Grazie a tutti per il benvenuto !!!.

La mia storia è molto originale. Non fosse altro perchè prima di chiamarmi fuori dall'Islam ho chiesto ed ottenuto dalla Chiesa cattolica che il mio nome fosse cancellato dal registro dei battezzati. Ho aderito all'Islam dopo aver fatto alcune letture e l'impressione che ho ricavato era quella di un Islam potenzialmente in grado di adattarsi ai nostri tempi. In effetti esiste l'Islam moderato ma è rappresentato, come ho scritto prima, da un'infima minoranza di intellettuali nei quali non potrai certo imbatterti nei centri islamici. Basti pensare che in Italia il libro del riformista islamico Mohamed Taha è stato pubblicato da una casa editrice cattolica.
Voglio precisare che non serbo rancore per gli ex fratelli e sorelle muslim.
Credo siano vittime di un collaudato sistema di brainwashing con il quale si cerca, sovente riuscendovi, di espropriare l'individuo di fette sempre più grandi della propria libertà allo scopo di ridurlo allo stato di automa privo di personalità.
Nel mio caso è successo che dopo l'adesione all'Islam mi è stata imposta l'accettazione di tutta una serie di verità di fede sulle quali chi cerca di convertirti non si sofferma preferendo insistere sul fatto che la semplice accettazione dei famosi 5 pilastri farà di te un musulmano.
Una voltà che sei diventato uno di loro ti viene spiegato che chi si rade finisce in un paradiso di serie b o all'inferno, che la poligamia non si può mettere in discussione e che l'abiura della propria fede comporta la condanna a morte.
Se sei una persona che non ha ancora gettato il proprio cervello completamente all'ammasso ad un certo momento, dopo aver usato violenza contro la tua ragione per un certo periodo, aprirai gli occhi di fronte a ciò che ti sta accadento ed avvertirai un moto di ripulsa contro tutto quello che per fede avresti dovuto accettare.


http://www.italian.faithfreedom.org/...opic.php?t=976