User Tag List

Risultati da 1 a 3 di 3
  1. #1
    Anarcocapitalista
    Data Registrazione
    02 Feb 2007
    Località
    Li dove ho inalzato mura solide a difesa dell'agressore Socialista. Li dove la strada ha il mio nome. Li dove ho costruito una torre bene armata in difesa della Libertà. Li dove sono Sovrano e i messi dello Stato non sono i benvenuti.
    Messaggi
    11,362
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Cool Sette cose da sapere sulla felicità

    Per favore leggetevi questo, è interessante a mio avviso per capire qualcosa sulla Libertà, il suo legame con la felicità e le palesi contradizzioni dell'Utilitarismo. Mi piacerebbe sapere che ne pensate. Naturalmente bisognerebbe spiegare che se la Libertà è relmente legata alla Felicità, non è con lo Stato che si può ragiungerla. E bisognerebbe sapere se il signore sappia cosa sia l'Anarcocapitalismo.








    Sette cose da sapere sulla felicità.


    È diffusa come non mai, nasce dalla libertà e non dai soldi, allunga la vita

    IVAN FULCO

    Non chiedete a Ruut Veenhoven, professore di Sociologia all’Università Erasmus di Rotterdam, come definirebbe il suo lavoro di ricerca, perché non esiste un termine ufficiale per gli «esperti di felicità». Eppure lui è un luminare del campo. Si occupa della direzione del WDH, «World Database of Happiness», un progetto nato da una sua idea e gestito da un team di 28 ricercatori. Obiettivo: creare una banca dati globale delle ricerche sulla felicità per determinare gli «indici della gioia» di ogni nazione. Se qualche sondaggista vi ha mai chiesto se siete felici, probabilmente anche voi siete un dato nei computer di Veenhoven.

    Perché studiare la felicità?
    «L’obiettivo è aiutare chi governa a creare più felicità per più persone. E per farlo è necessario comprendere la felicità e le condizioni che la determinano. Il WDH è uno strumento per accumulare conoscenza sul tema. Raccoglie le ricerche disponibili e le organizza in modo che siano confrontabili».

    Come si misura la felicità?
    «Il team si occupa prima di tutto di raccogliere il materiale di altri ricercatori, individuando le ricerche che contengano informazioni sulla felicità in qualsiasi parte del mondo. Da questa massa di dati estraiamo gli studi coerenti con la nostra definizione di felicità. All’interno di quest’ultimo gruppo ricerchiamo quindi le informazioni relative al livello di felicità osservato, in genere basato sulle risposte a una singola domanda, del genere: “Quanto sei soddisfatto allo stato attuale della tua vita? Indicalo con un numero da 1 a 10”. I risultati sono ricondotti a una scala standard e inseriti nel database “Felicità nelle nazioni”. Oggi abbiamo dati comparabili relativi a 130 nazioni. In 15 di queste l’arco temporale di analisi supera i 20 anni».

    Dopo decenni di ricerche, che cosa ha capito della felicità?
    «Ho capito sette cose. Primo, la maggior parte delle persone sono felici. Nei media vediamo prevalentemente le miserie umane, ma gli studi mostrano un quadro differente. Secondo, la felicità media è aumentata nella maggior parte delle nazioni negli ultimi 30 anni. Terzo, l’ineguaglianza si è tendenzialmente ridotta. Quarto, la felicità media è ai massimi storici nelle nazioni moderne, sebbene le persone tendano oggi a essere critiche verso la propria società. Quinto, la felicità dipende più dal soddisfacimento dei bisogni umani universali che non dal rispetto degli standard culturali di “vita agiata”. Sesto, la felicità è indice di efficienza. E come tale promuove l’efficienza, rendendo le persone più aperte e attive. Settimo, la felicità protegge anche dalle malattie e di conseguenza le persone felici vivono più a lungo. Le ripercussioni della felicità sulla longevità sono paragonabili a quelli dell’essere o meno fumatore».

    Qual è l’identikit di una nazione felice?
    «Distinguerei quattro punti. Primo, ricchezza materiale. Le persone tendono a essere più felici nelle nazioni ricche. Secondo, libertà. Libertà politica, economica e nella sfera privata. Per esempio libertà di religione, di sposare chi si ama e di vivere secondo le proprie inclinazioni sessuali, e questo include i matrimoni gay. Terzo, buon governo e stato di diritto. Queste condizioni istituzionali incidono sulla felicità indipendentemente dai partiti al potere. Quarto, tolleranza. Minori sono gli stereotipi negativi in un Paese, più felici sono mediamente i cittadini».

    In quali settori dovrebbero investire le nazioni occidentali per incrementare la felicità globale?
    «A livello sociale la felicità può essere massimizzata impegnandosi nel buon governo e nello stato di diritto. I governi dovrebbero inoltre cercare di preservare le libertà e la tolleranza. Ma la felicità può anche essere incrementata aiutando le persone a compiere scelte di vita più informate. Le ricerche mostrano che non riusciamo a prevedere come le decisioni incideranno sulla nostra felicità. Un esempio classico è che le persone tendono a sovrastimare il guadagno di felicità derivante da un aumento di stipendio, ma sottovalutano l’effetto negativo del maggior tempo trascorso sui mezzi pubblici. Gli studi su larga scala possono mostrarci come queste decisioni hanno influenzato persone simili a noi nel passato recente. I governi dovrebbero investire su queste ricerche, che darebbero importanti risultati nel lungo termine».

    Chi è Veenhoven Sociologo
    RUOLO: E’ PROFESSORE DI SOCIOLOGIA ALL’UNIVERSITA’ ERASMUS DI ROTTERDAM-OLANDA
    I LIBRI: «CONDITIONS OF HAPPINESS» «HAPPINESS IN NATIONS» «HAPPY LIFE-EXPECTANCY»


    http://www.lastampa.it/_web/cmstp/tm...ne=243&sezione=

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    direttamente dall'Inferno
    Data Registrazione
    19 Jan 2007
    Località
    nel girone che preferite
    Messaggi
    25,544
    Mentioned
    141 Post(s)
    Tagged
    16 Thread(s)

    Predefinito

    mah, a me sembra un spottone alla società,al modo di vita olandese.....

  3. #3
    uruguayo
    Data Registrazione
    04 Apr 2009
    Messaggi
    7,474
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Ogni austriaco sa che l'economia ha capacità analitiche davvero limitate, ed essa studia un lato del comportamento umano che - pur essendo tutt'altro che un fenomeno fisico meccanico - è molto meno aleatorio del concetto di felicità. Ritengo che ogni studio sul tema sia quindi privo di qualsiasi valida indicazione.
    Inoltre in un contesto individualista è completamente fuori luogo parlare di felicità media. All'individualista non dovrebbe interessare la felicità media, bensì sta a cuore che egli (e se è altruista anche gli altri) abbia la possibilità di conseguire la più alta felicità individuale. Assunto questo, è dimostrato che ciò avviene solo con la massima libertà.
    Ogni altro discorso è pernicioso.

 

 

Discussioni Simili

  1. Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 10-07-08, 10:04
  2. Cose da sapere assolutamente.
    Di Betelgeuse nel forum Fondoscala
    Risposte: 16
    Ultimo Messaggio: 29-10-07, 23:51
  3. Cose Da Sapere
    Di Ulrich Realist nel forum Centrosinistra Italiano
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 20-10-05, 12:35
  4. Due O Tre Cose Da Sapere Sulla "democrazia" Kirghisa
    Di Der Wehrwolf nel forum Etnonazionalismo
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 29-03-05, 18:29
  5. Pay TV - le cose da sapere
    Di Creso nel forum Telefonia e Hi-Tech
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 14-10-03, 12:40

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226