User Tag List

Visualizza Risultati Sondaggio: Elezioni Estoni

Partecipanti
32. Non puoi votare in questo sondaggio
  • Eesti Reformierakond - Partito Riformista Estone

    5 15.63%
  • Eesti Keskerakond - Partito del Centro Estone

    2 6.25%
  • Isamaa ja Res Publica Liit - Unione Pro Patria Res Publica

    2 6.25%
  • Sotsiaaldemokraatlik Erakond - Partito Socialdemocratico

    3 9.38%
  • Erakond Eestimaa Rohelised - Verdi Estoni

    12 37.50%
  • Eestimaa Rahvaliit - Unione del Popolo Estone

    8 25.00%
Pagina 1 di 4 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 36
  1. #1
    Chap Socialist
    Data Registrazione
    13 Sep 2002
    Messaggi
    31,653
    Mentioned
    10 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Elezioni in Estonia [Elezioni in Europa n° 1 ]

    Alcune informazioni sul Paese :

    Economia


    Le attività economiche prevalenti attengo al settore terziario: servizi, consulenza e turismo che soprattutto a Tallinn hanno contribuito al rapido sviluppo economico della capitale e poi del Paese.

    Importante è anche l'attività industriale, composta oggi prevalentemente da molte piccole e medie aziende; delle grandi fabbriche sorte negli anni dell'annessione all'Unione Sovietica, una sorta di industrializzazione forzata mirata allo sfruttamento delle risorse locali, sono rimaste solo alcune aziende storiche operanti nel settore metallurgico, nel settore dolciario e del tessile. Il capitale straniero, soprattutto finlandese, è invece stato l'artefice dell'arrivo di colossi tecnologici delle telecomunicazioni e l'impianto di nuovi stabilimenti produttivi.

    È stato creato in Estonia il sistema di comunicazione Skype.

    Industria

    Il settore industriale ha iniziato la ripresa nel 1996 ed è cresciuto ad una media del 6% circa annuale. Poche industrie dominano il settore. Negli ultimi anni i governi centrali hanno cercato di facilitare la fondazione di nuove imprese e il miglioramento delle piccole e medie.

    La forza del settore industriale sta ancora nell’intensità del lavoro e nei settori a basso valore aggiunto (lavorazione di prodotti alimentari, del legname, prodotti tessili), ma la qualità tecnologica sta sempre piu’ diventando un vantaggio competitivo per l’Estonia – paese che vanta, ad esempio, il maggior numero di accessi Internet per abitante in Europa.

    L’entrata in Europa ha messo in evidenza il problema della ristrutturazione dei macchinari e degli equipaggiamenti elettrici esistenti.

    Materie prime

    Sul fronte delle materie prime, l'Estonia è ricca di scisti bituminosi, utilizzati sopratutto nella regione di Ida-Virumaa come fonte di energia per scopi civili (centrali termoelettriche) e militari, durante il regime sovietico. Dagli stabilimenti metallurgici di Sillamäe pare sia uscito l'uranio necessario alla prima bomba atomica russa.

    Oltre agli scisti bituminosi, dai quali è ricavabile anche il petrolio, si trovano anche giacimenti di metano e di fosforite utilizzati nell'industria petrolchimica.

    La ricchezza di legname fece fiorire anche la produzione di mobili e di carta che tutt'ora sono comparti molto attivi (sono oltre 600 oggi le aziende del mobile in Estonia), insieme al settore tessile e all'industria calzaturiera.

    Edilizia

    Il settore edilizio ha avuto un declino nei primi anni novanta, ma si è ripreso insieme alle attività collegate di scavo ed estrazione. L’edilizia è stato uno dei settori più dinamici dell’economia negli ultimi anni, sebbene il boom edilizio sia concentrato nelle principali città. Vi è stata una crescita significativa di progetti per il miglioramento dei porti, riparazioni di strade e costruzioni di impianti di trattamento delle acque fognarie.

    L’edilizia residenziale sta vivendo un periodo di crescita impetuosa. Le maggiori banche hanno aperto le borse concedendo ipoteche e prestiti. Il settore edilizio ha avuto un boom a partire dal 1998, e tra il 1999 e il 2002 ha avuto un alto tasso di crescita (tra il 6 e l’11%). La costruzione di edifici commerciali (vendita al dettaglio e all’ingrosso) è stata più dinamica di quella degli edifici residenziali, grazie alla costruzione di numerosi centri commerciali, fino al 2002. A partire dal 2003 si sta invece assistendo ad una crescita delle costruzioni residenziali che, secondo gli esperti, è destinata a durare per alcuni anni.

    Turismo


    È uno dei settori destinato a forti interventi. Negli ultimi tre anni numerosi sono state le strutture alberghiere costruite e ristrutturate ma nei prossimi anni, grazie all’aumento dei turisti, le strutture alberghiere e i servizi collegati al settore dovranno incrementarsi e migliorare, in particolare fuori della capitale; attualmente meno di un terzo di tutti gli ospiti stranieri si avventura fuori da Tallinn.

    Finanza

    Per quanto riguarda la finanza, l'economia estone si è conquistata un ruolo particolarmente attivo. Grazie ad un regime fiscale leggero, gli utili delle aziende non soggetti a tassazione, l'Estonia ha attratto i capitali di molte aziende straniere.

    Il settore bancario


    Il settore bancario vede come protagoniste le quattro maggiori banche nordiche (Hansa Pank, SEB Uhispank, Nordea Bank e Sampo) che controllano il 97% dei depositi. I bassi tassi d'interesse e le aspettative esuberanti hanno causato la crescita del credito bancario al settore privato di oltre il 60% l'anno, fenomeno collegato soprattutto all’acquisto della proprietà immobiliare. Comunque, lo stock del credito al settore privato rimane al di sotto della media dell'area Euro. Gli sviluppi recenti, inclusi l'aumento dei tassi di interesse nell'area Euro, unita a una pausa nel mercato delle proprietà residenziali e all'aumento del debito a carico delle famiglie, rallenteranno la crescita del credito al settore privato.

    Dall’agosto 2004 opera a Tallinn una filiale della Banca HVB, appartenente al gruppo italiano Unicredit.

    Mercato azionario


    Il settore finanziario non bancario e il mercato azionario: la borsa di Tallinn fa parte di OMX Exchanges che detiene anche le Borse di Svezia, Finlandia, Lettonia e Lituania.

    Agricoltura

    L'agricoltura e l'allevamento, dopo anni di collettivizzazione, sono in ripresa, tanto da fornire materie all'industria alimentare e conserviera. Si produce lino, cereali e ortaggi. È sviluppato l'allevamento bovino e pure la pesca.

    Comunicazioni

    In Estonia sono in uso 541.900 linee telefoniche fisse (2006), mentre i cellulari sono 1.659 milioni (2006).

    Telefonia

    Investimenti stranieri in forma di collaborazioni commerciali hanno principalmente sviluppato i servizi telefonici. Sostanzialmente collegamenti con fibra ottica conducono telefono, Tv, radio in digitale. I servizi internet sono diffusi. Scuole e librerie sono connesse ad internet ed una vasta percentuale della popolazione compila modelli per la tassazione e online e' possibile votare sin dal 2005.

    Radio

    Sono attive 98 stazioni radio in FM (2001), mentre operano 3 centri di produzione televisiva(2001).

    Internet


    Il codice internet della nazione .ee, comprende 387.336 domini (2007), per un totale di 760,000 utenti abituali (2006).

    Politica

    Estonia è una democrazia parlamentare con tre rami di potere: legislativo, esecutivo, e giudiziario.

    Il potere legislativo è rappresentato dal parlamento unicamerale, il Riigikogu o parlamento nazionale, il quale consiste in 101 seggi. I membri sono eletti dal voto popolare per un mandato di quattro anni.

    Il Governo dell'Estonia o il ramo esecutivo è formato dal Primo Ministro d'Estonia, nominato dal presidente e approvato dal parlamento. Il governo consiste in 12 ministri, incluso il primo ministro. Il primo ministro inoltre ha il diritto di approntare altri ministeri, iniziando dai 'ministeri senza portafoglio'. Il primo ministro ha diritto ad approntare un massimi di 3 nuovi ministeri, con un limite dei ministeri per ogni governo di 15 unità.

    Il supremo potere giudiziario è rivestito dalla Corte Suprema o Riigikohus, con 19 corti giustizia. Il capo della giustizia è designato dal parlamento per nove anni e nominato dal presidente.

    Il capo ufficiale dello stato è il Presidente, il quale dà l'assenso alle leggi approvate dal Riigikogu, e ha il diritto di veto, rimandando alle camera i provvedimenti legislativi, e il diritto di proporre nuove leggi. Il presidente, ad ogni modo, non usa questi diritti sovente: egli ha un ruolo fondamentalmente cerimoniale. È eletto dal Riigikogu, con due terzi dei voti richiesti. Se il candidato non raggiunge il quorum dei voti richiesti, il diritto di elezione del presidente va al corpo elettore. Il quorum richiesto consiste in 101 membri del Riigikogu e rappresentanze del governi locali.

    Come in altre sfere, il potere legislativo estone è stato con successo integrato con l'era dell'informatizzazione. L'Estonia ha conseguito lo sviluppo dell'e-state e dell'e-government. Elezioni via internet sono state utilizzate nelle elezioni Estonia [2]. Le prime votazioni via Internet sono avvenute nel 2005 per le elezioni locali; invece le prime per le elezioni parlamentari sono avvenute per le elezioni politiche del 2007, nelle quali 30.275 individui hanno votato tramite internet. I votanti hanno la possibilità di esprimere il loro voto in modo tradizionale, se ne hanno il desiderio.

    Nel 2007 il Worldwide Press Freedom Index, pubblicato da Reporters Without Borders, ha posizionato l'Estonia al terzo posto su 169 nazioni.

    Fonte: Wikipedia

    Insomma, l'Estonia è un mix tra i wet dreams di Beppe Grillo e di Ronnie, e ha un sistema politico molto particolare. A differenza che nelle altre repubbliche baltiche, i rapporti con la minoranza russa non sono estremamente conflittuali, la tradizione liberale del Paese garantisce meno discriminazioni che nelle vicine Lettonia e Lituania: i rapporti con il potente vicino sono però molto tesi, come dimostra l'attacco (secondo alcuni realizzato dal FSB) ai database del Governo qualche mese fa (capirete da voi che per un Paese superinformatizzato come questo, dove potete ricevere la pagella di vostro figlio o la vostra dichiarazione dei redditi per sms, è stato un bel problema: si è dovuta far intervenire la pattuglia antipirateria della NATO !)

    In Estonia c'è un sistema di flat tax.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Nichilismo Cristiano
    Data Registrazione
    02 Apr 2004
    Località
    Parma
    Messaggi
    34,546
    Mentioned
    347 Post(s)
    Tagged
    29 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    2

    Predefinito

    Descrizione dei partiti ?

  3. #3
    Chap Socialist
    Data Registrazione
    13 Sep 2002
    Messaggi
    31,653
    Mentioned
    10 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Eesti Reformierakond - Partito Riformista Estone :

    Partito membro dell'ELDR e dell'Internazionale Liberale, si rifà al pensiero economico Austriaco di Von Hayek, al Monetarismo di Friedman e al "Classical Liberalism"; nei diritti sociali è conservatore. Chiede un ulteriore abbassamento della Flat Tax (dal 22 al 18), l'eliminazione della tassa sui dividendi azionari, il mantenimento della detassazione totale sugli utili reinvestiti, il blocco dell'IVA al valore attuale del 18% e la fine della coscrizione obbligatoria. Attualmente alla guida del Governo

    Eesti Keskerakond - Partito del Centro Estone :

    Partito membro dell'ELDR, ha guidato l'Estonia nei suoi primi anni di indipendenza pur non superando mai il 15% dei consensi. Euroscettico, molto leaderistico, in economia ha posizioni basate sul Liberalismo Sociale. Sono il maggiore partito di opposizione.


    Isamaa ja Res Publica Liit - Unione Pro Patria Res Publica:

    Federazione tra due partiti conservatori membri del PPE, al governo col Partito Riformista. Si tratta di due partiti fortemente nazionalisti, basati su un conservatorismo cristiano spiccato; liberali in economia, anche se Res Publica (nato come partito socialdemocratico) conserva tendenze più stataliste (e laiche nei diritti); fortemente giustizialista, grazie alle crociate di Res Publica contro la corruzione nei primi anni '90.

    Sotsiaaldemokraatlik Erakond - Partito Socialdemocratico:

    Unitosi al PES nel 2003, ma nell'Internazionale sin dal 1990, questo partito era prima conosciuto come Partito Popolare Moderato dopo una fusione con i democristiani del Partito Agrario Rurale; partner di governo in numerose coalizioni di centrodestra, assunsero questo nome dopo che la fusione col Partito dei Moderati e dei Conservatori aveva portato a un netto insuccesso elettorale. Cambiato il nome, rimasti i "Socialisti di destra" del bizzarro sistema politico estone: il partito in economia ha una linea blairiana. Ha la presidenza della Repubblica e fa parte del governo democristiano-anarcocapitalista-socialdemocratico guidato dal leader dei Riformisti Andrus Ansip.

    Erakond Eestimaa Rohelised - Verdi Estoni:

    Nati solo nel 2006 da 1000 coraggiosi, i Verdi Estoni promuovono la democrazia diretta, la difesa delle coste e dei mari dalle multinazionali che operano nel Mar Baltico, la lotta al Cambiamento Climatico; curiosamente, sono per una bassa tassazione e a differenza della gran parte dei Verdi Europei supportano la ricerca scientifica uber alles.

    Eestimaa Rahvaliit - Unione del Popolo Estone:

    Partito conservatore basato sul voto dei piccoli agricoltori, è stato più volte parte del Governo; alleatosi coi Socialdemocratici alle elezioni regionali dopo essere stato scaricato dai conservatori, è stato poi scaricato anche da questi quando Ansip ha offerto loro l'entrata nel governo. In forte crisi, è un partito decisamente nazionalista e euroscettico.

  4. #4
    Chap Socialist
    Data Registrazione
    13 Sep 2002
    Messaggi
    31,653
    Mentioned
    10 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Come è andata alle ultime elezioni politiche:


    Eesti Reformierakond 153,044 voti 27.8% (+10.1%) 31 seggi (+12 )


    Eesti Keskerakond
    143,518 voti 26.1% (+0.7%) 29 seggi (+1)

    Isamaa ja Res Publica Liit 98,347voti 17.9% (–14.0%) 19 seggi (–16)

    Sotsiaaldemokraatlik Erakond 58,363 voti 10.6% (+3.6%) 10seggi (+4)

    Erakond Eestimaa Rohelised 39,279 voti 7.1% (+7.1%) 6 seggi (+6)

    Eestimaa Rahvaliit
    39,215 voti 7.1% (–5.9%) 6 seggi (–7)

    Si sono presentanti numerosi altri partiti, ma a parte il Partito Cristianodemocratico Estone (1,7%), nessuno di loro ha superato lo 0,2 %.

  5. #5
    Chap Socialist
    Data Registrazione
    13 Sep 2002
    Messaggi
    31,653
    Mentioned
    10 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Erakond Eestimaa Rohelised , sinceramente il partito socialdemocratico fa un pò cagher

    L'Estonia è il paradiso dei Liberali, apparently ...

  6. #6
    Civilization
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Hic sunt leones.
    Messaggi
    6,831
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Visto che i Socialdemocratici sono nella posizione di dare dello "sporco socialista" pure a Pollock, penso voterò i Verdi... almeno così difendo le coste...



    un suggerimento: 30 gg fra un sondaggio e l'altro sono troppi... va a finire che ce se ne dimentica...

  7. #7
    Caccia al tesoro
    Data Registrazione
    09 Sep 2011
    Messaggi
    10,309
    Mentioned
    5 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    che paese di merda....lotta armata al grido di "W l'URSS".

  8. #8
    Pasdar
    Data Registrazione
    25 Sep 2004
    Località
    Padova
    Messaggi
    46,770
    Mentioned
    106 Post(s)
    Tagged
    9 Thread(s)

    Predefinito

    "Unione del Popolo Estone", l'ha spuntata ai punti contro "Unione Pro Patria Res Publica".
    Non mi piacerebbe viverci, comunque.

    P.S. Manfr, l'UPE appartiene all'UEN, vero?
    «Non ti fidar di me se il cuor ti manca».

    Identità; Comunità; Partecipazione.

  9. #9
    Chap Socialist
    Data Registrazione
    13 Sep 2002
    Messaggi
    31,653
    Mentioned
    10 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Yup !

  10. #10
    Liberale
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    3,613
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Eesti Reformierakond

    ovviamente stando alla descrizione di manfr

 

 
Pagina 1 di 4 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Elezioni Estonia: vittoria del centrodestra
    Di svicolone nel forum Politica Estera
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 07-03-11, 20:17
  2. Le elezioni più inutili d'Europa
    Di Von Righelli nel forum Il Termometro Politico
    Risposte: 26
    Ultimo Messaggio: 17-11-10, 19:54
  3. Risposte: 19
    Ultimo Messaggio: 20-10-08, 22:35
  4. Elezioni in Lituania [Elezioni in Europa n° 3]
    Di Manfr nel forum FantaTermometro
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 29-09-08, 17:02
  5. Elezioni in Finlandia [Elezioni in Europa n° 2]
    Di Manfr nel forum FantaTermometro
    Risposte: 30
    Ultimo Messaggio: 30-08-08, 12:35

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226