User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 19
  1. #1
    Moderatore
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    La Lupa romana è una cagna bastarda che muore allattando 2 figli di puttana
    Messaggi
    8,867
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Thumbs up L'inno austroungarico per i mille caduti di Trento

    MATTIA FRIZZERA Dopo 90 anni in via Belenzani torna a risuonare, grazie agli ottoni di banda e gruppo strumentale di Lavis, l'inno dell'impero austroungarico, in memoria dei mille soldati della città di Trento che caddero combattendo nelle fila delle truppe del Kaiser

    MATTIA FRIZZERA Dopo 90 anni in via Belenzani torna a risuonare, grazie agli ottoni di banda e gruppo strumentale di Lavis, l'inno dell'impero austroungarico, in memoria dei mille soldati della città di Trento che caddero combattendo nelle fila delle truppe del Kaiser. «Dopo lunghi anni di silenzio - afferma Alberto Pattini , presidente del consiglio comunale di Trento - il ricordo va oltre le visioni ideologiche di parte e ora la storia ci appartiene nella sua interezza». Durante la prima guerra mondiale furono 55.000 i trentini arruolati e ben 10.700 caddero. Per loro Stefano Frenez , presidente del circolo Michael Gaismayr, chiede un monumento che renda giustizia ai soldati deceduti, dimenticati dalla storia influenzata dai nazionalismi. Molto soddisfatto il mondo autonomista che da più di un decennio insegue questo riconoscimento storico per chi cadde e poi venne sottoposto a persecuzione per aver combattuto dalla «parte sbagliata». «Si tratta di un processo importante di recupero, soprattutto per chi aspira a diventare una comunità autonoma - spiega Franco Panizza , assessore provinciale alla cooperazione transfrontaliera - anche nell'ottica di un Euregio trentino-tirolese». La lapide inaugurata lungo via Belenzani ricorda anche i soldati dell'imperial regio esercito austroungarico, secondo quanto condiviso dall'intero consiglio comunale di Trento che ha condiviso l'ordine del giorno di Paolo Monti e Flavio Maria Tarolli . Ai caduti è stato dedicato anche un libro curato dalla fondazione museo storico del Trentino e dal circolo Gaismayr. «Diamo un volto ad un popolo scomparso - spiega Giuseppe Ferrandi , direttore della fondazione museo storico - e chiediamo ai trentini di aiutarci a completare questa ricerca, con volti e note biografiche». Un invito quindi alla partecipazione popolare per costruire la memoria storica collettiva. Per il loro impegno in favore della verità storica sono state consegnate anche delle onorificenze da parte della Croce Nera, organismo che si occupa di mantenere in vita il ricordo dei caduti del periodo austroungarico. Medaglia d'oro per Pattini e riconoscimenti anche per Frenez e per gli autonomisti trentini. Lorenzo Baratter , direttore della fondazione centro documentazione Luserna, ha sottolineato «l'antifascismo identitario da parte della gente trentino-tirolese. È difficile correggere una storia scritta in maniera pedagogica, ma non bisogna dimenticare che questa è la storia della maggioranza dei trentini». Patrizia Marchesoni del Museo storico si è invece soffermata sulla vita a Trento durante la prima guerra mondiale, una città con 30.000 abitanti ma allo stesso tempo una grande vita culturale, garantita da 30 associazioni, ma anche 103 osterie, 16 alberghi e 800 esercizi pubblici. «Nel 1915 cominciarono i segnali di peggioramento, con un anomalo aumento delle richieste di passaporti per emigrare in territorio italiano». Una Trento militarizzata con 18 mila persone evacuate in Austria e 19 Km di trincee in città e 200 Km di reticolati. Oggi Trento si sente veramente città mitteleuropea «nel segno del ripudio della guerra - conclude Monti - e con l'obiettivo della costruzione della casa comune europea con un'identità rispettosa della patria trentina e tirolese».
    Tu che odi dio e la vita cristiana
    Senti la sua presenza come un doloroso cancro
    Vengano profanate e profanate aspramente
    Le praterie del cielo bagnate di sangue

    Odiatore di dio
    E della peste della luce

    Guarda negli occhi paralizzati di dio
    E sputa al suo cospetto
    Colpisci a morte il suo miserevole agnello
    Con la clava

    Dio, con ciò che ti appartiene ed i tuoi seguaci
    Hai mandato il mio regno di Norvegia in rovine
    I tempi antichi, le solide usanze e tradizioni
    Hai distrutto con la tua orrida parola
    Ora vai via dalla nostra terra!

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Moderatore
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    La Lupa romana è una cagna bastarda che muore allattando 2 figli di puttana
    Messaggi
    8,867
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    http://www.youtube.com/watch?v=Rkfnvj2PC7g

    Scusate gli scatti, ma i nostri potenti mezzi sono quelli che sono
    Tu che odi dio e la vita cristiana
    Senti la sua presenza come un doloroso cancro
    Vengano profanate e profanate aspramente
    Le praterie del cielo bagnate di sangue

    Odiatore di dio
    E della peste della luce

    Guarda negli occhi paralizzati di dio
    E sputa al suo cospetto
    Colpisci a morte il suo miserevole agnello
    Con la clava

    Dio, con ciò che ti appartiene ed i tuoi seguaci
    Hai mandato il mio regno di Norvegia in rovine
    I tempi antichi, le solide usanze e tradizioni
    Hai distrutto con la tua orrida parola
    Ora vai via dalla nostra terra!

  3. #3
    Mitteleuropea di Trieste
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Free Territory of Trieste
    Messaggi
    1,955
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito


  4. #4
    Europeista e Asburgico
    Data Registrazione
    11 Dec 2006
    Località
    Görz [Küstenland]
    Messaggi
    531
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    massimo rispetto per il Trentino e il Südtirol. qui nel Küstenland siamo ancora anni luce temo... un bel giorno i nostri amici friulani capiranno che è necessario fare fronte comune contro l'invasore da sudovest.

  5. #5
    independent
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    7,807
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Fintanto che la maggioranza continua a sognare l' Istria e la Dalmazia...

  6. #6
    Europeista e Asburgico
    Data Registrazione
    11 Dec 2006
    Località
    Görz [Küstenland]
    Messaggi
    531
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    cosa intendi per maggioranza?
    maggioranza in parlamento?
    in regione?
    dei friulani?
    dei litoranei?

    cmq a mio avviso Litorale e Friuli sono due entità distinte ma a tratti intersecanti ("noi" abbiamo aree come il Cormonese tipicamente friulane, "voi" avete il mandamento di Cervignano storicamente litoraneo). credo che sia necessario cooperare sul lungo termine, perchè entrambe sono regioni di una grandezza simile (se intendi il Litorale da Triglav a Pola) e entrambe sono state sfruttate e rovinate dagli invasori taliani.

    il problema di questi discorsi è che come soluzione migliore si finisce sempre all'EuroRegione Alpe-Adria, che riunisce "noi", "voi", sloveni e carinziani. poi ci han aggiunto il Veneto, a mio avviso vero "cavallo di Troia". anche se Galan effettivamente guarda più a est che a ovest, l'idea che la sua regione si stacchi dal carrozzone taliano o padagno fa infuriare molti. e poi tirano fuori quelle panzane di infilare la Lombardia nell'euregio o semplicemente ostacolarla per non renderla effettiva.

    forse senza Veneto ci avrebbero "notato" di meno, e saremmo magari più spediti sull'integrazione con i vicini austriaci e sloveni.

    alla fine è questa la nostra meta, una piccola patria da Spittal a Pola, da Ljubljana a Lignano. all'interno di una rinnovata UE che si basi sulle euregio invece che sui goffi stati nazionali(sti).

    eh lo so, utopie.

  7. #7
    independent
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    7,807
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Maggioranza dei litoranei e mi riferivo all' itaglianità delle terre irredente

  8. #8
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    17,464
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Der Goerzer Visualizza Messaggio
    alla fine è questa la nostra meta, una piccola patria da Spittal a Pola, da Ljubljana a Lignano. all'interno di una rinnovata UE che si basi sulle euregio invece che sui goffi stati nazionali(sti).

    eh lo so, utopie.
    Questo lo sogno anche io anche se credo che euro-regioni piu omogenee sarebbero diverse da come le immagini tu. Io auspicherei un'euroregione formata dai territori della ex repubblica serenissima, de facto territori omogeneizzati da quella dominazione...
    dall'adda alla dalmazia (attuali province di bs, bg - veneto - friuli - trieste - istria - dalmazia)...

  9. #9
    Lumbard
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Lach Magiùr
    Messaggi
    11,699
    Mentioned
    3 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    ottimo: qualsiasi cosa va bene, basta che sia in funzione disgregante di questa dannosa dittatura colonizzatrice delle terre PadanoAlpine

  10. #10
    Europeista e Asburgico
    Data Registrazione
    11 Dec 2006
    Località
    Görz [Küstenland]
    Messaggi
    531
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Enrico1987 Visualizza Messaggio
    Questo lo sogno anche io anche se credo che euro-regioni piu omogenee sarebbero diverse da come le immagini tu. Io auspicherei un'euroregione formata dai territori della ex repubblica serenissima, de facto territori omogeneizzati da quella dominazione...
    dall'adda alla dalmazia (attuali province di bs, bg - veneto - friuli - trieste - istria - dalmazia)...
    il problema è che Görz è stata conquistata dalla Serenissima per un solo anno nella sua storia, Triest si donò agli Asburgo nel 1382 e l'Istria fu sotto Wien dall'inizio dell'Ottocento.

    il Friûl fu sotto Venexia invece per più a lungo (dal 1420, con una parentesi asburgica di 50 anni nell'Ottocento), ma ciononostante riuscì a conservare una lingua e tradizioni proprie. i friulani si sono sempre sentiti parte di una "nazione" a se stante, da cui il termine "Patrie dal Friûl".

    personalmente vedo bene un'euroregione lombardo-veneta, ma non mi spingo oltre perchè non vivendo nella zona non sono affari miei. certo è, l'euroregione Alpe-Adria potrebbe essere un vero laboratorio per l'UE intera. incrocio di tre aree linguistiche importanti (slavi, germani, latini), martoriata negli anni da guerre fratricide, ora devota ad abbattere confini innaturali, punto di giunzione economica e viaria fra Balcani, Europa centrale, Europa meridionale.

    un quadro all'insegna della difesa delle tradizioni locali, del reciproco rispetto e dell'innovazione.

    per restare nel campo delle utopie più sfrenate, la mia piccola Görz sarebbe una capitale perfetta. Quasi 80.000 abitanti di comuni contigui, alcuni italiani, altri sloveni. un vero simbolo di città condivisa, etnicamente italiana, slovena e friulana, con un retroterra culturale puramente austriaco.

    la cosa buffa è che tutto ciò è ragionevole e non richiede folli investimenti. non è andare su Marte. ciononostante, è più facile che l'uomo vada su Marte che questi semplici progetti funzionali abbiano luogo.

    IL NEMICO SONO GLI STATI NAZIONALI

    è uno zombie, non basta ucciderlo, bisogna tagliare la testa

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Risposte: 40
    Ultimo Messaggio: 06-02-17, 10:49
  2. quale è per voi il secondo inno d'Italia dopo l'Inno di Mameli?
    Di Haxel nel forum Il Termometro Politico
    Risposte: 19
    Ultimo Messaggio: 31-10-12, 09:13
  3. Impero Austroungarico, 1918-19
    Di Cattivo nel forum Il Termometro Politico
    Risposte: 42
    Ultimo Messaggio: 02-12-11, 01:52
  4. mito e realtà dell'impero austroungarico
    Di acchiappaignoranti nel forum Patria Italiana
    Risposte: 36
    Ultimo Messaggio: 03-05-10, 18:49
  5. Risposte: 28
    Ultimo Messaggio: 27-08-07, 11:33

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226