User Tag List

Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 27

Discussione: Una destra per sgarbo

  1. #1
    + Gothic +
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Località
    Napoli
    Messaggi
    17,936
    Mentioned
    111 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Una destra per sgarbo

    Una destra per sgarbo


    In Italia una destra non c'è, non è mai esistita e mai esisterà. Non ci sono le condizioni storiche prima ancora che sociali e politiche perché nel nostro Paese vi sia spazio per una destra. Intendendo destra nel suo unico senso corretto, ovvero di conservatorismo.
    L'Italia non ha un passato né un presente da difendere. Italia significa risorgimento, resistenza e antifascismo, ovvero le guerre civili da cui le sparute forze nazionali e conservatrici del nostro Paese sono rimaste sconfitte e senza più alcun dio a cui votarsi. L’Italia è una nazione raccogliticcia, messa su in odio allo straniero e rimasta senza solide radici in mano ad una Chiesa universalista e a una classe politica bassa e truffaldina. Forse un giorno nemmeno troppo lontano lo Stato unitario non esisterà nemmeno più e il nostro popolo marcerà diviso e contento tra le genti d’Europa.
    Quella che si è soliti chiamare "destra italiana" è in realtà uno scherzo di cattivo gusto. E' solo neofascismo in varia quantità miscelato a democristianume, roba sociale e socialista, spiriti mazziniani e repubblicani, gente anarchica e sovversiva. Lontana dalla classe baronale, povera culturalmente, questa destra per sgarbo è in realtà una sinistra populista ed egualitaria che in cuor suo antipatizza con tutto ciò che dovrebbe contraddistinguere un sano pensiero conservatore. Stile, classe, buone maniere le sono estranee come il gusto per l'autentica libertà. Ciò che è antico e consuetudinario, sconosciuto.
    In ragione di ciò quei pochi inegualitari che il destino crudele ha voluto diversi dal coro - gente come Longanesi, Guareschi, Giannini, Einaudi, Prezzolini, Montanelli - non trovando una casa per il loro conservatorismo sono vissuti da esuli. Chi ha varcato la fatidica porta del missinismo, come Fisichella, è stato dalla canaille messo al bando. Oggi è la Santanchè, a suo modo conservatrice e di destra, ad aver vita difficile, costretta a nuotare controsenso, a pensare qualcosa di destra e ad avere solo un’altra sinistra a cui parlare. In mezzo a tanti cialtroni rossi (che rimangono tali anche quando ci sembrano neri) la sua esigenza di voler rappresentare una destra impossibile è tanto condivisibile quanto ingenua e folle. Questa sua missione che non ha alcuna possibilità di riuscita suscita simpatia, non fosse altro per questo.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Consigliore Lib
    Data Registrazione
    20 May 2007
    Località
    Libera economia in libero stato!
    Messaggi
    3,336
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    E' vero, una destra come la intendi te, e come la intendeva montanelli è stata sempre minoritaria e scarsamente rappresentata. Noi liberali non siamo messi meglio

  3. #3
    uruguayo
    Data Registrazione
    04 Apr 2009
    Messaggi
    7,474
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Ieri ti chiedo se non sia vero che la destra è come la dipinge Brunetta.
    Sono un provocatore a cui al massimo si può rispondere sdegnati: "No".
    Oggi te ne esci dicendo che la destra dei tuoi sogni in Italia non esiste.
    Non mi aspetto che un orgoglione (assonanza non casuale) come te lo scriva, ma mi accontento di avere ragione.

    Per pietà eviterò di infierire facilmente sul minestrone invotabile comunemente noto come "destra" in questo paese. Sui neofascisti guidati dalla parvenu e dallo spione hai ragione: impossibile confonderli tra gli altri cialtroni rossi. Sono certamente cialtroni neri.

  4. #4
    + Gothic +
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Località
    Napoli
    Messaggi
    17,936
    Mentioned
    111 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da teo scarpellini Visualizza Messaggio
    Ieri ti chiedo se non sia vero che la destra è come la dipinge Brunetta.
    Sono un provocatore a cui al massimo si può rispondere sdegnati: "No".
    Oggi te ne esci dicendo che la destra dei tuoi sogni in Italia non esiste.
    Non mi aspetto che un orgoglione (assonanza non casuale) come te lo scriva, ma mi accontento di avere ragione.

    Per pietà eviterò di infierire facilmente sul minestrone invotabile comunemente noto come "destra" in questo paese. Sui neofascisti guidati dalla parvenu e dallo spione hai ragione: impossibile confonderli tra gli altri cialtroni rossi. Sono certamente cialtroni neri.
    Brunetta parla da liberalsocialista ed è contro la destra di per sé.
    Io critico questa destra che è una falsa destra e nulla ha a che vedere con la storia del conservatorismo, sia esso quello di Burke, di De Maistre, di Churchill o di Goldwater.

    Guarda nel tuo piatto che se volessi far le pulci al liberalismo italiano... sai che ridere!

  5. #5
    uruguayo
    Data Registrazione
    04 Apr 2009
    Messaggi
    7,474
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Il mio piatto è quello dei disillusi che ridono in faccia ai politicanti e a chi spera ancora nel rito delle elezioni.
    E vedo solo che abbiamo immancabilmente ragione.

  6. #6
    + Gothic +
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Località
    Napoli
    Messaggi
    17,936
    Mentioned
    111 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Qui si spiega perché in Italia al governo non c’è affatto la destra

    Socialisti, costole di sinistra, missini che si trasformano in mandarini

    Toccati i primi (quasi) cento giorni del Cav. IV, per pigrizia o per strabismo l’opposizione insiste nel colpevolizzare “le destre” di governo come se in Italia ce ne fossero in abbondanza. Invece sarebbe un prodigio averne una sola. Perché in Italia una destra al governo non c’è, non esiste, non rileva. E’ sopraggiunta questa legislatura socialnazionale a certificare il rigor mortis di un’astrazione comoda per gli appassionati di toponomastica, ma del tutto disincarnata. E’ così da Silvio Berlusconi in giù, nell’esecutivo come nei partiti che lo tengono in vita, nella rappresentazione pubblica come nell’amministrazione locale. Il Cav. non ha nulla dell’uomo di destra, è un geniale imprenditore craxiano che si è formato al Drive In; a suo modo un artista pop avvolto d’urgenza, quindici anni fa, nel drappo cucito dalle riserve della Seconda repubblica. Quanto di più distante dai princìpi di legge e ordine, di colpa e punizione o redenzione religiosa. Berlusconi è il premier che non voleva e non vuole, per esempio, il reato d’immigrazione clandestina. Lo ha spiegato con sincerità angosciata e rivelativa ai suoi subalterni: ma come, un immigrato rischia la vita per arrivare da noi e trovare la libertà, la possibilità di lavoro, il sogno di una ricchezza, e noi lo buttiamo per cinque anni in galera? Il Cav. è questo, non un bramino, non un guerriero ma un esemplare della terza casta. Quella dei produttori di beni. Nulla a che vedere con la destra. E il suo Consiglio dei ministri non fa che riflettere questa assenza. Giulio Tremonti è finalmente tornato l’editorialista del Manifesto con ambizioni da leader della sinistra nazionale. La corona dei democristiani come Claudio Scajola alla parola destra mette la mano ai libri di storia antifascista. Paolo Bonaiuti, Maurizio Sacconi, Renato Brunetta e Franco Frattini sono epifenomeni del socialismo. Sandro Bondi è un amabile prodotto del totalitarismo cattocomunista. Le giovani e i giovani ministri come Mariastella Gelmini e Angelino Alfano sono eredi della borghesia moderata di provincia. Elio Vito un radicale. Pure qui niente destra.
    Ci sarebbero i leghisti, forse, ma sono un fenomeno di destra soltanto nell’immaginario dei salotti del centro storico romano, lì dove un uomo di destra significa terza media e via a lavorare. Oltretutto non s’è mai vista da nessuna parte una destra antinazionale, in fondo Bossi starebbe ancora bene a fare la costola del movimento operaio, come vorrebbero D’Alema e Roberto Maroni. Né destra né sinistra, la Lega è la Lega: una bottega padana da proteggere pagando dazio. Tolte le frattaglie neodc o Antonio Di Pietro e l’Idv – troppo furbi o troppo soli per non cercare d’essere un po’ di brutta destra nella sinistra – resterebbe, che dolore, Alleanza nazionale. Ma che carne è? Maurizio Gasparri e Ignazio La Russa sono probabilmente i più destristi fra i berlusconiani, ma sono appunto berlusconiani. Gianfranco Fini ha altri pensieri e solitari, gli obblighi di rappresentanza a Montecitorio, gli inviti in barca, le immersioni con la scorta dei pompieri subacquei. Quando poi emerge è pur sempre quello che rimpiange di non aver saputo fare il ’68. Il suo giornale, Secolo d’Italia, tra un elogio di Bella ciao e una carezza guevarista ha finito per scantonare e verrà purtroppo chiuso per eccesso d’intelligenza col materialismo dialettico. “Meno male che c’è Alemanno”, suggerisce la coscienza infelice. Ma Lupomanno è già un Veltroni senza denti, inaugura feste romane con la passione tardiva per l’antifascismo bianco. Il suo Bettini, Umberto Croppi, leverebbe l’Ara Pacis per dare respiro alla teca di Meier e sogna le notti futuriste credendosi Marinetti reincarnato a Palestrina. Questa non è destra, è destra sociale: ieri militanti di quella Arancia meccanica che erano le catacombe missine, oggi mandarini elettrizzati dall’ansia di sbagliare.

    di Alessandro Giuli

    http://www.ilfoglio.it/soloqui/773

  7. #7
    + Gothic +
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Località
    Napoli
    Messaggi
    17,936
    Mentioned
    111 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da teo scarpellini Visualizza Messaggio
    Il mio piatto è quello dei disillusi che ridono in faccia ai politicanti e a chi spera ancora nel rito delle elezioni.
    E vedo solo che abbiamo immancabilmente ragione.
    A me i disillusi che ridono non piacciono. Preferisco gli illusi che piangono...

  8. #8
    uruguayo
    Data Registrazione
    04 Apr 2009
    Messaggi
    7,474
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Florian Visualizza Messaggio
    A me i disillusi che ridono non piacciono.
    Sopravviveremo.
    Devo capire che attinenza hanno con il liberalismo questi dispacci che auspicano non una destra fascista, ma semplicemente la sezione italiana dei Darth Vader neocon.
    Articolo che poi dà alla nostra destra della bottegaia, "dei produttori".
    Insomma ieri sera potevi scrivermi "Quoto" sotto, invece che dire "sporco provocatore è falso".
    Poi vabbè, le caste, i bramini. Roba da eurosiberiani.
    Ah già che su Destra Radicalmente Nazifascista tu sei di casa.

  9. #9
    + Gothic +
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Località
    Napoli
    Messaggi
    17,936
    Mentioned
    111 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da teo scarpellini Visualizza Messaggio
    Sopravviveremo.
    Devo capire che attinenza hanno con il liberalismo questi dispacci che auspicano non una destra fascista, ma semplicemente la sezione italiana dei Darth Vader neocon.
    Articolo che poi dà alla nostra destra della bottegaia, "dei produttori".
    Insomma ieri sera potevi scrivermi "Quoto" sotto, invece che dire "sporco provocatore è falso".
    Poi vabbè, le caste, i bramini. Roba da eurosiberiani.
    Ah già che su Destra Radicalmente Nazifascista tu sei di casa.
    Io vago tra le varie destre alla ricerca di una casa... ma non l'ho ancora trovata.

  10. #10
    uruguayo
    Data Registrazione
    04 Apr 2009
    Messaggi
    7,474
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Florian Visualizza Messaggio
    Io vago tra le varie destre alla ricerca di una casa... ma non l'ho ancora trovata.
    E ritieniti fortunato di non essere argentino.

 

 
Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Una destra per sgarbo
    Di Florian nel forum Conservatorismo
    Risposte: 8
    Ultimo Messaggio: 07-08-08, 13:14
  2. Risposte: 16
    Ultimo Messaggio: 05-07-08, 21:35
  3. sgarbo popolare al signor zapatero
    Di ciellino nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 9
    Ultimo Messaggio: 20-06-06, 14:50
  4. Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 06-02-06, 18:25

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226