User Tag List

Risultati da 1 a 6 di 6
  1. #1
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    06 Jun 2009
    Messaggi
    15,872
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Tutti a leccare il culo al putrido pd, ma noi NON CI SIAMO!SIAMO COMUNISTI DAVVERO!

    La Sinistra cerca di ripartire
    Fava (Sd): "Utile confronto con Pd"



    ROMA - E' l'ora di mettere mano alle macerie. Perché le elezioni europee sono tra meno di un anno e nei sondaggi la parola sinistra è quasi scomparsa. Ma sinistra, dice Claudio Fava, il nuovo coordinatore di Sinistra democratica, "è un verbo affaticato ma ancora vivo e necessario". Quindi in maniche di camicia, con la cravatta rossa ma senza giacca, è l'ora di mettersi al lavoro. L'obiettivo è lanciare "un nuovo soggetto politico autonomo, forte, rigoroso e plurale che non sia la sintesi delle storie di ciascuno ma che sappia conservare la cifra di quelle storie per essere altro e di più". Un cantiere "da costruire" e non precotto; una Costituente "per ricostruire la sinistra frantumata". C'è già anche una data: il 20 settembre. Ma c'è soprattutto una mano tesa, ancora molto sospesa, tra Claudio Fava e Walter Veltroni.

    Se mai un giorno sarà riscossa, o anche solo ripartenza per una sinistra unitaria e di governo in Italia, sarà giusto dire che il primo passo è stato fatto qui, Chianciano Terme, Palamontepaschi anche detto "Il bruco" per la forma storta e allungata, caldissimo fine settimana di fine giugno. In questo nuovo palacongressi, Sinistra democratica, creatura nata un anno fa dalla costola diessina, ha deciso di convocare la tre giorni della sua prima assemblea, il suo primo congresso. Fabio Mussi, che ne è il fondatore, ha scelto di passare il testimone al più giovane Claudio Fava, europarlamentare e in qualche modo, per fascino cultura e eloquio, un po' l'alter ego di Veltroni. "In alto a sinistra" è lo slogan dell'assemblea-congresso, c'è la faccia sorridente di un bambino che guarda all'insù.

    Ottocento delegati, circa duecento invitati, le note dell'Internazionale prima e dell'Inno alla Gioia poi, al Palamontepaschi c'è l'aria frizzante di chi ha perso, ha attraversato il tunnel della sconfitta ma adesso è di nuovo in campo e ci sta provando. A tirare su la testa. Ad avere un progetto. Così in prima fila ci sono Walter Veltroni accanto ad Achille Occhetto, Martin Schulz, capogruppo del Pse a Strasburgo e Nichi Vendola del Prc (ECCOLO QUI IL TRADITORE!), Fabio Mussi e Cesare Salvi, ma anche Gavino Angius e Riccardo Nencini del Partito Socialista, Grazia Francescato e Paolo Cento dei Verdi, una delegazione del comitato dei garanti del Prc tra cui Russo Spena e Marco Cappato dei Radicali. Insomma, tutti i pezzetti della sinistra sono qui per ritrovare un luogo da cui ripartire. Comincia oggi - fino a domenica - Sd, continuano i Verdi che hanno convocato il congresso nello stesso palazzetto ai primi di luglio e Rifondazione la settimana dopo (11-13).

    Fava mette braccia e mani nelle macerie. E comincia dall'autocritica, impietosa, senza sconti: "A perderci è stato non l'appello al voto utile ma la percezione che quello per noi sarebbe stato un voto inutile". La Sinistra e l'Arcobaleno è stato "un rimedio generoso ma infelice perchè ancora una volta è stata una somma di piccole realtà. Gli elettori, i nostri elettori, sanno riconoscere i segni delle menzogna nelle nostre parole e nei nostri gesti. Avevamo proposto una sinistra unita e plurale, abbiamo invece rappresentato un cartello elettorale". La platea dei delegati applaude. E' il primo di una dozzina di applausi che interrompono la relazione di Fava. Il coordinatore parla per un'ora.

    Fatta l'autocritica, la domanda è: che fare adesso col Pd? Fratelli-coltelli o fratelli-alleati? "Non ci sentiamo antagonisti rispetto al Pd - dice Fava - ma ci sentiamo lontani dalla presunzione che hanno voluto praticare in questa campagna elettorale: la presunzione di un'autosufficienza nata dall'idea che il Pd potesse raccogliere e rappresentare anche il testimone della sinistra". Sembra quasi una mano tesa, un invito al confronto politico a condizione però che Veltroni rinunci a questa presunzione . "Adesso - dice Fava - alla sinistra non serve un diritto di tribuna ma un passaggio di reciproca verità col Pd per ammettere che in quel comunicato che sei mesi fa annunciava quasi con letizia una separazione consensuale, era già contenuta la nostra sconfitta".

    Veltroni è in prima fila, ascolta senza fare una piega. In questa sala non ha diritto di replica. Ce l'ha però con i microfoni fuori. E usa parole molto chiare: "Non ho mai avuto una presunzione di autosufficienza. Ho detto invece che le alleanze si fanno sulla base del programma e che le alleanze contro qualcuno non si faranno più. Questa è un'idea moderna della politica, molto lontana da quella che per quindici anni ha tenuto ferma l'Italia".

    E' il tema che Veltroni ha evidenziato anche la scorsa settimana all'Assemblea del Pd: sì a una sinistra di governo; no a quella di lotta e di governo, una contraddizione in termini. Fava pensa a una sinistra che "non rimpiange l'esperienza dell'Unione ma che vuole misurarsi sulla sfida per il nuovo centrosinistra", un cantiere "da costruire", un progetto "tra pari". Se queste sono le regole del gioco, Fava dice di vedere "l'utilità di un nostro confronto col Pd".

    Le parole e il piglio del coordinatore convincono Nichi Vendola, segretario in pectore di Rifondazione. "Mi è piaciuto, oltre lo stile e la passione, la conduzione e la consapevolezza di questo buco antropologico, questa frammentazione sociale" che c'è a sinistra di cui va ricostruito "il senso prima ancora che il consenso".

    Parole che tutto sommato sarebbero musica per le orecchie di Massimo D'Alema. Non è in sala tra gli invitati. Ma in mattinata era stato protagonista di un convegno organizzato a Roma dal Centro studi per la riforma dello stato. Il tema, anche qui, una nuova sinistra "moderna, robusta, popolare e grande". Tra gli ospiti, oltre a D'Alema, Mussi, Gianni, Bettini e Bersani, Miriam Mafai e Alfredo Reichlin. Platee del passato. O forse anche di un futuro prossimo. Qualcosa si muove.

    (27 giugno 2008)

    http://www.repubblica.it/2007/12/sez...-sinistra.html

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Ricostruire la sinistra
    Data Registrazione
    01 Oct 2006
    Messaggi
    3,170
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Mi pare che Diliberto e il PDCI nel suo complesso fosse quello che ha sempre cercato fino alla fine un accordo e un'alleanza con il PD.
    Penso sia giusto ricordarlo..

  3. #3
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    06 Jun 2009
    Messaggi
    15,872
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Spiega su quale base affermi ciò, voglio dire, documenti dikiarazioni, cosi' discutiamo di questa cosa ke hai affermato, perkè con il pd ...proprio con il pd, Diliberto non mi pare (ma si sa posso sbagliare) abbia sempre cercato questo matrimonio o questo dialogo amoroso...

    Detto questo, ricordo invece ke Diliberto UNICO e SOLO per ANNI ed ANNI ha cercato l'alleanza con Rifondazione, sempre rifiutata da tutte le dirigenze di Rifondazione stessa, sino a quando ha ed abbiamo dovuto accontentarci di un accordo un po' con tutti, e soprattutto con un simbolo scandaloso, senza falce e martello, con un programma lacunoso, entrambe le cose per voto e per scelta sempre di quelle dirigenze di Rifondazione, le stesse ke ieri sputavano su FALCE E MARTELLO, ed oggi PREFERIREBBERO LE SOLITE SOLFE RIFORMISTE ANZICHE' ONORARE L'AGGETTIVO COMUNISTA....del quale a questo punto si è capito vogliono mandare in discarica tutta la storia ed il suo significato.

    A NOI INTERESSA SOLO LA STORIA KE NON RINNEGHIAMO, VOGLIAMO UN PARTITO COMUNISTA DI POPOLO E NON CI INTERESSA NESSUN'ALTRA COSA, L'ABBIAMO PROVATA, ANKE CON GENTE SBAGLIATA E L'ESITO E' STATO UNO SKIAFFO SONORO, LA NOSTRA GENTE DAVANTI A PROPOSTE LABILI O VOTA DIRETTAMENTE KI LE GARANTISCE DI POTER BATTERE IL "MOSTRO" KE C'E' DALL'ALTRA PARTE (SBAGLIANDO PER UNA SORTA DI RINKOGLIONIMENTO GLOBALE), OPPURE RESTA A CASA, NON SI FIDA PIU' DELLE MEZZE MISURE, E FA BENISSIMO.

  4. #4
    Militante di Italia Dei Valori
    Data Registrazione
    15 May 2007
    Località
    Valdagno (VI)
    Messaggi
    513
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Secondo me l'unica forza per sconfiggere le destre e la politica dei delinquenti sia quella di una sinistra unita, dall'Italia Dei Valori, al PD alla Sinistra Arcobaleno, le tre forze che hanno sempre cercato di fare del bene all'Italia, ma che per piccole divergenze non riescono a collaborare, senza guardare i grandi valori di giustizia e solidarietà della popolazione che le accumuna. L'alleanza di queste tre forze potrebbe fare in modo che i politici inadeguati al compito della sinistra, vedi Finocchiaro, potrebbero essere allontanati...

  5. #5
    Registered User
    Data Registrazione
    04 Jun 2004
    Località
    san zeno
    Messaggi
    372
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    asti per favore ........sono di sd ... lo sai bene

    mai avuto nulla di particolare contro di te e del pcdi

    nn posso ammettere solo una logica simil-bordighista in voi e in quota di rc

    sinteticamente sostenete che soli è bello

    mala logica impone analisi un po più complesse ...
    in lombardia ... emmoragia da voi e dai verdi verso la lega nord

    tanti comagni incazzati per il voto utile risultato poi falso

    la sinistra è diventato un pianeta complesso dalle molteplici letture

    gli errori del governo prodi e di tutti quelli che lo sostenevano

    la sicurezza dei cittadini impone di smetterla con il massimalismo

    ieri sono andato al sit-in di protesta contro la multa data agli stranieri, regolari, perchè mangiavano in un parco....

    siamo ad un passo dal capire che l'emergenza democratica sia suprata dalla democrazia per qualcuno contro qualcun altro

    per i bambini che chiedono l'elemosina sono per dire ...si ok ma a tutti anche italiani

    per chi affitta una casa in nero sono perchè venga requisita ma anche se l'afittuario è regolare e/o italiano

    solo facendo tremare il culo agli italiani si blocca questa ondata di razzismo

    significa quindi usciredal massimalismo e usare un pò di tattica perchè se agli italiani nn gli fai tremare il buco.... ti diranno che nn vali neanche la fatica dell'ascolto

    esperienza personale ... finchè dicevo ... dopo le impronte se un minore continua a delinquere .....usiamo la stella? e se continua ....passiamo al campo di rieducazione? mi mandavano a cagare

    quando ho cominciato a lanciare l'altro ragionamento ho ricevuto ascolto

    per dirti che oggi i problemi impongono una nuova visione della società, della sinistra..
    il più possibile attenta ai problemi ... tutti i problemi dei cittadaini

    nn possiamo più dire ..quel problema, vedi sicurezza, è di destra e nn ci interessa...

    il problema nn ha colore ... la risposta ha colore ...e con più la sostengono e con più viene capita e diventa vincente

  6. #6
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    06 Jun 2009
    Messaggi
    15,872
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Compagno, ci mankerebbe se tu avessi qualcosa contro di me o io qualcosa contro di te, non siamo bambini (NOI) per fortuna.

    Semplicemente noi ci siamo stufati di giocare mentre il Paese va a puttane e manca un VERO PARTITO COMUNISTA per veti di tutti i tipi, se ci si allea con qualcuno si devono condividere anke i principi fondamentali, seno' con orgoglio si cerca un'altra soluzione.Noi non siamo di quelli ke aspettano se puo' piovere o no.
    Detto questo sono certo ke purtroppo alla corte del putrido pd qualcuno caskera' ancora perke' è cosi', fa parte della caducita' e debolezza degli uomini e delle donne, ma questo nn servira' nè al Paese, nè a al pd stesso ke non rappresenta nulla e la storia cancellera' molto in fretta.

    L'unione con le altre "Sinistre" l'abbiamo provata, è fallita ho rispetto per uomini e donne, ma ricerco un'Unità fra Comunisti.Noto semmai ke tutti coloro ke hanno paura di non entrare piu' in Parlamento, o da un po' non ci sono entrati, ricercano altre soluzioni, questioni di scelte personali, di lealta' ed orgoglio, queste persone non fanno per me.

    Saluti Compagno

 

 

Discussioni Simili

  1. Tutti si accingono a leccare il culo...
    Di Outis nel forum Comunismo e Comunità
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 01-04-08, 21:41
  2. Siamo tutti comunisti, o no?
    Di Viaggiante nel forum Sinistra Italiana
    Risposte: 11
    Ultimo Messaggio: 25-02-07, 15:56
  3. Siamo Tutti Comunisti!
    Di Ruggero d'Altavilla nel forum Centrosinistra Italiano
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 27-04-04, 15:43
  4. Risposte: 37
    Ultimo Messaggio: 25-10-03, 00:24
  5. ..e ora siamo tutti comunisti!
    Di carbonass nel forum Etnonazionalismo
    Risposte: 10
    Ultimo Messaggio: 13-02-03, 21:35

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226