poi potrai dire: ho visitato NAPOLI e .........e a questo punto il tuo racconto non finirà più o terminerà con: dovrò ritornare per vedere questo o quello.

  6. #6
    megaelleno
    Data Registrazione
    14 Oct 2005
    Località
    Varo dei Lupi
    Messaggi
    990
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Itinerario nella Capitale

    La prossima volta fai così:

    innanzitutto mettiti d'accordo con Corvo Pallinuro, Capitan Fracassa e gli altri cloni cancellati da POL. Quindi recatevi nella Capitale facendo lo stesso percorso ma stavolta proseguendo diritto fin quasi alla fine del rettifilo ('c.so umberto').
    Trovererete alla vostra destra un grande palazzo con all'ingresso due sfingi (due animali con la testa di donna): è una cosa che si chiama Università. Quindi attraversate la strada e di fronte a voi troverete una statua. Si chiamava Ruggero Bonghi e vi avrebbe preso a schiaffi e calci nel leggere come scrivete.

    Voi però proseguite dritto, dopo aver girato, fin quando troverete la Facoltà di Lettere. Qui reperirete senz'altro qualche studente che con poche decine di euro potrà darvi settimanalmente lezioni di grammatica.

  7. #7
    NAPULITANIA
    Data Registrazione
    10 Feb 2007
    Località
    "Quando il saggio indica la Luna lo stolto guarda il dito"
    Messaggi
    1,013
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Scritto in origine da tonyan111
    Uclesao se vai dicendo che in un sol giorno hai visitato Napoli è una millanteria; in effetti hai visto abbastanza poco, per conoscere Napoli e i napoletani ti devi addormentare in questa città e ti devi risvegliare, e questo per molte volte, poi potrai dire: ho visitato NAPOLI e .........e a questo punto il tuo racconto non finirà più o terminerà con: dovrò ritornare per vedere questo o quello.
    Quoto!
    Quanta gente si crede di aver capito tutto di Napoli da quello che sente nei telegiornali. Ecco perchè abbiamo tanti denigratori anche da chi, essendo della Napolitania, non dovrebbe esserlo.

    Scritto in origine da Uclesao
    Dopo entriamo nel palazzo reale arriviamo dove ci sono due
    giganti porte di vetro dietro due grandi scalinate tutte
    coperte di marmi. E' qualcosa di spettacolare. Tutto
    perfetto le scale i marmi laterali le balaustre delle scale
    anche il soffito. Poi in questa perfezione al centro di un
    bellissimo soffitto vedo il segno lasciato da dei vandali
    che hanno rovinato questa perfezione. Ancora loro. quei
    porci che trasformano i giovani figli di contadini cilentani
    in carne da cannone: i savoi.
    In questo passaggio hai involontariamente descritto quello che Napoli era ed a cosa è stata ridotta. Una città bellissima segnata dalla munnezza ma non quella per le strade. La munnezza a cui mi riverisco sono i savoia, gli ascari e tutti i barbari polentoni che la dominano e lasciano i solo insulsi segni. I savoia lasciavano la loro croce, oggi gli ascari e le lobby affaristiche settendrionali i sacchiatti di immondizia per strada.

 

 

Discussioni Simili

  1. La Purezza
    Di Luca nel forum Tradizione Cattolica
    Risposte: 17
    Ultimo Messaggio: 17-07-13, 12:49
  2. purezza
    Di RAYO nel forum Fondoscala
    Risposte: 34
    Ultimo Messaggio: 13-07-12, 00:32
  3. Purezza
    Di Beppe Tritoni nel forum Destra Radicale
    Risposte: 12
    Ultimo Messaggio: 12-12-07, 19:02
  4. La purezza rivoluzionaria
    Di CetoMedio nel forum Destra Radicale
    Risposte: 24
    Ultimo Messaggio: 25-08-06, 09:38
  5. Test di purezza
    Di Oli nel forum Fondoscala
    Risposte: 45
    Ultimo Messaggio: 27-07-03, 23:21

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226